Maternità - Fertilità

  • Uno più uno fa tre

    La campagna Uno più uno fa tre si inserisce nell'ambito delle attività di empowerment del cittadino che il Tribunale per i diritti del malato da anni persegue in tema di tutela della fertilità, e rappresenta una risposta alle esigenze di chiarezza emerse dai nostri servizi di tutela.

    Nella sezione Guide utili puoi trovare materiale relativo a questo argomento: scarica l'opuscolo

  • Una maternità consapevole: online la nostra guida mamme migranti

    mamma migrante copia

    Sei una donna straniera e vuoi conoscere i tuoi diritti legati alla maternità? Cittadinanzattiva, con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Evangelica Valdese, ha realizzato il progetto "Nascere in Italia: processi partecipati di inclusione sociale destinati alle donne immigrate", sul miglioramento dell’accesso al percorso nascita da parte delle donne immigrate. Il progetto si è ispirato alla necessità di assicurare a tutte le donne e ai loro figli la piena equità di accesso ai servizi durante la gravidanza e il parto, senza differenze di etnia e status sociale, con pari dignità e garanzia di sicurezza e intende contribuire concretamente a costruire percorsi di miglioramento a partire da un approccio civico e partecipato.

  • Un piano per la riorganizzazione dei punti nascita

    Approvato dalla conferenza Stato-Regioni, il piano predisposto dal Ministro Fazio per la chiusura e la riduzione dei reparti maternità che nel prossimi 3 anni effettueranno un numero limitato di parti. Vedi la sintesi. Leggi il piano

  • Un nuovo argomento per la rubrica di tutela: il PiT Risponde

    Alle domande dei cittadini che giungono al servizio pit salute diamo risposte, cercando di affrontare nuovi temi ed argomenti di tutela in ambito sanitario. Questa seconda uscita è dedicata al tema della PMA (Procreazione Medicalmente Assistita). Leggi tutto

  • UE: no alla distruzione degli embrioni umani

    È vietato brevettare medicinali ricavati da cellule staminali con procedimenti che comportano la distruzione degli embrioni. A stabilirlo è la Corte di Giustizia dell'Unione Europea. Approfondisci

  • Tutela online: maternità e cordone ombelicale

    Oggi online un nuovo approfondimento sulla tutela in ambito sanitario: maternità e cordone ombelicale. A partire da un caso concreto e reale, rispondiamo alle domande che più frequentemente il cittadino ci pone per poter far valere i propri diritti. Approfondisci

  • Troppi tagli cesarei: arrivano i Nas

    Il Ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha disposto controlli a campione da parte dei Nas nelle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, al fine di verificare il numero dei parti cesarei compiuti in ciascuna di esse. Dati dell’Age.Na.S. confermano infatti il troppo frequente ed improprio ricorso al taglio cesareo, facendo supporre un uso utilitaristico dello stesso. Approfondisci e leggi il nostro commento, Segretario Nazionale dell'Anaao Assomed.

  • Storie di ordinaria sanità

    Una cittadina racconta le sue disavventure - 4 ore di permesso lavorativo per una visita che ne richiede 15 - da donna incinta, fra burocrazia e mancanza di competenza. Leggi il blog e segnala i disagi al PiT Salute

  • Sentenza Corte Strasburgo su legge 40

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su sentenza Corte Strasburgo su legge 40: ottima notizia. Sancita la libera scelta dei cittadini, ora il Parlamento modifichi la legge sulla procreazione


    "Si tratta di una ottima notizia per il diritto dei cittadini alla libera e consapevole scelta. Il mancato accesso alla diagnosi preimpianto per le coppie fertili risultava assolutamente discriminatorio per le coppie con malattie genetiche gravi come la fibrosi cistica, la talassemia. Da oggi queste coppie avranno un diritto in più", è questo di Maria Paola Costantini, avvocato di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, in merito alla sentenza della Corte europea dei diritti umani che ha bocciato la legge 40 per quanto riguarda l'impossibilità per una coppia fertile ma portatrice sana di fibrosi cistica di accedere alla diagnosi preimpianto degli embrioni.

  • SENTENZA CORTE COSTITUZIONALE SU PMA

    Depositate ieri le motivazioni della recente sentenza della Corte Costituzionale con cui ha giudicato incostituzionale parte delle norme che regolavano la Procreazione Medicalmente Assistita. Il commento delle associaizoni protagoniste e dei legali.

    Maria Paola Costantini, avvocanto referente nazionale per la PMA di Cittadinanzattiva, la prof. Marilisa D'Amico, ordinario di Diritto costituzionale all'università Statale di Milano e l'Avv. Massimo Clara, difensori delle coppie di Milano e Catania davanti alla Corte Costituzionale, sottolineano:   "La Corte Costituzionale ha confermato l'impostazione dei ricorsi e poi quanto abbiamo ribadito all'udienza dell'8 aprile scorso: non sussiste alcun vuoto normativo e la richiesta delle coppie è assolutamente legittima perché in violazione di libertà fondamentali quali quello a decidere della propria esistenza e sul proprio progetto genitoriale. E inoltre, il divieto è in violazione del principio di uguaglianza per la grave discriminazione economica che ha prodotto e avrebbe continuato a determinare"   



  • Sentenza Consulta su Procreazione

    “Nessun vuoto normativo, ora i centri garantiscano le coppie”. Cittadinanzattiva, Hera Onlus e Sos Infertilità dopo la vittoria in Consulta sulla Procreazione medicalmente assistita

    “Quello di ieri non è solo un nostro successo, ma delle coppie, delle associazioni e di medici e delle società scientifiche che dal 2010 hanno posto questioni rilevanti e concrete per la vita delle persone. Dopo 4 anni non si poteva continuare ad aspettare. Il legislatore nel nostro Paese è stato assolutamente silente e indifferente nonostante la decina di ricorsi anche sulla diagnosi pre-impianto”. Queste le dichiarazioni di Cittadinanzattiva, Hera Onlus e Sos Infertilità, associazioni promotrici del ricorso alla Corte Costituzionale che ha dato vita alla sentenza di ieri, 9 aprile,  che ha dichiarato incostituzionale la legge 40, nel corso della conferenza stampa tenutasi oggi a Roma.

  • Screening neonatale metabolico, attesa per approvazione disegno legge

    screening 2015 03 04

    Lo screening neonatale, obbligatorio al momento in Italia solo per tre malattie (fibrosi cistica, fenilchetonuria e ipotiroidismo congenito), potrebbe entro la fine dell’anno essere allargato ad almeno 40 patologiche metaboliche. Tutto dipenderà dall’approvazione o meno del disegno di legge 998/13 (primo firmatario la senatrice Paola Taverna) e l’aggancio con i LEA sarà determinante, anche se la copertura finanziaria è già stata garantita (stanziati finora 10 milioni). Guarda il servizio del TG2

  • Scambio neonati in culla: informazioni e consigli

    Sabrina Nardi, ospite di "Unomattina, in famiglia", contribuisce a chiarire il delicato ambito a seguito del caso recentemente al centro della cronaca, per coinvolgere attivamente i neo-genitori nella collaborazione con il personale e per far chiarezza sulle procedure e sui rischi. Rivedi la puntata (a partire da 2:23’:00’’)

  • Sanità - Procreazione assistita

    Sentenza su procreazione assistita, le associazioni e i pazienti: chiusa finalmente la stagione del turismo procreativo. Al via, dalla prossima settimana, la diagnosi preimpianto e una campagna capillare di informazione alle coppie.

    Attivo un numero verde per informare i cittadini 800 097 999

  • Sanità - Procreazione assistita

    Sentenza su Procreazione assistita, le associazioni e i pazienti promotori: "una importante vittoria per i diritti dei cittadini".
    Domani conferenza stampa con i pazienti, il collegio di difesa e le associazioni promotrici
    Ore 11:00, sede nazionale di Cittadinanzattiva, Via Flaminia 53, Roma

  • Sanità - Giustizia

    Procreazione assistita: anche il Tribunale di Milano sottolinea la eccessiva rigidità delle norme che non favorisce le coppie e solleva una nuova eccezione di costituzionalità.

    Cittadinanzattiva: un'ulteriore “tegola” su una legge che non rispetta i diritti dei cittadini

  • Report Percorso Nascita: il 27 settembre la presentazione dei risultati

    Appuntamento a Roma, il 27 settembre, dalle 9.00 alle 13.30, presso la Sala Conferenze di Palazzo Bologna - Senato della Repubblica in via S. Chiara 4, per la presentazione dei dati che riguardano prestazioni, tempi, costi e continuità nell'ambito in questione. Informazioni e adesioni alla pagina del progetto. Scarica l'invito. Consulta il programma

  • Relazione Ministero su PMA

    Cittadinanzattiva su Relazione Ministero su procreazione medicalmente assistita: un sistema da riformulare per garantire accesso alle cure e massima trasparenza

    "Il calo del numero di bimbi nati con le tecniche della procreazione assistita, certificato dal Ministero nella Relazione presentata ieri, è un segnale di un sistema che penalizza l'accesso a queste cure, con notevoli differenze di costi e qualità a seconda della regione in cui si risiede, e che in generale offre informazioni scarse e contraddittorie per le coppie che necessitano di queste cure", ad affermalo Tonino Aceti coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. "Inoltre, è confermato che alcune regioni peccano di scarsa trasparenza nell'utilizzo dei fondi; fra queste Lazio, Campania, Sicilia, Molise, Basilicata e Puglia che non hanno trasmesso i dati relativi all'utilizzo dei fondi a loro destinati dal Ministero".

  • Regioni e procreazione assistita

    tdmcittadinanzattiva 2015 2 16
    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su conferenza delle Regioni e procreazione: urgente inserire PMA nei LEA e definire DRG omogeneo per tutelare cittadini e dare certezze
     

    “E’ necessario che la fecondazione assistita entri nei LEA. Basta con il caos nell’accesso e nei costi. Si chiede correttezza e trasparenza tra le Regioni e soprattutto a Regioni come la Lombardia che da sempre fa pagare un costo doppio alle altre Regioni”. Questo il commento di Mariapaola Costantini, referente per le politiche della procreazione di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, e legale che ha rappresentato in giudizio le diverse coppie vittoriose di fronte alla Consulta.

  • Progetto percorsi nascita

    Partirà a breve l'Indagine sull'accesso alle prestazioni nel percorso nascita, con particolare attenzione agli screening neonatali, promossa da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato, per fare il punto sui diritti di genitori e nascituri. Consulta i dati dell'Osservatorio civico sul federalismo in sanità. Approfondisci

  • Procreazione Medicalmente Assistita

    (Visita l'Area di interesse Maternità - Fertilità)

    La Procreazione Medicalmente Assistita in Italia è un diritto di tutti o un privilegio solo per chi può permetterselo?
    Un documento di Maria Paola Costantini, avvocato impegnato su questo tema, e membro storico di Cittadinanzattiva, illustra i principali contenuti ed effetti delle normative italiane, nonché un fotografia delle decisioni delle Regioni sul tema. Il lavoro è stato realizzato a ottobre 2011.

  • Procreazione Medicalmente Assistita

    Buon giorno,
    io e mio marito non riusciamo ad avere figli: abbiamo una diagnosi di infertilità. Abbiamo intrapreso il percorso della PMA due anni e mezzo fa. Tanti, tanti, tanti esami medici. Lo scorso Marzo, finalmente, ho fatto una ICSI purtroppo non andata a buon fine. Adesso ne sto affrontando un´altra. Su consiglio del mio ginecologo ci siamo rivolti ad una struttura privata di Bologna (con tantissimi sacrifici) dove ci siamo trovati benissimo. Però ora siamo in difficoltà economica e questo desiderio ci sta spingendo a grandi sacrifici. Vorrei sapere da voi, se la regione Lazio prevede qualche tipo di rimborso per queste spese sostenute fuori regione o se è possibile fare la PMA, in tempi congrui visto che ho 42 anni, anche qui nel Lazio, perché a quanto pare non è possibile. Abbiamo chiesto una risposta alla Regione e questa ha affermato l´impossibilità di rimborsare la prestazione in quanto non rientra nei Lea. Vorrei capirci qualcosa, perché mi sembra di aver capito che in altre regioni invece è passata.

  • Prestazioni ed esami in gravidanza

    1) Esiste una esenzione per gli esami e le analisi in gravidanza?
    Sì, il Decreto del Ministero della Sanità 10 settembre 1998 prevede alcune esenzioni per l’accesso ad esami di laboratorio e di diagnostica strumentale specifici per ogni fase della gravidanza.
    Il decreto prevede esenzioni per la tutela della maternità responsabile anche per prestazioni preconcezionali. Quindi se si desidera una gravidanza, si possono eseguire preliminarmente degli esami ed una consulenza ginecologica, gratuiti.

  • Presentazione report Percorso Nascita

    Il 27 settembre si svolgerà a Roma la presentazione del report “Percorso nascita, indagine civica sull’accesso alle prestazioni sanitarie - focus sugli screening metabolici neonatali”. Per registrarti e partecipare all’evento, clicca questo link. Per saperne di più sul progetto, vai alla pagina relativa sul nostro sito

  • Presentazione report “Percorso nascita”

    Percorso nascita: i centri più grandi offrono maggiori tutele. Necessario uniformare i servizi delle Regioni per garantire uguale accesso a prestazioni e screening neonatali.

    Le strutture in cui si effettuano più di 2500 parti per anno offrono maggiore attenzione alla libertà di scelta della puerpere, in termini di servizi offerti e possibilità di effettuare il parto in analgesia. Mentre per lo screening neonatale allargato ogni Regione fa storia a se: Toscana, Liguria ed Emilia Romagna, per esempio, effettuano lo screening metabolico su tutti i nuovi nati; Abruzzo, Campania e Calabria non erogano questo specifico screening che, invece, nel Lazio ed in Sicilia viene eseguito solo in alcune aree territoriali.

  • Presentato a Bruxelles il Manuale per la valutazione dei punti nascita

    E’ stato presentato a Bruxelles al 6 ° Convegno Europeo di Salute Pubblica  -“ Salute in Europa: non ci siamo ancora? Imparare dal passato, costruire il futuro -  abstract del Manuale di certificazione degli Standard per la valutazione dei punti nascita”. Alla sua stesura hanno partecipato diverse società scientifiche e associazioni tra cui Cittadinanzattiva. Leggi l’articolo su European Journal of Public Health e scarica il poster

  • Percorso nascita: accesso a prestazioni sanitarie e screening neonatali

    Valutare la facilità di accesso a servizi e prestazioni per le coppie/genitori in attesa di un bambino, creare uno spazio di confronto con opinion leader sugli screening neonatali: questi i principali obiettivi che intende perseguire il progetto.
    Il momento dell’attesa è uno dei più affascinanti per una coppia ma, spesso, interfacciarsi con i servizi sanitari diventa difficoltoso.

  • Percorso nascita

    Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato sta trattando il tema e svilupperà un progetto dal titolo ''Accesso alle prestazioni sanitarie ed agli screening neonatali'', che avrà come obiettivi principali: valutare la facilità di accesso a servizi e prestazioni per le coppie/genitori in attesa di un bambino, creare uno spazio di confronto con opinion leader sugli screening neonatali. Il progetto

  • Per partorire in sicurezza

    Il 23 febbraio si è costituito un gruppo di lavoro al quale Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato parteciperà nella figura di Francesca Moccia. Si parlerà di sicurezza e qualità nei punti nascita in Italia. Approfondisci

  • Per la riduzione del taglio cesareo

    Pubblicate in Gazzetta Ufficiale le linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità, della sicurezza e dell'appropriatezza degli interventi nel percorso nascita, che prevedono anche la promozione dell'Audit quale strumento di valutazione della qualità dei servizi e delle cure erogate. Leggi dalla Gazzetta

  • Partorire, che avventura!

    Gravidanza partorirai

    Esce il nuovo libro di Rossana Campisi, 'Partorai con dolore' nel quale la giornalista raccoglie i dati sulla natalità in Italia, le classifiche sugli ospedali e soprattutto le testimonianze di molte madri. Sono storie che ci mostrano di come in molti casi, in Italia, la maternità venga rispettata e sostenuta solo in parte.

  • Partorire in sicurezza. Alcune cose da sapere

    parto bambino madre

    Dopo le vicende di donne e/o bimbi mortidurante la gravidanza o il parto,  che nelle ultime settimane hanno sollevato l’attenzione della opinione pubblica e delle istituzioni, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di fornire alcune informazioni che ci auguriamo possano essere utili per le donne prossime al parto.

  • Partorire in sicurezza. Alcune cose da sapere

    parto bambino madre

    Dopo le vicende di donne e/o bimbi morti durante la gravidanza o il parto, che nelle ultime settimane hanno sollevato l’attenzione della opinione pubblica e delle istituzioni, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di fornire alcune informazioni che ci auguriamo possano essere utili per le donne prossime al parto. Una intervista a Sabrina Nardi, vice coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato. Leggi tutto

  • Parto Anonimo, cosa è e come funziona: un convegno il 22/04

    giustacittadinanzattiva22aprile

    Il prossimo 22 Aprile, Cittadinanzattiva - Assemblea di Eboli e Comitato Nazionale per il Diritto alla Conoscenza delle origine Biologiche  invita la cittadinanza al Convegno sul tema del Parto Anonimo, su profili giuridici ed aspetti sociali. 

    In Italia, così come in altri Paesi del mondo, è possibile partorire in anonimato. come garantito dalle legge, Art. 30 comma 2 D.P.R 396/00 che stabilisce:

    1. Piena assistenza alle partorienti in ospedale
    2. Possibilità di lasciare il neonato in ospedale nel più totale anonimato
    3. Certezza il bambino che sarà al sicuro finché non verrà adottato ad una famiglia

    Con il parto anonimo, perciò, il nome della madre rimane segreto (per 100 anni) e sul certificato di nascita del bambino verrà scritto: “nato da donna che non consente di essere nominata”.

  • Parti cesarei: l'invio dei Nas

    Cittadinanzattiva su Nas per parti cesarei: allineare le tariffe di rimborso per il cesareo a quello del parto naturale ed estendere l'epidurale

    "Che in Italia ci sia un abuso di parti cesarei, soprattutto in alcune regioni, è noto da tempo. Chiediamo che il Ministero della salute vada ben oltre l'invio dei Nas nelle strutture ospedaliere per accertare eventuali abusi", afferma Francesca Moccia, coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanzattiva. "Il Ministero, a nostro parere, ha almeno due strumenti per evitare i cesarei impropri:

  • Nuova ordinanza pro-eterologa: Tribunale Bologna autorizza altra coppia

    Nuovo dispositivo che sancisce il diritto alla fecondazione eterologa: anche stavolta la pronuncia arriva dal Tribunale di Bologna, per una coppia che si era vista chiudere le porte nel 2010. Presentata l’azione legale, la pronuncia finale è arrivata il 24 novembre scorso, con il parere positivo del Giudice; quest’ultimo ha accolto la richiesta dei due coniugi, in base alla recente  decisione della Corte Costituzionale. Gli avvocati che hanno seguito la coppia, Costantini, D’amico, Clara e Papandrea: “E’ conferma che non esiste vuoto normativo, servono solo linee guida dal Ministero e adeguamenti regionali”. Leggi la notizia

  • Nell’Accordo per la tutela sanitaria degli stranieri anche il percorso nascita

    In Gazzetta Ufficiale le indicazioni operative, per strutture e personale sanitario, riguardanti la presa in carico dei pazienti stranieri. Ribadito l’obbligo di non segnalazione all’Autorità nel caso di irregolarità rispetto alle norme sul soggiorno, e previsti percorsi per la tutela del percorso nascita per le migranti. Leggi il testo dell’accordo e consulta la pagina del sito di Cittadinanzattiva sul progetto di miglioramento del percorso nascita.

  • Milano capitale dell'infertilità

    La colpa è di smog e stili di vita. L'allarme arriva dalla Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità. Preoccupano anche i giovani: un adolescente su due non usa il preservativo; il 25% di questi entra in contatto con infezioni e il 12,5% contagia a sua volta la partner. La Campagna di Cittadinanzattiva. L'articolo

  • Maternità: esenzione esami e materiali utili

    (Visita l'Area di interesse Maternità- Fertilità)

    Esenzione esami
    Per la tutela nel periodo di maternità il Servizio Sanitario Nazionale eroga gratuitamente una serie di prestazioni diagnostiche e specialistiche.

    Per quanto riguarda le visite specialistiche, sono escluse dalla partecipazione al costo solo quelle periodiche ostetrico-ginecologiche.

  • Maternità a rischio decisa dalla ASL

    Una delle novità introdotte dal Dl sulle semplificazioni è che dal 1° aprile entrerà in vigore la nuova disciplina delle interdizioni dal lavoro delle lavoratrici in stato di gravidanza: la competenza è ripartita fra le Asl e le direzioni territoriali del Lavoro, a seconda dei casi. Per leggere l'articolo visita il sito

  • Mamme migranti, una guida per una maternità consapevole

    mamma migrante

    Cittadinanzattiva, con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Evangelica Valdese, ha realizzato il progetto "Nascere in Italia: processi partecipati di inclusione sociale destinati alle donne immigrate", sul miglioramento dell’accesso al percorso nascita da parte delle donne immigrate. Il progetto si è ispirato alla necessità di assicurare a tutte le donne e ai loro figli la piena equità di accesso ai servizi durante la gravidanza e il parto, senza differenze di etnia e status sociale, con pari dignità e garanzia di sicurezza e intende contribuire concretamente a costruire percorsi di miglioramento a partire da un approccio civico e partecipato.

  • Legge 40: Corte Costituzionale ed eterologa

    La Corte Costituzionale con la sentenza del 22 maggio, conferma il divieto alla fecondazione eterologa. Leggi l'articolo con le dichiarazioni di Maria Paola Costantini, legale di Cittadinanzattiva impegnata sul tema, e la sezione del nostro sito dedicata alla fertilità di coppia.

  • Legge 40 sulla PMA dichiarata incostituzionale

    Dopo 4 anni di attesa – in assenza totale del Parlamento e del Governo - finalmente si potrà dare una risposta a una questione non più eludibile che ha creato un vuoto di tutela e incentivato il mercato degli ovociti in Europa. Queste le dichiarazioni di Cittadinanzattiva, Hera Onlus e Sos Infertilità, associazioni promotrici del ricorso alla Corte Costituzionale che ha dato vita alla sentenza di oggi che ha dichiarato incostituzionale la legge 40. 

    Di seguito riportiamo le dichiarazioni dei protagonisti

  • Legge 40 sulla PMA dichiarata incostituzionale

    flag eng

     

    Dopo 4 anni di attesa – in assenza totale del Parlamento e del Governo - finalmente si potrà dare una risposta a una questione non più eludibile che ha creato un vuoto di tutela e incentivato il mercato degli ovociti in Europa. Queste le dichiarazioni di Cittadinanzattiva, Hera Onlus e Sos Infertilità, associazioni promotrici del ricorso alla Corte Costituzionale che ha dato vita alla sentenza di oggi che ha dichiarato incostituzionale la legge 40. 

    Di seguito riportiamo le dichiarazioni dei protagonisti

  • Le difficoltà delle coppie nel percorso di accesso alla Procreazione Medicalmente Assistita

    Il Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva, da anni impegnata sul tema della Procreazione medicalmente Assistita, attraverso questo progetto ha voluto contribuire ad una corretta lettura del mondo della procreazione medicalmente assistita in Italia, evidenziando le difficoltà ed i problemi di equità che incontrano le coppie in questo momento nel nostro Paese, partendo dalle loro esperienze dirette e dalle richieste giunte alle sedi del Tribunale per i diritti del malato. Inoltre, si intende rilanciare anche proposte civiche sul tema ed essere quindi protagonisti del dibattito politico e sociale. 

  • Latte materno contro latte artificiale: il servizio di REC

    Allattare SXC 200 2

    Il nuovo programma RAI di approfondimento e inchiesta, REC, durante la sua prima puntata, ha realizzato un servizio dedicato al tema del latte artificiale, cercando di chiarire lo stato dell’arte rispetto alle indicazioni dei medici e alle strategie delle ditte multinazionali che ne producono le varie formulazioni.

    La trasmissione analizza anche la pressione effettuata sui medici pediatri, anche a fronte delle recenti vicende di cronaca e delle indagini correlate: si tratta di accuse di corruzione e di condizionamento nelle indicazioni cliniche. Addirittura fogli di dimissione che indicano la marca di latte artificiale da usare.

  • La voce delle donne in "Affari di famiglia": al teatro Preneste di Roma il 25/11

    affarifamiglia

    AFFARI DI FAMIGLIAentra nelle case di sei donne. Tania è appena diventata mamma. Giovanna di figli non ne vuole. Anna è madre di un figlio disabile. Francesca si rifugia in un figlio immaginario. Alina fa la badante e ha lasciato i figli in Romania. Elsa è incinta.

    Sei istantanee che conducono lo spettatore dentro le mura domestiche – crude, delicate, non prive di ironia, a volte assurde e sconvolgenti – condivise appena nella stretta cerchia di parenti e amici, celate al mondo fuori, al vicino di casa. Con tutta la fragilità che avvolge la loro vita, i personaggi urlano, nel silenzio circostante, che la loro storia non è soltanto un affare di famiglia. 

    Lo spettacolo dei Fuori ConTesto andrà in scena al Teatro Centrale Preneste di Roma, il prossimo 25 novembre alle ore 21. Per info e prenotazione scrivere a info@fuoricontesto.it

  • La Sanità e gli sprechi del parto cesareo

    Sul blog di Francesca Moccia, Coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva, un commento sulle condizioni di nascita dei nostri figli che trae spunto dalla Relazione sullo stato sanitario del paese pubblicata dal Ministro della Salute. Approfondisci

  • La Conferenza delle Regioni approva la fecondazione eterologa

    Si è raggiunto un accordo, per la tutela dei cittadini e delle stesse regioni, attraverso l’intesa firmata in sede di Conferenza delle Regioni: si alla fecondazione eterologa (cioè quando il seme o l’ovulo provengono da soggetto esterno alla coppia), e le Regioni si stanno già attivando per recepire le indicazioni e provvedere alla regolazione della normativa regionale stabilendo costi dei ticket, limiti di età e donazioni. Leggi la notizia approfondisci il tema

  • L’impegno di cittadinanzattiva in tema di tutela della maternità e della natalità

    flag eng

    Cittadinanzattiva ha un’esperienza trentennale nella protezione dei diritti dei cittadini in campo sanitario, iniziata con il suo Tribunale per i diritti del malato nel 1980 e rafforzata attraverso il Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici nel 1996.
    Una delle aree che negli ultimi anni abbiamo ritenuto necessario potenziare è quella della tutela della gravidanza, della maternità, della fertilità e della natalità, intervenendo - in particolare su quest’ultimo tema - per superare i diffusi pregiudizi e le paure, spiegando le possibilità che il panorama normativo attuale offre alle coppie che desiderano avere figli, ma incontrano difficoltà nel concepimento.
    L’impegno di Cittadinanzattiva nell’area della maternità e natalità è pluriennale e si è concretizzato in attività di diversa tipologia:

  • L'infanzia non è una malattia: uno spot contro l'uso di psicofarmaci

    "L'infanzia è un'opportunità, non una malattia". Questo il messaggio lanciato dall'associazione "Pensare Oltre" in uno spot contro l'uso di psicofarmaci nei bambini. Sono 40.000, secondo i dati diffusi dall'associazione, i bimbi italiani che ogni giorno assumono antidepressivi. Approfondisci

  • Interruzione di gravidanza: nel Lazio cambio di regole per i medici obiettori

    Per legge un Medico può rifiutarsi secondo coscienza di operare un'interruzione volontaria di gravidanza, ma da oggi nel Lazio non può sottrarsi al suo compito di cura all'interno dei consultori familiari, e deve quindi certificare la condizione di gravidanza e la volontà di sottoporsi all’interruzione. Approfondisci il tema e consulta il Decreto

  • Indagine conoscitiva sul percorso nascita

    (Visita l'Area di interesse Maternità - Fertilità)

    Il passato 29 novembre 2011, Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha presentato in audizione presso la 12ª Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica, l'Indagine conoscitiva sul percorso nascita e sulla situazione dei punti nascita.

  • Imputati liberi per un errore di giustizia

    Condannati in primo grado per mafia, estorsione e detenzione di armi, ora tornano in libertà per la scadenza dei termini di custodia cautelare. Il gip di Catania, dopo la sentenza emessa il 21/06/10, ha impiegato un anno e quattro mesi per depositare le motivazioni. Approfondisci

  • Giovani madri e figli morti. Commissariare le Regioni inadempienti sui punti nascita

    Cinque giovani mamme e i loro piccoli in grembo morti in sette giorni. Vite spezzate sul nascere e famiglie alle quali è stato rubato il futuro. Famiglie sulle quali lo Stato si appresta a rovesciare l'onere della prova per il risarcimento del danno, attraverso il Disegno di Legge Gelli sulla Responsabilità professionale del personale sanitario in approvazione alla Camera dei Deputati la prossima settimana. Di questo stiamo parlando. Si è vero, i dati sulle morti materne pongono l’Italia in linea con altri paesi dell’Unione europea, con circa 10 casi ogni 100mila bambini nati vivi, ma è vero anche che l’Istituto Superiore di Sanità afferma che intervenendo sulle “criticità” possiamo ridurre la mortalità materna di circa il 50%. In pratica possiamo salvare decine di vite ogni anno.

  • Fertilità: link utili

    (Visita l'Area di interesse Maternità- Fertilità)

    Nei siti segnalati è possibile trovare ulteriori informazioni ed abbondante materiale di approfondimento:

  • FecondAZIONI

    «Fecondazioni. Tutto ciò che devi sapere per proteggere e curare la tua fertilità». Questo lo slogan scelto dal Tribunale del Malato - Cittadinanzattiva per la campagna contro l'infertilità, realizzata insieme ad una quindicina di associazioni di importanza regionale e nazionale.
    Oltre alla locandina affissa nei luoghi pubblici, è stata prodotto un opuscolo contenente informazioni utili per chi desidera avere un bambino. L'opuscolo è composto di 4 capitoli: 1) Quando desideri un figlio - Perché prendersi cura della propria fertilità; 2) Quando il bambino non arriva - Quando è necessario ricorrere alla procreazione medicalmente assistita; 3) Quando vuoi... far centro - Come individuare un buon centro con la procreazione assistita e che cosa verificare; 4) Quando intendi tutelare i tuoi diritti - Cosa attendersi dalla nuova legge 40/2004.

  • Fecondazione vietata a chi ha malattie genetiche

    Hai malattie genetiche? Niente fecondazione assistita. Concessa invece a chi ha l'Aids o l'epatite. Secondo il governo queste tecniche per avere un figlio vanno vietate a chi ha la fibrosi cistica, malattie cromosomiche, talassemia. Approfondisci

  • Fecondazione eterologa: Strasburgo dice no

    Per la Corte è legittimo il divieto alla fecondazione eterologa perchè non viola la Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Ribaltato quindi il primo verdetto dell' aprile 2010 che aveva aperto la strada a molti ricorsi anche in Italia: quali saranno le ripercussioni di questa nuova decisione? Il commento di Mariapaola Costantini, avvocato e rappresentante di Cittadinanzattiva. Approfondisci. La campagna del TDM "Uno più uno fa tre".

  • Fecondazione assistita: il libro che riassume la storia italiana

    Viene presentato il 26 febbraio il libro dal titolo “Diritti traditi. La Legge 40 cambiata dai cittadini”, scritto dai legali e della sociologia che hanno seguito e animato, assieme alle Associazioni di pazienti e consumatori, la battaglia che ha portato alla modifica della legge n.40/04 sulla fecondazione assistita.

  • Fecondazione assistita: 15.000 coppie in viaggio ogni anno

    Ci si reca in Spagna, Svizzera, Slovacchia e Belgio, per una prestazione (la fecondazione eterologa) attualmente impedita dalla normativa italiana. Le ultime stime delle associazioni e l’approfondimento sul sito web di Cittadinanzattiva

  • FECONDAZIONE - LEGGE 40

    Cittadinanzattiva su legittimità costituzionale legge 40 e Tribunale di Milano: notizia positiva per le coppie in attesa e contro divieto assurdo

    Con ordinanza di rimessione del 29 marzo 2013, il Tribunale di Milano, Sez. I Civile, ha risollevato la questione di legittimità costituzionale del divieto assoluto di fecondazione previsto dalla legge n. 40 del 2004, per violazione degli articoli 2, 3, 29, 31, 32, comma 1 e 2, e 117, comma 1, della Costituzione.

    “E’ una notizia molto positiva”, ha commentato l’avvocato Maria Paola Costantini, difensore della coppia, in cui uno dei partner ha problemi di sterilità, e legale di Cittadinanzattiva. “Entro la fine dell’anno, le coppie in Italia potrebbero avere accesso alla fecondazione eterologa e questo consentirà una maggiore tutela della salute e anche di protezione del minore. In Italia infatti i controlli e il monitoraggio delle coppie e dei nati è totale al contrario di tanti paesi“

  • Dodici consigli sul post-partum

    L'Organizzazione Mondiale della Sanità pubblica le nuove linee Guida sulle cure post-parto per mamme e neonati. Si tratta di dodici suggerimenti sulle cure al neonato e sono rivolte alla madre, ai medici e alle strutture sanitarie dove ha luogo il parto. Leggi tutto

  • Decreto legge su eterologa

    eterologa 2015 02 20

    Cittadinanzattiva su Decreto legge per fecondazione eterologa. Contenuti condivisibili, il Parlamento lo approvi senza indugi

    "Finalmente è arrivato, dopo discussioni e annunci, il decreto legge che dovrebbe introdurre la fecondazione eterologa, in attuazione della sentenza della Corte Costituzionale. Condividiamo la priorità data alla tutela della salute e alla sicurezza di tutta la pratica medica, attraverso sistemi di tracciabilità europei, la creazione di percorsi di informazione e consenso informato e le garanzie di anonimato, di gratuità e di volontarietà delle donazioni. Ci auguriamo che il Parlamento lo approvi senza indugi", è quanto afferma Maria Paola Costantini, referente Politiche sulla PMA di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato.

  • Corso di manovre salvavita pediatriche con Croce Rossa

    La CRI (Croce Rossa Italiana) organizza una serie di appuntamenti in tutta Italia, con eventi dimostrativi e corsi di formazione alle procedure salvavita pediatriche. Leggi a proposito del progetto e consulta l’apposita pagina per vedere quali eventi sono previsti nella tua zona

  • Consiglio d’Europa su aborto in Italia: violato diritto alla salute delle donne

    Il Comitato europeo dei diritti sociali, un organismo del Consiglio d'Europa che raggruppa 47 Paesi, nella relazione sull'applicazione della Legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza ha stabilito che l'Italia "viola il diritto alla salute delle donne" che vogliono abortire, poiché esse incontrano "notevoli difficoltà" nell'accesso ai servizi per l'Interruzione volontaria di gravidanza, anche per l'alto numero di medici obiettori di coscienza. Secondo i calcoli, tali professionisti sono presenti in una misura media di sette su dieci.

  • Cittadinanzattiva ospite di Apprescindere

    Maria Paola Costantini, di Cittadinanzattiva Toscana,  affrontato il tema dell'accessibilità e dei costi, nonché delle tutele esistenti e dei limiti della normativa vigente, nella puntata di RaiTre del 18 ottobre, dal titolo "un figlio a tutti i costi", che ha trattato aspetti anche etici legati alla pratica della fecondazione assistita. La puntata. Approfondisci

  • Audizione Commisisone Sanità del Senato

    Il 29 novembre Cittadinanzattiva è stata audita presso la Commissione Igiene e Sanità del Senato in merito all'indagine conoscitiva "Nascere Sicuri", relativa al percorso nascita e alla situazione dei punti nascita in Italia. Approfondisci e leggi il documento presentato in Commissione da Sabrina Nardi, responsabile progetti e campagne del Tribunale per i Diritti del Malato.

  • Abbiamo vinto! La legge 40 è incostituzionale

    Dopo 4 anni di attesa – in assenza totale del Parlamento e del Governo - finalmente si potrà dare una risposta a una questione non più eludibile che ha creato un vuoto di tutela e incentivato il mercato degli ovociti in Europa. Queste le dichiarazioni di Cittadinanzattiva, Hera Onlus e Sos Infertilità, associazioni promotrici del ricorso alla Corte Costituzionale che ha dato vita alla sentenza di oggi che ha dichiarato incostituzionale la legge 40. 

  • Abbiamo vinto! La legge 40 è incostituzionale

    Dopo 4 anni di attesa – in assenza totale del Parlamento e del Governo - finalmente si potrà dare una risposta a una questione non più eludibile che ha creato un vuoto di tutela e incentivato il mercato degli ovociti in Europa. Queste le dichiarazioni di Cittadinanzattiva, Hera Onlus e Sos Infertilità, associazioni promotrici del ricorso alla Corte Costituzionale che ha dato vita alla sentenza di oggi che ha dichiarato incostituzionale la legge 40. Leggi tutto

  • A SkyTG24 parliamo di interruzione volontaria di gravidanza

    nterruzione volontaria di gravidanza

    Il tema è quello dell’interruzione volontaria di gravidanza (IVG), un diritto delle donne sancito dalla legge n. 194 del 1978, ma minato dal fatto che ad oggi, in Italia, solo il 40% delle strutture lo garantisce. Parliamo, quindi, di un diritto che spesso viene violato, rimanendo solo sulla carta. Uno dei motivi principali può sicuramente essere visto nella massiccia diffusione dell’obiezione di coscienza: secondo i dati forniti dal Ministero della salute, dal 2010 ad oggi in Italia la percentuale dei medici obiettori è del 70%, con dei picchi in alcune regioni – come il Molise – anche al di sopra del 90%.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.