Dolore

  • TDM nel Comitato tecnico del Ministero per le cure palliative

    cure palliative

    Il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva nel Comitato tecnico del Ministero per le cure palliative
    Rendere il diritto a non soffrire inutilmente realtà: questo l’obiettivo del lavoro del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva nel Comitato tecnico sanitario del Ministero della salute.
    Oggi il Tribunale per i diritti del malato ha a disposizione una opportunità in più per agire con maggiore incisività nell’impegno a evitare il dolore e le sofferenze non necessari: la nomina del suo coordinatore nazionale nel Comitato tecnico sanitario del Ministero della salute, sezione per l’attuazione della l. 38/2010 per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (ex commissione nazionale dolore).

  • Sanità

    Presentata la Prima Raccomandazione civica sul dolore cronico non oncologico: occorre una Rete strutturata e nuovi livelli essenziali di assistenza.

  • Sanità

    “Non siamo nati per soffrire”: al via la campagna di informazione di Cittadinanzattiva sul dolore cronico. Tappa in 30 città il 20 settembre. Semplificare l’accesso ai farmaci e investire sulla formazione ed informazione di operatori e cittadini

  • Sanità

    “Non siamo nati per soffrire”: al via la campagna di informazione di Cittadinanzattiva sul dolore cronico. Tappa in 30 città il 20 settembre

  • Sanità

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su legge antidolore: nessun rinvio, occorre trovare i fondi per garantire dignità di vita a milioni di cittadini anche bambini

  • Salute

    "Non siamo nati per soffrire": Presentata Indagine di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su dolore cronico e percorsi assistenziali
    Il dolore è ancora un tabù, sopportato dai cittadini e sottovalutato dai medici

    30 maggio IX Giornata nazionale del sollievo

  • Raccomandazione civica sul dolore cronico non oncologico

    Nella lotta contro il dolore, Cittadinanzattiva ha da tempo intrapreso un percorso di riflessione e di confronto su questioni e problematiche centrali per la Medicina del dolore cronico nel nostro Paese. In particolare, nel 2008 si sono svolti tre workshop nei quali esperti (medici, pazienti, operatori sanitari, società medico-scientifiche, istituzioni) che hanno maturato negli anni competenze e conoscenze sul tema del dolore cronico, si sono confrontati sui punti di forza e di debolezza della Medicina del dolore in Italia, in particolare:

  • Raccomandazione civica sul dolore cronico non oncologico

    Il passato 1 ottobre 2008 è stata presentata alle Istituzioni presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini – Camera dei Deputati – Roma, la Raccomandazione civica sul dolore cronico non oncologico.

     

  • Protocollo fra Cittadinanzattiva e la Federazione infermieri

    Il protocollo d'intesa con la Federazione nazionale Collegi Infermieri è stato firmato nel 2006 in occasione del progetto "Laboratorio Civico sulla Salute".

     

  • Proseguono gli appuntamenti contro il dolore inutile

    Cittadinanzattiva e Fondazione ISAL ancora insieme nelle piazze italiane, per sensibilizzare e informare sul tema del dolore cronico. A partire dai punti della Carta dei diritti sul dolore inutile, proseguono incontri e attività per conoscere gli strumenti, le strutture e le cure. Informazioni sul sito della Fondazione e su quello di Cittadinanzattiva.

  • Premio Mario Luzi per lotte contro il dolore

    Il premio, promosso da Cittadinanzattiva - Toscana, è stato assegnato tra gli altri anche al Ministro della Salute Fazio e al Ministro Turco per l'impegno nella lotta contro il dolore non necessario. La legge approvata lo scorso anno ha rappresentato un importante passo avanti nel trattamento del dolore. Approfondisci

  • Premio giornalistico per sensibilizzazione su cure palliative e terapia dolore

    Antea Associazione onlus indice il premio giornalistico "38 VOLTE BASTA!" che prende spunto dall’omonima campagna - recentemente lanciata - contro il dolore cronico, finalizzata alla sensibilizzazione dei cittadini sui temi delle Cure Palliative e della Terapia del Dolore tutelate dalla Legge 38 del 2010. Informazioni, regolamento e iscrizione si possono trovare alla apposita pagina

  • Premio Europeo per le Buone Pratiche sul Dolore Cronico

    presadiretta 2015 2 17

    Descrizione del progetto
    Active Citizenship Network (ACN), la rete Europea di Cittadinanzattiva, sta avviando un progetto a livello Europeo con lo scopo di dare visibilità alle buone pratiche esistenti nei diversi Paesi Ue in tema di lotta al dolore cronico.

    In particolare questa raccolta ci permetterà di dare continuità - pur espandendola con qualche specificità - alla ricerca di buone pratiche per la lotta al dolore realizzata nel 2012.

  • Premio Civico Europeo sul dolore: partecipa e vinci!

    vincere alla roulette online

    Ultime settimane per partecipare al I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico lanciato dalla rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network (ACN). L’iniziativa nasce allo scopo di individuare e premiare le buone pratiche esistenti in Unione Europea in tema di lotta al dolore cronico.
    Se hai sperimentato o stai attuando una modalità di lavoro sul dolore cronico innovativa e vincente,partecipa alla selezione!

  • Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico, i vincitori della categoria empowerment

    2vincitore premio dolore copia

    Il I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico è stato organizzato dalla rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, per dare visibilità alle buone pratiche esistenti in tema di lotta al dolore cronico. I vincitori sono stati selezionati sulla base di quattro criteri (riproducibilità, innovazione, valore aggiunto, appropriatezza) e di altrettante categorie (pratica clinica, empowerment dei pazienti, innovazione, formazione professionale).

  • Premio Antea ad Aceti su cure palliative

    tdmcittadinanzattiva 2015 2 16

    E' stato consegnato lunedì 1 dicembre a Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva il Premio Antea per le cure palliative.

    Ecco il comunicato stampa di Antea onlus

     

  • Premio “Nottola - Mario Luzi” sul dolore clinico: selezionati i vincitori

    Pubblicati i nomi dei vincitori della quinta edizione del premio “Nottola – Mario Luzi”, dedicato alla presentazione di progetti collegati alla gestione del dolore clinico. Fra i partecipanti, nelle varie sezioni, operatori sanitari, laureati e giovani ricercatori. Sono state anche rese note 6 menzioni speciali: leggi i dettagli sulla pagina web

  • Più attenzione al dolore clinico, con il kit e l’applicazione elettronica

    Un volume informativo, un regolo per la misurazione del dolore, un diario settimanale sul quale annotare i valori dell'intensita' del dolore registrati ogni giorno e il testo della Legge 38 sulle Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore: con questo kit e con una applicazione per dispositivi mobili la Fondazione Alitti propone una maggiore condivisione delle informazioni fra medico e assistito. Maggiori informazioni qui e qui.

  • Percorsi assistenziali per la presa in carico del paziente afflitto da dolore cronico

    Scarica il Rapporto completo e l'abstract dell'indagine sui percorsi assistenziali per la presa in carico del paziente afflitto da dolore cronico, realizzata nell'ambito del progetto "Dolore cronico e percorsi assistenziali" (2010).

  • Pain Alliance Europe: si riunisce l'assemblea generale

    dolore cronico

    Il 23 giugno a Bruxelles Active Citizenship Network parteciperà, come membro del board, all' Assemblea Generale del PAE - Pain Alliance Europe, il network europeo che si batte per migliorare le condizioni di vita delle persone che soffrono di dolore cronico.

    Per saperne di più, clicca qui

  • Online la mappa delle cure palliative/terapia del dolore in Italia

    Sullo spazio internet del Ministero della Salute è stata pubblicata la lista aggiornata delle strutture di riferimento per la terapia del dolore e le cure palliative presenti in Italia. Circa 500 centri in totale, ed un numero di telefono per informazioni sul tema. Leggi la notizia e consulta la lista (suddivisa in due elenchi)

  • Nuova alleanza a sostegno di 100 milioni di pazienti con dolore cronico

    'Nuova alleanza a sostegno di 100 milioni di pazienti con dolore cronico'
    Active citizenship Network-Cittadinanzattiva partner italiano

    Bruxelles, 29 Novembre. È stata ufficialmente presentata nel Parlamento Europeo a Bruxelles la Pain Alliance Europe (PAE), alla presenza di numerosi esponenti dei principali partiti politici, dell'ufficio del Commissario John Dalli e del Presidente dell'EFIC, la Federazione Europea delle Associazioni per lo Studio del Dolore.

  • Non siamo nati per soffrire

    "Non siamo nati per soffrire" è la Campagna di informazione sul dolore cronico rivolta a tutti i cittadini.
    Il dolore non deve essere più considerato come un fardello che accompagna ineluttabilmente la malattia, ma può e deve essere alleviato in ogni fase, indipendentemente dalla patologia che lo genera, soprattutto quando esso si cronicizza.

  • Mancata registrazione/rilevazione del dolore in cartella clinica

    Se siamo ricoverati in una struttura sanitaria pretendiamo che il nostro dolore venga misurato, registrato in cartella clinica e curato con la giusta terapia.

  • Link up: la campagna contro il dolore, per medici e pazienti

    Nasce dalla collaborazione fra SIMG (società italiana di medicina generale) e l’Associazione “Vivere senza dolore” il progetto “Link up”: tramite la compilazione di due questionari, i medici di base e quelli dei centri di terapia del dolore potranno capire i percorsi seguiti dai pazienti, individuando punti deboli e buone pratiche. L’iniziativa sarà operativa per tutto il mese di marzo 2013. Approfondisci la notizia qui e qui

  • La terapia del dolore

    Domanda:
    Vi disturbo per avere maggiori notizie in merito alla terapia del dolore: sono stata ricoverata in ospedale per un intervento chirurgico e mi sono accorta che si prestava davvero poca attenzione al dolore, non solo al mio, ma in generale a quello dei tanti degenti ricoverati nel reparto. Ritenevo che in ospedale fosse posta la massima attenzione al dolore, specie in un reparto di chirurgia, e che dovesse esserci un medico in grado di valutare e riconosce il dolore e somministrare quei farmaci che lo alleviano. Così non è stato, almeno nella mia esperienza. Ritengo che rispetto al dolore non si possa essere indifferenti. La terapia del dolore dovrebbe essere diritto di qualsiasi malato che, a seguito di una malattia, ha un dolore costante. Desidero conoscere qualcosa in più.

  • La rete degli Hospice ancora lontana dal completamento

    Presentata in Parlamento il 18 aprile la relazione sulla condizione della rete nazionale per le cure palliative e terapie del dolore: i dati del 2011 rivelano 166 strutture attive invece delle 201 previste, e solo 7 centri di coordinamento regionali. Saranno presentati anche i dati relativi alle prescrizioni di farmaci oppiacei. Leggi la notizia

  • La campagna di Antea Onlus su cure palliative e terapia del dolore

    È iniziata la campagna di sensibilizzazione sulle cure palliative e l’accesso alla terapia del dolore, un progetto di Antea Onlus; lo scopo è fornire informazioni che fanno riferimento alla tutela del paziente negli ambiti della terapia farmacologica, dell’assistenza alla persona e alle terapie innovative. Alle apposite pagine del sito è possibile consultare le schede informative. Approfondisci su www.antea.net e www.38voltebasta.it

  • L’UE chiede sistemi sanitari nazionali efficaci e accessibili

    sistemi sanitari accessibili

    La Commissione ha recentemente pubblicato le sue proposte di raccomandazioni del Consiglio agli Stati membri per quanto riguarda i loro programmi nazionali di riforma e i programmi di stabilità o di convergenza per il 2017. Queste raccomandazioni specifiche per paese, che comprendono anche quelle in campo sanitario, vengono formulate ogni anno nel quadro del ciclo di coordinamento delle politiche economiche dell’UE, il cosiddetto "semestre europeo".

  • Istituito il sistema informatico per monitorare gli Hospice

    È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 giugno il Decreto che implementa, nella rete digitale del SSN, anche il controllo delle prestazioni erogate dagli Hospice. I dati inseriti faranno riferimento, in forma anonima, ai pazienti che accedono ai servizi di cure palliative e terapia del dolore. Non solo: l’aggregazione delle informazioni renderà conto della spesa sanitaria, per calibrare al meglio anche il rapporto fra prestazioni e loro costo. Leggi qui il testo del Decreto

  • IN-DOLORE: LA GUIDA PER NON SOFFRIRE INULTILMENTE!

    "Al dolore bisogna abituarsi! Sopportarlo vuol dire essere forti". FALSO! La Guida IN-DOLORE spiega cosa fare e cosa “pretendere” per non soffrire, a casa, dal medico di famiglia e nelle strutture sanitarie. La Legge 38 del 2010 è dalla tua parte e ti tutela contro il dolore inutile. Scarica la Guida IN-DOLORE. Consulta la pagina del progetto

    N.B. La guida è gratuita e distribuibile secondo i criteri CreativeCommons. Chuinque volesse darne diffusione online è pregato di utilizzare come link quello alla presente pagina. La guida non è distribuibile attraverso link di download o consultazione raggiungibili direttamente da altri siti. 

  • IN-DOLORE: i risultati nelle strutture coinvolte

    centrdialisiprivato 2015 2 17 1IN-DOLORE: 46 gli ospedali impegnati con Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato nel miglioramento del trattamento del dolore. Su www.cittadinanzattiva.it le strutture coinvolte e l'attuale livello di attenzione al dolore

    C'è ancora molto da fare per il trattamento del dolore nei bambini e negli anziani, così come nei Pronto Soccorso: carente l'informazione ai pazienti su quanto disposto dalla legge 38/10 e i diritti che ne derivano. E spesso le strutture non formano adeguatamente il personale sanitario. Il dolore viene registrato quasi sempre in cartella clinica e trattato tempestivamente con terapie farmacologiche, ma in un caso su due non ne viene rilevata l'intensità con strumenti ad hoc.
    Sono questi alcuni del risultati del programma IN-DOLORE con cui il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, grazie al sostegno non condizionato di Grünenthal, ha coinvolto 46 ospedali di 15 regioni, 214 reparti e 711 persone ricoverate per migliorare il grado di attenzione sul diritto ad evitare le sofferenze e il dolore non necessari sancito dalla Carta Europea dei diritti del malato, e ripreso nello spirito dalla L. 38/10.

     

  • In-Dolore 2014

    Consulta qui i risultati del progetto

     

    Cittadinanzattiva – TDM, da anni impegnata nella lotta “contro il dolore inutile”, ha avviato il Progetto “IN-DOLORE 2014”con l’obiettivo di individuare,  collegare e valorizzare gli Ospedali italiani che offrano servizi di eccellenza nel trattamento e attenzione al dolore. Il progetto ha come prima finalità quella di creare una rete di cambiamento nelle realtà territoriali, che parta dai bisogni dei cittadini e che stimoli una competizione “al rialzo” tra le strutture.
    Per questo motivo stiamo svolgendo un’indagine civica per monitorare la presenza/assenza di alcuni servizi/caratteristiche fondamentali (e buone pratiche presenti), permantenere alta l'attenzione sul tema del dolore e valorizzare chi si sta impegnando a proposito.
    Il progetto è costituito da:

    • un questionario1 (50 domande con risposta chiusa SI/NO) compilato durante un incontro programmato con la Direzione Sanitaria da attivisti locali di Cittadinanzattiva con esperienza di analoghi monitoraggi nel settore della sanità, tra Maggio e Luglio 2014.
    • un questionario breve  rivolto a degenti dell’Ospedale, somministrato sempre tra Maggio e Luglio 2014 dai nostri volontari (in alcuni reparti focus2).

     

  • In-Dolore

    Campagna sulla legge 38/2010 e sui tuoi diritti per non soffrire inutilmente

     Scarica la Guida IN-DOLORE

    img rcIn Italia sono circa 15 milioni le persone affette da dolore cronico, di cui solo il 10% legato ad una malattia oncologica. Il più delle volte, esso è dovuto a patologie vertebrali, artrosi, cefalea, neuropatie periferiche e direttamente o indirettamente a forme tumorali. Ogni anno vengono persi almeno 3 milioni di ore lavorative per problemi riconducibili al dolore cronico. Eppure il dolore è spesso considerato, sia dai pazienti che dai medici, come parte ineludibile della malattia, da accettare e sopportare.

  • In Umbria approvate linee guida su terapia del dolore: sarà una rete regionale

    Sarà istituita una “Rete regionale per la Terapia del dolore”, che comprenderà strutture e figure necessarie a garantire una continuità di presa in carico per i pazienti affetti da dolore severo e moderato. A fianco della Rete, un “Coordinamento per la Terapia del dolore” sarà costituito da specialisti e medici di Medicina generale e svolgerà funzioni di supporto. Approfondisci la notizia qui e a questo indirizzo, informati sulla campagna e sulla guida IN-DOLORE di Cittadinanzattiva qui

  • Il punto sul dolore inutile

    Prende il nome di “Il dolore inutile dieci anni dopo”, l’evento del 15 giugno organizzato da Cittadinanzattiva Toscana a Firenze. 10 anni di impegno civico, di innovazione, di esperienza nella riduzione e nella cura del dolore nelle strutture sanitarie. Visiona la locandina con il programma dell’evento e leggi la notizia sul sito della regione Toscana.

  • Il premio "Nottola - Mario Luzi": la premiazione 2013

    Avrà luogo a Montepulciano, in data 14 settembre, la premiazione dei vincitori dell’edizione 2013 del “Nottola – Mario Luzi”, appuntamento annuale dedicato al dolore non necessario. Leggi la lista dei vincitori e il comunicato stampa

  • Il PDTA nelle malattie infiammatorie croniche dell’intestino (Mici), malattia di Crohn e colite ulcerosa

    Il contesto
    L’incidenza delle malattie infiammatorie croniche  dell’intestino (MICI) in Italiaè stimata essere nell’ordine di circa 10-15 nuovi casi su 100.000 abitanti all’anno, con una prevalenza calcolata di circa lo 0,2-0,4%.
    Il costo delle malattie raggiunge valori molto rilevanti ed il ritardo diagnostico riscontrato può essere anche molto notevole, comportando non soltanto la persistenza di disturbi invalidanti, ma anche la progressione della malattia verso lesioni più gravi ed estese, ripercuotendosi sulla vita del paziente sotto vari punti di vista (sociale, personale, lavorativo).
    Una tempestiva diagnosi, nonché l’immediato ed appropriato accesso alle terapie farmacologiche, dovrebbero pertanto incidere positivamente sul decorso e sviluppo delle complicanze delle patologie e sulla gestione della malattia successivamente alla diagnosi.

  • Il dolore cronico nell'agenda europea

    ministerodellasalute 2015 02 15

    Il dolore cronico rientra nella lista delle priorità della UE durante il semestre di Presidenza Italiana, che inizierà a luglio 2014. Di conseguenza, e per la prima volta, la tematica sarà portata all’attenzione di tutti i ministri della sanità dell'UE. 
    Questa importante indicazione è contenuta nella Relazione programmatica sulla partecipazione dell'Italia all'Unione Europea per l'anno 2014, che illustra gli orientamenti e le priorità con riferimento all'attività dell’Unione Europea, agli sviluppi del processo di integrazione europea e a ciascuna politica pubblica e iniziativa dell'Unione. 

  • I Premio Europeo per le Buone Pratiche sul Dolore Cronico al via!

    premio europeo buone pratiche dolore cronico

    Active Citizenship Network (ACN), la rete Europea di Cittadinanzattiva, sta avviando un progetto a livello Europeo con lo scopo di dare visibilità alle buone pratiche esistenti nei diversi Paesi Ue in tema di lotta al dolore cronico. Il prossimo 2 Dicembre si terrà a Bruxelles la prima riunione della giuria internazionale che si occuperà della selezione delle buone pratiche.

  • I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico, chi sono i vincitori?

     dolore 1 vincitore

    Il I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico è stato organizzato dalla rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, per dare visibilità alle buone pratiche esistenti in tema di lotta al dolore cronico.

  • I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico, cerimonia di premiazione a Malta

    premio dolore malta

    La rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, ha lanciato il I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico con lo scopo di dare visibilità alle buone pratiche esistenti in tema di lotta al dolore cronico.

  • Giornata del Sollievo, il Ministro: affiancare etica a gestione economica

    Attenzione alla qualità della cura per i pazienti che lottano contro il dolore cronico, attraverso l’attivazione delle tutele previste dalla legge 38/10 e la diffusione di una reale cultura delle cure palliative, che lotti anche gli sprechi e le difficoltà che le Regioni hanno attualmente. Questi i concetti espressi dal Ministro Lorenzin in occasione della presentazione della Giornata nazionale del Sollievo. Sono state effettuate manifestazioni in oltre 130 città, con l’impegno di associazioni e strutture sanitarie. Leggi il contributo, approfondisci e visita la pagina del sito di Cittadinanzattiva

  • European Road Map Monitor 2011

    I primi risultati della Road Map sono stati presentati a Roma, 6 Ottobre. Nel corso del 7° Congresso di EFIC (Federazioni delle Associazioni per lo Studio del Dolore). In questa analisi sono stati presi in considerazione i primi passi delle strategie nazionali ed internazionali per migliorare la cura del dolore in Europa. Leggi il comunicato

  • Dolore cronico e percorsi assistenziali

    Il dolore cronico rappresenta uno dei principali problemi sanitari dei nostri giorni e figura fra i motivi più frequenti di consultazione medica. Secondo i dati dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il dolore cronico affligge l'1% della popolazione mondiale, alterandone le capacità fisiche, emotive e lavorative.

  • Dolore cronico

    flag eng

    Dolore cronico: siglata una nuova partnership continentale
    per lo sviluppo di Raccomandazioni Europee sui Percorsi di Cura

    I rappresentanti dell'associazione europea dei pazienti con dolore cronico (PAE), della rete europea di Cittadinanzattiva (ACN) e Grünenthal hanno dato vita a un progetto di collaborazione, per migliorare la gestione del dolore cronico nell'Unione Europea

     

    Roma, 20 Novembre 2012 – Pain Alliance Europe (PAE), associazione europea dei pazienti con dolore cronico, Active Citizenship Network (ACN), rete europea di Cittadinanzattiva, e Grünenthal hanno stipulato un accordo ufficiale di partnership per lo sviluppo delle Raccomandazioni Europee per i Percorsi di Cura dei Pazienti con Dolore. Il progetto, che sarà sviluppato fino al dicembre 2014, mira a creare maggiore consapevolezza sul dolore cronico e a promuovere il rilancio di politiche europee per una migliore gestione di questa patologia.

  • Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia al dolore

    In questa sezione è possibile consultare il rapporto predisposto dal Ministero della Salute volto a migliorare l'accessibilità alle cure palliative e alla terapia al dolore.

  • Diritto a non soffrire: LA7 intervista CA sul tema del dolore inutile

    diritto a non soffrire la7 intervista ca sul tema del dolore inutile

    “Quello che bisogna garantire è pari opportunità per tutti i cittadini sul territorio nazionale”: il diritto a non soffrire inteso come fondamento e parte integrante dell’offerta di assistenza ai cittadini, ottenuto tramite la formazione e l’informazione agli stessi e a chi opera professionalmente nel settore.

  • Diritto a non soffrire come diritto umano

    L'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) nel 2004 ha dichiarato il diritto a non soffrire come diritto umano inalienabile; eppure si tratta ancora di un diritto poco rispettato. Secondo il Pain Alliance Europe-PAE, un europeo su 4 soffre di dolore cronico acuto, 100 milioni solo nei 27 Paesi Ue, la metà dei quali non riceve alcun trattamento o addirittura non viene presa sul serio. Leggi tutto

  • Dall'UE migliore accessibilità a cure per pazienti affetti da dolore cronico

    dolore cronico copia

    Lo scorso 16 giugno, al termine del semestre di presidenza maltese, il Consiglio dell'Unione europea occupazione, politica sociale, salute e consumatori (EPSCO) ha adottato le sue conclusioni per aumentare l'efficacia, l'accessibilità e la resilienza dei sistemi sanitari in tutta l'Unione Europea, individuando settori prioritari in cui la cooperazione tra i sistemi sanitari può essere un valore aggiunto.

  • Cure palliative pediatriche: modello italiano migliore, possibile adozione UE

    La legge 38/10, con le sue specifiche indicazioni in termini di presa in carico e tutela pediatriche, potrebbe essere il modello su cui basare le normative relative nei paesi UE. Il prossimo mese proprio l’ONU deciderà in merito, basandosi sulle numerose esperienze e professionalità italiane. Leggi la notizia e approfondisci

  • Cure palliative e terapia del dolore, passi avanti

    Il Ministero della Salute ha presentato la Relazione sullo stato di attuazione della legge 38/2010 sulla terapia del dolore e le cure palliative, che contiene un ricco contributo di dati forniti da Cittadinanzattiva. Per i cittadini è disponibile on line la mappa dei centri, Regione per Regione, e la Guida IN-Dolore sui diritti per non soffrire inutilmente.

     

  • Cura del dolore: la relazione parlamentare

    Il Ministero della Salute ha recentemente presentato in Parlamento la relazione sulla applicazione della legge 38 del 2010, in cui ha ripreso anche i dati di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. La nostra organizzazione anche quest'anno sarà fortemente impegnata sul tema, con una campagna sui diritti delle persone per evitare sofferenze inutili. Scarica la relazione

  • Corte UE: addio al "latte" vegetale

    Latte

    I prodotti puramente vegetali non potranno più essere commercializzati con denominazioni come «latte», «crema di latte o panna», «burro», «formaggio» e «yogurt», che il diritto dell’Unione riserva ai soli prodotti di origine animale. Ciò vale anche nel caso in cui tali denominazioni siano completate da indicazioni esplicative o descrittive che indicano l’origine vegetale del prodotto in questione.

  • Convegno Medicina del dolore e cure palliative

    In occasione dell’XI Convegno ACD SIAARTI (Società Italiana Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva), nelle giornate del 21-22-23 novembre, presso il Palacongressi d’Abruzzo a Montesilvano (PE), si parla di dolore cronico con gli addetti ai lavori e le associazioni. Sarà presente anche Cittadinanzattiva, con la sua Guida “In-Dolore”. Leggi la notizia qui e consulta la pagina della campagna sul sito di Cittadinanzattiva.

  • Considerare il dolore cronico come una priorità nelle politiche sanitarie in Europa

    europa parlamento 2015 02 13

    Se in Italia Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato “ha aperto” la relazione del Ministero della Salute al Parlamento sulla l. 38/10, quella relativa al diritto a non soffrire, direi in modo pressoché speculare, a livello europeo, Cittadinanzattiva-Active Citizenship Network “ha chiuso” la relazione presentata dal Ministero della Salute nel Consiglio Informale dei Ministri della Salute dell’UE.

  • Consegnato il I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico

    premio dolore malta copia copia

    Consegnato a Malta il I Premio Civico Europeo sul Dolore Cronico, organizzato dalla rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, per dare visibilità alle buone pratiche esistenti in tema di lotta al dolore cronico.

    Alla cerimonia di premiazione, avvenuta in occasione delle celebrazioni del SIP-Societal Impact of Pain Symposium lo scorso 8 giugno, ha partecipato anche il presidente maltese Marie Louise Coleiro Preca.

  • Congresso annuale Associazione Italiana Studio del Dolore

     

    L'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore apre i lavori del suo 38° appuntamento annuale, il 28 maggio a Bari. Molti gli argomenti che saranno approfonditi: dalla componente depressiva del dolore al trattamento farmacologico del dolore neuropatico fino ai più svariati aspetti del dolore cronico, dal dolore nell’anziano a quello oncologico; dall’uso dei cannabinoidi fino agli ultimi sviluppi fisiopatologici, e le più avanzate ricerche sui substrati molecolari del dolore, che possono rappresentare una base per lo sviluppo di nuovi analgesici.

  • Conferenza sulla terapia del dolore cronico non oncologico

    Si terrà a Roma il prossimo 12 aprile l’incontro che vedrà esperti e rappresentanti delle associazioni a confronto sul tema del trattamento del dolore cronico. Fra gli interventi in programma, anche quello di Giuseppe Scaramuzza, vicesegretario nazionale di Cittadinanzattiva, centrato sulla prospettiva dei cittadini. Leggi i dettagli

  • Conferenza internazionale sui diritti dei pazienti a Cipro

    diritto pazienti cipro

    Il 20 Giugno p.v. Active Citizenship Network, rete europea di Cittadinanzattiva, parteciperà come speaker alla conferenza internazionale "ON PATIENTS’ RIGHTS IN EUROPE and CYPRUS", evento finale del progetto europeo Patients’ Voice, realizzato dall'associazione cipriota Universal Patients' Rights Association (UPRA) in collaborazione con Cittadinanzattiva/Active Citizenship Network.

  • Cittadinanzattiva: documento su stato attuazione legge sul dolore

    dolore cronico copy

    In data 07/06/2016 si è concluso il ciclo di audizioni, tenutesi presso il Ministero della Salute, a proposito dello stato di attuazione della legge 38/2010 sul dolore.
    Gli incontri hanno avuto il fine di raccogliere pareri ed eventuali suggerimenti e proposte di miglioramento della legge, nella prospettiva di superare gli aspetti problematici. Affrontato anche l'aspetto della concreta attuazione delle reti locali di cure palliative e di terapie del dolore.

  • Carta dei diritti sul dolore inutile

    Leggi la Carta dei diritti sul dolore inutile: 8 diritti per non soffrire, redatta dal Tribunale per i diritti del malato nel 2005 all'indomani della Campagna di informazione "Aboliamo i dolori forzati".

     

  • Campagna IN-DOLORE: pubblicati i dati sul dolore inutile in Italia

    indolore 2015 02 19

    Sono pronti i dati finali della campagna IN-DOLORE, promossa da Cittadinanzattiva per monitorare il livello di tutela, offerto ai pazienti nelle strutture italiane, rispetto al tema del dolore. Consulta la pagina del progetto, e una sintesi dei principali dati raccolti

  • Campagna IN-DOLORE

    "Al dolore bisogna abituarsi, sopportarlo vuol dire essere forti": FALSO!
    Con la Guida IN-DOLORE e appuntamenti in oltre 50 città italiane, Cittadinanzattiva dà consigli ai cittadini su cosa sapere e come tutelarsi contro il dolore inutile

    Online su www.cittadinanzattiva.it

    In Italia sarebbero circa 15 milioni le persone affette da dolore cronico, di cui solo il 10% legato ad una malattia oncologica. Il più delle volte è dovuto a patologie vertebrali, artrosi, cefalea, neuropatie periferiche e direttamente o indirettamente a forme tumorali. Ogni anno vengono persi almeno 3 milioni di ore lavorative per problemi riconducibili al dolore cronico. Eppure il dolore è spesso considerato, sia dai pazienti che dai medici, come parte ineludibile della malattia, da accettare e sopportare.

     

  • Brindisi, cittadini e sanitari su l. 38 e dolore: serve maggiore attenzione

    384 utenti intervistati, dal 5 al 28 ottobre 2012, per stimolare la riflessione sul dolore e la sofferenza percepiti e calibrare al meglio gli strumenti di presa in carico e terapia: sono alcuni dei dati emersi dal monitoraggio eseguito dai volontari di Cittadinanzattiva all’interno della struttura “A. Perrino” di Brindisi. Anche l’applicazione della legge n. 38/10 è stata valutata, ma con un risultato non troppo positivo. Leggi la notizia

  • Attuazione legge sul dolore cronico: Cittadinanzattiva in Commissione

    Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato ha presentato alla Commissione Cure palliative e terapie del dolore un documento che contiene le valutazioni e le proposte riguardo il tema: attenzione sulla gestione complessiva dei pazienti, su una più efficace presa in carico nel passaggio dalla struttura al domicilio, sull’informazione ed erogazione delle terapie a base di cannabis sia nei confronti dei pazienti che per i medici e operatori.

  • Antitrust UE, Google rischia multa record

    google ricerca

    Il colosso dei motori di ricerca, Google, rischia una multa record da parte dell'Antitrust della Commissione Europea. L'accusa è di aver approfittato della sua posizione dominante nel mercato della ricerca online per favorire i suoi servizi di pubblicità e shopping online (Google Shopping). Infatti, secondo la direzione della Commissione Europea che vigila sulla concorrenza, Google favorirebbe sistematicamente la visualizzazione dei propri risultati di ricerca, danneggiando in tal modo concorrenza e scelta dei consumatori.

  • Aboliamo i dolori forzati

    Campagna di informazione promossa Cittadinanzattiva per chiarire quali siano le patologie da alleviare, come si attua il trattamento e a chi è possibile rivolgersi. Ma anche far comprendere l'importanza della terapia del dolore in alcune malattie socialmente rilevanti come l'artrite reumatoide che colpisce soprattutto le donne.

  • A scuola di terapia del dolore

    A due anni dall’approvazione della legge 38 del 15 marzo 2010 sull’accesso alle cure palliative e terapia del dolore, nasce finalmente il Master universitario di Alta Formazione e qualificazione in «Terapia del dolore», una delle disposizioni contenute all’interno della legge stessa. Lo stabilisce un recente decreto a firma del Ministro Renato Balduzzi, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 Aprile scorso. Approfondisci

  • A proposito di dolore

    L’11 ottobre il Ministro della Salute Renato Balduzzi è stato audito presso la Commissione Igiene e Sanità del Senato per fornire aggiornamenti in merito allo stato di attuazione della legge n. 38/2010, contente “Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore”. Proprio tale provvedimento normativo è oggetto della Campagna di Cittadinanzattiva “IN – DOLORE. Guida pratica alla legge 38/2010 e ai tuoi diritti per non soffrire inutilmente”. Leggi il resoconto dell’intervento in Commissione del Ministro Balduzzi e visita la pagina web interamente dedicata alla Campagna di Cittadinanzattiva.

  • 8 diritti contro il dolore inutile

    E’ partito la scorsa settimana il tour di 14 tappe che attraverserà l’Italia, per informare e sensibilizzare i cittadini sul tema del dolore cronico. L’iniziativa è realizzata da Cittadinanzattiva e Fondazione ISAL, a partire dalla Carta dei diritti sul dolore inutile. Per informazioni è possibile contattare il numero verde 800/101288 (lun-ven, 10-16). Approfondisci su www.it.finance.yahoo.com e www.cittadinanzattiva.it

  • 24 giugno: prevenire i disturbi neurologici e il dolore cronico

    acn cervello

    Active Citizenship Network sarà presente alla riunione del Gruppo di Interesse del Parlamento europeo "Cervello, Mente e Dolore - Brain, Mind and Pain" che is concentrerà sul tema della prevenzione dei disturbi neurologici e del dolore cronico. L'incontro avrà luogo presso il Parlamento europeo (PHS 7C 050) e l'eurodeputata romena Daciana Sârbu ospiterà l'evento.
    Per saperne di più clicca qui.

  • 24 Febbraio, Brussels: Al via Intergruppo parlamentare in tema di lotta al dolore

    europa 2015 02 16 copy

    L’inizia è promossa dai network europei delle associazioni di pazienti che soffrono di dolore cronico (Pain Alliance Europe) e di patologie neurologiche (European Federation of Neurological Associations) e vede il supporto di oltre 40 europarlamentari. Per saperne di più clicca (link in inglese)

  • 2014: Cure palliative e terapia del dolore nell’agenda politica europea

    flag eng

    Premessa
    In ottemperanza all'articolo 13 della Legge n. 234/2012 recante "Norme generali sulla partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea", il Governo italiano, in data 10 gennaio 2014, ha trasmesso alle Camere la Relazione programmatica annuale per il 2014 sulla “Partecipazione dell’Italia all’Unione Europea” (UE). Circa la tutela della salute, il Governo ha indicato che durante il semestre di presidenza avrebbe dato spazio al tema della terapia del dolore e delle cure palliative: aspetto che i progressi della medicina rendono di grande attualità e sul quale il nostro Paese intende condividere la propria esperienza con gli altri stati membri.
    In pratica, con la presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, luglio-dicembre 2014, per la priva volta il dolore cronico è entrato nell’agenda europea e, di conseguenza la tematica è stata portata all’attenzione di tutti i Ministri della sanità dell'UE. Ciò è avvenuto durante il Consiglio informale dei Ministri della Salute dell'UE che ogni Presidenza del Consiglio dell'Unione organizza durante il proprio Semestre.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.