Comunicati

Invito stampa 11 ottobre 2006 “Casa Nostra! Il ruolo dei cittadini nella lotta per la legalità”. A Roccella Jonica, dal 25 al 28 ottobre, il Congresso di metà mandato di Cittadinanzattiva

Si terrà a Roccella Jonica (RC), a partire dal prossimo 25 ottobre sino al 28, il Congresso di metà mandato di Cittadinanzattiva dal titolo “Casa Nostra! Il ruolo dei cittadini nella lotta per la legalità”.

La scelta del titolo e del luogo, oltre ad essere fortemente allusiva, è legata ai recenti fatti (in primo luogo, l’assassinio di Francesco Fortugno a Locri) e si iscrive nella tradizione di Cittadinanzattiva, legata a slogan storici come “Non più ospiti ma padroni di casa della Repubblica”. Ciò proprio per sottolineare la necessità che i cittadini si sentano sempre di più padroni in casa propria, quando accedono ai servizi, interagiscono con le istituzioni, si mobilitano per la qualificazione del proprio territorio.

Cittadinanzattiva inoltre, in collaborazione con Libera e Transparency International, si è fatta promotrice di una proposta di legge sulla lotta alla corruzione, che prevede di estendere ai reati economici contro la pubblica amministrazione la possibilità di confisca e di assegnazione alla comunità, già previste dalle leggi per i reati di mafia.

La giornata inaugurale, il 25 ottobre, sarà dedicata esclusivamente al tema della legalità: in mattinata si terrà una cerimonia a Locri, con la deposizione di una corona per Francesco Fortugno; mentre nel pomeriggio a Roccella Jonica sarà realizzato il Convegno nazionale.

All’evento, moderato da Toni Mira, giornalista di “Avvenire”, parteciperanno, oltre agli esponenti di Cittadinanzattiva: il Prefetto di Reggio Calabria, Luigi De Sena; Luigi Soreca, Direzione Generale Libertà, sicurezza e giustizia della Commissione UE; Mons. Giancarlo Bregantini, Vescovo di Gerace e Locri; esponenti di Transparency e Libera; Giampiero Scanu, sottosegretario del Ministero della Funzione Pubblica; Vincenzo Macrì, sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia; Raul Delgado, sindaco di Pasto (Colombia); Franco Femia, Presidente di Confindustria di Reggio Calabria; Giuseppe Bianco, Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria; Claudio Giardullo, segretario generale della Silp-Cgil; Maria Teresa Marano, Confindustria Calabria; Gabriella Guerini, Direttivo Confesercenti Catania; Flavio Talarico, Presidente del Credito Cooperativo Calabria; Dorina Bianchi, Commissione Affari Sociali della camera.

Gli altri tre giorni saranno dedicati al Congresso in quanto tale, con la presentazione e la discussione dei risultati delle politiche realizzate negli ultimi due anni alla presenza e con il contributo di ospiti istituzionali e del mondo associativo.

Nel corso dei tre giorni è inoltre prevista la partecipazione di: Livia Turco, Ministro Della Salute; Francesco Ferrante, Commissione Ambiente della Camera; Cristina De Luca, Sottosegretario al Welfare; Nuccio Iovene, Commissione salute del Senato; Maria Grazia Laganà Fortugno, Commissione Affari Sociali della Camera; Erminia Mazzoni, Commissione Giustizia della Camera; Jole Santelli, Forza Italia, già sottosegretario Ministero della Giustizia; Serafino Zucchelli, sottosegretario Ministero della Salute; Emerenzio Barbieri, UDC; Pier Virgilio Dastoli, Direttore Rappresentanza in Italia della Commissione UE; Juan Patrone, Magistratura Democratica.

Malattie croniche: Cittadinanzattiva firma due Protocolli con Società di medicina generale e Ipasvi per una migliore qualità dell’assistenza e gestione del dolore cronico.

Scioperi si, cittadini come ostaggi no.Cittadinanzattiva protesta contro ennesimo blocco del trasporto pubblico locale.

Misure per il superamento dei monopoli, class action, fondi antitrust per utilità sociale, riforma delle professioni.

Cittadinanzattiva su Finanziaria nella scuola: no ai tagli indiscriminati, sì a razionalizzazione delle spese ed eliminazione degli sprechi.

“Non siamo contrari ad una razionalizzazione del personale al fine di ridurre sprechi, inefficienze e privilegi, ma chiediamo che tale razionalizzazione sia basata su piani predisposti con le regioni e le scuole e non su calcoli algebrici e puri automatismi”.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.