unione civili

Ci riferiamo al Disegno di legge Cirinnà, il testo varato  dalla senatrice Pd ed al centro del dibattito politico di questi giorni. Il DDL a fine mese sarà all'esame dell'aula di Palazzo Madama e le maggiori criticità riguardano sia il tema delle adozioni – la cosiddetta  “stepchild adoption”, l’adozione del figlio del coniuge – sia gli articoli 2 e 3 del testo normativo che rinviano alla disciplina del matrimonio.

Nel 2010 la Corte Costituzionale ha sgomberato il campo in modo netto dall’equiparazione del matrimonio tradizionale a quello tra coppie dello stesso sesso, tanto da credere che le unioni civili apparirebbero ancora come un’utopia per l’Italia. Ma c’è e resiste una convinzione diffusa di fare quel passo in avanti per restituire una sostanziale democrazia dei diritti a coloro che oggi ne sono privi. Leggi di più

E proprio in questi giorni importanti per il disegno di legge, la CILD  cerca di dare il proprio contributo, in collaborazione con le organizzazioni LGBT che fanno parte della Coalizione. Tra il 26 e il 29 gennaio, sarà infatti in Italia James Esseks, direttore LGBT della American Civil Liberties Union, da molti anni in prima linea nella lotta sull'uguaglianza dei diritti, per parlare dell'esperienza americana che negli ultimi anni ha visto raggiungere il matrimonio egualitario negli Stati Uniti.  
Ecco qui i primi due appuntamenti:
- Roma, 27 gennaio
- Milano, 29 gennaio

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.