Dal Territorio

locandina ambiente

L'iniziativa, organizzata da Cittadinanzattiva Minervino, avrà il primo appuntamento il 19 gennaio, con "La globalizzazione e lo stato del pianeta", e si concluderà a giugno 2018. L'evento rientra nel circuito delle iniziative di formazione "Cercasi un fine".

PercorsoRegionaleSanitaComunita copia

Giovedì 25 gennaio, presso la sala conferenze del distretto di Pinerolo (Asl To 3) si svolgerà il quinto evento regionale del percorso "Dalla sanità visibile alla sanità invisibile: grandi rischi e grandi opportunità". Elisabetta Sasso interrogherà il direttore generale e la responsabile del distretto si programmo di assistenza territoriale e diaomiciliare, con particolare attenzione alle comunità locali dei territori montani disagiati.

Le Assemblee Territoriali di Cittadinanzattiva Montefalcione Avellino Bassa-Irpinia ma anche quelle di Ariano Irpino e Benevento hanno promosso una petizione popolare per chiedere l’intervento dei prefetti di Avellino e di Benevento perchè siano riparate le pessime reti idriche. La raccolta di firme si è conclusa nei giorni scorsi.

In Irpinia e nel Sannio per i comuni serviti dall’Alto Calore Servizi le percentuali di dispersione hanno raggiunto già nel 2012 punte del 65%.  Le ricorrenti quotidiane rotture certificano di fatto che le reti dell’ACS per le loro condizioni di vetustà e fatiscenza non trovano più nemmeno la convenienza di essere riparate.

Attivo un nuovo sportello di Cittadinanzattiva presso l'Ufficio relazione con il pubblico del Comune di Ascoli Piceno

I volontari sono a completa disposizione di chiunque voglia segnalare eventuali disagi, disorganizzazioni o disfunzioni riscontrate in città. Dalla salute all’istruzione, dalla viabilità ai rifiuti.

mensa scolastica 800x450

"Adottiamo la mensa scolastica per un bambino". È il titolo dell'ultima iniziativa lanciata dalla sezione brontese di Cittadinanzattiva. Fino all'Epifania chiunque potrà lasciare un'offerta nei cofanetti distribuiti e messi a disposizione in diversi negozi di Bronte. Lo scopo è raccogliere fondi per aiutare chi non riesce a pagare la quota della retta per la mensa scolastica dei figli che effettuano il tempo prolungato. Ad oggi, infatti, il 40% del costo è a carico del Comune, con le famiglie che compartecipano per il restante 60%, ma nonostante le agevolazioni previste per andare incontro ai nuclei meno abbienti o con più figli che usufrusicono del servizio (e proprio degli ultimi giorni lo stanziamento di ulteriori duemilaottocento euro da dividere a dodici famiglie), le difficoltà per molti bambini restano.

PercorsoRegionaleSanitaComunita

Il 23 novembre, Ivrea ha ospitato la quarta tappa del percorso “Dalla sanità visibile alla sanità invisibile” promosso da Cittadinanzativa del Piemonte con l’adesione del Collegio Ipasvi di Federfarma, Simeu, Simg, Card, la collaborazione di AMAR Piemonte, CAPeD, CIA e AUSER, il patrocinio della Regione Piemonte, di ANCI e Federsanità del Piemontw,del Comune di Ivrea.
I lavori sono stati aperti da Maria Adele Cattaneo, coordinatore di Cittadinanzattiva di Ivrea e dalla responsabile del Tribunale per i diritti del malato, Giuliana Bonino che hanno illustrato il percorso aperto dalla terza conferenza “Sanità e comunità locali” e la sua attuazione nei distretti sanitari del Canavese. Sono quindi intervenuti il Sindaco di Ivrea, Carlo Della Pepa che ha rappresentato in modo articolato il punto di vista degli enti locali e il dott. Giulio Fornero che ha illustrato le cinque raccomandazioni rivolte all’Italia dall’OMS e gli otto principi cardine della medicina centrata sul paziente.
Si è quindi entrati nel vivo con la presentazione degli undici quesiti predisposti dalla assemblea territoriale di Cittadinanzattiva ai quali hanno replicato le dott.sse Paolina di Bari e Lavinia Mortoni responsabili dei due distretti del Canavese, è seguito un dibattito con l’intervento di varie associazioni locali.

giornata della trasparenza

Lo scorso 13 dicembre si è tenuta ad Ancora la giornata della trasparenza indetta dall'INRCA di Ancona (Istituto nazionale di ricerca e cura specialiazzato in geriatria e gerentologia) . All'evento anche Cittadinanzattiva ha partecipato nella persona del Segretario regionale, Monia Mancini. "E' da tempo che ci occupiamo di questo tema per noi ogni cittadino, può essere un soggetto “attivo” rispetto alla pubblica amministrazione e esercitare in maniera democratica il proprio diritto di controllo e verifica, contribuendo in questo modo a migliorare l'attività delle pubbliche amministrazioni e prevenire fenomeni di corruzione. 

tutela_e_formazione_copia_1.jpg

A Dicembre si conclude per il 2017 il ciclo di seminari di formazione dedicato ai volontari di Cittadinanzattiva, come previsto dal progetto "Rafforziamo la tutela!", realizzato grazie al contributo non condizionato di Johnson &Johnson Medical.

petizione

Perugia, con la sua storia plurimillenaria, conserva una serie di testimonianze significative del passato che rappresentano l’essenza stessa della città e uno dei principali elementi di attrazione per cittadini e visitatori. Nel tempo le collettività vissute in questo spazio hanno selezionato, spesso distrutto, architetture e aree ereditate dal passato, per adattarle a nuovi bisogni e funzioni. Ciò ha fatto sì che nel tessuto urbano, particolarmente in quello racchiuso dalle antiche mura – sia quelle etrusco-romane, sia quelle medievali – si siano venuti a sommare reperti di epoche molto distanti. Fra questi gli Arconi, che sorreggono la piazza del Sopramuro, oggi Piazza Giacomo Matteotti, richiedono la massima attenzione nel restauro e, ancor prima, nella scelta di un utilizzo compatibile con la loro natura. Il tema del loro riuso – ripensato assieme a quello degli altri contenitori materiali e immateriali di altissimo valore identitario – necessita tassativamente di una visione complessiva da parte di chi è chiamato a decidere le sorti dello spazio urbano nel lungo periodo.

 

liste d attesa copia copia copia

Dai fatti di cronaca alla situazione generale italiana, le liste d’attesa sono uno dei problemi più evidenti e gravi che caratterizzano il Servizio Sanitario Nazionale.
A seguito della classifica stilata dal Sole 24 ore, pubblicata il 3 dicembre 2017, che inserisce la Asl di Viterbo al 105° posto a livelli nazionale (quasi ultimi) , il Tribunale dei diritti del Malato di Viterbo, torna nuovamente a segnalare questa problematica all'Als viterbese, più volte sollecitata con diversi strumenti.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.