Politiche sanitarie

  • Revisione dei ticket e cittadini in zone a rischio ambientale

     

    salute valuta 2015 02 15Tribunale per i diritti del malato su revisione ticket: tutele per le persone esposte a rischi ambientali. I ministri diano con urgenza risposte ai cittadini sul futuro dei ticket

    "Finora la discussione sui ticket sta procedendo a colpi di annunci e smentite. Quello che è certo è che, ad oggi, rinunciano a curarsi i cittadini che non possono più permettersi il costo delle prestazioni sanitarie, pur avendone bisogno" afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva. "Per questo, attendiamo con urgenza risposte dai Ministeri della Salute e dell'Economia e Finanze all'interrogazione parlamentare presentata dal Senatore D'Ambrosio Lettieri, che ha saputo cogliere l'importanza di questo tema per i cittadini e per la tutela della salute pubblica e del SSN.

     

  • Caos Pronto soccorso

    caosprontosoccorso 2015 2 17

    Tribunale per i diritti del malato su caos pronto soccorso: emergenza periodica e prevedibile. Si passi ai fatti e si garantiscano i servizi utili per i cittadini.

    "L'emergenza di questi giorni nei pronto soccorso d'Italia poteva essere evitata, perché ampiamente prevedibile visto che il picco dell'influenza è noto, così come le soluzioni per decongestionare i pronto soccorso e offrire alternative assistenziali alle persone sul territorio. E' evidente che le soluzioni sono rimaste solo sulla carta" queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva.

     

  • Indagine civica su spending review in sanità e impatto sui cittadini. Focus su dispositivi medici

    spending review sanità copia

    Per i cittadini, i tagli imposti finora dalle ripetute manovre e le misure previste dalla spending review negli anni hanno avuto ricadute sui servizi sanitari garantiti, in termini di qualità, accessibilità e sicurezza. Per questo motivo, Cittadinanzattiva ha voluto approfondire il tema attraverso una "Indagice civica su spending review in Sanità e impatto sui cittadini. Focus su dispositivi medici".
    "L'indagine dimostra come la "revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini" prevista dalla spending review e le molteplici Manovre finanziarie ad essa precedenti e successive, se da una parte hanno contribuito a rimettere in ordine i conti del Servizio Sanitario Pubblico, dal punto di vista dell'assistenza garantita ai cittadini non sembrano aver centrato l'obiettivo e cioè l' "invarianza di servizi ai cittadini".

  • Rafforziamo la tutela! Online altri 2 argomenti

    Per il progetto "Rafforziamo la tutela", sono online altri due argomenti di tutela sanitaria, ispirati dalle segnalazioni che i cittadini effettuano al nostro servizio PiT Salute: Medico di base e prescrizioni, e Dimissioni e assistenza a domicilio. E' possibile consultare i nuovi temi, e quelli delle precedenti uscite del progetto, sul consueto spazio del nostro sito internet. Leggi tutto

  • XIII RAPPORTO SULLE CRONICITA': E' ANCORA PUBBLICO ACCESSO?

    diagnosi 2015 02 19

    Presentato il XIII Rapporto sulle politiche della cronicità di Cittadinanzattiva.
    Costi sempre più alti a carico dei paziente, riduzione dei servizi. E in tanti denunciano inefficienze.

    Inefficienze e disservizi sanitari ormai sotto gli occhi di tutti e, nello stesso tempo, costi sempre più alti per i pazienti. I cittadini lamentano ritardi nella diagnosi, difficoltà ad accedere ad alcuni esami a causa del ticket, riduzione dei servizi soprattutto a livello ospedaliero e ambulatoriale. Pesano inoltre i problemi legati alla conciliazione della malattia con il lavoro, sia per il paziente che per la famiglia che l’assiste.
    È questo il quadro che emerge dal XIII Rapporto sulle politiche della cronicità, dal titolo “Servizio sanitario: PUBBLICO ACCESSO?” presentato oggi a Roma dal Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici (CnAMC) di Cittadinanzattiva.
    In una ipotetica scala, al primo posto per i pazienti con patologie croniche e rare, si collocano tre desideri:dirigenti sanitari nominati per merito e non per scelte esclusivamente politiche; poter accedere a esami e visite in tempi adeguati; non essere costretti a girare dieci uffici per avere una risposta e poter prenotare gli esami in maniera semplice e standardizzata.

  • SSN e crisi economica

    Nella puntata di Ballarò, Rai Tre, del 25 novembre, una intervista anche a Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, nel servizio in onda dal minuto 2:20:10 sugli effetti del ticket. Guarda il video

  • Gli effetti della spending review sul servizio sanitario nazionale

    tagli sanità 2015 02 15

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su spending review e tagli in sanità: compressi i diritti dei cittadini, razionati i servizi e messi a dura prova anche i professionisti della salute. Dieci proposte per una Legge di Stabilità che non intacchi il diritto alla salute e riqualifichi servizi e spesa pubblica.

    Per i cittadini, i tagli imposti finora dalle ripetute manovre e le misure previste dalla spending review hanno avuto ricadute sui servizi sanitari in termini di qualità, accessibilità e sicurezza.
    Il 45,3% delle segnalazioni giunte al Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva nel 2013, è relativo a tempi di attesa molto lunghi e rinvii di attività programmate a causa di mancanza di protesi, by pass, frese, fili per suture, farmaci (30,8%); macchinari rotti da lungo tempo (26,9%); personale insufficiente (23,1%) e sale operatorie inagibili/indisponibili (19,2%). Ancora, il 37,3% delle segnalazioni fa invece riferimento a problemi inerenti l’assistenza ospedaliera.

  • Convegno: come conciliare appropriatezza terapeutica, efficacia e sostenibilità

    Si tiene a Roma, in data 25 novembre, l’appuntamento dedicato ad approfondire le valenze della medicina di genere e della medicina personalizzata nel rispondere ai bisogni di cura individuali dei pazienti, guardando nel contempo alla sostenibilità del SSN. Organizzato da AboutPharma, l’evento è programmato presso la Sala Auditorium del Museo dell’Ara Pacis, a Roma in via di Ripetta 190 (a partire dalle dalle 09.00 la registrazione dei partecipanti). Presente anche Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, con Aceti. Leggi il programma

  • Standard assistenza ospedaliera

    ospedale generica 2015 02 19

    Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva su rilievi del Consiglio di Stato sul Regolamento per Standard Ospedalieri: ci si sta dimenticando del resto dell'assistenza

    "Cogliamo l'occasione del rilievo fatto dal Consiglio di Stato sullo schema di decreto sugli standard ospedalieri per sollecitare Ministero e Regioni a ridefinire ed approvare in modo tempestivo, coordinato e simultaneo i regolamenti per tutti quegli ambiti dell'assistenza socio-sanitaria che ad oggi sono fermi al palo", ad affermarlo Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

     

  • Presentati dati su medicina difensiva: è il 10% del totale della spesa sanitaria

    Uno studio elaborato dalla AGENAS (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali) per valutare il peso della medicina difensiva, anche per quanto riguarda l’aspetto economico. Riguarda in particolare quattro regioni (Lombardia, Marche, Sicilia, Umbria), e i medici intervistati hanno segnalato che all’origine di tale pratica è una legislazione poco favorevole, le eccessive pressioni da parte dei pazienti, e anche il rischio di essere citati in giudizio. Approfondisci il tema con gli articoli su www.regione.vda.it e www.ansa.it

  • L’impegno di Cittadinanzattiva nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari

    flag eng

    Cittadinanzattiva ha un’esperienza trentennale nella protezione dei diritti dei cittadini in campo sanitario, iniziata con il suo Tribunale per i diritti del malato nel 1980 e rafforzata attraverso il Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici nel 1996.
    Nonostante circa il 97% del budget sanitario venga attualmente speso per curare e solo il 3% sia investito in prevenzione (Commissione Europea 2013), siamo fortemente convinti che quest’ultima sia un imperativo a cui non si può e non si deve rinunciare.

  • Sprechi e buone pratiche: il progetto "I due volti della sanità" continua

    L'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità", con cui si chiede a tutti di segnalare buone pratiche e sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari, continua; il progetto intende invitare i cittadini alla analisi delle criticità, offrendo anche un contributo concreto al miglioramento delle politiche sanitarie in termini di sostenibilità. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. Leggi tutto

  • Dossier sul costo del lavoro dei medici: medici di base media più alta

    In occasione del recente congresso dello SMI (Sindacato Medici Italiani) è stato presentato un dossier che analizza il costo del lavoro dei medici, con approfondimenti che riguardano anche le differenze fra le regioni, età media e contesto di esercizio (Guardia Medica, Ospedale, ASL). Approfondisci la notizia e i dati, con la sintesi presente alla pagina apposita

  • Presentato da AGENAS il Piano Nazionale Esiti: ecco i risultati

    In data 20 ottobre è stato presentato il progetto di Audit effettuato da Ministero della Salute e AGENAS, a proposito di efficacia delle cure ospedaliere. Si sono analizzate le strategie di tutela sanitaria, soprattutto nell’ambito sperimentale ma anche per quanto concerne le prestazioni che non possono, invece, essere valutate sperimentalmente. Leggi il documento informativo e approfondisci, con i dati presenti

  • Classifica dei Sistemi Sanitari: per Bloomberg Italia al terzo posto

    La valutazione è stata effettuata dall’agenzia statunitense Bloomberg considerando i paesi con popolazione superiore ai 5 milioni e con aspettativa di vita di almeno 70 anni. Singapore e Hong Kong alle prime posizioni, Italia al terzo posto (comunque prima in Europa) con un’aspettativa di vita di 82 anni e una spesa pro capite pari al 9% del Pil. I dettagli si trovano nell’articolo e nella lista, accessibile all’apposito link

  • Cittadinanzattiva Molise : cinque spot per sensibilizzare i cittadini

    Cinque clip di circa un minuto l’una, sui temi, tra gli altri, delle liste d’attesa, della qualità della vita e della discriminazione nell’accesso ai servizi: sono stati realizzati da Cittadinanzattiva Molise Onlus, tramite la sua rete Tribunale per i diritti del malato. Alla pagina del sito regionale è possibile trovare i video.

  • La Sanità che vogliamo: il questionario online della Bocconi

    Sondare le aspettative dei cittadini/utenti, confrontarsi con i pareri dei tecnici, alimentare un dibattito sulle politiche del SSN: questi gli obiettivi del questionario che Bocconi-CERGAS (Centro Ricerche Gestione Assistenza Sanitaria e Sociale) ha realizzato e pubblicato online. La compilazione è libera e sarà possibile fino al 25 ottobre. I risultati saranno resi pubblici a metà novembre nel corso della presentazione del Rapporto OASI, evento a cui sarà presente anche Cittadinanzattiva nella persona del segretario Antonio Gaudioso. Approfondisci su www.unibocconi.qualtrics.com e www.cergas.unibocconi.it

  • Sostenibilità del SSN in Calabria

    Si è tenuto a Crotone lo scorso 3 ottobre il Convegno sulla sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale, promosso da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato con il sostegno della Fondazione Lilly. Un dibattito molto interessante che ha avuto anche una buona eco sulla stampa e si è concluso con un interessantissimo dibattito con protagonisti Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato e il Sub commissario per l'attuazione del Piano di rientro dal disavanzo in sanità Andrea Urbani. Qui i video del dibattito  conclusivo

  • Presentazione Rapporto PiT e Assemblea nazionale Tdm: foto e video

    Si è tenuta in Roma, successivamente alla prestazione del rapporto PiT, nelle giornate del 30 settembre e del 1 ottobre scorsi, l’Assemblea nazionale dei Tdm di Cittadinanzattiva: i rappresentanti provenienti da diverse regioni si sono confrontati in una serie di tavoli, approfondendo tematiche di politica sanitaria (Patto per la Salute, diritto di accesso alle cure, ticket, tempi di attesa, sicurezza ospedaliera) e suggestioni interne al movimento, quali la costruzione di strategie condivise di comunicazione all’esterno della nostra Associazione. Guarda alcune foto dell’Assemblea e il video servizio del Tg3 (a partire dal minuto 19:10) sulla presentazione del Rapporto PiT Salute 2014

  • Piano nazionale demenze: luci e ombre. Il 15 ottobre l’incontro a Roma

    AIMA (Associazione Italiana Malattia Alzheimer) e Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato (TDM) intendono promuovere un dibattito interistituzionale sulle politiche socio – sanitarie attualmente vigenti nel nostro Paese e sulle prospettive future riguardo interventi socio-assistenziali a favore delle persone con demenza, con particolare riguardo all’Alzheimer. L’evento si terrà in data 15 ottobre a Roma, presso la Sala della Mercede situata in via della Mercede 55, dalle ore 16:00 alle 20:00. Ènecessario prenotarsi per accedere all’evento

  • Per rilanciare il Servizio Sanitario Pubblico, più fatti e meno annunci

    prontosocc salute 2015 02 12

    La crescente insostenibilità dei costi per accedere alle cure di cui si ha bisogno e l'affanno del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) nel garantire il tempestivo accesso alle prestazioni, anche per malati cronici, rappresentano le due questioni che emergono con maggiore forza dal XVII Rapporto PiT Salute "(Sanità) in cerca di cura" del Tribunale per i diritti del malato (TDM)-Cittadinanzattiva, presentato a Roma il 30 settembre.
    In realtà sono tutte criticità che i cittadini e la nostra Associazione segnalano e denunciano ormai da tempo, e che puntualmente vengono lasciate senza risposte dalle Istituzioni, o nel caso in cui queste giungano quasi sempre vanno in tutt'altra direzione rispetto alle esigenze e ai bisogni reali dei cittadini e del SSN. E' il caso dei ticket in sanità.

  • Presentato il XVII Rapporto Pit Salute "(Sanità) in cerca di cura":

    sanità 2015 02 19

    Presentato il XVII Rapporto Pit Salute "(Sanità) in cerca di cura":
    cittadini sacrificano la propria salute per costi insostenibili. In aumento segnalazioni su peso ticket, difficoltà di accesso alle cure, costi crescenti

    Il detto popolare "sulla salute non si risparmia" può essere archiviato con buona pace di tutti, forse.
    Dalla 17° edizione del Rapporto PIT Salute "(Sanità) in cerca di cura",presentato oggi a Roma dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, emerge con grande evidenza che le difficoltà economiche, i costi crescenti dei servizi sanitari e le difficoltà di accesso spingono i cittadini a rinunciare alle cure e a sacrificare la propria salute.
    Su oltre 24mila segnalazioni giunte nel 2013 ai PIT salute nazionale e regionali e alle sedi locali del Tribunale per i diritti del malato, quasi un quarto (23,7%, +5,3% rispetto al 2012) riguarda le difficoltà di accesso alle prestazioni sanitarie determinate da liste di attesa (58,3%, -16% sul 2012), peso dei ticket(31,4%, +21%) e dall'intramoenia insostenibile (10,1%, - 5,3%). Dunque, quello che allontana sempre più i cittadini dalle cure e dalla sanità pubblica è il peso dei ticket: obbligati a "sopportare" la lista di attesa si rinuncia all'intramoenia troppo costosa, e il ticket proprio non va giù.

  • Rapporto PiT Salute: la presentazione dei dati il 30 settembre

    “(Sanità) in cerca di cura” è il titolo del XVII Rapporto PiT Salute di Cittadinanzattiva. Al centro dell’analisi le tematiche più importanti sollevate dai cittadini che contattano le sedi PiT e TDM. I dati saranno presentati a partire dalle 9, il prossimo 30 settembre, presso la Sala delle Colonne di via Poli 19, a Roma. Per partecipare all’evento è necessario registrarsi, fino all’esaurimento della disponibilità, presso l’indirizzo internet apposito. Accreditati

  • Forum Sanità campana, Cittadinanzattiva al tavolo di discussione

    Si è tenuto il 23 settembre, promosso dal quotidiano Il Mattino, il Forum sulla Sanità campana al quale sono intervenuti anche il Governatore Caldoro, e Aceti per Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato. Vari i temi, dalle emergenze alle cure extraregionali. Approfondisci e guarda i video dell’evento

  • Segnala sprechi e buone pratiche con il progetto "I due volti della Sanità"

    Prorogata al 30 ottobre la scadenza per segnalare buone pratiche e sprechi in sanità, grazie all'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità", con cui si chiede a tutti di segnalare buone pratiche e sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari. Il progetto intende invitare i cittadini alla analisi delle criticità, offrendo anche un contributo concreto al miglioramento delle politiche sanitarie in termini di sostenibilità. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. Leggi tutto

  • Presentazione XVII Rapporto PiT Salute: Sanità in cerca di cura

    Il 30 settembre saranno presentate le cifre del XVII Rapporto PiT Salute, dal titolo “(Sanità) in cerca di cura”, con i dati raccolti dalle sedi PiT e Tdm in un anno di segnalazioni effettuate dai cittadini sui temi più rilevanti del sistema sanitario. L’evento avrà luogo dalle ore 9 alle 13, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini (via Poli, 19) in Roma. È possibile prenotare la propria partecipazione all’indirizzo web apposito

  • Spending Review: tagli alla Sanità eccessivi per Regioni, Lea a rischio

    È negativa la valutazione delle indicazioni di Renzi, a proposito della Spending Review e della parte della stessa che interessa il sistema sanitario. Il Governo chiede un altro 3% di riduzione delle spese per ogni Ministero, e in ambito sanitario le Regioni parlano di rottura dei patti e di impossibilità a garantire l’erogazione anche dei Lea. Approfondisci l’argomento su www.huffingtonpost.it e www.repubblica.it

  • Patto per la sanità digitale

    sanità digitale 2015 02 19

    Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva su Patto per la sanità digitale: oltre 1 mese di ritardo sulla tabella di marcia e pericolo di discriminazioni e ulteriori costi per i cittadini.


    "Esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per le proposte sul finanziamento della digitalizzazione in sanità che sono contenute nel "Documento programmatico" poiché ancora una volta si pensa di mettere mano nelle tasche dei cittadini come finanziatori diretti, attraverso la previsione di "quote a carico dei cittadini per la fruizione di specifici servizi di e-health a valore aggiunto su adesione volontaria a servizi premium". "L'innovazione digitale è necessaria per dare slancio al nostro SSN, per ridurre disagi per i cittadini legati alla frammentazione attuale, per rendere efficienti e semplificare le procedure amministrative. Siamo già in ritardo di oltre 1 mese sulla tabella di marcia prevista dal Patto per la salute in merito alla definizione dell'accordo tra governo e regioni sul "Patto per la sanità digitale" e il pericolo tagli al fondo Sanitario Nazionale rende tutto più complicato. Per produrre un risparmio stimato di 7 miliardi è necessario investirne 3,5-4 di miliardi".

     

  • Indagine su effetti della Spending Review: per professionisti a rischio sicurezza, qualità ed accesso

    Sicurezza, qualità, tempi di accesso alle cure sono già stati compromessi dalla Spending Review precedente e dalle successive manovre finanziarie. Queste alcune anticipazioni dell'indagine che Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha realizzato nel periodo maggio/giugno 2014 e che ha raccolto il punto di vista di un campione di 1438 professionisti della salute appartenenti a 15 Organizzazioni di professionisti della sanità. Per oltre l'81% del campione intervistato i tagli previsti dalle norme che si sono succedute nel tempo impattano molto sul proprio operato quotidiano, soprattutto nei casi dell'infermiere (87,6%), del chirurgo (82,3%) e del medico di laboratorio (84,1%).
    Leggi il comunicato stampa

  • Privacy dati sanitari: il Garante emana allerta per l’accesso da mobile

    A seguito dell’avvio di un progetto di analisi europea (“Privacy Sweep 2014”), di cui il Garante italiano per la protezione dei dati personali fa parte, è stata realizzata una ricerca sulle applicazioni che permettono di accedere a dati personali in ambito medico. Il risultato è che quasi la metà delle applicazioni non informano correttamente e completamente prima dell’istallazione. Leggi la sintesi del rapporto sul sito internet del Garante e il comunicato stampa

  • Spending review in sanità Indagine su professionisti

    tagli sanità 2015 02 15

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su Spending Review in sanità. Non sia come in passato: finora compromessi sicurezza, qualità e tempi di accesso. Giù le mani dal Fondo Sanitario Nazionale.

    "Altri tagli al fondo non sarebbero sostenibili né per i cittadini, né per il SSN: si trasformerebbero in mera riduzione dei servizi, compressione dei diritti e delle tutele. Abbiamo già pagato e tanto in termini di qualità, sicurezza e accessibilità alle cure. Tra tagli alle risorse e ai servizi, peso di ticket e tasse, blocco del turn over, promosse disattese di rilancio del territorio, i cittadini fanno sempre più fatica a curarsi, soprattutto in alcune aree del Paese. Il nodo vero oggi non è quanto spendiamo, ma come spendiamo e come amministriamo i servizi. In questo senso, la spending review che ci aspettiamo dovrebbe, ad esempio, aggredire le esistenti duplicazioni di centri decisionali, funzioni e strutture: assorbono risorse impropriamente e penalizzano l'equità di accesso alle cure per i cittadini". Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

     

  • Nomina Bevere alla Agenas

    bevere agenas 2015 02 20

    Cittadinanzattiva su nomina Bevere come Direttore generale dell'Agenas: congratulazioni e auguri di buon lavoro.

    "Le nostre congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro al nuovo Direttore Generale dell'AGENAS Francesco Bevere, insediatosi oggi.

  • Premio Andrea Alesini - Buone pratiche in Sanità 2014

    Si rinnova anche quest'anno, e giunge alla 12° edizione, il Premio Andrea Alesini per l'umanizzazione delle cure; il focus di questa edizione riguarda l’integrazione socio-sanitaria e la presa in carico del paziente sul territorio. Alla apposita pagina del progetto sono disponibili le informazioni sull'iniziativa e le modalità di partecipazione.

  • Cittadinanzattiva: commenti e proposte all'indagine conoscitiva della Camera

    Il 17 luglio sono stati presentati, dalle Commissioni Bilancio e Affari sociali, i risultati dell'indagine conoscitiva sulla sostenibilità economica del sistema sanitario: “La sfida della tutela della salute tra nuove esigenze del sistema sanitario e obiettivi di finanza pubblica”. Tonino Aceti, nel suo intervento, ha presentato commenti e proposte. Leggi il testo, dal sito web istituzionale, e guarda il contributo video

  • Segnala sprechi e buone pratiche con il progetto "I due volti della Sanità" (proroga)

    E' stata prorogata a fine settembre la scadenza per segnalare buone pratiche e sprechi in sanità, attraverso l'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità". Si possono segnalare buone pratiche e sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. Scadenza per presentare le segnalazioni: fine settembre

  • A luglio riparte, per il terzo anno, la nostra rubrica: il PiT Salute risponde!

    salute valuta 2015 02 15

    Alle domande dei cittadini che giungono al servizio PiT Salute diamo risposte, cercando di affrontare nuovi temi ed argomenti di tutela in ambito sanitario Per approfondimenti vedi la pagina del progetto

  • Roma Capitale istituisce il registro dei testamenti biologici

    Di pochi giorni fa la notizia dell’approvazione della Delibera che istituisce il Registro Municipale dei Testamenti Biologici e delle disposizioni di fine vita per il territorio di Roma Capitale; la proposta era stata effettuata sulla base di una raccolta firme popolare, nel 2009. Leggi la notizia e consulta la pagina apposita del Comune di Roma.

  • Segnala sprechi e buone pratiche con il progetto "I due volti della Sanità"

    E' stata prorogata fino a fine giugno la scadenza per segnalare buone pratiche e sprechi in sanità, attraverso l'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità". Si possono segnalare buone pratiche e sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. Scadenza per presentare le segnalazioni: fine giugno

  • Osservatorio civico sul federalismo in sanità – Rapporto 2013

    “Ora che si vedono passi in avanti sui conti, grazie soprattutto agli enormi sacrifici e rinunce fatti dalle famiglie e dai cittadini, nella maggior parte delle Regioni deve esser data subito priorità alla questione garanzia dei LEA ed equità di accesso, accompagnata dall’alleggerimento del peso dei ticket e delle aliquote Irpef sui redditi familiari e da un intervento per contenere i tempi di attesa. Sono argomenti prioritari per i cittadini che attendono risposte concrete dal Patto per la salute attualmente in discussione”. Questo il commento di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato, in occasione della presentazione del Rapporto 2013 dell’Osservatorio Civico sul federalismo in sanità, realizzato dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, con il contributo non condizionato di Bristol Myers Squibb, Pfizer e Sanofi Pateur MSD. “I dati del Rapporto evidenziano come, nonostante l’obiettivo principale del nostro Servizio Sanitario Pubblico sia quello di garantire uniformemente su tutto il territorio nazionale il Diritto alla Salute dei cittadini, il Sistema e le Istituzioni appaiano prevalentemente concentrati sul rigore dei conti e non altrettanto alla garanzia e all’effettività dell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza sul territorio nazionale. Tagli lineari alle risorse e ai servizi, aumento del prelievo dalle tasche dei cittadini in termini di tassazione e ticket e politiche sanitarie deboli sembrano le soluzioni che con più facilità in questi anni sono state messe a punto da Governo e Regioni. E il tradizionale divario tra realtà del nord e del sud persiste in modo marcato, soprattutto nell’erogazione dei servizi”.

  • Verso una Giornata dei diritti del malato internazionale?

    giornataeur dir malato

    Oltre 120 partecipanti in rappresentanza di ben 32 Stati, in larga parte leader di associazioni civiche e di pazienti, ma anche molti professionisti della sanità. E ancora, Istituzioni, imprese private, società di consulenza specializzate in politiche europee, Università: provenienti non solo dai Paesi dell'Unione Europea ma anche, per esempio, da Kosovo e Ucraina. E grazie alla presenza di esperti provenienti da USA, Canada e India, vi erano rappresentanze di ben tre continenti.
    Che sia un segnale per una giornata dei diritti del malato internazionale e non più solo europea?

  • Presentazione dati Osservatorio Civico sul federalismo sanitario

    Si terrà il 19 giugno, presso l'Auditorium del Ministero della Salute, la presentazione del III Rapporto dell'Osservatorio Civico sul federalismo in Sanità di Cittadinanzattiva. Fra i temi analizzati: prevenzione, cronicità e percorsi assistenziali, procreazione medicalmente assistita, accessibilità e tempi di attesa, acquisto di beni e servizi, cure domiciliari, trasparenza. Leggi il programma e scarica l'invito

  • Segnala sprechi e buone pratiche con il progetto "I due volti della Sanità"

    E' stata prorogata fino a fine giugno la scadenza per segnalare buone pratiche e sprechi in sanità. L'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità", con cui si chiede ai cittadini di segnalare buone pratiche e sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari, intende invitare i cittadini alla analisi delle criticità, offrendo anche un contributo concreto al miglioramento delle politiche sanitarie in termini di sostenibilità. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. Approfondisci qui

  • Il Tdm al congresso nazionale ANAAO - ASSOMED 2014

    Si terrà dal 17 al 21 giugno il 23° congresso dell'Associazione Medici Dirigenti. In occasione della Tavola rotonda di mercoledì 18 sarà presente anche Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato, per relazionare su "Il diritto alla salute e la sostenibilità economica". Informazioni e dettagli

  • SIMEU scende in piazza: urgente fare squadra

    La SIMEU  (Società Italiana di Medicina d’Emergenza - urgenza) organizza dal 16 al 22 giugno promuove la settimana nazionale del Pronto Soccorso. In diverse piazze ed ospedali italiani i medici che operano nei Pronto Soccorso incontreranno i cittadini per far conoscere l’organizzazione del servizio, rispondere alle loro domande su questioni cliniche, sociali ed organizzative. Leggi di più e scarica le locandine con le iniziative regionali dalla pagina ufficiale dell'iniziativa.

  • Segnala sprechi e buone pratiche con il progetto "I due volti della Sanità"

    Prosegue l'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità", con cui si chiede ai cittadini di segnalare le buone pratiche e gli sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari; il progetto intende invitare i cittadini alla analisi delle criticità, offrendo anche un contributo concreto al miglioramento delle politiche sanitarie in termini di sostenibilità. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. E' possibile segnalare fino al 13 giugno. Approfondisci

  • Presentazione III Rapporto dell’Osservatorio Civico sul federalismo in sanità

    In occasione della presentazione del terzo Rapporto dell’Osservatorio Civico sul federalismo in sanità, in programma il 19 giugno, i rappresentanti di tutte le ragioni italiane e i soggetti chiave nel governo del nostro Sistema Sanitario Nazionale si riuniranno a Roma per parlare degli effetti della regionalizzazione sanitaria con un focus sul del tema dell’umanizzazione delle cure e trasparenza nei sistemi sanitari regionali. Leggi il comunicato

  • Presentazione del terzo Rapporto dell'Osservatorio Civico sul federalismo in sanità

    Osservatorio Civico sul federalismo in sanità
    Roma, 19 giugno 2014
    Auditorium del Ministero della Salute, Lungotevere Ripa 1

    Ore 9.30 - 13.30

    Saranno i rappresentanti di molte regioni italiane e i soggetti chiave nel governo del nostro Sistema Sanitario Nazionale a riunirsi, in occasione della presentazione del terzo Rapporto dell'Osservatorio Civico sul federalismo in sanità, per parlare degli effetti della regionalizzazione sanitari su i diritti dei cittadini, l'accesso ai servizi e la loro qualit. Nella sua terza annualità l'Osservatorio ha infatti prodotto un nuovo rapporto che si concentra sulle aree dell'assistenza come prevenzione vaccinale, procreazione medicalmente assistita e  percorsi diagnostico-terapeutici con un focus sul del tema dell'umanizzazione delle cure e trasparenza nei sistemi sanitari regionali. L'appuntamento è peril 19 giugno p.v. dalle ore 9.30 alle ore 13.30, a Roma presso l'Auditorium del Ministero della Salute, Lungotevere Ripa 1.

  • Approvato nuovo Codice deontologia Medici: il testo

    La FNOMCeO (Fed. Naz. Ordini Medici Chirurghi e Odontoiatri) ha approvato il nuovo regolamento etico, testo di riferimento per la pratica medica e in cui sono indicati diritti e doveri dei professionisti. Tra le novità rispetto alle precedenti edizioni, l’obbligo per il medico libero professionista di sottoscrivere assicurazione privata. Leggi la notizia con il commento del presidente Fimmg (Federazione Medici di famiglia), e consulta il testo del nuovo Codice qui

  • Sprechi e buone pratiche: il progetto per capire “I due volti della sanità”

    Cittadinanzattiva, con la collaborazione di Farmindustria, realizza per l’anno 2013 e 2014 il progetto “I due volti della Sanità”, raccogliendo le segnalazioni di cittadini e professionisti a proposito di sprechi e buone pratiche. Gli ambiti di segnalazione sono quelli che vanno dalla burocrazia eccessiva all’organizzazione dei servizi, o che riguardano il sotto-utilizzo di risorse umane e materiali. Vai alla pagina apposita per saperne di più sul progetto e segnala negli relativi form gli sprechi e buone pratiche.

  • Una sfilata contro il tumore, con l’associazione “Attivecomeprima”

    Offrire un supporto alle persone colpite da tumore e ai loro famigliari: questa è la missione dell’associazione Attivecomeprima, che organizza una “Sfilata di donne speciali”, evento di beneficenza l'8 giugno presso il Centro congressi Auditorium di via Corridoni 16 a Milano. All’apposito link è possibile visionare il programma dell’evento, mentre sullo spazio internet dell’associazione sono presenti informazioni sulle attività e i servizi messi a disposizione.

  • Cittadinanzattiva, analisi della Spending Review: compila il questionario

    Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato propone ai cittadini la compilazione di un questionario anonimo, per valutare quanto la Spending Review stia pesando sulla qualità e accessibilità dei servizi sanitari. Sarà possibile accedere al link apposito fino al 13 giugno, dopodiché i dati saranno elaborati da Cittadinanzattiva. Il questionario

  • '' I due volti della sanità'': tra spreco e buone pratiche

    Parte l'iniziativa ''I due volti della sanità'', per segnalare sprechi e buone pratiche. Fino a metà giugno, collegandosi al nostro sito e compilando gli appositi form, cittadini e professionisti potranno effettuare le segnalazioni dalla cui raccolta verrà redatto un Rapporto: ''I due volti della sanità'' (che sarà presentato ad ottobre). L'obiettivo è di fornire uno strumento utile per combattere le inefficienze del sistema sanitario ed investire sui servizi offerti. Approfondisci

  • 4 miliardi di tagli alla sanità

    Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva su ipotesi 4 miliardi di tagli in sanità: sarebbe un colpo durissimo per il diritto alla salute dei cittadini

    "Se il Governo approvasse, con la Manovra in discussione oggi al CDM, i quasi 4 miliardi di euro di tagli lineari al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) nel triennio 2014-2016, sarebbe davvero drammatico perché infliggerebbe un colpo durissimo al Diritto alla Salute dei cittadini e lo farebbe per di più proprio nel giorno in cui ricorre la Giornata Europea dei diritti del malato". Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • Giornata Europea dei diritti del malato: il 18 aprile l’appuntamento

    Si terrà anche quest’anno l’appuntamento organizzato da Cittadinanzattiva in moltissime piazze del Paese, la "Giornata Europea per i diritti del malato"; giunta alla ottava edizione, avrà come fulcro il tema del diritto alla cura in Europa. A questo link puoi trovare informazioni sulle attività previste e che vedranno protagonisti i volontari delle sedi locali e la cittadinanza.

  • Il Rapporto ISPE-Sanità: oltre 23 miliardi di sprechi e corruzione nel Ssn

    L’indagine condotta dall’Istituto per la promozione dell’Etica in Sanità (I.S.P.E.S.) riguarda i danni erariali che il Sistema sanitario pubblico subisce a causa di corruzione, sprechi, cattiva prescrizione di farmaci e prestazioni e mancato equilibrio con la sanità privata; diviso in due aree, il testo effettua una analisi della situazione attuale e permette di individuare le aree critiche e gli esempi virtuosi, sottolineando quanto potrebbe essere applicato anche in altri contesti territoriali. Leggi la notizia ed il rapporto

  • Stati Generali della Sanità, presente anche Cittadinanzattiva

    Nei giorni 8 e 9 aprile si è tenuto un confronto fra i vari soggetti del mondo della Sanità, con uno sguardo al futuro del Ssn e alla sua sostenibilità; sono state presenti le istituzioni del settore (Ministero alla Salute italiano e i colleghi di Malta, Lituania Lettonia e Grecia), i rappresentanti delle Regioni e delle agenzie ed enti come AIFA e INAIL, oltre che gli ordini professionali, le rappresentanze sindacali e le Associazioni di pazienti e cittadini. Fra queste, Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato. Leggi il comunicato stampa e consulta il programma dell’evento

  • Tra il dire e il fare: il welfare e la salute a convegno a Padova

    Si terrà a Padova, giorno 7 aprile, l’appuntamento di incontro delle varie realtà che compongono il CARD (Confederazione delle Associazioni Regionali di Distretto) per discutere di welfare e di Sanità all’interno del panorama delle prestazioni sociosanitarie dei distretti locali. Saranno anche presentate e analizzate le esperienze locali e le sperimentazioni. Informazioni sull’evento possono essere rintracciate a questo indirizzo, mentre il sito di riferimento del CARD si trova a questa pagina

  • Sostanze chimiche e salute: il Ministero pubblica Regolamento e sito web

    Il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con FederSanità ANCI, ha realizzato un progetto informativo volto a fornire informazioni a proposito di sostanze chimiche e miscele, sulla loro classificazione e imballaggio e sui rischi per la salute: un sito internet che contenga, oltre alle informazioni tecniche sui materiali e gli oggetti, anche le buone prassi e la relativa normativa. Consulta il sito www.salutedigitale.it

  • Spending review in sanità

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su spending review: in sanità sì ai risparmi, no ad ulteriori tagli. E quanto risparmiato sia reinvestito nel SSN

    "Sì a risparmi in sanità, un no assoluto, invece, ad ulteriori tagli. E i risparmi siano reinvestiti nel Servizio sanitario nazionale per alleggerire il peso dei ticket, aggiornare i Livelli essenziali di assistenza e rafforzare l'assistenza territoriale", è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alle dichiarazioni del commissario Cottarelli sui tagli alla spesa pubblica nella sua audizione al Senato.

  • Malattie cardiovascolari e cerebrovascolari. Presentata “Mi sta a cuore”, I Indagine di Cittadinanzattiva

    Malattie cardiovascolari e cerebrovascolari. Presentata “Mi sta a cuore”, I Indagine di Cittadinanzattiva

    Sette milioni e mezzo le persone cardiopatiche nel nostro Paese, ovvero oltre il 12% della popolazione. Di questi, oltre tre milioni sono scompensati. Oltre il 40% delle morti per malattia sono causate da patologie cardiache e il 10% è dovuto a morte cardiaca improvvisa.
    Per ciò che concerne le patologie cerebrovascolari, l’ictus cerebrale rappresenta la prima causa di invalidità nel mondo, la seconda causa di demenza e la terza causa di mortalità nei paesi occidentali. In Italia ogni anno si registrano poco meno di 200 mila casi di ictus, dei quali circa un terzo porta al decesso nell’arco di un anno e circa un terzo ad invalidità seria. Dunque quasi un milione nel nostro Paese convive con gli effetti invalidanti di un ictus.
    Le segnalazioni dei cittadini al servizio di consulenza informazione e tutela PIT salute del Tribunale per i diritti del malato, mostrano che le principali problematiche nelle cure e servizi per le patologie cardio e cerebro vascolari, riguardano: le lunghe liste di attesa per esami diagnostici (l’area cardiologica raccoglie il 9,8% delle segnalazioni di lunghi tempi di attesa, dopo la radiologia – 24%, l’oncologia – 17,5%,  - la ginecologia – 13,6%), le liste di attesa per visite specialistiche cardiologiche (25% del totale, preceduta solo dall’area oculistica al 25,6%); le difficoltà inerenti l’assistenza territoriale; le difficoltà in ambito ospedaliero, visto che l’8% dei cittadini con patologie neurologiche e il 7,6% di chi ha problemi cardiologici segnalano dismissioni premature e difficoltà nella presa in carico; difficoltà di accesso ai farmaci (costi, ostacoli burocratici ed amministrativi per accesso a farmaci di fascia H o PHT-A ed ai piani terapeutici).
    Rispetto a quest’ultimo aspetto, ad esempio, i cardiologi ospedalieri segnalano che per i nuovi anticoagulanti orali (NAO), disponibili dall’estate 2013, esistono difficoltà relative ai tempi di compilazione del piano terapeutico informatizzato (circa 25 minuti).

  • Mi sta a cuore: l’indagine di Cittadinanzattiva

    Sarà presentata il 12 marzo a Roma l’Indagine civica di Cittadinanzattiva sull’accesso ai servizi e percorsi di cura in ambito cardiovascolare e cerebrovascolare. Oltre al punto di vista delle Associazioni di pazienti e di alcune Società scientifiche, l’indagine raccoglie le esperienze locali di 16 ASL ed Aziende Ospedaliere e il contributo degli Assessorati alla Salute delle Regioni Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Veneto. Iscriviti qui per partecipare all’evento. Leggi il programma dei lavori

  • Chiusura piccoli ospedali: il nostro punto di vista


    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su riorganizzazione rete ospedaliera: non si può chiudere solo in base al numero dei posti letto. Ecco le nostre raccomandazioni civiche

    "Se si procede ad una riorganizzazione della rete ospedaliera utilizzando il solo criterio del numero dei posti letto, si rischia di fare delle scelte paradossali che non garantiscono ai cittadini un'assistenza sanitaria pubblica accessibile, efficiente, efficace, di qualità e sicura. Non vogliamo difendere strenuamente il posto letto, ma sappiamo che non si può procedere con criteri prevalentemente ragionieristici", afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.
    Per questo il Tribunale per i diritti del malato ha realizzato, attraverso le sue sedi locali, una ricognizione sul territorio per evidenziare alcune criticità che verrebbero fuori dall'ipotesi di chiusura di 175 piccoli ospedali con meno di 120 posti letto e in vista dell'adozione del nuovo "Regolamento sugli standard ospedalieri" oggetto di confronto tra Ministero e Regioni all'interno del Patto per la Salute. Il Dossier è stato oggi inviato al Ministro della Salute, alla Conferenza delle Regioni e alle Commissioni parlamentari competenti per materia.

     

  • Orario di lavoro dei medici

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su deferimento del nostro Paese per orario di lavoro dei medici: intervenire per tutelare i diritti dei cittadini

    "Se si continua su questa strada a rischio ci sono soprattutto i diritti dei cittadini all'accesso e alla sicurezza delle cure, oltre che quelli legittimi dei lavoratori", afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alla decisione della Commissione Europea di deferire il nostro Paese alla Corte di Giustizia europea per non aver applicato correttamente la direttiva sull'orario di lavoro dei medici del Servizio Sanitario Nazionale, consentendo di fatto che il personale sanitario lavori fino a 70 ore settimanali.

  • Politiche della Salute: continua il Laboratorio civico di Cittadinanzattiva

    Cittadinanzattiva promuove il "Laboratorio civico sulle politiche della salute", un'attività di empowerment rivolta a leader di organizzazioni di cittadini impegnati nel campo della tutela dei diritti in ambito sanitario, a partire dai leader del Tribunale per i Diritti del malato e del Coordinamento nazionale della associazioni dei malati cronici (CNAMC). La prossima sessione sarà incentrata sul “Rapporto tra innovazione, tutela dei diritti ed effettività dei meccanismi di governance” e si terrà fra marzo e giugno 2014. Maggiori informazioni sul nostro sito

  • Le nostre richieste al futuro Governo sulla sanità

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato al futuro Governo: il Servizio Sanitario Pubblico sia priorità nell'agenda politica del Paese. Al Ministero della salute un ruolo forte come garante dei principi del SSN

    "Il Servizio Sanitario Pubblico è un bene comune da difendere e rilanciare: per questo chiediamo al futuro Governo di considerarlo una priorità nell'agenda politica.
    Ci aspettiamo innanzitutto che venga preservato come Ministero quello alla Salute, chiudendo a qualsiasi ipotesi di accorpamento e che si restituisca un ruolo forte allo stesso quale garante dei principi fondanti del SSN e cioè universalità, equità e solidarietà. Chiediamo inoltre che si prosegua sulla strada tracciata dal Ministro Lorenzin di garantire adeguati livelli di finanziamento del SSN, impegnarsi nell'aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) e che si promuova maggiormente il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini e delle Associazioni che li rappresentano alle scelte in sanità, a partire dal Patto per la Salute attualmente in discussione", queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • Presentato il Rapporto Audit Civico Lombardia

    L'11 febbraio, presso la Regione Lombardia, è stato presentato il Rapporto Audit Civico Lombardia. Un progetto sperimentale svolto nell'arco del 2013, che ha coinvolto 5 ASL (Bergamo, Como, Milano 1, Pavia e Sondrio). La valutazione civica ha riguardato 3 ambiti: Dipendenze e Sert, Assistenza Protesica e Integrativa, Assistenza Domiciliare Integrata. Leggi il Comunicato stampa. Scarica il Report

  • Crisi economica e costi sanitari, Aceti: “Ridurre i ticket"

    La crisi grava sui cittadini, e quelli più sensibili ai suoi effetti versano già in condizioni di maggiori difficoltà: sono proprio questi che dovrebbero essere alleggeriti dal pagamento di ticket non propri, e favoriti invece nella fruizione di prestazioni in regime pubblico. A dichiararlo è Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i diritti del malato, durante una recente intervista. Approfondisci leggendo l’articolo

  • Sanità pubblica: i tagli senza fine

    In Italia la spesa annua per abitante è di 1.867 euro, molto meno rispetto a Regno Unito, Francia e Germania. E le famiglie arrivano a spendere di tasca propria fino a 1.222 euro. Mezzo milione i "migranti della salute". Leggi tutto

  • Puglia come le Marche, ok per cannabinoidi ad uso terapeutico

    Il primo passo era stato fatto nel 2010, con una delibera per la sperimentazione; pochi giorni fa, il Consiglio regionale ha stabilito le nuove regole per l'accesso terapeutico ai cannabinoidi. Le nuove indicazioni sono sette e prevedono uno snellimento delle procedure e la possibilità di effettuare le terapie al domicilio, con il coinvolgimento del medico di base e della rete territoriale sanitaria. Approfondisci l'argomento

  • Laboratorio civico sulle politiche della salute: aperte le iscrizioni

    Si terrà a Roma, a partire dal 6 marzo, il "Laboratorio civico sulle politiche della salute", un'attività di empowerment organizzata da Cittadinanzattiva e rivolta a 30 leader di organizzazioni di cittadini impegnati nella tutela dei diritti in ambito sanitario. La formazione verterà su: il rapporto tra innovazione e sulla tutela dei diritti e l'effettività dei meccanismi di governance. Entro il 7 febbraio è possibile presentare la propria candidatura. Leggi i dettagli

  • L’Endocrinologia a portata di web: nasce Endowiki

    Riportare lo stato dell’arte dell’Endocrinologia e fornire uno strumento in continuo aggiornamento, in un portale web per addetti ai lavori ma non solo: questo lo scopo di Endowiki, un progetto di A.M.E. (Associazione Medici Endocrinologi) che mette a disposizione dei pazienti e dei medici diverse sezioni con argomenti chiari e informazioni pratiche. Consulta le sezioni pubbliche di Endowiki

  • Al via il Laboratorio civico sulle politiche della salute

    Dal 6 marzo partirà a Roma, promosso da Cittadinanzattiva, il "Laboratorio civico sulle politiche della salute", un'attività di empowerment rivolta a 30 leader di organizzazioni di cittadini impegnati nella tutela dei diritti in ambito sanitario. Al centro della formazione: il rapporto tra innovazione, tutela dei diritti e effettività dei meccanismi di governance. È possibile presentare la propria candidatura entro il 7 febbraio. Leggi i dettagli

  • Rapporto OASI 2013: sanità a rischio, Regioni inadempienti

    Lo studio evidenzia l'attenzione ai bilanci e una complessiva diminuzione della qualità e quantità dei servizi: "Contraendo gli investimenti in tecnologie e rinnovo infrastrutturale i conti della sanità pubblica nel breve periodo saranno sistemati a discapito però della performance sanitaria futura per i cittadini/pazienti. Soprattutto in alcune regioni del Sud". Leggi la nota di pubblicazione e la notizia

  • La mappa degli Hospice italiani

    La Federazione Cure Palliative (FEDCP) ha realizzato, all'interno del relativo sito internet, delle sezioni sul tema dell'assistenza ai pazienti e ai famigliari, con una mappa aggiornata  e informazioni sulle strutture Hospice presenti nelle varie regioni. Inoltre è presente una pagina di Faq, domande e risposte, su procedure, farmaci e figure. Consulta l'elenco e le FAQ

  • Sostenibilità SSN: "Serve coerenza fra il livello nazionale e quelli regionali"

    Lo scorso 14 gennaio si è svolto l’evento “Assistenza farmaceutica: equita', accesso, partecipazione” organizzato da Cittadinanzattiva a proposito di sostenibilità del SSN e accesso ai farmaci. Presente anche Farmindustria, che ha ribadito l’importanza dell’accordo fra Ministero e Regioni, a proposito di accesso alle cure e ai servizi, suggerendo di porre attenzione alla prevenzione delle patologie croniche in modo da liberare risorse economiche da destinare ai farmaci innovativi. Leggi il comunicato e la notizia sul web

  • Schema decreto cure transfrontaliere

    Cittadinanzattiva su schema di decreto su cure transfrontaliere: peggiorativo rispetto all'attuale sistema. E l'associazione indica le proposte di modifica.

    "Lo schema di Decreto approvato dal Governo per l'applicazione della Direttiva europea sulle cure transfrontaliere rischia di peggiorare il sistema di accesso alle cure in Europa per i cittadini del nostro Paese e di creare ulteriori differenze tra i pazienti nelle diverse regioni italiane", è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva che ha inviato una Nota al Ministro Lorenzin, agli Assessori regionali alla Sanità, alle Commissioni competenti di Camera e Senato e al Presidente della Conferenza Stato-Regioni,.

  • Tavolo per la protezione e la qualità del Servizio Socio Sanitario Nazionale

    Cittadini e professionisti insieme per la "protezione e la qualità del Servizio Socio Sanitario Nazionale".
    Nasce il Tavolo promosso dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva e organizzazioni dei professionisti socio-sanitari

    Si è costituito a fine dicembre il "Tavolo per la protezione e la qualità del Servizio Socio Sanitario Nazionale", promosso da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato (TDM) e che vede tra gli aderenti ANAAO ASSOMED, CARD, CIMO, Federfarma, Nursing up, Nursind, SIMG, Sumai, UILDM.

  • Audizione Lorenzin su Patto per la salute

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su audizione Ministro Lorenzin: Il Patto per la salute sia occasione di confronto per il rilancio del SSN. Sulla riorganizzazione della rete ospedaliera faremo sentire la nostra voce

    "Sul Patto per la salute non si perda l'occasione di un confronto con le organizzazioni civiche e di pazienti, perché esso non sia una mera intesa finanziaria, ma una opportunità per riqualificare il Servizio sanitario nazionale e per sciogliere alcuni nodi del federalismo che ha prodotto 21 sistemi regionali differenti a scapito dell'equità di accesso alle cure" è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alla audizione oggi del Ministro Lorenzin in commissione Affari sociali della Camera.

  • Assistenza farmaceutica: equità, accesso, partecipazione

    Questo il titolo dell’iniziativa di Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del Malato in programma per il prossimo 14 gennaio a Roma, presso la Sala della Mercede di Palazzo Marini, Camera dei Deputati, dalle ore 10.00 alle ore 12.30.  
    L’evento,  realizzato  grazie al sostegno non condizionato di Farmindustria, vuole essere un momento di confronto tra associazioni di pazienti e istituzioni sui profili delle attuali politiche pubbliche in tema di assistenza farmaceutica e l’importanza del coinvolgimento delle associazioni dei pazienti nelle decisioni che attengono la governance del nostro SSN, con l’obiettivo di individuare possibili azioni di miglioramento volte a meglio garantire i diritti dei cittadini e una migliore sostenibilità del nostro SSN. Per partecipare all'evento clicca qui

  • Laboratorio civico sulle politiche della salute 2014

    Data di inizio del Laboratorio: 6 Marzo 2014
    Scarica il programma

    Cittadinanzattiva, per il periodo ottobre 2013 – giugno 2015, promuove "Laboratorio civico sulle politiche della salute", un'attività di empowerment rivolta a leader di organizzazioni di cittadini impegnati nel campo della tutela dei diritti in ambito sanitario, a partire dai leader del Tribunale per i Diritti del malato e del Coordinamento nazionale della associazioni dei malati cronici (CNAMC).

    Cittadinanzattiva è, infatti, convinta che solo rafforzando le competenze dei leader delle organizzazioni civiche e, a cascata, l'efficacia e l'efficienza delle azioni delle organizzazioni di riferimento, si possa rispondere alla sfida che il contesto generale presenta alla cittadinanza attiva, cioè quella di far funzionare nuovi modelli di governance che la mancanza di risorse finanziarie e la crisi economica (v. sostenibilità) e la disponibilità e la richiesta di trattamenti innovativi e di cure personalizzate (v. innovazione e umanizzazione) rendono ormai necessari.

  • Osservatorio civico sul federalismo in sanità

    L’osservatorio civico sul federalismo in sanità è stato istituito dal Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva nel 2010 per “tenere sotto osservazione” e restituire in maniera sistematica un ritratto del contesto sanitario nella sua complessità dell’articolazione regionale.

    La caratteristica principale dell’Osservatorio è quella di guardare in modo “originale” all’organizzazione dell’assistenza sanitaria, in particolare nell’erogazione dei LEA e nella capacità organizzativa delle Regioni, vale a dire con gli occhi dei cittadini. Esso da una parte si caratterizza per la produzione di informazione e conoscenza, dall’altra diffonde l’informazione civica -prodotta dallo stesso osservatorio- e fornisce strumenti di partecipazione e analisi (empowerment delle organizzazioni civiche).

  • Il 5 dicembre, a Milano, "Gli stati generali del volontariato in sanità"

    Il prossimo 5 dicembre, a Milano, "Gli stati generali del volontariato in sanità", promosso dal mensile Vita, e a cui parteciperà anche Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. Per approfondireleggi qui

  • Progetto "I due volti della Sanità. Tra sprechi e buone pratiche"

    Lo scorso 11 novembre si è riunito per la prima volta il Tavolo di lavoro che supporta e contribuisce al conseguimento degli obiettivi del progetto: I due volti della Sanità. Tra sprechi e buone pratiche, la road map per la sostenibilità del SSN vista dai cittadini". Nell'incontro si è avviata una riflessione sul concetto di "spreco in sanità" e sono state rafforzate le alleanze sul tema delle buone pratiche. Hanno aderito società scientifiche, associazioni di categoria, associazioni di cittadini e pazienti, rappresentanti di aziende sanitarie e delle imprese. Per maggiori informazioni consulta la pagina riferimento

     

  • Il SSN fra tutela e spesa

    “Dalla razionalizzazione della spesa, si è passati velocemente al razionamento” secondo Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato – Cittadinanzattiva: su quotidianosanità pubblicato un suo contributo che analizza l’attuale situazione di crisi del SSN e propone un “compromesso storico” contemporaneo alla creazione di una assemblea ri-costituente che progetti una profonda revisione del SSN. Leggi l’articolo

  • 5 dicembre: stati generali del volontariato in sanità

    Come ogni anno, nel mese di dicembre, VITA celebra la Giornata Mondiale del Volontariato quale importante momento per narrare e fare emergere un settore imprescindibile della società e dell’economia italiana ed internazionale. Quest’anno VITA ha scelto di sviluppare in particolare l’aspetto del Volontariato in Sanità. Un appuntamento per narrarlo e metterlo in evidenza come risorsa che affianchi i servizi sanitari e assistenziali tradizionali. Cittadinanzattiva sarà tra i protagonisti. Leggi tutto

  • Il Fisico Medico risponde ai cittadini: informazioni e tutela

    Sul sito internet che rappresenta l’Associazione Italiana di Fisica Medica è da pochi giorni a disposizione un servizio di domande e risposte, assieme alle FAQ e agli approfondimenti tecnici; tutti strumenti pensati per chiarire la rilevanza del ruolo dei tecnici del settore, del loro lavoro e degli strumenti e tecnologie utilizzati per radioterapia, radiologia e medicina nucleare. Leggi la notizia e accedi all’apposita sezione del sito

  • Progetti regionali sull'HIV: l'analisi di LILA e Cittadinanzattiva

    HIV: LILA e Cittadinanzattiva denunciano irregolarità nell'utilizzo regionale dei fondi per la diagnosi di infezione da HIV stanziati per gli "Obiettivi di Piano Sanitario Nazionale 2012"

    "Una quota di risorse del nostro Fondo sanitario nazionale, ammontante a 15 milioni di euro e destinato a 16 progetti regionali di diagnosi della HIV, non è spesa nel modo migliore da parte delle Regioni e questo oggi non possiamo proprio permettercelo". L'allarme viene dalla Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids e da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, che hanno esaminato gli atti deliberativi regionali per la Linea progettuale 3, denominata Diagnosi di infezione da HIV di 10 regioni. I progetti sono stati finanziati con l'Accordo Stato Regioni del 22 novembre 2012 che vincolava quote del Fondo sanitario nazionale a molteplici obiettivi di Piano Sanitario Nazionale.

  • Blocco turn over in sanità

    Cittadinanzattiva su blocco turn over in sanità: a pagare saranno i cittadini. Potenziare le realtà in affanno per evitare il rischio di interruzione di pubblico servizio

    "Le misure relative all'inasprimento del blocco del turn over del personale del SSN, previste nella Legge di Stabilità, incideranno pesantemente sui cittadini e sulla loro possibilità di accedere alle cure, nonché sulla qualità e sicurezza delle stesse", è quanto dichiara Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • Tra sprechi e buone pratiche, "I due volti della sanità"

    E' il nome del progetto, appena avviato dal Tribunale per i diritti del malato e che si concluderà nella primavera del 2014, per raccogliere esempi concreti di: sprechi che si annidano nei servizi sanitari, fotografarli e catalogarli dal punto di vista dei cittadini; buone pratiche di “umanizzazione è sostenibilità”, a testimoniare che avere servizi migliori non significa necessariamente spendere di più ma meglio. Leggi di più

  • I due volti della sanità

    Tra sprechi e buone pratiche. La road map per la sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale vista dai cittadini.

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del Malato, riveste tradizionalmente un ruolo di sentinella civica rispetto ai disservizi, allo spreco di risorse, alla burocrazia inutile, che si ripercuotono sui cittadini mettendo a rischio la garanzia del diritto ad un accesso tempestivo e qualitativamente adeguato a servizi e prestazioni sanitarie.
    Le attività che ci vedono quotidianamente impegnati in questi ambiti hanno l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica rispetto alle criticità avvertite dai cittadini nel rapporto con i servizi sanitari, e rappresentare uno strumento concreto per modificare e impattare sulle politiche di salvaguardia e tutela dei beni comuni, come la sanità.

  • Congresso nazionale ANMDO

    I prossimi 25/27 settembre, l’Associazione Nazionale Medici delle Direzioni Ospedaliere si riunisce per il 39° congresso annuale, con il tema “Politica, economia e Technè: per quale Sanità?” Sarà presente anche Cittadinanzattiva, con Tonino Aceti che interverrà sull’argomento “Il ruolo dei cittadini per la sicurezza delle cure”. Maggiori informazioni sul sito dell’associazione

  • Avvio lavori nuovo Patto per la Salute

    Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato (TDM) su avvio lavori Patto per la Salute: senza allargare la discussione ai cittadini, si rischiano nuove misure finalizzate solo a far quadrare i conti

    "Si sta cominciando a discutere del nuovo Patto della Salute senza i cittadini e le organizzazioni che li rappresentano, correndo il serio rischio che esso si riveli un ennesimo esercizio di stile del Ministero e delle Regioni su come far quadrare i conti del SSN, senza affrontare i problemi che i cittadini incontrano ogni giorno nei servizi sanitari. Per questo chiediamo al Ministro Lorenzin e alle Regioni di essere coinvolti da subito all'interno dei tavoli tematici di lavoro per la stesura del nuovo Patto", ad affermalo Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito al nuovo Patto per la salute di cui Ministero e Regioni stanno discutendo in queste ore.

  • Pesto e pericolo botulino: il Ministero esclude rischio sul lotto in questione

    Il caso del lotto di confezioni di pesto potenzialmente contaminate da botulismo ha messo in allarme molti cittadini, ma l’indagine del Ministero ha scongiurato la presenza sia delle tossine botuliniche che dei microrganismi che le producono. In una nota sul sito istituzionale i dettagli, mentre un approfondimento sul tema è stato approntato sul portale dell’Istituto Superiore di Sanità.

  • Gioco d’azzardo, a Reggio Emilia la cura in struttura residenziale

    E’ frutto di una collaborazione fra l’Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, la sanità pubblica locale e la Regione Emilia Romagna, e mira a creare un punto di riferimento per le situazioni di dipendenza anche grave dal gioco d’azzardo; si tratta della struttura “Pluto”, sita in Reggio Emilia, che accoglierà gratuitamente e per tutto l’anno i pazienti provenienti dalle ASL per periodi variabili (da due settimane a tre mesi), nell’intento di attuare percorsi terapeutici personalizzati. Leggi la notizia

  • Revisione ISEE ed indennità civili

    Cittadinanzattiva- Tribunale per i diritti del malato su revisione ISEE: sia davvero livello essenziale. Chiediamo un passo indietro su indennità di invalidità civile/accompagnamento come fonti di reddito

    "In merito alla schema di decreto di revisione dell'ISEE, sottoposto fino al 31 luglio al parere delle Commissioni Affari Sociali e Bilancio della Camera dei Deputati, chiediamo che l'indicatore in questione sia davvero un "Livello Essenziale", quindi uno strumento unico e da applicarsi in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale, al fine di garantire equità di accesso al sistema da parte dei cittadini.
    Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • Quanto sono pagati i direttori generali delle Asl?

    Vuoi conoscere gli stipendi dei direttori sanitari? Non cercarli sui siti internet, perchè il 44% delle Asl e degli ospedali non li pubblica e la mancanza di trasparenza, come fa notare Cittadinanzattiva, è più marcata nelle regioni in cui i livelli essenziali di assistenza sono meno garantiti. Il compenso medio è di 134 mila euro annui, ma tra Asl e Asl ci sono differenze anche di 100 mila euro. Ecco i dati e la posizione di Cittadinanzattiva sul Sole 24ore Sanità. Approfondisci

     

  • Sciopero medici 22 luglio: consigli ai cittadini

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su sciopero medici 22 luglio: consigli ai cittadini per veder rispettato il proprio diritto alle cure, anche in caso di sciopero

    Circa 500mila visite specialistiche e 30mila interventi programmati potrebbero saltare a causa dello sciopero dei dirigenti sanitari del 22 luglio. Per questo il Tribunale per i diritti del malato- Cittadinanzattiva, oltre ad aver inviato una lettera-appello ai sindacati medici e alle aziende sanitarie e ospedaliere per limitare i disagi e riprogrammare contestualmente visite ed esami non erogati a causa dello sciopero, consiglia ai cittadini di:

  • Sciopero medici 22 luglio

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su sciopero medici: riprogrammare visite e prestazioni previste in tempi congrui per evitare disagi ai cittadini.
    Lettera appello a sindacati medici e aziende sanitarie

    "Abbiamo a cuore la salvaguardia e la cura del nostro Servizio Sanitario Nazionale e comprendiamo che queste motivazioni siano alla base dello sciopero dei medici del prossimo 22 luglio; ma siamo preoccupati per le conseguenze che ancora una volta pagheranno i cittadini Per questo lanciamo un appello a tutti i professionisti della sanità e ai Direttori generali, perché i disagi siano contenuti e perché le visite diagnostiche, specialistiche e di day surgery previste per quella data siano riprogrammate contestualmente nei successivi 7 giorni e gli interventi programmati nei successivi 15 giorni. Inoltre, le risorse economiche inutilizzate per il pagamento delle ore non lavorate dai professionisti siano impegnate per garantire cure tempestive ai cittadini".

  • Presentazione XVI Rapporto PiT Salute 2013

    flag eng

    Liste di attesa, ticket e accesso alle prestazioni sempre più difficile. La sanità vista dai cittadini nel XVI Rapporto PiT Salute 2013 “Meno sanità per tutti. La riforma strisciante” del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva

    Liste di attesa, ticket e accesso alle prestazioni sempre più difficile. E’ questa l’immagine del nostro Servizio Sanitario Nazionale così come emerge dal XVI Rapporto PiT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, presentato oggi a Roma al Ministero della Salute. “Meno sanità per tutti, la riforma strisciante” è il titolo del Rapporto, che dopo anni in cui gli errori medici rappresentavano il problema più sentito dalle persone, quest’anno vede appunto come prima voce quella dell’Accesso alle prestazioni sanitarie (18,4% del totale delle 27.491 segnalazioni del 2012).
    Circa il 12%delle segnalazioni giunte al PiT Salute, nel corso del 2012, riguarda i costi a carico dei cittadini per accedere ad alcune prestazioni sanitarie.  La situazione economica ha assunto nel nostro paese una gravità particolare a causa della mancata individuazione di misure di rilancio e di spinte all’innovazione e alla crescita. Se ieri il cittadino si rassegnava alla necessità di pagare per sopperire a un servizio carente, sospeso o intempestivo, oggi vi rinuncia. Abbiamo voluto mettere insieme le segnalazioni che avevano ad oggetto il maggior peso dei costi per accedere alle prestazioni sanitarie e ai servizi e per acquistare farmaci ed ausili e le abbiamo sintetizzate nella tabella seguente.

  • PiT Health Report 2013, Less health care for all. The creeping reform

    Waiting lists, ticket and access to services more and more difficult. Health seen by citizens in the XVI PiT Health Report 2013, "Less health care for all. The creeping reform" of the Tribunal for Patients' Rights-Cittadinanzattiva

    Waiting lists, ticket and access to services more and more difficult. This is the image of our National Health Service as it emerges from the XVI PiT Health Report of the Tribunal for Patients' Rights-Cittadinanzattiva, presented today in Rome at the Ministry of Health. "Less health care for all, the reform creeping" is the title of the report, that after years in which  medical mistakes represented the more felt problem by the people, this year sees precisely as the first item that access to health services (18, 4% of the total of 27,491 reports of 2012).

Condividi