Centodieci le scuole partecipanti sui temi della sicurezza, dell’educazione al benessere, della cittadinanza attiva. Una sezione speciale “La scuola oltre il terremoto” dedicata alle iniziative messe in campo dagli istituti scolastici nelle zone colpite dai recenti sismi. Infine, una carrellata delle iniziative realizzate in sedici istituti con il progetto 10&lodeinsalute, sui temi dei corretti stili di vita e del benessere fra i più piccoli.

Sono questi i principali progetti che saranno presentati, attraverso la testimonianza diretta dei protagonisti e video-clip, durante la XI edizione del Premio per le Buone Pratiche a scuola “Vito Scafidi” promosso da Cittadinanzattiva. L’Evento si svolgerà a Roma, il 5 aprile dalle ore 9:30 alle ore 13:30, presso la Sala Igea dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, in Largo della Enciclopedia Italiana 4.

Nel corso dell’evento, alla presenza degli studenti e di numerosi interlocutori istituzionali, saranno premiate le scuole che hanno realizzato progetti innovativi sul tema della sicurezza a scuola e sul territorio, dell’educazione al benessere e della cittadinanza attiva. Un Premio speciale sarà inoltre destinato agli istituti scolastici che hanno affrontato, con iniziative innovative, l’emergenza post-sisma ed il percorso verso la ricostruzione della “normalità”.

E’ stata invitata a partecipare anche il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.

Scarica il programma

  

Il Premio per le Buone Pratiche per la sicurezza e la salute a scuola “Vito Scafidi” è promosso da Cittadinanzattiva in collaborazione con Dipartimento della Protezione Civile, il Ministero dell'Istruzione dell'Università della Ricerca e con il sostegno di Assosalute- Federchimica, Juventus Football Club, CIA Confederazione Italiana Agricoltori e con la media partnership dell’Agenzia Dire.

L’iniziativa rientra nella Campagna “Illuminiamo il futuro” promossa da Save The Children.

Ufficio Stampa
Ufficio stampa e comunicazione di Cittadinanzattiva, e se no di chi? Scriviamo, parliamo, twittiamo e ci divertiamo. Se esageriamo, ditecelo!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.