Trasparenza & Legalità

  • Stadio della Roma: ora unico procedimento. Cittadinanzattiva tra le parti civili

    stadiodiroma tordivalle copy

    Stadio della Roma: riuniti i tre filoni processuali in un unico maxiprocedimento. I giudici dell'ottava sezione collegiale, accogliendo la richiesta della Procura, hanno riunificato i tre filoni processuali in un solo procedimento che vede imputate 16 persone. I pm hanno contestato agli imputati, a diverso titolo, i reati di associazione per delinquere, corruzione e finanziamento illecito. All'udienza sono state ammesse le parti civili tra le quali figura Cittadinanzattiva.

  • Gli effetti del nuovo regolamento sulla privacy in Europa

    FAQPrivacy copy

    Federprivacy, associazione il cui principale scopo è quello di radunare e rappresentare, mediante il vincolo associativo, tutti i professionisti della privacy e della protezione dei dati, ha diffuso un quadro statistico dei provvedimenti sanzionatori emessi nel corso dell’anno 2019 dalle varie Autorità per la privacy europee.
    Lo studio rileva che lo scorso anno sono state 190 le multe comminate dalle autorità per la privacy nello SEE (Spazio Economico Europeo) per un totale di 410 milioni di euro. Il Garante italiano è l'authority più attiva con 30 provvedimenti, mentre la più severa è quella del Regno Unito con sanzioni per 312 milioni.
    Dalla lettura dei dati, emerge che l'entrata in vigore, da maggio 2018, del Gdpr, il nuovo regolamento privacy europeo, ha prodotto un forte impulso agli strumenti sanzionatori delle varie Autorità.

  • Giornata della trasparenza

    GIORNATA DELLA TRASPARENZA copy

    Il valore della trasparenza, quanti e quali tipo di accesso ed accessibilità ai documenti, Open data: questi i temi che verranno trattati nella giornata della trasparenza che si terrà il prossimo 16 dicembre ad Ascoli Piceno .

    Scarica il programma.

  • Ostia: per la Cassazione la mafia esiste

    Giustizia contro la mafia

    Storica sentenza della Corte di Cassazione chiamata a pronunciarsi sul clan Fasciani: i giudici della seconda sezione penale hanno respinto i ricorsi di nove dei dodici imputati ed hanno confermato la sussistenza nel territorio di Ostia di una associazione di stampo mafioso. È una sentenza storica che cristallizza la matrice mafiosa del clan Fasciani, confermando l’impianto accusatorio del secondo grado. Le accuse per gli imputati sono a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, droga, usura ed estorsioni. Con la sentenza di oggi diventano definitive condanne per circa 140 anni.

  • Cucchi, Cittadinanzattiva: una sentenza che rende giustizia

    A dieci anni dalla morte di Stefano Cucchi finalmente una pronuncia che rende giustizia e restituisce fiducia nella Magistratura. Così commenta Cittadinanzattiva che sin dal primo momento è stata parte civile nel processo, rappresentata dall'avvocato Stefano Maccioni. 

    "Oggi, per la prima volta si scrive in una sentenza che Stefano Cucchi fu ucciso in seguito al  pestaggio dei carabinieri che lo avevano in custodia.  Questa pronuncia rimette le cose a posto, attribuisce responsabilità chiare e rende giustizia a Stefano, ai suoi familiari, ai cittadini. Conferma che è possibile farlo sempre, anche quando sul banco degli imputati ci sono persone appartenenti alle forze dell’ordine", dichiara Laura Liberto, coordinatrice nazionale di Giustizia per i diritti - Cittadinanzattiva.

  • Per la Cassazione non è “Mafia Capitale”

    mafia a roma 1 copy

    Per la Corte di Cassazione, quella del Mondo di mezzo non è Mafia Capitale. La Corte ha così ribaltato il verdetto d'appello ed ha stabilito che l'organizzazione a delinquere capeggiata da Massimo Carminati e Salvatore Buzzi non è stata un'associazione di stampo mafioso - impostazione peraltro avvalorata dalla stessa procura generale della Cassazione - ma un'associazione a delinquere “semplice”.

  • Al via il Progetto Trasparenza Semplice in ambito bancario

    associazioni scrivono alle banche

    Promosso dall'Associazioni Bancaria Italiana ed alcune associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva, nasce il Progetto Trasparenza Semplice con l’intento di promuovere la trasparenza tra il consumatore/utente e gli istituti bancari.

    A testimonianza dell'impegno profuso, sono stati resi pubblici alcuni strumenti informativi ed educativi diretti alla clientela sulle molte novità normative in ambito bancario con impatti significativi per la stessa, utilizzando un linguaggio ed una modalità espositiva semplice, immediata, facilmente comprensibile ed essenziale.

  • Mafia Capitale, Venafro condannato: ribaltata la sentenza in appello

    mafia a roma 1

    La Corte di Appello di Roma ribalta la sentenza di primo grado che aveva assolto Maurizio Venafro, l’ex capo di gabinetto alla Regione Lazio, con formula piena "per non aver commesso il fatto". I giudici della terza Corte di Appello hanno così accolto la richiesta del Sostituto procuratore generale di Roma e condannato Venafro - accusato, nell'ambito di uno dei filoni del processo Mafia Capitale, di turbativa d'asta - alla reclusione di un anno, disponendone anche il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione per la durata della pena.

  • Dal 14 al 16 maggio la 30° edizione del Forum PA

    30edizioneforumPA

    Al centro del FORUM PA 2019 il tema dell’amministrazione pubblica come fattore imprescindibile di sviluppo del Paese e come soggetto attivo che crea valore pubblico.  Cittadinanzattiva ha partecipato, mercoledì 15 maggio, al workshop “Quale PA per creare valore” organizzato dal Dipartimento della Funzione Pubblica. Il workshop è stato l’occasione per un confronto aperto sul 4° Piano d’azione nazionale per l’open government 2019-2021 e le esperienze internazionali.

  • Stadio della Roma: Cittadinanzattiva ammessa parte civile

    stadiodiroma tordivalle

    Un altro risultato importante per Cittadinanzattiva: il Giudice dell’udienza preliminare ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile dell’associazione, rappresentata dall’avv. Stefano Maccioni della rete di Giustizia per i Diritti.

  • Al via la seconda edizione del Premio “Rating di Legalità nella Pubblica Amministrazione”

    rating legalita

    Si è svolta il 25 marzo, presso la Sala stampa della Camera dei Depurati, la Conferenza Stampa di presentazione del Premio Nazionale “Rating di Legalità nella Pubblica Amministrazione”. Il premio, promosso dall'Associazione Italian Digital Revolution - AIDR in collaborazione con i propri partner, vede Cittadinanzattiva come membro del comitato tecnico - scientifico e ha lo scopo di prevenire e contrastare l'illegalità nella Pubblica Amministrazione attraverso la crescita della cultura digitale nel Paese, nel rispetto dei principi di legalità, trasparenza e responsabilità sociale.

  • Online il 4° Piano d'azione nazionale per l'open government

    opengov

    E’ on line sul sito www.open.gov.it. il 4° Piano d'azione nazionale per l'open government 2019-2021 che sarà in consultazione per 45 giorni fino al 30 aprile. Nata nel 2011, l’Open Government Partnership (OGP) è un’iniziativa internazionale che coinvolge 69 Paesi che si impegnano a realizzare azioni concrete per aumentare l’apertura e la trasparenza delle amministrazioni nei confronti dei cittadini: questa missione viene definita concretamente attraverso la stesura e l’applicazione, in collaborazione con la società civile, di un piano di azione biennale. Per garantire un confronto ampio e partecipato sui temi del “governo aperto”, il 6 giugno 2016 è stato istituito ufficialmente l’Open Government Forum che riunisce rappresentanti delle Pubbliche Amministrazioni, della società civile, del mondo universitario, delle imprese e delle associazioni di tutela dei consumatori. Trasparenza, partecipazione e innovazione sono i tre assi portanti della bozza del Piano d’azione a cui Cittadinanzattiva ha partecipato sin dalle prime fasi proponendo azioni concrete, sostenibili e monitorabili in ogni loro fase.

  • Torna la settimana dell'Amministrazione Aperta

    ammin. aperta

    Il coinvolgimento dei cittadini nell’azione di governo non può che essere il cardine su cui sviluppare ogni iniziativa di open government. Partendo da questo presupposto, l'amministrazione pubblica inviata cittadini, enti pubblici, associazioni e chiunque abbia interesse ad approfondire i temi del governo aperto a partecipare alla terza edizione della Settimana dell’Amministrazione Aperta che quest’anno si tiene da lunedì 11 a domenica 17 marzo in tutta Italia.

  • Processo Alemanno: riconosciuto risarcimento a Cittadinanzattiva

    processo legge

    La seconda sezione penale del Tribunale di Roma ha emesso la sentenza contro Gianni Alemanno in uno dei filoni dell’inchiesta Mondo di mezzo. L’ex Sindaco di Roma è stato condannato alla pena di sei anni - condanna più severa rispetto alla richiesta della procura - e riconosciuto colpevole per il reato di corruzione e finanziamento illecito.

  • Processo Alemanno:Ulteriore riconoscimento nostra azione contro la corruzione

    alemanno

    Processo Alemanno: riconosciuto risarcimento a Cittadinanzattiva, parte civile. Ulteriore riconoscimento nostra azione contro la corruzione

    “E’ un risultato importante, che ci incoraggia a proseguire il nostro impegno nel contrasto alla corruzione che portiamo avanti da anni”, dichiara Stefano Maccioni, legale di Cittadinanzattiva nel processo. “Questa sentenza conferma il teorema dell’accusa, e  la presenza di Mafia Capitale”

  • Processo Marra, riconosciuto risarcimento a Cittadinanzattiva

    raffaele marra

    Il Tribunale di Roma ha condannato Raffaele Marra, ex capo del Dipartimento personale del Campidoglio della giunta Raggi, a tre anni e sei mesi per il reato di corruzione. Nel 2013 Marra aveva acquistato, con lo sconto e senza averne i requisiti, una casa Enasarco a Roma grazie a una mazzetta di 367mila euro ricevuta da un costruttore.

  • Il DDL corruzione è legge, ecco cosa prevede

    DDL corruzione

    La Camera ha definitivamente approvato il Disegno di legge anti corruzione soprannominato “Spazzacorrotti”, a distanza di poco più di tre mesi dal primo via libera del Consiglio dei ministri.

  • Facciamo un pacco alla camorra compie dieci anni

    pacco alla camorra

    Compie 10 anni il progetto attuato dal Consorzio Nco - Nuova Cooperazione Organizzata e promosso dal Comitato don Peppe Diana in collaborazione con Libera, imprese e organizzazioni della società civile - tra cui Cittadinanzattiva - che prevede la realizzazione di un pacco natalizio di generi agroalimentari prodotti grazie al riuso di beni confiscati alla camorra e attraverso l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

    Per l'occasione si è tenuto il 28 novembre ad Aversa un incontro tra associazioni, operatori sociali, istituzioni e cittadini alla presenza di don Luigi Ciotti con l'obiettivo di ripercorrere le tappe di questo lungo percorso di impegno civile per la promozione di un nuovo modello di sviluppo locale e lanciare nuove sfide per il futuro.

  • Agricoltori italiani: il Paese che vogliamo

    agricoltori

    Si è tenuta il 29 novembre, presso l'Auditorium della Conciliazione, l'Assemblea nazionale della Confederazione Italiana degli Agricoltori, ente con cui Cittadinanzattiva collabora da anni in modo strutturato sui temi dell'ambiente, della salute, del cibo. L'iniziativa intende avviare un dibattito utile a definire un progetto di manutenzione del territorio nazionale in un’ottica di tutela, prevenzione e gestione delle calamità.

  • Costituzione a colazione!

    costituzione a colazione

    'Costituzione a colazione’ è l'evento annuale dell’associazione Sulle Regole dedicato alle scuole, che torna con la sesta edizione giovedì 29 novembre a Milano. Una mattinata di conversazioni, sui temi della Costituzione, tra Gherardo Colombo e gli studenti delle scuole superiori collegati in diretta nelle sale cinematografiche. Non una lezione ex cathedra ma, nello stile di Gherardo Colombo, uno scambio alla pari con gli studenti durante il quale Pif non fara’ mancare il suo punto di vista per stimolare e coinvolgere i ragazzi.

  • Codici identificativi subito per le forze di polizia!

    CODICI IDENTIFICATIVI PER LE FORZE DI POLIZIA 10

    Con un appello rivolto al ministro dell’Interno Matteo Salvini e al capo della Polizia Franco Gabrielli, Amnesty International Italia ha lanciato una campagna, alla quale aderisce anche Cittadinanzattiva, perché le forze di polizia siano dotate di codici identificativi alfanumerici individuali durante le operazioni di ordine pubblico.

    Diciassette anni dopo il G8 di Geno­va del 2001, benché le violazioni gravi e sistematiche dei diritti umani commesse in occasione di quell’evento siano state accerta­te in giudizio, molti fra gli appartenenti alle forze di polizia coinvolti sono rimasti impuniti, in parte proprio perché non fu possibile risalire all’identità di tutti gli agenti presenti.

    Già nel 2012 il Parlamento europeo approvava una risoluzione sulla situazione dei diritti fondamentali nell'Unione europea (2010-2011) in cui, alla raccomandazione n. 192, si sollecitavano gli stati membri “a garantire che il personale di polizia porti un numero identificativo”.

  • “Cittadini attivi per la trasparenza”

    trasparenza

    Questo il titolo dell'evento che si svolgerà all'Aquila durante il Festival della Partecipazione, sabato 13 ottobre dalle 14,30 alle 16,30 presso la Univaq DSU Aula 0A – Anna Ciuffetelli. L’accesso alle informazioni, la trasparenza come arma di contrasto alla corruzione, l’uso civico delle informazioni e l’attivazione “dal basso” dei cittadini… Sono alcuni dei temi che si intendono affrontare in questo laboratorio di idee sul tema dell’accesso civico alle informazioni. L'evento prevede tre momenti. All'inizio parleranno le associazioni che hanno sperimentato lo strumento dell'accesso civico; in un secondo momento l'avvocato Belisario, esperto di trasparenza amministrativa, fornirà delle vere e proprie istruzioni per l'uso dello strumento, sia per le associazioni che per i cittadini. Infine la parola passa alle Istituzioni, interverrano la Funzione Pubblica e l'Autorità nazionale anticorruzione.

  • Presentato il XVI Rapporto nazionale sulla sicurezza delle scuole

    Un crollo ogni quattro giorni di scuola, tre scuole su quattro senza agibilità statica, solo una su venti in grado di resistere ad un terremoto. Crescono gli investimenti per la manutenzione ad opera degli enti proprietari, Comuni e Province: si parla in media di 50mila euro ad edificio per interventi di manutenzione ordinaria e di 228mila euro per quelli straordinari, ma il divario fra le varie realtà regionali è notevole.

    In generale, emerge una Italia a tre velocità, sia sulla manutenzione che sull’adempimento delle norme e delle certificazioni richieste dalla legge: ad investire di più sulla manutenzione ordinaria è la Lombardia (in media quasi 119mila euro), meno la Puglia (non si arriva ai 3mila euro); la verifica di vulnerabilità sismica è stata effettuata solo nel 2% delle scuole calabresi e nel 59% di quelle umbre, il certificato di prevenzione incendi è presente nel 69% degli istituti del Trentino Alto Adige e solo nel 6% di quelli laziali.

    Questi alcuni dei dati che emergono dal XVI Rapporto sulla sicurezza delle scuole, presentato a Roma da Cittadinanzattiva.

  • Presentato il XVI Rapporto nazionale sulla sicurezza delle scuole

    XVI Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza delle scuole: Italia a tre velocità, il Sud investe poco e resta indietro su certificazioni.
    Un crollo ogni 4 giorni di scuola, record degli ultimi 5 anni.
    Online sul nostro sitoi dati analitici su 6.556 edifici.

    Un crollo ogni quattro giorni di scuola, tre scuole su quattro senza agibilità statica, solo una su venti in grado di resistere ad un terremoto. Crescono gli investimenti per la manutenzione ad opera degli enti proprietari, Comuni e Province: si parla in media di 50mila euro ad edificio per interventi di manutenzione ordinaria e di 228mila euro per quelli straordinari, ma il divario fra le varie realtà regionali è notevole.
    In generale, emerge una Italia a tre velocità, sia sulla manutenzione che sull’adempimento delle norme e delle certificazioni richieste dalla legge: ad investire di più sulla manutenzione ordinaria è la Lombardia (in media quasi 119mila euro), meno la Puglia (non si arriva ai 3mila euro); la verifica di vulnerabilità sismica è stata effettuata solo nel 2% delle scuole calabresi e nel 59% di quelle umbre, il certificato di prevenzione incendi è presente nel 69% degli istituti del Trentino Alto Adige e solo nel 6% di quelli laziali.

  • Mafia capitale, la Corte di Appello riconosce l’aggravante mafiosa

    mafia a roma 1

    Ribaltata la sentenza di primo grado del processo “Mafia Capitale”: la Corte di Appello di Roma ha infatti riconosciuto l'esistenza di una associazione per delinquere di stampo mafioso, contrariamente a quanto stabilito nel primo processo dove i giudici non avevano ritenuto possibile l’applicazione letterale dell’art. 416 bis. Si arriva dunque ad una svolta, anche se la Corte ha ridotto sensibilmente le pene irrogate dal Tribunale.

  • Italia sotto osservazione per violazione dei diritti umani

    diritti umani human rights shadow

    Siamo i cattivi d’Europa? Per l’Onu ci sono i presupposti per una verifica interna, che riguarderà anche altri Paesi, tra i quali l’Austria. Così, l’Alto Commissariato per i diritti umani dell’Onu ha annunciato l’invio di una task force per vigilare sull’elevato aumento in Italia di violenza e razzismo e per monitorare le politiche migratorie.

  • Nave Diciotti: autorizzare lo sbarco per ripristinare legalità e diritti umani

    "La situazione della nave Diciotti, ferma da lunedì scorso nel Porto di Catania con 150 profughi detenuti a bordo è inaccettabile e vergognosa", commenta Laura Liberto, coordinatrice nazionale di Giustizia per i diritti-Cittadinanzattiva.

    "La Diciotti è una nave della Guardia Costiera italiana, pertanto le persone a bordo si trovano già sul territorio nazionale ed è del tutto illegittimo continuare ad impedirne lo sbarco, privandole della libertà personale e della possibilità di accedere alle procedure per la richiesta di protezione internazionale cui hanno diritto. La mancata autorizzazione allo sbarco è ancora più inaccettabile se si pensa che la nave non è attrezzata per ospitare i migranti soccorsi, che infatti si trovano stipati sul ponte in condizioni precarie sul piano igienico e sanitario. 

  • Ecomafia, nel 2017 record di reati ambientali

    ecomafia2017

    Presentato alla Camera il Dossier annuale di Legambiente: nel 2017 si registra un boom di reati ambientali, il 20% in più rispetto al 2016. In Italia, nel 2017, sono stati accertati quasi 31mila illeciti ambientali, con una media di 84 al giorno: secondo i dati un quarto degli illeciti riguarda il settore dei rifiuti; in aumento anche i reati nel settore agroalimentare.

  • Antitrust chiude istruttoria e sanziona Ryanair per 1.850 Mln euro

    Multa Antitrust 8

    L’Autorità Antitrust ha chiuso l'istruttoria avviata nei confronti di Ryanair nel settembre 2017 accertando, quale pratica commerciale scorretta, l’avere operato numerose cancellazioni di voli in larga misura riconducibili a ragioni organizzative e gestionali già note alla compagnia - non dipendenti da cause occasionali ed esogene al di fuori del suo controllo -, comportando notevoli disagi ai consumatori che avevano da tempo programmato i propri spostamenti e già prenotato e pagato il relativo biglietto aereo.
    L'Antitrust ha riscontrato anche ingannevolezza nelle modalità con cui il vettore informava i passeggeri della cancellazione dei voli, dal momento che prospettava loro due possibili soluzioni (rimborso o modifica biglietto) senza adeguatamente avvisarli circa l’esistenza del loro (ulteriore) diritto alla compensazione pecuniaria – ove dovuta - previsto dal Reg. CE 261/04 proprio in caso di cancellazione dei voli. Ryanair, in ottemperanza alle richiesta dell'Autorità, da febbraio 2018 ha modificato la propria condotta, ragione per cui Antitrust ha ridotto l’importo della sanzione amministrativa fissandola in euro 1.850.000.

  • Tribunale Penale Bari: urgente intervento per nuova sede giudiziaria. Necessario monitoraggio e valutazione civica

    Cittadinanzattiva su Tribunale Penale Bari: urgente intervento per nuova sede giudiziaria. Necessario monitoraggio e valutazione civica per evitare altri episodi come questo nel nostro Paese.
    Siamo sconcertati per la condizione in cui versa il Tribunale Penale di Bari, dove magistrati, operatori della giustizia e cittadini sono costretti a celebrare le udienze in una tensostruttura allestita nel parcheggio del palazzo di giustizia, a causa della inagibilità dell’edificio.

    Esprimiamo, anzitutto, la nostra solidarietà a tutto il personale giudiziario, che continua a svolgere il proprio lavoro in una condizione così precaria ed insalubre, ritenendo che la gravissima situazione rappresenti un ennesimo sonoro schiaffo ai cittadini alle prese con il servizio giustizia. I rinvii di udienza – in luogo da definire - disposti sotto i tendoni della Protezione Civile consegnano un’immagine pietosa di come si amministri la giustizia nel nostro Paese, già fanalino di coda in Europa per i tempi biblici delle cause anche civili.

    Una situazione come quella che si sta verificando nella città di Bari richiede risposte istituzionali celeri e certe, anche attraverso il ricorso a strumenti di emergenza.

  • Mafia Capitale, il 19 settembre nuovo processo per l’inchiesta “Mondo di mezzo”

    Una condanna con rito abbreviato e venti persone rinviate a giudizio: questo quanto deciso dalla Gup di Roma nell'ambito di una tranche dell'inchiesta “Mondo di mezzo”. Il Gup ha fissato per il 19 settembre prossimo l'apertura di un nuovo procedimento: alla sbarra, oltre all'imprenditore delle cooperative Salvatore Buzzi e l'ex direttore generale di Ama, finisce anche l'ex capogruppo del Pd in Campidoglio quando era sindaco Ignazio Marino. Contestati vari episodi, tra il 2011 ed il 2014, di corruzione, turbativa d’asta, rivelazione del segreto d’ufficio e finanziamento illecito.

  • Premio OpenGov Champion

    ForumPA2018C2A

    Il 24 maggio,  in occasione  del Forum PA,  si è tenuta la cerimonia di premiazione delle organizzazioni della società civile vincitrici della seconda edizione del Premio “OpenGov Champion per la trasparenza, la partecipazione e la cittadinanza digitale”. A conclusione dell’evento “Quale ruolo per il cittadino del XXI Secolo? Una nuova concezione di cittadinanza attiva”, sono state presentate le tre associazioni vincitrici, le menzionate e le finaliste.

  • Premio “Rating di Legalità nella Pubblica Amministrazione”, Cittadinanzattiva membro del comitato tecnico-scientifico

    legalita

    Il 15 maggio si è svolta presso le Scuderie del Quirinale la cerimonia di premiazione delle pubbliche amministrazioni più virtuose che hanno ricevuto il Premio Nazionale Rating di Legalità nella Pubblica Amministrazione”.Il premio è un'iniziativa promossa dall'Associazione Italian Digital Revolution - AIDR, in collaborazione con i propri partner, con lo scopo di prevenire e contrastare l'illegalità nella Pubblica Amministrazione attraverso la crescita della cultura digitale nel Paese e nel rispetto dei principi di legalità, di trasparenza e di responsabilità sociale.

  • Un vademecum del Viminale per le vittime di racket e usura

    1 h9GSruuRrvYN5LF8WdvaGA

    Quante sono le vittime di racket e usura? I numeri crescono ma per le vittime resta la grande difficoltà nel denunciare questi abusi criminali, per paura e omertà, nonostante estorsione e usura stiano diventando fenomeni sempre più sommersi e si manifestino in forma meno evidente e diretta. Eppure nel 2017 i fondi elargiti a favore delle vittime sono raddoppiati, ma una cultura “votata” al silenzio e la mancanza di una vera rete di fiducia e sostegno sul territorio non incoraggia.

  • Una notte bianca per la legalità

    notte bianca per legalità

    Il 5 maggio si è celebrata, per il quarto anno consecutivo, la manifestazione “Notte bianca per la legalità”, iniziativa promossa e sostenuta dall’Associazione Nazionale Magistrati. L’evento, realizzato in collaborazione col Ministero dell’Istruzione, si è svolto in quattro città italiane: Genova, Napoli, Palermo e Roma. Porte aperte nei Palazzi di giustizia a oltre 1.200 studentesse e studenti, provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado di Liguria, Campania, Sicilia e Lazio e tante le iniziative in programma per far confrontare i ragazzi con i temi della legalità e del contrasto alla criminalità. Perché una giustizia che funziona è condizione essenziale per la tutela dei diritti dei cittadini e per una società equa.

  • Facebook incontra le associazioni dei consumatori

    Facebook incontra le associazione dei consumatori

    Lo scorso 24 aprile, Cittadinanzattiva e Unione Nazionale Consumatori hanno incontrato Facebook, discutendo non solo delle informazioni legate al rispetto della privacy, già ottimamente evidenziate dal Garante, ma anche chiarimenti sugli aspetti connessi alla pratica commerciale sottesa alla vicenda Cambridge Analytica, oggetto già di un esposto all'Antitrust.

    "Per le associazioni dei consumatori è una priorità approfondire le modalità con le quali Facebook consente ai fornitori di servizi sulla piattaforma di accedere ai dati degli utenti iscritti, allo scopo di evitare che non possano farlo senza il consenso espresso degli utenti, che devono sempre avere il diritto di prestare o negare il consenso all’accesso dei propri dati personali da parte di soggetti terzi diversi da Facebook..."

  • Cittadinanzattiva e Unione Nazionale Consumatori incontrano Facebook

    Cittadinanzattiva incontra Facebook

    Secondo quanto comunicato dal Garante della privacy, che questa mattina ha ricevuto una delegazione di Facebook, la società ha offerto piena collaborazione e provvederà a fornire tutti i chiarimenti richiesti.
    "Bene. Anche noi  di Cittadinanzattiva e dell'Unione Nazionale Consumatori  abbiamo incontrato questa mattina Facebook e abbiamo avuto analoghe rassicurazioni" affermano Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori e Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva."Abbiamo discusso non solo delle informazioni legate al rispetto della privacy, già ottimamente evidenziate dal Garante, ma anche chiarimenti sugli aspetti connessi alla pratica commerciale sottesa alla vicenda Cambridge Analytica, oggetto di un nostro esposto all'Antitrust" proseguono Gaudioso e Dona .

  • Il 22 aprile vieni a teatro con noi!

    Pasolini Lazio copy

    Pasolini: la verità", evento teatrale per la legalità che si inserisce nel contesto del Teatro della Legalità promosso dal Teatro di Roma,è uno spettacolo di impegno civile, sociale, politico dedicato a Pier Paolo Pasolini.
    Claudio Pierantoni mette in scena i sensi di colpa, troppo spesso flebili, nei c onfronti di Pasolini sottolineando la mancanza dellavoce di Pasolini e del suo sguardo profetico e anticipatore sulla società umana.
    Attraverso la contaminazione di momenti teatrali e audiovisivi dalla vivida e lacerante vis drammatica, lo spettacolo si configura c onun marcato profilo giudiziario, evidenziando lucidamente e documentatamente gli innumerevoli punti oscuridella sua morte. Rappresentazione artistica che vede nella realtà, disperazione, ferocia, commozione, poesia i connotati qualificantiin totale assenza di infingimenti scenici e mediazioni di comodo: un'opera, definita pasoliniana, di denunci.

  • Ci risiamo! Un nuovo scandalo tangenti investe la sanità lombarda

    tagenti lombardia

    “Ecco che si ripete lo stesso copione! Siamo indignati, ancora tangenti nelle strutture sanitarie lombarde. Così il Segretario regionale di Cittadinanzattiva Lombardia, Liberata Dell'Arciprete,  intervenendo in merito agli arresti di ieri, e prosegue: “in un momento, così difficile, in cui i cittadini sempre più faticano a far fronte alle spese sanitarie molto spesso rinunciando alle stesse, l’idea che gli acquisti di apparecchiature per le strutture sanitarie fossero legati a “squallidi” regali, ci lascia senza parole. E prosegue: “E' importante che si vada presto fino in fondo e che si accerti la verità. Le accuse sono gravissime e  se accertate i responsabili non dovranno rimanere impuniti, così come si pone la necessità  di un intervento più efficace da parte di Regione Lombardia in termini di controllo”.

  • Processo di appello per Mafia Capitale, chieste condanne severe

    Processo di appello per Mafia Capitale

    Per la Procura generale di Roma la mafia nella capitale esiste. Per questo, nel processo di appello partito lo scorso marzo, sono state chieste condanne severe per Carminati e per i suoi complici. “Perché le associazioni criminali non si costituiscono con uno statuto dal notaio”: queste le parole del Procuratore generale, secondo cui non si tratta quindi di due organizzazioni distinte, una che corrompe e l’altra che fa estorsioni, ma di una realtà unitaria, di un potere criminale che ha contaminato la città.

    E questa è mafia: è la forza di intimidazione che crea assoggettamento, quella per cui tutte le vittime non denunciano e chiamate a testimoniare balbettano. Ma il dibattito è ancora aperto e per la sentenza bisognerà attendere settembre. Cittadinanzattiva è presente nel processo come parte civile e continuerà a fare la sua parte per sostenere la sua battaglia per la legalità.

  • Cittadinanzattiva e ANAC insieme per la trasparenza e la lotta alla corruzione

    siglatoprotocolloCA ANAC

    Cittadinanzattiva e l’Autorità Nazionale Anticorruzione hanno siglato un protocollo di intesa finalizzato a promuovere iniziative sui temi della trasparenza, dell’integrità e della lotta alla corruzione, per diffondere la cultura della legalità e dell’etica pubblica nella società civile. L’impegno assunto dalle parti prevede, in particolare, la realizzazione di campagne informative, conferenze, dibattiti pubblici e attività che promuovano il coinvolgimento e l’attivazione diretta dei cittadini, nonché percorsi di educazione etica e civica e di diffusione della cultura anticorruzione, rivolti a specifiche categorie di lavoratori e professionisti, avviando anche tavoli di lavoro congiunti.

  • Siglato Protocollo d’intesa tra l’Autorità Nazionale Anticorruzione e Cittadinanzattiva

     corruzione

    Un rapporto di collaborazione nato per promuovere iniziative sui temi della trasparenza, dell’integrità e della lotta alla corruzione, per diffondere la cultura della legalità e dell’etica pubblica nella società civile. Questo l’obiettivo del protocollo di intesa sottoscritto dal segretario generale di Cittadinanzattiva, Antonio gaudioso, e il Presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone.

    Il protocollo prevede in particolare la promozione e realizzazione di campagne informative, conferenze, dibattiti pubblici e studi. Inoltre, sulla base di questioni specifiche segnalate dai cittadini, saranno promossi tavoli di lavoro congiunti.

  • Mafia a tavola? No, grazie

    corte ue boccia mafia tavola marchio contro ordine pubblico

    Un’idea che non ha ispirato particolare simpatia quella del marchio spagnolo “La Mafia se sienta a la mesa” – che tradotto significa “La Mafia si siede a tavola” – utilizzato per promuovere una serie di servizi di ristorazione tipici italiani in Spagna. Secondo i giudici del tribunale dell’Unione Europea, infatti, il marchio è contrario all'ordine pubblico, accogliendo così la richiesta dell'Italia di annullarlo. La società spagnola aveva chiesto la registrazione nel 2006 all’Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale incaricato di gestire i marchi, ma l'Italia nel 2015 aveva chiesto e ottenuto l'annullamento, avendo l'EUIPO confermato che il logo "promuoveva palesemente l'organizzazione criminale".

  • Cittadinanzattiva Lazio ti invita a Teatro per Pasolini

    Pasolini 800x450 1 copy

    Torna lo spettacolo su "Pasolini : La Verità". Mette in scena drammaticamente la mancanza della voce di Pasolini, del suo sguardo profetico segnatamente oggi che molte delle sue parole si sono avverate e si avverte pesantemente il vuoto valoriale, sociale, politico, civile, antropologico, artistico, culturale lasciato dalla sua scomparsa nella vita del nostro paese e non solo, ma evidenzia inoltre lucidamente gli innumerevoli punti oscuri del caso Pasolini. L’evento si inserisce nel percorso avviato da Cittadinanzattiva sul tema della legalità, incentrato oltre che sul sostegno alle attività legali su processi come, da ultimo, Mafia Capitale a Roma, sull’importanza della cultura, dell’arte e del teatro come strumenti di inclusione, riabilitazione e prevenzione.

  • Processo per gli appalti del G8 alla Maddalena: riconosciuto risarcimento a Cittadinanzattiva

     Processo per gli appalti del G8 della Maddalena

    Il Tribunale di Roma ha ampiamente confermato l’impianto accusatorio con quattro importanti condanne e ha riconosciuto un significativo risarcimento, di 50.000€ a Cittadinanzattiva, parte civile nel giudizio per le sue battaglie sulla legalità.

    “E’ un risultato importante, che ci incoraggia a proseguire il nostro impegno nel contrasto alla corruzione che portiamo avanti da anni”, dichiara Stefano Maccioni, legale dell’Associazione.

  • Giornata della Trasparenza ad Ancona

    giornata della trasparenza

    Lo scorso 13 dicembre si è tenuta ad Ancora la giornata della trasparenza indetta dall'INRCA di Ancona (Istituto nazionale di ricerca e cura specialiazzato in geriatria e gerentologia) . All'evento anche Cittadinanzattiva ha partecipato nella persona del Segretario regionale, Monia Mancini. "E' da tempo che ci occupiamo di questo tema per noi ogni cittadino, può essere un soggetto “attivo” rispetto alla pubblica amministrazione e esercitare in maniera democratica il proprio diritto di controllo e verifica, contribuendo in questo modo a migliorare l'attività delle pubbliche amministrazioni e prevenire fenomeni di corruzione. 

  • Mafia, nuove regole per il 41 bis

    carcere pc internet

    A distanza di ben 25 anni dall'introduzione nel nostro ordinamento del regime c.d. di carcere duro di cui all'articolo 41 bis della Legge 26 luglio 1975, n. 354 (ordinamento penitenziario), la circolare n. 3676/6126, diramata il 2 ottobre u.s. dal Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria ai Provveditori Regionali e ai Direttori degli Istituti penitenziari, interviene a regolamentare in modo omogeneo il circuito detentivo speciale.

  • Campagna inCAStrati

    INcasTRATI copia

    Negli ultimi anni, al sistema dei centri governativi di accoglienza e alla rete comunale dello SPRAR si è sovrapposto un sistema “informale” di centri temporanei, i cosiddetti CAS, i Centri di Accoglienza Straordinaria, strutture eterogenee dislocate su tutto il territorio nazionale, affidate in gestione ai soggetti più diversi: comuni, realtà del terzo settore, imprenditori privati.

    Ma si tratta di un sistema che si rivela pieno di opacità, di mancanza di trasparenza sugli affidamenti, fuori controllo: questo perché la scelta della gestione emergenziale consente spesso di scavalcare regole e procedure ordinarie nell’affidamento dei servizi, rende totalmente opaca l’assegnazione di appalti e finanziamenti pubblici, abbassa il livello dei controlli pubblici sulla realizzazione degli interventi rivolti ai migranti, produce sacche di speculazione privata e terreno fertile per infiltrazioni criminali, senza parlare poi della qualità dei servizi che vengono erogati.

    Non esiste un elenco pubblico dei CAS, della loro ubicazione, di chi li gestisce. Non c’è alcuna trasparenza su affidamenti e gestioni, sui finanziamenti, sul rispetto degli standard di erogazione dei servizi previsti da convenzioni e capitolati d’appalto.

  • Mafia Capitale, una sentenza che soddisfa a metà

    Il Tribunale penale di Roma ha emesso la sentenza che conclude il primo grado del maxi processo Mafia Capitale: i giudici della X sezione penale hanno condannato gli imputati a pene molto severe ma escluso lo stampo mafioso dell’associazione a delinquere. Cittadinanzattiva si è costituita parte civile in tutti i filoni di Mafia Capitale, legittimazione riconosciuta in virtù  delle battaglie dell’associazione contro il malaffare e  la lotta agli sprechi e alla corruzione Ma la sentenza emessa soddisfa a metà, anche per quanto riguarda il riconoscimento dei danni alle parti civili  costituite.

  • Premio OpenGoVChampion, premiate tre amministrazioni

    premio evento finale 1

    Il 13 luglio sono state rese note le amministrazioni vincitrici del premio OpenGov Champion, volto a far emergere le buone pratiche nelle pubbliche amministrazioni. Cittadinanzattiva ha partecipato a tutte le fasi della selezione e fa parte del “Comitato di premiazione”. L'iniziativa del Dipartimento della Funzione pubblica è realizzata in collaborazione con l’Open Government Forum, nell’ambito del terzo Piano di azione per l’Open Government Partnership per valorizzare le buone pratiche italiane di amministrazione aperta. 

  • Presentato l’VIII Libro Bianco sulle droghe

    giornata contro abuso droga

    Il 26 giugno, in occasione della giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga, è stata presentata alla Camera dei Deputati l’ottava edizione del Libro Bianco sulle droghe curato, tra gli altri, da alcune associazioni della CILD, la Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili (CILD): Antigone, Forum Droghe e Associazione Luca Coscioni.

  • Arresto Funzionario Regione Lazio, KO alla corruzione!

    anticorruzione copia

    Cittadinanzattiva Lazio, in collaborazione con il comando della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma, ha contribuito in modo decisivo e diretto all'azione condotta nel gennaio 2015 nei confronti di un funzionario della Regione Lazio arrestato per corruzione, mentre incassava una tangente da mille euro.

  • Premiate a Roma le start up etiche degli studenti

    "Dalle saponette realizzate con gli oli da cucina esausti, all’orto 2.0 per poter coltivare a distanza un piccolo lotto, magari su di un terreno confiscato alle organizzazioni criminali; dal car pooling studentesco per raggiungere l’ateneo di Tor Vergata alle coltivazioni basate sull’acquaponica per riqualificare strutture abbandonate a Roma e produrre a basso costo ortaggi e allevare pesce.

  • Processo Mafia Capitale, presentate le richieste delle parti civili

    mafia a roma 1 copia
    Si è svolta il 2 maggio scorso la discussione del maxi processo Mafia Capitale in cui è presente anche Cittadinanzattiva come parte civile, rappresentata dall’avv. Stefano Maccioni. Dopo le richieste di condanna da parte della Procura, formalizzate nell'udienza del 27 aprile scorso, nell'udienza del 2 maggio la parola è passata proprio alle parti civili che hanno avanzato le proprie richieste di risarcimento.

  • Affitti in nero: una sentenza della Consulta tutela gli inquilini

     

    affittasi

    I numeri parlano chiaro: almeno 950.000 le unità immobiliari affittate a canoni neri, 5 miliardi di euro non dichiarati e una evasione di 1,5 miliardi di Irpef da parte di proprietari “furbetti”. Per non parlare  di quello che avviene a discapito degli studenti fuori sede: solo nella Capitale  si calcola che circa 30 mila appartamenti vengano affittati in nero.

  • Presentato esposto per pratiche anticoncorrenziali contro McDonald's

    mcdonalds

    Cittadinanzattiva, Codacons e Movimento Difesa del Cittadino tornano all’attacco contro il colosso americano. Dopo un esposto presentato a settembre scorso alla magistratura per chiedere verifiche sulla politica fiscale del gigante dei fast-food e un altro inoltrato a gennaio alla Commissione Europea - che a dicembre aveva annunciato l’apertura di un’indagine sul trattamento fiscale di McDonald’s in Lussemburgo - le tre associazioni si sono rivolte all’Autorità garante della concorrenza e del mercato con una nuova segnalazione, accusando il colosso di abusare di posizione di dominante sul mercato in violazione di diverse disposizioni di legge.

  • II Giornata nazionale contro la corruzione in Sanità

    corruzione

    Il 6 aprile si terrà la 2° Giornata Nazionale Contro la Corruzione in Sanità e per la salvaguardia del Servizio Sanitario Nazionale. Cittadinanzattiva ha aderito anche quest'anno alla Giornata L’iniziativa ha l’obiettivo di creare un momento di presa di coscienza da parte di medici e professionisti sanitari, pazienti, istituzioni e società civile sulla portata della corruzione in Sanità e sugli strumenti per combatterla. 

  • Legalità e trasparenza: il caso dei 4 consiglieri della Valle d'Aosta

    E' di ieri la notizia della sospensione, ai sensi della legge Severino, di quattro consiglieri della Regione Valle d’Aosta, a seguito della condanna della Corte di Appello di Torino emessa a carico di 15 consiglieri regionali, imputati di reati che vanno dal peculato al finanziamento illecito ai partiti e indebita percezione di contributi pubblici.

  • Promozione alla trasparenza: al via la Settimana dell’amministrazione aperta

    settimana amministrazione aperta

    Continuano a svolgersi in tutta Italia incontri, seminari, webinar nell’ambito della Settimana dell’amministrazione aperta. L’iniziativa rientra tra le attività promosse nell’ambito del 3° piano d’azione dell’Open Government Partnership (OGP), una iniziativa internazionale che mira a ottenere impegni concreti dai Governi in termini di promozione della trasparenza, sostegno alla partecipazione civica, lotta alla corruzione e diffusione, dentro e fuori le Pubbliche Amministrazioni, di nuove tecnologie a sostegno dell’innovazione.

  • Ricostruzione trasparente con le popolazioni colpite dal terremoto

    ricostruzione trasperente

    Sabato 4 marzo si è svolta la giornata mondiale degli open data, in questa occasione Cittadinanzativa, Action Aid e altre associazioni si sono date appuntamento a San Benedetto del Tronto per parlare di ricostruzione trasparente con le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia.

  • A Porto Sant'Elpidio per parlare di terremoto

    terremoto evento ascoli

    Sabato 11 marzo a Porto Sant’Elpidio nelle Marche Cittadinanzattiva, Action Aid,  Gus e CVS promuovono un incontro per illustrare ai cittadini la normativa sul terremoto di recente pubblicazione. con l’obiettivo di diffonderne la corretta conoscenza e raccogliere domande, idee e richieste di tutela.

  • Cittadinanzattiva parte civile nel processo “Quarto Passo” a Perugia

    parte civile nel processo Quarto Passo a Perugia

    Prende il via il maxi processo partito dall’inchiesta denominata “Quarto passo” contro la ‘Ndrangheta, infiltrata nell’economia umbra a suon di estorsioni, usura e bancarotta fraudolenta. Nel processo sono coinvolte attualmente 57 persone, accusate a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, ricettazione, estorsione, traffico di droga, truffa e usura. Il 27 febbraio il Tribunale Collegiale di Perugia ha riconosciuto a Cittadinanzattiva, rappresentata dall'avvocato Silvia Barontini, il diritto a costituirsi quale parte lesa nel procedimento giudiziario aperto contro questa presunta associazione mafiosa, operante da anni nel territorio regionale.

  • Cittadinanzattiva parte civile nel processo per Ndrangheta a Perugia

    quartopasso perugia

    Lo ha deciso ieri, 27 febbraio, il Tribunale Collegiale di Perugia che ha riconosciuto a Cittadinanzattiva, rappresentata dall’avvocato Silvia Barontini, il diritto a costituirsi quale parte lesa nel procedimento giudiziario aperto contro una presunta associazione legata alla ‘Ndrangheta’, operante da anni nel territorio regionale. 

    Stando ai primi risultati degli organi investigativi, la cosca mafiosa avrebbe tessuto una stretta rete su tutta la provincia di Perugia, eleggendo il capoluogo umbro quale quartier generale del clan.

    Nel processo ribattezzato "Quarto Passo", primo procedimento in Umbria per associazione mafiosa, sono coinvolte attualmente 57 persone, accusate a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, ricettazione, estorsione, traffico di droga, truffa e usura. 

  • Petizione curiamo la corruzione in sanità

    0001

    Cittadinanzattiva aderisce alla petizione, promossa da  Transparency International Italia, CENSIS, ISPE-Sanità e RiSSC, nell’ambito del progetto “Curiamo la corruzione”.

    Tramite la petizione chiediamo al Ministro Beatrice Lorenzin e al Parlamento di promuovere una compiuta ed effettiva trasparenza e la massima integrità del settore sanitario, in particolare nell’ambito dei rapporti e delle modalità di interazione tra pubblico e privato.

  • Caso Volkswagen: l'UE apre una procedura di infrazione in sette Paesi europei

    La Commissione Europea ha avviato una procedura di infrazione contro la Germania e altri sei Paesi  (Gran Bretagna, Lussemburgo, Spagna, Grecia, Lituania e Repubblica Ceca) che non hanno previsto o applicato sanzioni - al contrario di quanto avvenuto in Italia, dove l'Antitrust ha inflitto alla filiale nazionale della Volkswagen una multa da 5 milioni di euro - nei confronti dei produttori di automobili che hanno violato le normative europee sulle emissioni. 

  • Firmato protocollo fra Cittadinanzattiva e AICS

    fotoaics
     
    Promuovere la legalità contro la devianza e l’emarginazione sociale, contrastare la povertà educativa e la dispersione scolastica e tutelare la salute sensibilizzando ai corretti stili di vita.
    Con queste finalità, Aics – Associazione italiana Cultura Sport – e Cittadinanzattiva hanno sottoscritto alla Camera dei Deputati il Protocollo di intesa che le vede unite per sviluppare campagne di informazione e sensibilizzazione, progetti e iniziative di carattere sia nazionale che territoriale.
  • Giornata nazionale della Legalità

    legalita copy

    Il 22 novembre 2016, in occasione della giornata della legalità, organizzata da Confcommercio, sono stati presentati i dati emersi dalla recente indagine condotta da Confcommercio -format research.

    Dalla ricerca energe che il 27% dei consumatori dichiara di aver acquistato, almeno una volta nel corso del 2016, prodotti illegali o usato di servizi offerti da soggetti non autorizzati. Cittadini che si dimostrano consapevoli dei rischi in cui incorrono, in particolare nell'acquisto di farmaci e prodotti alimentari, consapevolezza che però non sembra disincentivare tali comportamenti di acquisto.

  • 30 novembre firma del protocollo tra AICS e Cittadinanzattiva

    disigualianze

    Il prossimo 30 novembre presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’accordo tra AICS Associazione Italiana Cultura Sport e  Cittadinanzattiva Onlus volto a favorire la promozione della cultura della legalità, dell’inclusione sociale, dell’integrazione e della lotta alle diseguaglianze.

  • La legalità anzitutto!

    legalita

    Prevenzione e contrasto all'abusivismo commerciale ed alla contraffazione. Questo il Protocollo siglato lo scorso 21 di ottobre tra Cittadinanzattiva Marche e tante altre associazioni che operano sul territorio marchigiano nella lotta contro l'abusivismo. Leggi il protocollo

  • Evasione McDonald’s, non solo panini e patatine fritte

    campagna mc

    E’ online il sito web Unhappymealitalia.com, il portale promosso dalle associazioni di consumatori Cittadinanzattiva, Codacons e Movimento Difesa del Cittadino con il quale la Rete si mobilita per contrastare la presunta elusione fiscale del colosso dei fast food McDonald’s. Più di un anno fa è stata presentata dalle stesse associazioni una denuncia contro la multinazionale che avrebbe evaso le imposte per oltre 74 milioni di euro: oggi, anche attraverso il portale, continua l’impegno nel chiedere alle istituzioni italiane, in particolare all’Agenzia delle Entrate, di indagare su questa possibile elusione a vantaggio di una società del Gruppo con sede in Lussemburgo. Se accertata, l’evasione potrebbe portare nelle casse dello Stato fino a 224 milioni di euro.

  • Amatrice e vecchi vizietti

    terremoto amatrice

    Su l’Espresso è stato pubblicato un servizio dedicato al terremoto che ha colpito il Centro Italia lo scorso agosto per tracciare un primo bilancio, a distanza di un mese, sulla ricostruzione. Secondo i dati raccolti, il dopo-terremoto 2016 ha già imboccato la strada lastricata d’oro che aveva guidato l’emergenza a L’Aquila nel 2009: cioè la via dello spreco, con un dispendio notevole di soldi pubblici e senza reali benefici per la popolazione.  

  • "Silenzi di Stato", il 12 ottobre la presentazione a Roma

    Quanto è sicura la mia scuola? Come sono fatte le graduatorie dei concorsi pubblici?

    "Dieci casi esemplari di trasparenza negata. Uno più stupefacente e vergognoso dell’altro... Un reportage che aiuta a capire quanto la battaglia per una trasparenza vera e non solo formale non sia stata ancora vinta. Anzi...”, scrive Gian Antonio Stella nella prefazione di "Silenzi di stato. Storie di trasparenza negata e di cittadini che non si arrendono", di Ernesto Belisario e Guido Romeo, appena edito da Chiare Lettere. 

  • Sisma, aperta un’inchiesta dalla Procura di Rieti per disastro colposo

    terremoto amatrice

    Perché quegli edifici sono crollati come castelli di carta? C’è un responsabile della morte di centinaia di persone? Dopo il terribile terremoto che ha colpito l’Italia si comincia a ragionare su un fatto palese: alcuni degli edifici, appena inaugurati, avrebbero dovuto essere a prova di sisma.

  • Una mobilità nuova per una vita di qualità

    2gipsyqueens spreko16

    Continua la consultazione civica sulla mobilità sostenibile e i nuovi modelli di mobilità lanciata da Cittadinanzattiva in vista della Settimana europea della mobilità 2016, di cui l'associazione è associated partner per la quarta edizione.

  • Mafia capitale, condanna per Monge e risarcimento per le parti civili

    Il Tribunale di Roma ha assolto con formula piena l’ex capo di Gabinetto della Regione Lazio Maurizio Venafro, accusato di turbativa d’asta in uno dei filoni del processo a Mafia Capitale. I giudici della seconda sezione penale hanno, invece, condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione Mario Monge, dirigente della cooperativa Sol.Co.

  • Amministratori sotto tiro: l'intervista ad Antonio Gaudioso

    marcia

    Sono stati 479 gli atti di intimidazione e minaccia rivolti ad amministratori, locali e funzionari pubblici censiti da Avviso Pubblico per l’anno 2015. Una media di 40 intimidazioni al mese. Una minaccia ogni 18 ore. Rispetto al 2014, quando furono 361, si registra un preoccupante incremento del 33%.
    Questa piaga nel 2015 ha coinvolto 17 Regioni – immuni solo Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige e Umbria – 79 Province e 266 Comuni, facendo segnare un incremento del 14% sulle Province e del 17% sui Comuni. Tre casi su quattro nel Sud Italia. Il Centro-Nord continua la sua lenta ma costante crescita negativa.

  • CARA di Mineo, truffa allo Stato e all’UE per un milione di euro

    soldi falsi

    Secondo l’inchiesta avviata dalla Procura di Caltagirone, dal 2012 al 2015 i numeri degli ospiti del Centro di accoglienza richiedenti asilo (CARA) di Mineo sarebbero stati gonfiati dai gestori per intascare contributi maggiori da parte del governo e sarebbero stati rendicontati e corrisposti importi superiori a quelli dovuti.

  • Il 24 giugno a Polistena la I Marcia degli Amministratori sotto tiro

    Cittadinanzattiva ha aderito alla I Marcia nazionale degli amministratori SottoTiro promossa dall’associazione Avviso Pubblico, che si svolgerà il prossimo 24 giugno a Polistena (Rc). “Venerdì prossimo saremo in Calabria con la nostra delegazione regionale insieme agli amministratori e a tante altre associazioni in segno di solidarietà e sostegno agli amministratori Sotto Tiro” ha dichiarato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

  • La ’ndrangheta esiste, sentenza storica della Corte di Cassazione

    mafia
    Può sembrare scontato e forse banale, eppure fino a qualche giorno fa dal punto di vista giudiziario e giuridico non lo era e solo recentemente, con una sentenza storica, per la prima volta la Corte Suprema di Cassazione ha riconosciuto come esistente ed operante la ’ndrangheta quale associazione criminale e segreta.

  • I Marcia nazionale degli amministratori Sotto Tiro

    marcia

    Cittadinanzattiva nell’ambito delle proprie attività e politiche per la trasparenza, la lotta alla corruzione e contrasto alle mafie, ha aderito alla I Marcia nazionale degli amministratori Sotto Tiro promossa dall’associazione Avviso Pubblico che si svolgerà il prossimo 24 giugno a Polistena (Rc).

  • Cittadinanzattiva scrive a Del Rio su Codice Appalto, più trasparenza, maggiore semplificazione

    codice appalti

    Cittadinanzattiva scrive a Del Rio su Codice Appalti: necessario seguire parere del Consiglio di Stato per più trasparenza, maggiore semplificazione e inserire obbligatorietà immediata del dibattito pubblico sulle grandi opere
    Questa mattina Cittadinanzattiva ha inviato al Ministro Del Rio le proprie osservazioni in merito al cosiddetto Codice degli appalti.

  • MafiaMaps, la nuova App di WikiMafia sul fenomeno criminale

    mafiamaps

    Una vera e propria mappa geografica della mafia, un’applicazione scaricabile nel proprio smartphone  da consultare per conoscere con precisione il sistema mafioso e la collocazione del fenomeno criminale. Ma anche chi sul territorio lo combatte, giorno dopo giorno, pubblicizzandone eventi e iniziative, con l'obiettivo ultimo di creare il più grande database sulla criminalità organizzata esistente in Italia, al grido di "mappiamoli tutti".

  • Cittadinanzattiva in audizione sul decreto trasparenza

    "Se il decreto dovesse essere approvato nella sua formulazione attuale, di fatto sarebbe impedito ai cittadini di accedere alle informazioni detenute dalla pubblica amministrazione e l'accesso civico sarebbe del tutto svuotato del suo contenuto innovativo" ha dichiarato Isabella Mori, responsabile politiche per la trasparenza di Cittadinanzattiva, che ieri pomeriggio ha partecipato alla audizione sulla bozza del decreto trasparenza (cosiddetto Foia italiano) tenutasi presso le Commissioni Affari costituzionali riunite di Camera e Senato.

    Leggi il comunicato stampa

    Scarica il documento presentato in audizione da Cittadinanzattiva

  • Cittadinanzattiva in audizione sul decreto trasparenza

    Cittadinanzattiva su bozza decreto trasparenza: così si impedisce il diritto dei cittadini ad accedere alle informazioni della PA. Cambiare rotta per non negare la trasparenza

    "Se il decreto dovesse essere approvato nella sua formulazione attuale, di fatto sarebbe impedito ai cittadini di accedere alle informazioni detenute dalla pubblica amministrazione e l'accesso civico sarebbe del tutto svuotato del suo contenuto innovativo" ha dichiarato Isabella Mori, responsabile politiche per la trasparenza di Cittadinanzattiva, che ieri pomeriggio ha partecipato alla audizione sulla bozza del decreto trasparenza (cosiddetto Foia italiano) tenutasi presso le Commissioni affari costituzionali riunite di Camera e Senato. 

  • Cittadinanzattiva aderisce al Comitato Foia4Italy

    Freedom of Information Act

    Anche Cittadinanzattiva aderisce al Comitato Foia4Italy, per una vera legge di accesso agli atti pubblici, perché crediamo che la viigilanza civica e la trasparenza non siano contrattabili.
    Il progetto FOIA4Italy nasce dalla società civile italiana, attiva da anni su trasparenza, libertà di informazione, accesso ai dati con molti percorsi di approfondimento, divulgazione, pressione politica tra cui foia.it. Il nostro scopo è ottenere, anche in Italia, strumenti già disponibili in molti altri Paesi per controllare l’operato dell’amministrazione e snellire il suo lavoro. Vogliamo norme sulla trasparenza moderne, di larga applicazione e facilmente utilizzabili dai cittadini.

  • Libera concorrenza: il Consiglio di Stato conferma la sanzione al CNF

    Confermata dal Consiglio di Stato la multa milionaria inflitta dall’Antitrust al Consiglio Nazionale Forense per aver ristretto la concorrenza del mercato, limitando l'autonomia degli avvocati in materia di compensi professionali, per la reintroduzione delle tariffe minime e per l’adozione di un parere contrario alla pubblicizzazione online dell’attività degli avvocati. L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), nello specifico, aveva inflitto al CNF una sanzione di 912.536,40 euro per aver dato vita ad “un’ intesa restrittiva della concorrenza” adottando due decisioni volte a limitare l’autonomia dei professionisti rispetto alla determinazione del proprio comportamento economico sul mercato.

  • Whistleblowing: la Camera dice sì alla legge

    Whistleblowing giustizia

    Cos’è il Whistleblowing? Si tratta di uno strumento legale – già collaudato da qualche anno, anche se con modalità diverse, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna – per informare tempestivamente su eventuali tipologie di rischio: pericoli sul luogo di lavoro, frodi all’interno, ai danni o ad opera dell’organizzazione, danni ambientali, false comunicazioni sociali, negligenze mediche, illecite operazioni finanziarie, minacce alla salute, casi di corruzione o concussione e molte altre fattispecie.

  • Corruzione, Italia ancora maglia nera dell'Europa

    L’Italia non detiene il primato negativo dell’ultimo posto in classifica in tema di corruzione ma di sicuro non c’è molto da festeggiare: solo la Bulgaria in Europa sta peggio di noi ed il nostro Paese continua ad essere percepito come uno dei più corrotti dell’Occidente. Secondo la classifica annuale stilata da Transparency International, l'organizzazione della società civile leader globale nella lotta alla corruzione, l’Italia occupa il 61° posto al mondo e resta un’anomalia tra i Paesi europei più avanzati.

  • Colosso Mc Donald’s: associazioni presentano denuncia all'Unione Europea

    Cittadinanzattiva, insieme a Codacons e Movimento Difesa del Cittadino, ha presentato un esposto all'Unione Europea contro il colosso americano McDonald's, accusando la catena di ristoranti fast food di comportamento anti-concorrenziale a causa delle clausole restrittive imposte agli operatori in franchise. Contratti di franchising capestro, con affitti salatissimi, che violano le norme Ue della concorrenza e hanno un effetto negativo sui consumatori, facendo aumentare i prezzi degli hamburger.

  • Agenda trasparente, giornata mondiale per la trasparenza e lotta alla corruzione

    trasparenza legalita
    Il prossimo 12 dicembre si terrà a Roma la giornata nazionale per la trasparenza e la lotta alla corruzione a cui parteciperanno le più importanti associazioni italiane attive su questi temi, tra cui Cittadinanzattiva. La mattinata sarà dedicata alle associazioni e agli esperti della società civile che lavorano sul tema della trasparenza e della legalità, per approfondire e trovare punti di intesa comuni su argomenti “caldi” che vedranno a breve un intervento del Governo o del Parlamento.
    In particolare, Cittadinanzattiva sarà presente ai tavoli di lavoro sui temi riguardanti la pena e confisca dei beni,  tracciabilità dei flussi finanziari e misure anti-riciclaggio.

  • Mafia Capitale, ennesimo riconoscimento per Cittadinanzattiva

    Lo scorso 26 novembre si è svolta l'udienza con rito abbreviato richiesto da alcuni degli imputati nel maxi processo di Mafia Capitale. Anche in questo caso, come per i precedenti, Cittadinanzattiva ha ottenuto il riconoscimento dell’ammissione di parte civile nel processo da parte del Giudice delle indagini preliminari. Si tratta dell’ennesimo riconoscimento per la nostra Associazione che – si legge nell’ordinanza – annovera tra gli scopi perseguiti la lotta agli sprechi ed alla corruzione. Una forte presenza simbolica, dunque, per certificare il fatto che la lotta alla corruzione si fa anche come cittadini.

  • Mafia Capitale, Cittadinanzattiva è parte civile nel maxiprocesso

    730 2015 03 04

    Si tratta dell’ennesimo traguardo importante raggiunto da Cittadinanzattiva che ieri, al termine della seconda udienza nel processo Mafia capitale, dopo ben nove ore di udienza e cinque di Camera di Consiglio, ha ottenuto dai giudici l’accoglimento della richiesta di costituzione di parte civile.

  • ANAC, norme anticorruzione anche per gli Ordini professionali

    corruzione

    L’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) ha ritenuto immediatamente applicabili agli ordini e collegi professionali le disposizioni della legge anti-corruzione n. 190/2012 e del decreto attuativo n. 33/2013 che obbliga ad adeguarsi alle norme sulla trasparenza e sulla prevenzione della corruzione.

  • Mafia capitale, Cittadinanzattiva presenta nuova richiesta di ammissione

    In seguito alle prime condanne emesse lo scorso 3 novembre per i quattro imputati coinvolti nell’inchiesta di Mafia capitale che hanno scelto il giudizio abbreviato, Cittadinanzattiva ha visto immediatamente riconoscersi quale parte civile nel processo il risarcimento del danno arrecato da uno degli imputati.

  • Mafia capitale, emerge la lista dei 101

    mafia capitale lista

    La Prefettura di Roma ha svelato i nomi contenuti nella “lista dei 101″, soggetti coinvolti nel maxi processo di Mafia capitale. La lista - una vera e propria mappa di Mafia Capitale -  rappresenta un documento cruciale che potrà essere utilizzato nel processo: tra i nomi figurano politici, amministratori, funzionari e dirigenti del Campidoglio coinvolti e avvicinati dal sistema criminale messo in atto.

  • Falso medico, nessun controllo per 37 anni di esercizio della professione

    730 2015 03 04

    Uno scandalo di grandi dimensioni quello che coinvolge un medico ferrarese, addirittura primario di Ginecologia e Ostetricia,  oggi sessantacinquenne in pensione, che per quasi quarant’anni ha esercitato la professione sanitaria sebbene non possedesse alcun titolo di laurea e alcuna abilitazione. Questo è quanto emerge dalle indagini aperte dalla procura di Venezia, in seguito all’esposto presentato da una coppia di genitori con il supporto della sezione del Tribunale per i diritti del Malato di Dolo, per le gravissime lesioni riportate dal loro neonato in uno degli ospedali dove il medico esercitava.

  • Richiedenti asilo: tra luci ed ombre il rapporto del Viminale

    a migranti attivi

    Lo scorso 21 ottobre, presso la sala conferenze del Viminale, è stato presentato il rapporto sull’accoglienza dei migranti e rifugiati in Italia, contenente dati e statistiche elaborate dal Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione sulle presenze dei migranti nei centri di accoglienza (Cpsa, Cda, Cara), nei centri di identificazione ed espulsione (Cie), nelle strutture temporanee, nell'ambito del Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) e sull'andamento degli sbarchi.

  • Mafia capitale, Cittadinanzattiva è parte civile nel processo

    mafia capitale

    E’ iniziato, a Roma, il processo legato all’inchiesta giudiziaria conosciuta come “Mafia Capitale” che lo scorso dicembre aveva portato all’arresto di decine di persone che, a vario titolo, sono state accusate di reati che vanno dall’associazione per delinquere di stampo mafioso alla corruzione, dalla turbativa d’asta all’estorsione, al riciclaggio ed all’usura.

  • Safe Harbor, sentenza storica sulla protezione della privacy

    La Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è espressa sul caso sollevato da un giovane studente di legge austriaco che ha chiesto di bloccare il trasferimento dei suoi dati personali nei server americani di Facebook. La decisione ha sollevato un grande clamore: il “Safe Harbor”, cioè la norma sull’approdo sicuro dei dati sensibili, che attualmente consente alle aziende americane di manipolare e spostare i dati personali dei loro utenti europei su server americani.

  • Campagna inCAStrati: la denuncia al sistema di accoglienza profughi .

    campagna incastrati

    Campagna inCAStrati promossa da Cittadinanzattiva, LasciateCIEntrare e Libera: depositato ricorso al TAR Lazio per chiedere trasparenza sulla gestione del sistema di accoglienza per  richiedenti asilo.
    Nonostante siano oltre 40.000 le persone ospitate, non c’è una mappa pubblica dei cosiddetti CAS, mancano informazioni chiare ed accessibili sui soggetti gestori, convenzioni, gestione economica e, soprattutto, rispetto degli standard di erogazione dei servizi previsti da convenzioni e capitolati d’appalto. Questa, in estrema sintesi, la fotografia dell’accoglienza dei profughi nel nostro Paese, sulla cui gestione Cittadinanzattiva, LasciateCIEntrare e Libera, attraverso la campagna “InCAStrati”, denunciano la situazione di grave opacità, a cominciare dai cosiddetti Centri di accoglienza straordinaria.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.