INcasTRATI copia

Negli ultimi anni, al sistema dei centri governativi di accoglienza e alla rete comunale dello SPRAR si è sovrapposto un sistema “informale” di centri temporanei, i cosiddetti CAS, i Centri di Accoglienza Straordinaria, strutture eterogenee dislocate su tutto il territorio nazionale, affidate in gestione ai soggetti più diversi: comuni, realtà del terzo settore, imprenditori privati.

Ma si tratta di un sistema che si rivela pieno di opacità, di mancanza di trasparenza sugli affidamenti, fuori controllo: questo perché la scelta della gestione emergenziale consente spesso di scavalcare regole e procedure ordinarie nell’affidamento dei servizi, rende totalmente opaca l’assegnazione di appalti e finanziamenti pubblici, abbassa il livello dei controlli pubblici sulla realizzazione degli interventi rivolti ai migranti, produce sacche di speculazione privata e terreno fertile per infiltrazioni criminali, senza parlare poi della qualità dei servizi che vengono erogati.

Non esiste un elenco pubblico dei CAS, della loro ubicazione, di chi li gestisce. Non c’è alcuna trasparenza su affidamenti e gestioni, sui finanziamenti, sul rispetto degli standard di erogazione dei servizi previsti da convenzioni e capitolati d’appalto.

Partendo da questo contesto nasce e si sviluppa la campagna inCastrati, promossa da Cittadinanzattiva, LasciateCIEntrare e Libera, finalizzata a promuovere un’operazione trasparenza sulla gestione dell’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia ed a sviluppare forme di controllo civico diffuso sul sistema della cosiddetta accoglienza straordinaria.

La campagna si compone di iniziative civiche rivolte a rendere accessibili informazioni fondamentali sul funzionamento e la gestione del sistema di accoglienza dei migranti, a cominciare dai CAS.

A partire da  giugno del 2015 abbiamo notificato al Ministero dell’Interno ed a 106 Prefetture-UTG una serie di istanze di accesso civico, ai sensi del D.lgs  33/13, sulla trasparenza dell’attività della Pubblica amministrazione, chiedendo di poter accedere ad una serie di informazioni riguardanti la pubblicazione dell’elenco completo dei CAS presenti sul territorio nazionale e loro ubicazione, degli enti gestori, di informazioni inerenti gare, convenzioni, rendicontazioni, esiti delle attività di monitoraggio sui servizi erogati. 

Al contempo è stata avviata un’attività di monitoraggio dei centri su tutto il territorio nazionale, attraverso l’osservazione diretta delle strutture (ove possibile) e colloqui con ospiti, volontari e lavoratori: un monitoraggio civico che continuerà ad essere sviluppato nei prossimi mesi perché si tratta di situazioni del tutto sotto-rappresentate, poco conosciute e scarsamente denunciate, che occorre invece portare alla luce proseguendo le iniziative di attivazione della società civile.

Ciò a cominciare dalle legittima pretesa di trasparenza sulle gestioni e nella convinzione che l’accoglienza vada progettata e governata superando il pretesto dell’emergenza e ripartendo dalla centralità dei diritti di chi viene ospitato.

Scarica il Report inCAStrati.

Anno di realizzazione: 2015 - in corso

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.