Politiche sanitarie

  •  
    Domani  2 febbraio nel corso della programmata Conferenza delle Regioni e Provincie Autonome le Regioni dovranno decidere come garantire il loro contributo alla finanza pubblica per il 2017, previsto dalla Legge di Stabilità 2016 e dall'Intesa Stato-Regioni di febbraio 2016, ma sembrerebbero ancora mancare all'appello circa 420 milioni di euro. Il rischio concreto è che si decida di prenderli ancora una volta dalle risorse per il SSN, tagliando nuovamente il Fondo Sanitario Nazionale.
  • abolizione superticket

    «L'abolizione del superticket tutti la vogliono ma nessuno si assume la responsabilità di proporla con forza nella legge di Bilancio». A dirlo è Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tdm-Cittadinanzattiva, che commenta così i segnali «non positivi» che arrivano dai lavori in Commissione Bilancio della Camera sugli emendamenti al Ddl. Dove l'abrogazione tout court è stata bocciata e sono state per il momento accantonate altre proposte di modifica.

  • Si è svolto giorno 17 il seminario “Rilanciare la legge 328 del 2000. Incoraggiare lo sviluppo della sussidiarietà orizzontale nelle comunità locali”, promosso da Cittadinanzattiva in linea con quanto indicato dall’art. 118 del Costituzione. Leggi la notizia e il comunicato di Cittadinanzattiva

  • dolore cronico copy

    In data 07/06/2016 si è concluso il ciclo di audizioni, tenutesi presso il Ministero della Salute, a proposito dello stato di attuazione della legge 38/2010 sul dolore.
    Gli incontri hanno avuto il fine di raccogliere pareri ed eventuali suggerimenti e proposte di miglioramento della legge, nella prospettiva di superare gli aspetti problematici. Affrontato anche l'aspetto della concreta attuazione delle reti locali di cure palliative e di terapie del dolore.

  • Il 17 luglio sono stati presentati, dalle Commissioni Bilancio e Affari sociali, i risultati dell'indagine conoscitiva sulla sostenibilità economica del sistema sanitario: “La sfida della tutela della salute tra nuove esigenze del sistema sanitario e obiettivi di finanza pubblica”. Tonino Aceti, nel suo intervento, ha presentato commenti e proposte. Leggi il testo, dal sito web istituzionale, e guarda il contributo video

  • Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato propone ai cittadini la compilazione di un questionario anonimo, per valutare quanto la Spending Review stia pesando sulla qualità e accessibilità dei servizi sanitari. Sarà possibile accedere al link apposito fino al 13 giugno, dopodiché i dati saranno elaborati da Cittadinanzattiva. Il questionario

  • ticket

    "Di questo passo diventerà difficile anche affermare i nuovi Lea" - così Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva - a proposito dei finanziamenti sempre più ridotti al Fondo sanitario nazionale. Sappiamo che c’è un accordo collettivo nazionale della medicina convenzionata che deve essere sbloccato, e deve essere sbloccato velocemente. L’idea di fondo è positiva, ora però bisogna metterci le risorse"

  • Tonino Aceti, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, commenta il Decreto Appropriatezza:
    "Il cosiddetto "Decreto appropriatezza" del Ministro Lorenzin ha una serie di criticità ma soprattutto un peccato originale. Vale a dire: una tra le misure individuate da Governo e Regioni per "declinare" il taglio lineare al Fondo Sanitario Nazionale di 2,352 miliardi per ciascuno degli anni 2015 e 2016 previsto nel Decreto Legge enti locali di agosto di quest'anno. E' chiaro quindi che il Decreto muova da un'esigenza e da ragionamenti che attengono alla dimensione economica. Ciò è confermato dal combinato disposto di due elementi fondamentali previsti nel Decreto, e cioè la tabella delle condizioni di erogabilità delle 208 prestazioni specialistiche a carico del SSN (vale a dire una vera revisione e compressione dei LEA), nonché le sanzioni economiche imposte ai medici qualora prescrivessero su "ricetta rossa" prestazioni al di fuori dei criteri stabiliti (riducendo il medico ad un vero e proprio funzionario amministrativo).

  • abolizione superticket

    Con un Ssn indebolito, senza risorse aggiuntive, i cittadini sarebbero costretti a spendere ancor più di tasca propria. E già oggi la spesa sanitaria privata in Italia è pari al 23% del totale a fronte del 15% raccomandato dall'Oms Europa". così Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, a proposito della manovra economica 2019 e del SSN; aggiunge: "La manovra per il 2019 sia centrata sulla tutela dei cittadini e sul servizio sanitario pubblico, altrimenti c'è il rischio che un'ampia fetta del reddito di cittadinanza vada in spesa spesa sanitaria privata."

  • tonino aceti

    Tonino Aceti, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, intervistato da Quotidiano Sanità, riflette sulla prossima riforma del Titolo della Costituzione: elementi positivi, ma non sembra una misura risolutiva dei problemi causati dal federalismo sanitario, specie in riguardo a temi fondamentali quali Patto per la salute, standard dei Punti nascita e nuovo monitoraggio dei Lea.

  • responsabilita professionale ombre importanti

    Tonino Aceti, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, riflette sul tema della responsabilità professionale e sulla sicurezza delle cure, in un articolo per il Sole24Ore: “La vera priorità sulla quale è necessario lavorare è la prevenzione e gestione del rischio clinico. Dal risarcimento all'indennizzo! Attraverso il richiamo alle tabelle del codice delle assicurazioni private il Ddl consolida il principio secondo il quale il danno cagionato ad una persona è “indennizzabile” anziché “risarcibile”. Mentre il risarcimento pone al centro la lesione prodotta al cittadino senza limitazioni nell'accertamento, le tabelle alle quali si fa riferimento nel testo e la conseguente idea di indennizzo è invece un modo per fissare un tetto rigido alla quantificazione del danno. Si afferma quindi una tecnica risarcitoria che sposta l'attenzione dall'interesse del cittadino (diritto alla riparazione del torto subito) a quello di chi liquida il danno (contenere al massimo le “uscite”). Un paradigma questo che ci preoccupa molto.

  • Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, a proposito della decisione di non includere nella Legge di Stabilità la parte relativa alla responsabilità professionale dei medici: “Consideriamo positiva la notizia della rinuncia, da parte del Governo, a presentare l'emendamento alla Legge di Stabilità volto ad anticipare una buona parte degli articoli del Disegno di Legge sulla Responsabilità Professionale del personale sanitario.

  • liste d attesa

    «Bene il ministro Grillo sulle liste d’attesa e sulle misure per regolamentare l’intramoenia: ora le priorità sono prevedere qualche correttivo che perfezioni l'impianto in sede di passaggio in Conferenza Stato-Regioni e dare spazio a misure, come l'addio al limite del 2004 per il personale, che consentano la "messa a terra" del provvedimento». Tonino Aceti, coordinatore del Tdm-Cittadinanzattiva così si esprime sulle pagine online di IlSole24Ore, a proposito di liste d'attesa e in riferimento alle misure previste nel nuovo piano nazionale.

  • "Si stanno abituando i cittadini a considerare l'intramoenia e il privato come normali canali di accesso alle prestazioni di cui si ha bisogno, per sopperire ad inefficienze e squilibri del nostro Servizio Sanitario Nazionale, come liste di attesa mal governate, anche in oncologia; ticket persino più alti del costo della prestazione in privato; o ricorso all'intramoenia anche per le analisi del sangue. L'intramoenia è purtroppo sempre più spesso prospettata ai cittadini come "chiave per l'accesso al SSN", altro che strumento per la libera scelta del cittadino!

  • "Si stanno abituando i cittadini a considerare l'intramoenia e il privato come normali canali di accesso alle prestazioni di cui si ha bisogno, per sopperire ad inefficienze e squilibri del nostro Servizio Sanitario Nazionale": queste le parole di Tonino Aceti, responsabile del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva.

  • monitoraggio professione infermieri

    "La nostra Organizzazione continuerà ad essere al vostro fianco in questo percorso di rafforzamento, sviluppo ed innovazione della professione infermieristica per la tutela dei diritti del malato." Così Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanzattiva, nel saluto agli infermieri il 12 maggio, Giornata internazionale dedicata alla professione.

  • Cittadinanzattiva ancora sulla questione dell’equivalenza terapeutica: le parole di Tonino Aceti, responsabile nazionale Tribunale per i diritti del malato: “L’equivalenza terapeutica è cosa ben diversa da un farmaco equivalente, nel secondo caso infatti si sostituisce il medicinale branded con un altro contenente lo stesso principio attivo. Nel caso dell’equivalenza terapeutica invece si sostituirebbero farmaci della stessa classe terapeutica ma con diversi principi attivi”.

  • AIFA RIDURRE LA SPESA

    "La spesa va sicuramente governata, così come va ridotto l’impatto della spesa privata dei cittadini per l’acquisto dei farmaci. Però c’è un’altra faccia della stessa medaglia: è la governance che va scritta a garanzia dell’equità d'accesso e che oggi non solo non è garantita, ma nel nuovo documento non è "esplosa": mancano le indicazioni all’Aifa sul se e come governare le disuguaglianze che oggi caratterizzano l’accesso alle terapie sul territorio nazionale". Così Tonino Aceti, coordinatore Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, sulla questione della governance dei farmaci e sulle nuove indicazioni AIFA.

  • tonino ballaro liste

    "Un cittadino su 4 ha problemi nell'accedere alle prestazioni sanitarie che sarebbero garantite dal SSN". Così Tonino Aceti, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, intervistato da Ballarò, la trasmissione televisiva di RAi3, a proposito delle crescenti difficoltà dei cittadini italiani nell'ottenere le prestazioni sanitarie per motivi di costo innanzitutto.

  • PNE copia

    Apprezziamo la scelta dell'AGENAS di coinvolgere i cittadini nel Comitato Nazionale del Programma nazionale esiti, organismo rilevante sia dal punto di vista istituzionale che soprattutto per la centralità del tema che affronta: la valutazione e il monitoraggio della qualità e sicurezza delle cure erogate dal SSN ai cittadini. Vogliamo dare il nostro contributo al rafforzamento e allo sviluppo del Piano Nazionale Esiti, lavorando in sinergia con tutte le Istituzioni che compongono il Comitato Nazionale, con particolare riguardo a tre grandi obiettivi.

  • automedicazione

    In occasione del Self Care Forum, evento organizzato da Federchimica Assosalute e dedicato ai farmaci da automedicazione, Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, ha commentato: “La formazione di cittadini consapevoli, soggetti forti, attivi nella scelte per la propria salute è uno dei nostri obiettivi principali.

  • dispositivi medici

    "Risparmiare può essere costoso", avverte Tonino Aceti, responsabile del Tribunale dei Diritti del Malato di Cittadinanzattiva, dopo la segnalazione di questi giorni proveniente dall’ACOI (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani), sulle difficoltà in sala operatoria per la scarsa qualità dei bisturi.
    In questi anni – dichiara ancora Aceti – abbiamo affrontato il tema dell’acquisto di questi beni guardando esclusivamente al prezzo, senza però guardare al bilanciamento di quest’ultimo con la qualità e l’innovazione dei dispositivi e questo ha comportato grandissimi problemi per alcune categorie di pazienti.

  • WVEIsVvwClluTge 800x450 noPad
    Lo scorso 4 maggio si è tenuta la mobilitazione organizzata da Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato #hannorottoilpatto, in riferimento al mancato rispetto del Patto per la Salute 2014/2016 e agli impegni in esso assunti dal Governo.

  • 40anniSSN

    "Dobbiamo mettere a fuoco le profonde disuguaglianze che attanagliano il Paese, nell’accesso, qualità e innovazione dei servizi e nella personalizzazione e sicurezza delle cure": così Tonino Aceti,  coordinatore di Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del Malato, intervistato dall'agenzia di stampa Dire. "Abbiamo un'Italia spaccata in due con un centro- nord ed un centro-sud che ha maggiori problemi - prosegue Aceti -  Puglia, Calabria, Sicilia e Campania per il Ministero queste non hanno capacità di garantire i LEA per cui per superare questo gap e per superare la mobilità passiva portando allo stesso livello tutte le regioni, il livello centrale deve fare maggior verifica, controllo e intervento per rimettere apposto i servizi".

  • “Quale futuro per l’ospedale di Cerignola?”. Con questo interrogativo Cittadinanzattiva, in collaborazione con il comitato spontaneo “Mo Avast!”, il 4 maggio alle ore 18:30, presso la Sala Convegni Padri Cappuccini di Cerignola, organizza un dibattito per parlare del futuro del plesso ospedaliero alla luce dei recenti disguidi in corsia dove, tra personale carente e reparti chiusi o sull’orlo della chiusura, regna caos, preoccupazione ed incertezza.

  • Cinque clip di circa un minuto l’una, sui temi, tra gli altri, delle liste d’attesa, della qualità della vita e della discriminazione nell’accesso ai servizi: sono stati realizzati da Cittadinanzattiva Molise Onlus, tramite la sua rete Tribunale per i diritti del malato. Alla pagina del sito regionale è possibile trovare i video.

  • Cittadinanzattiva Lazio esprime sconcerto e preoccupazione per questo nuovo fallimento del sistema regionale di accoglienza e smistamento dei malati che ricorrono alle cure dei Pronto Soccorso. “Le segnalazioni e le immagini di questi giorni – commenta Roberto Crea, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio - rendono conto di come la situazione in questi tre anni non sia migliorata affatto, nonostante la spesa di alcune decine di milioni di euro portati in dote dal Giubileo, nonostante l’enfasi nelle inaugurazioni e nonostante l´impegno encomiabile del personale sanitario e parasanitario dei Pronto Soccorso.

  • Il prossimo 6 ottobre il responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, Tonino Aceti, sarà ospite a “Fuori Tg”, la rubrica di approfondimento a cura del Tg3 nazionale. Aceti, durante la puntata, commenterà ed approfondirà la questione degli effetti del decreto sull'appropriatezza delle prestazioni, recentemente promosso dal Ministro Lorenzin. La puntata andrà in onda a partire dalle 12:25 su Rai3 e sul portale internet dedicato.

     

  • paolo binelli

    Cittadinanzattiva partecipa al dolore della prematura scomparsa di Paolo Binelli, amico e Presidente di A.L.I.Ce. Italia (Associazione per la Lotta all’Ictus Celebrale) con il quale abbiamo percorso un pezzo di strada insieme per affermare i diritti delle persone malate e lavorare sulla prevenzione dell'ictus.

  • In data 8 maggio Cittadinanzattiva, come componente della delegazione del Comitato nazionale stopOPG, ha incontrato la Commissione parlamentare d'inchiesta sull'efficienza e l'efficacia del Servizio Sanitario Nazionale. Visita il sito web della campagna e i siti di informazione parlamentare

  • maattie rare 2015 02 25

    Mercoledì 25 marzo una rappresentanza di Cittadinanzattiva è stata presente in Commissione Affari Sociali, per introdurre l’indagine conoscitiva sulle malattie rare, con il contributo di alcuni documenti appositamente stilati grazie alle segnalazioni ricevute sul tema dal territorio: il Rapporto PiT Salute (ultima edizione, 2014), il Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità (ed. 2014) e il Rapporto nazionale Sicurezza, Qualità e Accessibilità a scuola (edizione 2014).

  • “Condividiamo l’impianto generale del disegno di legge perché riconosce il diritto all’autodeterminazione della persona, promuove i valori dell’umanizzazione delle cure e della dignità della vita e del fine vita”, questo il commento di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva audita oggi in Commissione Igiene e Sanità del Senato sul DDL su “consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento”..

    Positivi i passaggi relativi al tempo della comunicazione tra equipe e la persona come tempo di cura, al principio dell’astensione del medico da ogni “ostinazione irragionevole nella somministrazione delle cure”, al riconoscimento della nutrizione ed idratazione artificiale come trattamenti sanitari.

    Nella nota presentata oggi dall’associazione, sono altresì messi in rilievo le osservazioni e proposte di miglioramento del disegno di legge. A cominciare dalla necessità di “garantire adeguate modalità di gestione informatica dei dati fra Comuni e Servizio Sanitario Nazionale che permettano accesso tempestivo e su tutto il territorio alle “disposizioni anticipate di trattamento” (DAT)”; la richiesta di avviare una campagna di informazione per i cittadini sui contenuti e le nuove opportunità sancite dal DDL ed infine valorizzare di più il ruolo di tutti i professionisti coinvolti nella equipe di cura”.

  • ca e grillo copy

    Cittadinanzattiva in audizione dal Ministro Grillo: patto per la salute, governance e partecipazione al centro dell’incontro.
    Una delegazione nazionale di Cittadinanzattiva, guidata dal segretario generale Antonio Gaudioso, ha incontrato ieri il Ministro della Salute Giulia Grillo per discutere di proposte dell’organizzazione tese al miglioramento di alcune misure già adottate o che saranno adottate in futuro, a partire dal Patto per la salute, che secondo l’organizzazione contiene aspetti potenzialmente positivi per i diritti dei cittadini.

  • Logo Exposanità

    Cittadinanzattiva Emilia Romagna sarà tra i protagonisti di ExpoSanità, a Bologna Fiere dal 18 al 21 Aprile. Cittadinanzattiva partecipa alla grande rassegna per fornire, in particolare, una fotografia della situazione della cronicità in Emilia Romagna e approfondire le problematiche legate alla salute sessuale maschile. 

    Inoltre, Cittadinanzattiva garantirà l’apertura, per tutta la durata della manifestazione, di un ambulatorio andrologico gestito dal dottor Edoardo Pescatori, andrologo, specialista in urologia e membro della Società Italiana di Andrologia. All’interno dell’ambulatorio verranno effettuate visite di screening nel corso delle quali si analizzerà la presenza di fattori rischio per la disfunzione erettile o patologie andrologiche in atto, anche tramite monitoraggio della pressione cardiovascolare. Già da oggi è possibile prenotare una visita gratuita cliccando qui.

  • Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e Cittadinanzattiva su Osservasalute: urgente rivedere ripartizione del Fondo. Iniziativa di riforma costituzionale per diffondere le eccellenze sull’intero territorio e combattere le disuguaglianze.

    Prendiamo atto dei nuovi dati del Rapporto 2017 di Osservasalute,  che fotografano, ancora una volta, una sanità italiana a diverse velocità. Il quadro è quello di un’Italia dove si vive più a lungo, ma solo dove la prevenzione funziona, dove aumentano le disuguaglianze di salute tra le Regioni - soprattutto tra quelle del Nord e quelle del Sud -, dove aumentano i malati cronici e diminuiscono medici e infermieri. Questi dati dimostrano, senza ombra di dubbio, il fallimento delle nostre politiche sanitarie federalistiche e aziendalistiche”.
    Con queste parole il presidente della Federazione Nazionale degli ordini dei Medici Chirurghi e degli odontoiatri, Filippo Anelli, commenta quanto emerge dal  Rapporto Osservasalute 2017 sullo Stato di salute e qualità dell’assistenza delle Regioni Italiane, presentato questa mattina a Roma.
    Come medici – continua Anelli - non possiamo accettare un divario così grande tra Regioni, per il quale gli abitanti di alcune zone del Sud è come se appartenessero a un altro paese, per aspettativa di vita e di salute. Ci uniamo quindi all’appello lanciato questa mattina per un intervento rapido ed efficace che parta da un riequilibrio del riparto del Fondo Sanitario Nazionale, non basato sui fabbisogni teorici desumibili solo dalla struttura demografica delle Regioni, ma sui reali bisogni di salute, per arrivare a un recupero di qualità gestionale e operativa dell’intero sistema.

  • Intoccato da oltre 10 anni, il Nomenclatore delle protesi e degli ausili è uno strumento ormai obsoleto che non garantisce l’accesso a protesi e ausili di qualità, personalizzati per le esigenze del paziente. La bocciatura, nel testo del decreto Balduzzi, dell’emendamento relativo al rinnovo del Nomenclatore è quindi da valutare in maniera estremamente negativa, tanto che Cittadinanzattiva ne richiede con forza la ridiscussione in una nota indirizzata direttamente al Parlamento. Leggi la nota

  • innovazioneperlasalute

    Si terrà presso il Centro Congressi Roma Eventi, il 20 e 21 settembre, la terza edizione di S@lute, il Forum dell’Innovazione per la Salute promosso da FPA e Allea, con la collaborazione di Paolo Colli Franzone alla direzione scientifica dell’area Digital. Mentre il sistema nazionale della salute attraversa un percorso di profondo cambiamento – in direzione di una innovazione possibile, sostenibile, misurabile e governata – S@lute torna a proporsi come momento inclusivo di confronto tra istituzioni, imprese, università e opinion leader.
    Lungo due giornate, S@lute abbraccerà momenti di dibattito legati all’innovazione digitale e dedicherà focus specifici a tre ambiti di lavoro: ricerca e innovazione nella cura e nel prendersi cura, digitalizzazione, welfare e sicurezza sociale.

  • dispositivi medici evento

    “In Italia ogni anno vengono eseguiti circa 90.000 impianti di pacemaker o defibrillatori che la ricerca clinica e tecnologica ha reso sempre più innovativi e con altissimi standard qualitativi in termini di efficacia, sicurezza e comfort per il paziente (correlato alle dimensioni molto ridotte).Tuttavia uno dei parametri che non sempre viene correttamente considerato e valorizzato è quello relativo alla loro longevità intesa come durata della loro batteria. A fronte del progressivo invecchiamento della popolazione è importante poter disporre di dispositivi più longevi, in quanto permettono di ridurre il numero delle sostituzioni e, contemporaneamente, il rischio di complicanze.

  • monitoraggio web copia

    Oggi 11 maggio Cittadinanzattiva interviene al Terzo Global Forum on Medical Devices dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, che si svolge a Ginevra dal 10 al 12 maggio.

    L'intervento, a cura di Francesca Moccia, vice segretario generale, dal titolo "How to involve citizens and patients in HTA: the experience of Cittadinanzattiva", è inserito nella sessione "Assessment of medical devices" e si incentra in particolare sulle iniziative formative promosse negli ultimi 5 anni da Cittadinanzattiva in partnership con Agenas, Sithta e Fiaso, per formare leader civici e da quest'anno anche operatori del SSN sui temi dell'Health Technology Assessment.

  • BED MANAGEMT

    Nell’ambito del convegno nazionale “Bed Mangement”, si terrà l’appuntamento di formazione ospitato da INRCA in data 31 marzo 2017 - ore 8.30, presso l’Auditorium Inrca - POR sito in Ancona, Via della Montagnola, 81.
    Fra gli ospiti che parteciperanno alla tavola rotonda prevista, anche Monia Mancini, segretario di Cittadinanzattiva Marche.

  • Dai lunghi tempi di attesa alla difficoltà di accedere alle cure farmacologiche innovative, dalla carenza dei servizi sul territorio alle difficoltà psicologiche legate alla malattia. È il labirinto in cui si muove il paziente oncologico nel nostro Paese, come emerge dai dati raccolti nell’ultimo anno da Cittadinanzattiva che, con il segretario generale Antonio Gaudioso, ha partecipato ai lavori del 55° Congresso mondiale Asco, che si è tenuto a Chicago dal 31 maggio al 4 giugno.

    Medicina personalizzata e umanizzazione delle cure sono due temi fondamentali, al centro dei lavori del Congresso ASCO, che riguardano anche il nostro Paese, come mostrano i nostri dati. Ciò significa avere la possibilità di adattare la medicina ai bisogni delle persone, così differenti nel nostro Paese soprattutto fra aree interne e città, garantire un accesso trasparente all’innovazione e insieme un percorso di umanizzazione delle cure che tenga conto dei bisogni delle persone, e ancora accessi rapidi e organizzazione dei servizi territoriali all’altezza di un Paese civile. Questo vale soprattutto per le malattie oncologiche che riguardano la vita di tanti cittadini e delle loro famiglie”, afferma Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

  • Con una comunicazione ufficiale del Coordinatore nazionale del Tdm, Giuseppe Scaramuzza, Cittadinanzattiva aderisce alla manifestazione che si terrà a Roma il 27 ottobre sul diritto alla cura. Leggi l’annuncio e approfondisci

  • febbre dottore

    Sabrina Nardi, vice responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, ospite all'interno della puntata di Uno Mattina del 16 novembre, ha fornito informazioni sui diritti e sui doveri del Medico di base.

  • La puntata del 29 marzo del programma di approfondimento “Tagadà”, in onda su La7, ha visto come ospite anche il responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, Tonino Aceti, presente per un confronto sulle condizioni del Servizio Sanitario Nazionale, fra liste d’attesa, intramoenia, efficienza e sprechi e tutela delle urgenze/emergenze.

  • Nel decreto legge “Semplifica Italia”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 9 febbraio scorso, è stata recepita all’art.4 la proposta di semplificazione delle certificazioni per le persone con disabilità, frutto della collaborazione tra il CnAMC e il Dipartimento della Funzione Pubblica.
    Leggi la lettera di ringraziamenti del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Filippo Patroni Griffi, e scarica il testo del decreto

  • coloradisalutelatuacittà2luglio

    La Giornata si celebra per richiamare l’attenzione e stimolare l’azione dei Sindaci sulla necessità e l’urgenza di promuovere la salute nelle città come bene comune; promossa da Health City Institute e Cittadinanzattiva, con il patrocinio di Ministero della Salute, ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani, Istituto Superiore di Sanità
    Il Villaggio Cities Changing Diabetes Blue Circle è realizzato grazie alla collaborazione di Health City Institute, Cittadinanzattiva, Cia-Agricoltori italiani, IBDO-Italian Barometer Diabetes Observatory, FederDiabete Lazio, IAPB Italia Onlus-Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità, FIDAL-Federazione italiana di atletica leggera e Play4Sport

    Roma, 27 giugno 2018 – In occasione delle manifestazioni della prima Giornata nazionale per la salute e il benessere nelle città, promossa da Health City Institute e Cittadinanzattiva con il patrocinio di Ministero della Salute, ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani e Istituto Superiore di Sanità, il 2 e 3 luglio sarà allestito in Piazza San Silvestro, Roma, il Villaggio Cities Changing Diabetes Blue Circle. Dedicato all’informazione e alla prevenzione delle più comuni malattie legate alla vita urbana, come diabete e obesità, è realizzato in collaborazione da Health City Institute, Cittadinanzattiva, Cia-Agricoltori italiani, IBDO-Italian Barometer Diabetes Observatory, FederDiabete Lazio, IAPB Italia Onlus-Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità, FIDAL-Federazione italiana di atletica leggera e Play4Sport. All’interno della tensostruttura a forma circolare sarà possibile effettuare percorsi interattivi, informativi ed educativi, dedicati alla promozione di corretti stili di vita alimentari e salutistici.

  • CONSULTAZIONE

    E’ stato redatto ieri unprimo documento per individuare punti di forza, indice dei rischi e azioni per minimizzarli, per una partecipazione di qualità dei cittadini alle politiche sanitarie pubbliche.

    A produrlo 100 stakeholder della partecipazione – fra esponenti di istituzioni e di organizzazioni civiche, cittadini ed esperti – che si sono confrontati il 30 e 31 gennaio a Roma nel corso della “Consultazione sulla partecipazione civica in sanità” promossa da Cittadinanzattiva, con il contributo non condizionante di Novartis.

    Il documento sarà presentato, nella sua versione finale, nel corso di un evento che si terrà sempre a Roma il prossimo 16 maggio.

  • Il Ddl sulla responsabilità professionale del personale sanitario continua il suo iter di approvazione in Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati ma una parte della strada che si sta tracciando finirà per penalizzare i diritti del malato. Si è ancora in tempo per rivedere alcune norme in esso contenute, visto che deve essere concluso il primo passaggio alla Camera dei Deputati e deve essere avviata la seconda lettura al Senato: si può e si deve fare. Ecco alcune tra le principali questioni da affrontare subito.

  • È il titolo dell'inchiesta de L'Espresso che evidenzia le conseguenze dei gravi tagli che il governo ha inflitto alla sanità pubblica, approfondendo l'indagine sulle città di Roma e Venezia. Quest'anno il Servizio Sanitario Nazionale riceverà 1.500 milioni di euro in meno. Approfondisci

  • tagenti lombardia

    “Ecco che si ripete lo stesso copione! Siamo indignati, ancora tangenti nelle strutture sanitarie lombarde. Così il Segretario regionale di Cittadinanzattiva Lombardia, Liberata Dell'Arciprete,  intervenendo in merito agli arresti di ieri, e prosegue: “in un momento, così difficile, in cui i cittadini sempre più faticano a far fronte alle spese sanitarie molto spesso rinunciando alle stesse, l’idea che gli acquisti di apparecchiature per le strutture sanitarie fossero legati a “squallidi” regali, ci lascia senza parole. E prosegue: “E' importante che si vada presto fino in fondo e che si accerti la verità. Le accuse sono gravissime e  se accertate i responsabili non dovranno rimanere impuniti, così come si pone la necessità  di un intervento più efficace da parte di Regione Lombardia in termini di controllo”.


  • Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su riorganizzazione rete ospedaliera: non si può chiudere solo in base al numero dei posti letto. Ecco le nostre raccomandazioni civiche

    "Se si procede ad una riorganizzazione della rete ospedaliera utilizzando il solo criterio del numero dei posti letto, si rischia di fare delle scelte paradossali che non garantiscono ai cittadini un'assistenza sanitaria pubblica accessibile, efficiente, efficace, di qualità e sicura. Non vogliamo difendere strenuamente il posto letto, ma sappiamo che non si può procedere con criteri prevalentemente ragionieristici", afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.
    Per questo il Tribunale per i diritti del malato ha realizzato, attraverso le sue sedi locali, una ricognizione sul territorio per evidenziare alcune criticità che verrebbero fuori dall'ipotesi di chiusura di 175 piccoli ospedali con meno di 120 posti letto e in vista dell'adozione del nuovo "Regolamento sugli standard ospedalieri" oggetto di confronto tra Ministero e Regioni all'interno del Patto per la Salute. Il Dossier è stato oggi inviato al Ministro della Salute, alla Conferenza delle Regioni e alle Commissioni parlamentari competenti per materia.

     

  • “La chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari annunciata ufficialmente dal Governo è un evento storico per l’Italia che conferma, dopo la chiusura dei manicomi decisa con la riforma Basaglia, di essere all’avanguardia nella legislazione per il diritto delle persone alla tutela della salute mentale.
    Si tratta di un risultato ottenuto grazie a una proficua e dialettica collaborazione fra società civile e Istituzioni e al lavoro di tanti operatori. Che dimostra quanto sia preziosa la partecipazione democratica nei processi di cambiamento e innovazione.

  • Conferenza Nazionale Ocologia Clinica

    Il convegno della SICO (Società Italiana Chirurgia Oncologica) concluso a Napoli pochi giorni fa ha tracciato un quadro delle condizioni di qualità e tempistica delle strutture italiane, tirando conclusioni non positive.
    Il dato è particolarmente grave, se si considera anche la rilevazione compiuta l’anno scorso in collaborazione con AGENAS nell’ambito del programma Piano Esiti , che è sfociata nella creazione del sito web Oncoguida, con informazioni su strutture, medici, tempi e tecniche.
    Leggi la notizia relativa al convegno SICO e consulta il sito web.

  • Il 10 maggio si è celebrata l'undicesima Giornata europea dei diritti del malato presso il Comitato economico e sociale europeo a Bruxelles.
    L'evento, promosso dalla rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, è stato l'occasione per discutere, informare e suggerire alle autorità nazionali ed europee di regolamentazione dei medicinali nuovi approcci e strategie per favorire l'accesso a terapie innovative, migliorare il rispetto dei diritti dei pazienti e il loro coinvolgimento nei processi decisionali e normativi a livello nazionale ed europeo.

  • cia salute

    La Giornata vuole richiamare l’attenzione, e stimolare l’azione dei Sindaci, sulla necessità e l’urgenza di promuovere la salute nelle città come bene comune; promossa da Health City Institute e Cittadinanzattiva, con il patrocinio di Ministero della Salute, ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani, Istituto Superiore di Sanità.

    Nella capitale, il Villaggio Cities Changing Diabetes Blue Circle realizzato grazie alla collaborazione di Health City Institute, Cittadinanzattiva, Cia-Agricoltori italiani, IBDO-Italian Barometer Diabetes Observatory, FederDiabete Lazio,IAPB Italia Onlus-Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità, FIDAL-Federazione italiana di atletica leggera e Play4Sport.

  • servizi neonatali

    "Chiudere senza alcuna valida motivazione la Tin (terapia intensiva neonatale) ha peggiorato il servizio sanitario offerto in questo settore nell’area centrale della Calabria, avendo aumentato sia i rischi per la salute dei neonati, sia le responsabilità degli operatori medici e paramedici": questa la dichiarazione congiunta di Comitato Salviamo La Sanità, Tribunale Dei Diritti Del Malato, Comitato Malati Cronici, riguardo la decisione intrapresa dalla passata amministrazione sanitaria locale.

  • Calabria indietro su stili di vita e screening oncologici, calendario vaccinale con offerta più ricca d’Italia: “Lavorare su un piano integrato di interventi per la prevenzione”. Ieri a Catanzaro il convegno Cittadinanzattiva “Active ageing, prevenzione primaria, vaccinazioni”.

    In Calabria l’aspettativa di vita è di 81,8 anni, a fronte di una media del Mezzogiorno di 81,5 e di una media nazionale di 82,2. Tuttavia, rispetto non solo alle altre regioni del Mezzogiorno ma a tutto il territorio nazionale, la Calabria registra una speranza di vita in buona salute più bassa, pari a 52,3 anni, a fronte di una media del Sud Italia di 55,4 anni e di una media nazionale di 58,2 anni. Anche gli stili di vita rappresentano senza dubbio un aspetto critico. Se l’eccesso di peso affligge il 50,3% della popolazione, rispetto ad una media italiana del 44,6, il dato più allarmante è il sovrappeso per bambini e adolescenti che in Calabria riguarda il 34,5%, contro la media nazionale del 26,5%; il tasso di sedentarietà si attesta sul 54,9%, contro la media del 39,7%, mentre un’alimentazione non adeguata è seguita dal 10% dei cittadini, a fronte di un dato nazionale del 18,1%.

  • In occasione della Giornata Europea dei Diritti del Malato i responsabili e gli attivisti delle assemblee territoriali di Cittadinanzattiva di Catania hanno organizzato, sabato 18 aprile nella centralissima piazza Stesicoro, una iniziativa per sensibilizzare la comunità sulle tematiche della ricorrenza.
    Hanno, nella circostanza, distribuito materiale informativo che, tra l’altro, esplicitava i 14 diritti di cui alla Carta Europea dei Diritti del Malato. La Carta mira a garantire un “alto livello di protezione della salute umana” per tutti i cittadini dell’Europa.

  • L’attività di assistenza non deve essere concepita come un qualcosa di totalizzante, ma come un supporto dotato di una flessibilità tale da soddisfare contemporaneamente sia le esigenze della persona disabile (che rimane in ogni caso la beneficiaria della misura in questione), sia quelle del lavoratore che assiste (o, almeno, alcune di esse).

  • “Sulla necessità di riprendere ad investire seriamente sul personale del Servizio Sanitario Nazionale servono meno dichiarazioni e più fatti. Si chiuda la stagione depressiva delle politiche del personale sanitario mettendo sul piatto risorse economiche reali per un vero rilancio, ponendo fine al blocco del turnover, nonché rinnovando le convenzioni  con i Medici di famiglia e Pediatri di libera scelta”.Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in merito alla denuncia delle organizzazioni dei medici sulla prevedibile futura mancanza di medici e specialisti.

    “Basta con i tempari che stanno trasformando il SSN in una catena di montaggio, il paziente in un bullone e il medico in un mero esecutore operativo di indicazioni provenienti dagli apparati che standardizzano l’assistenza senza personalizzare gli interventi. A rischio c’è proprio la personalizzazione delle cure e la salvaguardia del principio del tempo dell’ascolto come vero e proprio tempo di cura. Per non parlare del minutaggio del personale infermieristico che ha un impatto negativo sulla qualità dell’assistenza, sul normale ritmo della vita della persona ricoverata e della sua famiglia oltre che sui loro redditi”.

  • Cardiolab è un progetto patrocinato da Cittadinanzattiva (insieme ad altre  due associazioni no profit: ALT e FAND), in collaborazione con Bayer finalizzato a sviluppare, sul territorio nazionale, iniziative di sensibilizzazione nei confronti delle malattie cardio-cerebrovascolari.

  • Cittadinanzattiva Lazio esprime sconcerto e preoccupazione per questo nuovo fallimento del sistema regionale di accoglienza e smistamento dei malati che ricorrono alle cure dei Pronto Soccorso. “Le segnalazioni e le immagini di questi giorni – commenta Roberto Crea, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio - rendono conto di come la situazione in questi tre anni non sia migliorata affatto, nonostante la spesa di alcune decine di milioni di euro portati in dote dal Giubileo, nonostante l’enfasi nelle inaugurazioni e nonostante l'impegno encomiabile del personale sanitario e parasanitario dei Pronto Soccorso.

  • caosprontosoccorso 2015 2 17

    Tribunale per i diritti del malato su caos pronto soccorso: emergenza periodica e prevedibile. Si passi ai fatti e si garantiscano i servizi utili per i cittadini.

    "L'emergenza di questi giorni nei pronto soccorso d'Italia poteva essere evitata, perché ampiamente prevedibile visto che il picco dell'influenza è noto, così come le soluzioni per decongestionare i pronto soccorso e offrire alternative assistenziali alle persone sul territorio. E' evidente che le soluzioni sono rimaste solo sulla carta" queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva.

     

  • Caos intramoenia ancora limitato il controllo da parte delle Regioni

    "Per quanto ci riguarda l'intramoenia non può e non deve essere un ulteriore prezzo "imposto" da far pagare ai cittadini a causa di anni di blocco del turn over, di mancati rinnovi contrattuali, di riduzione dei finanziamenti programmati al Ssn, di mancata attività di governo dei tempi di attesa e di insufficiente e inefficace attività di controllo della stessa attività intramoenia." Così Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato – Cittadinanzattiva, su Sanità del Sole24Ore.

  • LA GARA CHE VORREI800 450 copy

    In continuità con quanto già fatto attraverso “La gara che vorrei. Acquisti in sanità garantendo i diritti, raccomandazione civica sugli acquisti in sanità“, vogliamo continuare a lavorare perché dalle raccomandazioni si passi alle azioni. L’obiettivo è quello di produrre cambiamenti reali nella pratica quotidiana degli acquisti in sanità, anche attraverso il riconoscimento del ruolo che i cittadini possono e devono assumere a sostegno di acquisiti in grado di rispondere ai reali bisogni e diritti delle persone,  garantendo il rispetto dei diritti e un uso appropriato di tutte le risorse, economiche, umane e strumentali, un Servizio Sanitario capace di riconoscere ai cittadini il ruolo di attori di una politica pubblica. Per questo l’idea è quella di fare in modo che le realtà regionali (centrali di acquisto) facciano proprie le raccomandazioni civiche mettendo in atto azioni per applicarne i contenuti, sperimentandone l’implementazione.

  • a uso medico marijuana

    I primi lotti di farmaci a base di cannabis prodotti in Italia (Stabilimento Militare di Firenze) saranno disponibili entro i primi mesi del 2016; nel frattempo, il Ministero ha pubblicato un decreto che fornisce le indicazioni ai medici e ai farmacisti sulle procedure da adottare per la prescrizione e l’erogazione dei farmaci in questione. Si tratta del Decreto 09 novembre 2015 (Funzioni di Organismo statale per la cannabis previsto dagli articoli 23 e 28 della convenzione unica sugli stupefacenti del 1961, come modificata nel 1972), inserito in Gazzetta Ufficiale (G.U. Serie Generale , n. 279 del 30 novembre 2015).

  • Il gruppo di lavoro European Commission’s Joint Research ha sviluppato delle nuove linee guida volte a migliorare la qualità dei risultati e a rafforzare le raccomandazioni nel settore sanitario. Per saperne di più, clicca qui e visita il nuovo sito

  • cancropolmoni

    Active Citizenship Network sarà a Toronto nei prossimi giorni per partecipare alla riunione annuale del Global Lung Cancer Coalition GLCC di cui siamo membri. I partecipanti avranno l'opportunità di condividere esperienze e competenze, aggiornamenti sugli ultimi sviluppi in tutti gli aspetti della ricerca, terapia e supporto del paziente all'interno dei vari settori che si occupano di affrontare quello che rimane il più grande cancro killer del mondo. 

  • tappatdmcampobasso

    La tappa di Campobasso ha preso il via con un dibattito sulla sanità molisana nella sala della Provincia di Campobasso, e ha proseguito  in città in Piazza Vittorio Emanuele II. “Il sistema sanitario molisano odierno risente molto dei tagli degli ultimi 8 anni. I più deboli hanno vissuto sulla propria pelle i tagli e la riorganizzazione non terminata, nonché la frammentazione.
    Come i pazienti oncologici, che si sono trovati a far fronte a rinvii nelle terapie per mancanza di posti letto, o chi si trova di fronte a lunghe liste di attesa che lo spinge fuori dai confini molisani o a pagare le cure di tasca propria per farle subito”, ha dichiarato Mario Vitarelli, coordinatore regionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva del Molise.

  • screening colon

    Continua la nostra campagna social #Nonaspettare di supporto al programma nazionale di screening per il cancro alla mammella, al colon retto e alla cervice uterina.
    L’obiettivo è quello di raggiungere una larga fascia della popolazione, informarla sui rischi di tali patologie e sull’importanza della prevenzione e ad aumentare, di conseguenza, l’adesione agli screening organizzati.
    Infatti, su tredici milioni di persone invitate nel 2015 meno della metà ha eseguito gli esami. Ma gli inviti non arrivano a tutti quelli che sono nell’età prevista dalla legge e ne avrebbero diritto: quelli per le mammografie hanno raggiunto nove donne su dieci al nord e al centro, e sei su dieci al sud; di queste hanno accettano di eseguire la mammografia il 63% al nord, il 56% al centro, il 36% al sud. Ancora, l’invito ad eseguire il test di ricerca di sangue occulto nelle feci ha raggiunto il 90% delle persone (uomini e donne) in età adatta al nord, il 40% al sud.

  • Il 3 novembre si terrà una conferenza stampa del cartello di associazioni unitesi per la tutela dei diritti sociali, in cui sarà presentato un documento politico frutto della collaborazione con i promotori della campagna "Sbilanciamoci!". Cittadinanzattiva, tra i promotori della campagna, parteciperà con Anna Lisa Mandorino, vice segretario generale, Vittorino Ferla, responsabile delle relazioni istituzionali e Tonino Aceti, responsabile nazionale CnAMC. Approfondisci

  • CAMMINANAPOLI

    Camminanapoli è il primo di una serie di eventi sulla camminata sportiva, conosciuta anche come Fitwalking .
    L’obiettivo della manifestazione è quello di far riscoprire lo star bene fisico e mentale, attraverso un percorso di circa 5 km, senza barriere e adatto a tutti, che costeggia il bellissimo lungomare di Napoli e attraversa alcune delle zone più belle della città.
    La partenza è prevista alle ore 17:00 del 5 maggio presso la Rotonda Diaz.
    Durante le 2 giornate sarà possibile accedere gratuitamente al Villaggio di Prevenzione che offrirà la possibilità ai partecipanti di sottoporsi a consulenze mediche e esami diagnostici, con l’obiettivo di promuovere uno stile di vita sano.

  • Martedì 21 e mercoledì 22 aprile a Lametia Terme presso l'ospedale Giovanni Paolo II si è svolta la formazione per i responsabili e per gli operatori delle sezioni del Tribunale per i diritti del malato della Calabria. Scarica il programma dei lavori

  • Venerdì 22 luglio, alle 11, a Cagliari, nella sede dell'Assessorato della Sanità della Regione Sardegna (Via Roma 223), verrà presentato alla stampa l'accordo con l'associazione Cittadinanzattiva-Tribunale del Malato sui PDTA (Percorsi Diagnostici terapeutici ed assistenziali ) per le persone affette da patologie infiammatorie croniche intestinali e da malattie reumatiche autoimmuni.

  • Venerdì 8 maggio, presso l’ospedale “Businco” di Cagliari, in via Jenner n. 1, dalle ore 9,00 alle ore 14,00, la locale sezione del Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva celebra la IX Giornata Europea dei Diritti del Malato con un evento pubblico dal titolo “Ospedale aperto: un modo per migliorare l’accoglienza”. Per saperne di più, clicca qui

  • Salute TDM mani anziane giovani copia

    Il Premio Buone Pratiche per l’umanizzazione delle cure in sanità giunge quest’anno alla sua XIII edizionee dal  7 dicembre è  On- line il nuovo Bando di Concorso per l’anno 2017 - 2018
    Verranno raccolte
    attività progettuali ed esperienze pratiche in tema di umanizzazione delle cure e, per il focus specifico che varia annualmente, il tema è la lotta al fumo di tabacco e la conseguente promozione di stili di vita salutari

    Saranno quindi considerate di particolare interesse ai fini valutativi i progetti di organizzazioni sanitarie pubbliche e private che avranno ad oggetto il tema della

    • umanizzazione delle cure
    • lotta al fumo di tabacco  e promozione di stili di vita salutari

    Partecipa! SCARICA IL BANDO

  • Consulta l'elenco delle Buone Pratiche presentate (Premiati)

    Quest’anno il tradizionale Premio Andrea Alesini per l’umanizzazione delle cure si inserisce in un progetto più ampio, dal titolo “I due volti della Sanità. Tra sprechi e buone pratiche, la road map per la sostenibilità del SSN vista dai cittadini”.Consulta la pagina del progetto

    In un contesto, come quello attuale, di crisi economico - finanziaria e di contenimento della spesa, è fondamentale garantire un miglior impiego delle risorse disponibili per assicurare la sostenibilità del SSN. Per questo motivo, Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del Malato promuove una raccolta di esperienze di sprechi in sanità dal punto di vista dei cittadini, per offrire a decisori e amministratori uno strumento pratico di ri-orientamento delle politiche, in vista di una migliore efficienza dei servizi.

  • Consulta l'elenco delle Buone Pratiche presentate (I premiati)

    “Rafforzare le politiche di tutela della salute affrontando in maniera incisiva il tema dell'accesso e la qualità delle cure ed il legame tra salute ed ambiente di vita”.

    Forte del IV Congresso appena concluso, Cittadinanzattiva rinnova anche quest’anno il suo impegno in tema di umanizzazione delle cure attraverso il bando di raccolta buone pratiche sul tema.

    Un progetto che, oltre ad avere un grande valore etico e morale per noi, vede anche un particolare legame affettivo con la persona di Andrea Alesini.

  • XIII edizione del Premio Buone Pratiche Alesini sull’Umanizzazione delle Cure

    Assegnati premi e menzioni  della XIII Edizione del Premio  Andrea Alesini

    Premio Buone Pratiche per l’umanizzazione delle cure2017 - 2018

    Sono state raccolteattività progettuali ed esperienze pratiche in tema di umanizzazione delle cure e, per il focus specifico che varia annualmente, il tema è stato la lotta al fumo di tabacco e la conseguente promozione di stili di vita salutari

     

    Sono quindi state considerate di particolare interesse ai fini valutativi i progetti di organizzazioni sanitarie pubbliche e private che hanno avuto come oggetto il tema della

    • umanizzazione delle cure
    • lotta al fumo di tabacco  e promozione di stili di vita salutari

     

    SCARICA IL BANDO

    Per avere maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Premio Buone Pratiche per l’Umanizzazione delle Cure in Sanità - Andrea Alesini
    Anno 2017 - 2018

    Riconoscere le esperienze di successo e le professionalità è uno dei modi attraverso cui Cittadinanzattiva da sempre contribuisce a valorizzare e diffondere la buona sanità nel nostro Paese.

    Varie iniziative ed attività sono state messe in campo negli anni da Cittadinanzattiva e l’impegno è poi proseguito con l’ Istituzione nel 1997 del Premio Buone Pratiche per l’umanizzazione delle cure in sanitàdedicato ad  Andrea Alesini.

    Un premio che i cittadini attribuiscono alla sanità che funziona

    Attraverso la raccolta di Buone Pratiche Cittadinanzattiva intende non solo premiare, ma anche diffondere e mettere in rete quelle attività ed esperienze innovative e di miglioramento dei servizi socio sanitari che mostrino attenzione ai bisogni ed alle esigenze dei cittadini ed orientate a mettere ogni persona al centro.

    L’obiettivo è far si che queste singole esperienze si trasformino in esperienze di “sistema”.

    Consulta le informazioni sulle ultime cinque edizioni del Premio e la banca dati dei progetti cliccando qui

     

    Responsabile del Progetto: Giulia Mannella, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Anno di realizzazione 2017- 2018

     

    Il progetto è reso possibile grazie al contributo non condizionato di:

     daichii    pfizer 2017

     

     

    Andrea Alesini:  Medico umbro della sanità pubblica, prematuramente scomparso, che ha avuto incarichi nel campo della medicina scolastica, dell’organizzazione sanitaria e della medicina preventiva; è stato nominato direttore generale nel 1994 della ASL RM-C. Ha rappresentato un una gestione della sanità “dalla parte dei cittadini”, attenta al dialogo e al rispetto dei diritti, nonché orientata a trasformare sempre le legittime aspettative in concrete azioni di governo

     

  • premio trimarchi 02 1

    Nell’auditorium dell'Ospedale Papardo di Messina è stato consegnato il Premio "Trimarchi" al Dipartimento di Oncoematologia diretto dal prof. Vincenzo Adamo. 

    Il premio è stato assegnato dall'Associazione Umanesimo e Solidarietà “Riviera Jonica” presieduta da Nino Bianca, in collaborazione con CittadinanzAttiva - Tribunale per i Diritti del Malato, e con il sostegno del CESV di Messina, al Dipartimento di Oncoematologia dell'Ospedale Papardo di Messina diretto dal prof. Vincenzo Adamo. Il presidente Bianca ha ricordato la figura del prof. Enrico Trimarchi, Uomo, Medico e Scienziato, dalla grande umanità, ha evidenziato il lavoro del team del prof. Adamo, che negli anni ha saputo creare un gruppo di lavoro dalle grandi potenzialità e umanità ed ha portato i saluti del Segretario Nazionale di CittadinanzAttiva Gaudioso.

  •  

    Multa Antitrust 1

    La rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network (ACN), parteciperà in qualità di relatore all’annuale conferenza di Medicines for Europe, l’associazione europea dei produttori generici equivalenti e biosimilari. Scopri il programma (link in inglese).

  • Il prossimo 12 maggio a Bruxelles, a margine della Giornata Europea dei diritti del malato, verrà inaugurato da Antonio Gaudioso, Segretario Generale di Cittadinanzattiva, l’ufficio di rappresentanza di Cittadinanzattiva e della sua rete europea, Active Citizenship Network, presso l’Unione Europea.
    All’inaugurazione saranno presenti rappresentanti delle istituzioni europee, leader di associazioni di diversi paesi, partner italiani ed europei di Cittadinanzattiva e di ACN, stakeholder. Per saperne di più

  • L’evento di punta a carattere europeo che celebra la IX Edizione della Giornata Europea dei diritti del malato è in programma al Parlamento Europeo il prossimo 12 Maggio, e per la prima volta sarà ospitato da presidenti di due gruppi parlamentari.
    Al centro del dibattito, il tema della sostenibilità dei sistema sanitari in Europa, a partire dalle esigenze di tutela dei pazienti affetti da patologie croniche.  

  • bruxelles 4 maggio 2016 x giornata europea dei diritti del malato

    Active Citizenship Network, la rete Europea di Cittadinanzattiva ha deciso di dedicare la celebrazione del decimo anniversario dell' European Patients’ Rights Day al tema del “Reducing waste and inefficiency in the Healthcare Systems, increasing quality of patient care”.

  • bruxelles 3 maggio 2016 patients rights have no borders as well as risks

    Il prossimo incontro del MEPs interest Group on Patients'Rights & Cross Border-care, promosso da Active Citizenship Network, offrirà un dibattito aperto a livello europeo tra associazioni civiche e di pazienti, esperti nel campo dei diritti civili, rappresentanti istituzionali, punti di contatto nazionale e diversi stakeholders della salute, sulle opportunità e rischi dell'applicazione della direttiva sulle cure tranfrontaliere.

  • Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su bozza decreto Sviluppo e Sanità: bene tasse su fumo e giochi. Chiediamo un unico assessorato socio-sanitario nelle regioni

    "Non è sbagliato lavorare per promuovere uno stile di vita più sano tra i cittadini, soprattutto tra i più giovani. Così come ci sembra opportuno disincentivare l'uso di bibite, fumo e giochi per ricavare risorse e finanziare il servizio sanitario nazionale e in particolare il Programma nazionale per la non autosufficienza. Per una maggiore integrazione socio sanitaria e per contenere le spese, chiediamo l'abolizione degli assessorati regionali al sociale mantenendo un unico assessorato socio-sanitario. Troppo spesso abbiamo assistito a norme ed iniziative che si contraddicevano tra loro, e a farne le spese sono sempre i cittadini", questa la posizione di Giuseppe Scaramuzza, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • 5x1000 dichiarazione dei redditi

    Liste di attesa e intramoenia: il Piano dell’Emilia Romagna buona pratica per una politica nazionale. Il 9 novembre a Bologna si è svolta la tappa della campagna itinerante del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva “Sono malato anch’io-La mia salute è un bene di tutti” Nella tappa emiliana abbiamo potuto apprezzare il Piano avviato dalla Regione, 22 azioni precise di contrasto alle liste di attesa, obiettivi  specifici e tempistica chiare, quindi una priorità per la sanità regionale.

  • Cittadinanzattiva su Dl Balduzzi: grave bocciatura emendamento su aggiornamento nomenclatore protesi e ausili

    La bocciatura dell'emendamento relativo all'aggiornamento del nomenclatore tariffario dei presidi delle protesi e degli ausili, risalente ormai ad oltre 10 anni fa, rappresenta un fatto gravissimo che non accoglie le istanze presentate dalle Organizzazioni civiche e dei pazienti, e non tiene in considerazione i reali bisogni delle persone affette da patologia cronica o rara.

  • Cittadinanzattiva su blocco turn over in sanità: a pagare saranno i cittadini. Potenziare le realtà in affanno per evitare il rischio di interruzione di pubblico servizio

    "Le misure relative all'inasprimento del blocco del turn over del personale del SSN, previste nella Legge di Stabilità, incideranno pesantemente sui cittadini e sulla loro possibilità di accedere alle cure, nonché sulla qualità e sicurezza delle stesse", è quanto dichiara Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • Biotestamento copy

    È passata all’esame del Senato ed ufficialmente legge, la n. 219/17, e contiene le indicazioni per le procedure di fine vita e le disposizioni anticipate di trattamento, cosiddette DAT.

    "Ogni “persona maggiorenne, capace di intendere e volere, in previsione di un’ eventuale futura incapacità di autodeterminarsi, può, attraverso “Disposizioni anticipate di trattamento” (Dat), esprimere le proprie convinzioni e preferenze in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto a scelte diagnostiche o terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, comprese le pratiche di nutrizione e idratazione artificiali”.

  • BERGAMO INFERMIERI MONITORAGGIO

    Nelle scorse settimane è stato presentato il rapporto sull'osservatorio civico sulla professione infermieristica. L’indagine aveva l'obiettivo di raccogliere l’esperienza dei cittadini nel rapporto con la figura professionale dell’infermiere. 4 le sedi territoriali del Tribunale per i diritti del Malato coinvolte, tra queste anche l'assemblea di Bergamo. 

    Sul tema si terrà il prossimo 23 aprile  il II tavolo allo scopo di mettere a punto ed attuare le azioni di miglioramento necessarie. Proprio su questo si concentrerà l’impegno e la collaborazione, già nelle prossime settimane, tra il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva e la Fnopi.

  • WVEIsVvwClluTge 800x450 noPad

    "Chiediamo al Ministro Grillo, che ha annunciato di voler rivedere il sistema dei ticket, di farlo attraverso il confronto con le organizzazioni civiche, e a partire da tre mosse: abrogare il superticket nella prossima Legge di Bilancio; riscrivere i criteri di riparto, proposti dalle Regioni, del Fondo di 60 milioni di euro del superticket al fine di una maggiore equità e sostegno alle fasce di popolazione più vulnerabili; rivedere l’intera normativa in materia di esenzione dai ticket, dando più centralità all’equità".

  • Cittadinanzattiva rinnova il suo impegno nell'ambito della diffusione delle buone pratiche in tema di umanizzazione delle cure: al via l'apertura del bando Andrea Alesini che scadrà il 23 settembre 2012. Per saperne di più scarica il bando
  • Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato (TDM) su avvio lavori Patto per la Salute: senza allargare la discussione ai cittadini, si rischiano nuove misure finalizzate solo a far quadrare i conti

    "Si sta cominciando a discutere del nuovo Patto della Salute senza i cittadini e le organizzazioni che li rappresentano, correndo il serio rischio che esso si riveli un ennesimo esercizio di stile del Ministero e delle Regioni su come far quadrare i conti del SSN, senza affrontare i problemi che i cittadini incontrano ogni giorno nei servizi sanitari. Per questo chiediamo al Ministro Lorenzin e alle Regioni di essere coinvolti da subito all'interno dei tavoli tematici di lavoro per la stesura del nuovo Patto", ad affermalo Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito al nuovo Patto per la salute di cui Ministero e Regioni stanno discutendo in queste ore.

  • assemblea ordine medici 1

    I rappresentanti di tutti gli Ordini professionali provinciali di 30 professioni sanitarie si riuniranno, per la prima volta nella storia del SSN, a Roma il prossimo 23 febbraio per concordare una strategia di azione che sarà proposta con forza a Governo e Regioni.
    “Siamo i professionisti dell’assistenza – spiegano gli Ordini e le Federazioni - siamo i portatori di un bagaglio enorme di competenze, che possono e devono essere spese anche sul versante organizzativo e di una rinnovata governance che garantisca la sostenibilità del Ssn. Ma oggi tutto avviene senza interpellare chi, ogni giorno, produce la salute e vive la sanità. Questo non è giusto nei confronti dei professionisti e lo è ancor meno nei confronti dei cittadini. E non dovrà più essere così.

  • autismo3

    In occasione della Giornata mondiale dell'autismo, e in linea con le precedenti occasioni di sensibilizzazione sulle problematiche legate all'autismo, la cooperativa sociale "Castel Monte" organizza, insieme alla ULSS 8 e a Legacoop Veneto, per il 22 gennaio 2016 una giornata di confronto sul tema. L'anno scorso si era chiesto di accendere ed esporre una luce. Nel pomeriggio sarà inaugurata la struttura comunità-alloggio "Casa del Campo".

  • 5x1000 dichiarazione dei redditi

    “Si sta scaricando il peso dei tagli al finanziamento del SSN e i costi dell’inefficienza organizzativa di Regioni e Stato sulle spalle dei cittadini, incidendo in negativo su un trend già molto preoccupante che vede da alcuni anni i pazienti costretti a rinunciare alle cure". Questo il commento del rappresentante nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, Tonino Aceti, a proposito delle misure economiche riguardanti i ticket previste dalla Legge di Stabilità.

  • sala operatoria

    Una relazione pubblicata dalla Commissione Europea evidenzia un importante incremento delle donazioni di organi e dei trapianti nell'UE durante il piano d'azione 2009-2015.

    Fra gli altri successi, il piano d'azione si è tradotto nella nomina dei coordinatori locali per le donazioni da donatori deceduti e all'istituzione dei registri per monitorare lo stato di salute dei donatori in vita. La Commissione e le autorità nazionali continuano a sfruttare questo impulso, grazie alle azioni finanziate dall'UE, in particolare relativamente alla sensibilizzazione e al miglioramento delle opzioni di trapianto.

  • Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su audizione Ministro Lorenzin: Il Patto per la salute sia occasione di confronto per il rilancio del SSN. Sulla riorganizzazione della rete ospedaliera faremo sentire la nostra voce

    "Sul Patto per la salute non si perda l'occasione di un confronto con le organizzazioni civiche e di pazienti, perché esso non sia una mera intesa finanziaria, ma una opportunità per riqualificare il Servizio sanitario nazionale e per sciogliere alcuni nodi del federalismo che ha prodotto 21 sistemi regionali differenti a scapito dell'equità di accesso alle cure" è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alla audizione oggi del Ministro Lorenzin in commissione Affari sociali della Camera.

  • conferenza

    Presentati il 16 giugno a Palermo, alla presenza dell’Assessore alla salute Lucia Borsellino, i risultati dell’Audit civico di Cittadinanzattiva sulla sanità in Sicilia. L'audit consiste in una attività periodica di valutazione civica condotta sui servizi sanitari, questa volta dedicata al funzionamento dei nuovi Presidi Territoriali di Assistenza, l’interfaccia dell’assistenza ospedaliera in Sicilia secondo quanto stabilito nella Legge regionale n.5 del 2009.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.