telepass

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso il procedimento istruttorio avviato nei confronti di Telepass S.p.A.,
multata per 200.000 euro per avere attivato il nuovo servizio di assistenza Opzione Premium sull’intera viabilità stradale, raddoppiando il canone senza una preventiva richiesta di consenso da parte dei consumatori interessati.

In pratica, la Telepass s.p.a., dal 1° gennaio 2016 ha unificato i servizi Opzione Premium e Opzione Premium extra, servizi accessori al servizio di pagamento elettronico del pedaggio autostradale, offrendo così soltanto il nuovo servizio Premium, e attivando nei confronti dei clienti già sottoscrittori del contratto Opzione Premium (che prevedeva il servizio di assistenza solo in autostrada), un nuovo servizio (il soccorso sull’intera viabilità stradale) attivo a partire dal 1° gennaio 2017.
Si è verifcato in tal modo un aumento del canone che da 0,78 euro è passato a 1,50 euro mensili, senza alcuna richiesta preventiva di consenso espresso del consumatore, ma con una semplice tacita adesione, salva la possibilità di recedere entro 60 giorni.

Approfondisci

Metà campana metà romana, poliedrica, e alla continua ricerca del bello nella fotografia e nell’arte attraverso i suoi quadri. Da 10 anni impegnata in Cittadinanzattiva, sempre in difesa e a tutela dei cittadini, in particolare per l’area consumatori e le politiche della conciliazione. Il suo motto è ”Il mondo non è di chi si alza presto la mattina, ma di chi si alza felice di iniziare una nuova giornata

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.