Roma, 26 giugno 2006

Cittadinanzattiva su referendum: orgogliosi di essere italiani.
Fuori dagli scontri di parte, i cittadini reclamano il loro ruolo

Siamo orgogliosi di essere italiani. Nonostante non ci fosse bisogno del raggiungimento del quorum, sono stati davvero numerosi i cittadini che hanno deciso di esercitare il loro diritto, sconfessando così le cassandre che prevedevano il rischio legato al basso numero di partecipanti.

Tutto ciò è un grandissimo segnale di democrazia di un Paese vivo e maturo.

Inoltre, la attuale netta vittoria del NO dovrebbe suggerirci che:

  1. Le modifiche alla Costituzione non si fanno in maniera unilaterale, così come ricordammo anche al Governo di centrosinistra in occasione delle riforma costituzionale del 2001;

  2. I progetti di modifica devono coinvolgere anche i rappresentanti delle organizzazioni civiche e di tutela insieme alle altre organizzazioni vitali del nostro Paese, come sindacati, imprese, etc.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.