Anno 9, numero 408 - 24 marzo 2016
Cittadinanzattiva (visita il sito web www.Cittadinanzattiva.it)
Cittadinanzattiva (visita il sito web www.Cittadinanzattiva.it)


 

Il Punto

Anche Cittadinanzattiva ha aderito al Comitato “Vota SI per fermare le trivelle”

“Siamo da sempre convinti che il referendum rappresenti un fondamentale strumento di democrazia diretta”, ha dichiarato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, “per questo ci uniamo all’appello perché il 17 aprile ci si rechi alle urne per esprimere il proprio voto. Cittadinanzattiva si impegnerà il più possibile per informare e coinvolgere i cittadini su questa scadenza così prossima e di cui si parla ancora troppo poco ”.

Riuso dei beni pubblici abbandonati: workshop il 5 aprile a Roma

Il prossimo 5 Aprile, presso la Città dell'Altra Economia, Cittadinanzattiva organizza il workshop "Il riuso dei beni pubblici e la valorizzazione del territorio: l'art.24 come opportunità per una gestione partecipata attraverso la sussidiarietà circolare". A partire da quanto sancito dall'art. 24 della L.164/2014, il cosiddetto "Sblocca Italia", e a più di un anno dall'entrata in vigore della norma, si intende avviare confronto tra amministrazioni comunali, organizzazioni civiche ed esperti in cui condividere riflessioni, opportunità, esperienze, percorsi, modalità concrete di recupero, riuso e rivitalizzazione degli spazi pubblici, tali da apportare benefici alla collettività e alle comunità locali.

XIV Rapporto Politiche della Cronicità: "La cronicità e l'arte di arrangiarsi"

Il Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici - CnAMC di Cittadinanzattiva presenta il XIV Rapporto sulle Politiche della Cronicità "La cronicità e l'arte di arrangiarsi". L'evento si terrà a Roma il 7 aprile, presso l'Hotel Quirinale in via Nazionale, 7 - Sala Verdi - dalle 9.30 alle 13.00. A seguire si terrà l'Assemblea della rete CnAMC per le associazioni aderenti, dalle 15.00 alle 18.00, presso la stessa sede.

Il Punto

News

Fuori Tg: Cittadinanzattiva su sprechi e politiche

La rubrica di approfondimento "Fuori TG" di Raitre, nella puntata del 21 marzo, ha ospitato Tonino Aceti, responsabile del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva. Alcune sue considerazioni, nell'arco della puntata, a proposito di spending review e spreco in sanità: "La cosa curiosa è che i problemi, lo abbiamo segnalato anche in un rapporto di pochi giorni fa, c'erano anche prima della famosa spending review che tanti sacrifici ha comportato nei confronti dei cittadini.

Cittadinanzattiva su intramoenia: "Istituzioni se ne occupino subito"

"Si stanno abituando i cittadini a considerare l'intramoenia e il privato come normali canali di accesso alle prestazioni di cui si ha bisogno, per sopperire ad inefficienze e squilibri del nostro Servizio Sanitario Nazionale": queste le parole di Tonino Aceti, responsabile del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva.

Definanziamento e appropriatezza: il convegno verso la Carta

La tutela della salute dei cittadini, che dovrebbe essere costituzionalmente garantita, è sempre più messa in crisi da un contesto culturale e socio-economico nel quale regnano la stagnazione delle idee, la mancanza di coraggio e di vere effettive progettualità.

News

Antitrust vs Privalia: attivate pratiche commerciali scorrette

L'Autorità per la Garanzia della Concorrenza e del Mercato definisce il procedimento avviato per possibili pratiche commerciali scorrette e per informazioni ingannevoli rese al consumatore da parte di Privalia attraverso il proprio sito web, e accetta e rende obbligatori gli impegni della società che attraverso il sito privalia .it vende online prodotti di abbigliamento, calzature, cosmetici, prodotti per la casa. Il procedimento dell'Autorità ha focalizzato l'attenzione sulla diffusione, tramite il sito privalia .com, di informazioni omissive e potenzialmente ingannevoli sui diritti dei consumatori e, in particolare, sulle informazioni precontrattuali obbligatorie e sul diritto di recesso e alla garanzia legale di conformità.

Identità digitale: cos'è e come funziona

Il sistema pubblico di identità digitale (Spid) diventa operativo. Da martedì 15 marzo cittadini e imprese possono chiedere una password che rimpiazza migliaia di codici esistenti, per entrare via web da subito nei servizi pubblici e in futuro anche in quelli gestiti da privati: dall'e-commerce ai servizi bancari e assicurativi. L'accesso può avvenire con qualsiasi device connesso a Internet: personal computer, smartphone e tablet.

Italia al 6° in Europa per le tariffe di telefonia mobile

A rivelarlo è una indagine condotta da SosTariffe.it che ha pubblicato la classifica dei principali Stati europei ordinati in base al costo unitario dei GB compresi nei pacchetti “all inclusive” più economici. L’Italia è sesta con un costo di 5,56 euro per GB, mentre la Finlandia, il Paese dove l'Internet mobile è più economica, vanta un rapporto di 1,67 euro al GB. 

Prodotti contraffatti: oscurati 174 siti web

L' Antitrust - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato- è intervenuta nuovamente a tutela dei consumatori che effettuano inconsapevolemtante acquisti online di prodotti contraffatti di marchi famosi spacciati dalle aziende spacciano come originali. Sono 6 i provvedimenti con cui l'Antitrust aveva intimato ad altrettanti operatori commerciali, tutti di nazionalità extra-europea, di sospendere entro due giorni ogni attività diretta a vendere su Internet articoli di questo genere.

News

Grande successo per l’iniziativa di Cittadinanzattiva con la compagnia “Stabile Assai"

Si è svolta lo scorso 21 marzo, presso il teatro Trastevere di Roma, la rappresentazione teatrale della Compagnia “Stabile Assai” della Casa di Reclusione di Roma-Rebibbia, attiva nel carcere da diversi anni e composta da detenuti, ex detenuti, volontari ed operatori penitenziari. Si è trattato della prima iniziativa di implementazione del Protocollo d’intesa siglato da Cittadinanzattiva con la Casa di Reclusione lo scorso 21 dicembre per lo sviluppo di iniziative finalizzate alla promozione della cultura dei diritti umani.

Riforma geografia giudiziaria: si tagli chi può!

Sta prendendo corpo la seconda fase della riforma della geografia giudiziaria. Riforma iniziata nel 2012 e che ha portato all'eliminazione delle sezioni distaccate, al taglio drastico e all'accorpamento degli uffici del giudice di pace, nonché alla soppressione di trenta tribunali e procure annesse. Ed ora, per le ormai note ragioni di razionalizzazione, semplificazione e risparmio in termini di spesa e di calo dell’arretrato  il mirino della riforma si sposta agli uffici di secondo grado.

Soppressione Tribunali per i Minorenni, la Camera approva il DDL

La Camera ha approvato la legge delega sulla riforma del processo civile, che sopprime i Tribunali per i Minorenni e le Procure minorili sostituendo tali uffici con sezioni specializzate all’interno dei Tribunali e Procure ordinarie. Si tratta, nello specifico, del Disegno di legge A.C. 2953-A, che delega il Governo a effettuare un'ampia riforma del processo civile, in un'ottica di specializzazione e semplificazione dell'offerta di giustizia.

Carceri più umane: conclusa la consultazione pubblica

Il Ministero della Giustizia ha avviato lo scorso anno un percorso chiamato Stati Generali dell’Esecuzione Penale: mesi di ampio e approfondito confronto per portare concretamente a definire un nuovo modello di esecuzione penale e una migliore fisionomia del carcere, più dignitosa per chi vi lavora e per chi vi è ristretto. Sono stati previsti diciotto tavoli di lavoro tematici ed avviato un dibattito per coinvolgere l’opinione pubblica e la società italiana nel suo complesso, dal mondo dell’economia, a quello della produzione artistica, culturale, professionale.

News

Fuoriclasse: il film su una scuola possibile

Il film fuoriClasse racconta di sei laboratori creativi nelle scuole elementari di sei territori della periferia italiana: una scuola fantastica, osservata e vissuta in prima persona dai bambini. Dall'incontro con gli asini di Rho, alla scoperta della storia di Antigone a Padova, al mitico ed enorme cavallo di cartapesta costruito a Napoli; dall'esplorazione dei paesaggi umani della Basilicata segnati da una frana, alla ricerca dei lupi dell'appennino toscano, fino alla radio bambina della scuola di Roma che "viaggia" per i laboratori e dialoga con i bambini di tutti gli altri territori coinvolti nel progetto.

Il parco giochi è malmesso? Niente paura si può riparare!

Nel nostro Paese sono circa 10 mila i parco giochi presenti sul territorio ma purtroppo molti sono in pessime condizioni: giochi con elementi rotti o danneggiati, malfunzionanti, obsoleti che rappresentano un pericolo per i bambini che li frequentano. Ri-legno, una startup nata all'interno di Progetto Manifattura ha deciso di dedicarsi a questa area di mercato con l'obiettivo di raddoppiare la vita dei parchi facendo degli interventi ad hoc. L'intervento di Ri-Legno consentirebbe ai genitori di portare i propri figli al parco giochi con più serenità, i giochi sarebbero sicuri e i pericoli limitati, e consentirebbe all'Amministrazione comunale di risparmiare notevolmente visto che il parco si potrebbe "riparare" e non andrebbe ricostruito ex novo.

Un fondo contro la povertà educativa

Secondo i dati dell'Istat più di un milione di bambini e adolescenti vive in povertà assoluta ma, oltre all'aspetto meramente economico, esiste anche un aspetto molto insidioso e diffuso che è la povertà educativa. Secondo il rapporto di Save the Children - Illuminiamo il futuro 2030 -  la povertà educativa ha raggiunto nel nostro Paese livelli allarmanti.

 
 
Il Punto

Legge contro lo spreco alimentare: sì della Camera

La Camera ha votato il disegno di legge contro lo spreco alimentare,la cosiddetta legge Gadda, “Norme per la limitazione degli sprechi, l’uso consapevole delle risorse e la sostenibilità ambientale” –  che ora passa all’esame del Senato. Molto soddisfatto il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti: «Voglio dire grazie ai deputati che oggi hanno dato il via libera al disegno di legge per il contrasto agli sprechi alimentari: questo è il segnale che l’Italia è  pronta, dopo un lungo lavoro e sulla spinta culturale di Expo, a rispondere con i fatti una delle contraddizioni morali, economiche ed ambientali più insopportabili.

Repair Cafè. ovvero dove riparare oggetti bevendo un caffè!

Riparare insieme computer, elettrodomestici, biciclette, davanti a un caffè. Perchè i Repair Cafè non sono solo punti di servizio, ma occasioni per lavorare insieme e momenti di incontro. I primi sono nati in Olanda, poi si sono diffusi in Germania e da poco sono approdati anche in Italia grazie a Michaela Brötz che, insieme alla sua associazione, ha fondato i repair café in Tirolo durante i quali sono stati riparati quasi cinquemila oggetti!

 
 

 

Cittadinanzattiva, via Cereate 6 - 00183 Roma - Tel 06 367181 Fax 06 36718333

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.