Trasparenza & Legalità

  • Campagna inCAStrati: la denuncia al sistema di accoglienza profughi .

    campagna incastrati

    Campagna inCAStrati promossa da Cittadinanzattiva, LasciateCIEntrare e Libera: depositato ricorso al TAR Lazio per chiedere trasparenza sulla gestione del sistema di accoglienza per  richiedenti asilo.
    Nonostante siano oltre 40.000 le persone ospitate, non c’è una mappa pubblica dei cosiddetti CAS, mancano informazioni chiare ed accessibili sui soggetti gestori, convenzioni, gestione economica e, soprattutto, rispetto degli standard di erogazione dei servizi previsti da convenzioni e capitolati d’appalto. Questa, in estrema sintesi, la fotografia dell’accoglienza dei profughi nel nostro Paese, sulla cui gestione Cittadinanzattiva, LasciateCIEntrare e Libera, attraverso la campagna “InCAStrati”, denunciano la situazione di grave opacità, a cominciare dai cosiddetti Centri di accoglienza straordinaria.

  • Evasione da milioni di euro: McDonald’s denunciato da tre associazioni

    soldi2

    Cittadinanzattiva, insieme al Codacons ed al Movimento Difesa del Cittadino, ha presentato una denuncia contro il gruppo McDonald’s per presunta violazione delle norme fiscali e tributarie vigenti in Italia. La denuncia prende autonomamente le mosse dal rapporto "Unhappy Meal", pubblicato nel febbraio scorso da una coalizione di sindacati americani e europei, che rivela alcuni dettagli della strategia adottata dalla multinazionale del fast food per eludere le tasse.

  • Anticorruzione, misure di trasparenza anche per gli Ordini professionali

    anticorruzione

    È stato bocciato dal Tar del Lazio il ricorso di alcuni Consigli dell’Ordine Forense contro le delibere n. 144/2014 e 145/2014 dell'Anac, l'Autorità nazionale anti-corruzione, con le quali venivano applicati gli obblighi di trasparenza previsti dalla Legge Severino anche agli Ordini professionali. Ma da queste disposizioni non si sfugge: la recente sentenza del Tribunale amministrativo regionale (n. 1391 del 24 settembre 2015) ha infatti stabilito che anche questi organismi devono adeguarsi in tutto e per tutto alle norme sulla trasparenza e sulla prevenzione della corruzione.

  • Strage di Via D’Amelio, per non dimenticare

    strage via damelio

    Il 19 luglio 1992 sarà ricordato come uno dei giorni più tragici per l’Italia e per la Sicilia: alle 16:58 in via D’Amelio a Palermo si consumò la strage che vide coinvolti il magistrato Paolo Borsellino con la sua scorta. A distanza di ventitré anni la stessa città, luogo della strage, ha celebrato una giornata di commemorazione in ricordo delle vittime; una manifestazione commovente e partecipata per ribadire e non dimenticare l'importanza ed il valore della lotta alla mafia.

  • Beni sequestrati alla mafia, dall'abbandono a case vacanza

    beneconfiscato

    Parliamo di un patrimonio e di risorse importantissime per il nostro Paese, in un’ottica di recupero ed utilizzo a favore della collettività: questo il senso che ha mosso la cooperativa SpazioLibero community  a rendere fruibili, in soli due mesi, due ville nel trapanese chiuse da ben cinque anni ed in totale stato di abbandono. Un’attività di grande impatto e forte valore simbolico per il territorio.

  • Ecoreati, un fatturato criminale da miliardi di euro

    reatiambientali

    E’ stato presentato a Roma l’annuale rapporto Ecomafia di Legambiente sui reati ambientali. Secondo i dati raccolti, il 2014 si è chiuso con un bilancio davvero pesante: 29.293 reati accertati, circa 80 al giorno, poco meno di 4 ogni ora, per un fatturato criminale che è cresciuto di 7 miliardi rispetto all’anno precedente, raggiungendo la ragguardevole cifra di 22 miliardi. Boom di infrazioni accertate nel settore dei rifiuti, cemento ed abusivismo edilizio.

  • Il Freedom of Information Act entra nella riforma della PA

    diritto accesso

    Il diritto di accesso all’informazione è regolato da norme conosciute internazionalmente come “Freedom of Information Acts” (FOIA). In base ad esse la Pubblica amministrazione ha obblighi di informazione, pubblicazione e trasparenza ed i cittadini hanno diritto a chiedere ogni tipo di informazione prodotta e posseduta dalle amministrazioni che non contrastino con la sicurezza nazionale o la privacy. La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha riconosciuto l’accesso alle informazioni detenute dai governi come diritto: oggi più di 90 Paesi democratici hanno un FOIA ma l'Italia non è ancora tra questi. Un primo importante passo sembra però essere stato fatto.

  • Trasparenza sull'accoglienza dei migranti: notificata istanza di accesso civico

    centroaccoglienza

    Cittadinanzattiva, insieme all’ associazione Libera - Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie ed alla campagna LasciateCIEntrare, ha notificato lo scorso 17 giugno una istanza di accesso civico nei confronti del Ministero dell’Interno per chiedere trasparenza sul sistema di accoglienza di immigrati e richiedenti asilo, a cominciare dalla gestione dei Centri di Accoglienza straordinaria (C.A.S.).

  • Antitrust: nuovo procedimento di inottemperanza per il CNF

    Lo scorso autunno l’Antitrust aveva multato per quasi 1 milione di euro il Consiglio Nazionale Forense (CNF) per aver ristretto la concorrenza del mercato, limitando l'autonomia degli avvocati in materia di compensi professionali, per la reintroduzione delle tariffe minime e per l’adozione di un parere contrario alla pubblicizzazione online dell’attività degli avvocati. Lo scontro torna ora ad infiammarsi perché, nonostante l’Authority avesse, sempre nello stesso provvedimento, ordinato al Consiglio di assumere tutte le misure atte a porre fine all’ infrazione accertata, dandone adeguata comunicazione entro il 28 febbraio 2015 e diffidato l’Ente dal porre in essere in futuro comportamenti analoghi a quello oggetto dell’infrazione, il CNF sembra non aver fornito alcuna risposta alle sollecitazioni imposte.

  • Arresto funzionario Regione Lazio: Cittadinanzattiva sarà parte civile

    Cittadinanzattiva Lazio, in collaborazione con il comando della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma, ha contribuito in modo decisivo e diretto all'azione condotta nel gennaio 2015 nei confronti di un funzionario della Regione Lazio arrestato per corruzione, mentre incassava una tangente da mille euro. La somma era stata richiesta dallo stesso funzionario al segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio che, difronte alla richiesta di soldi, ha deciso di denunciare il fatto alla competente Autorità e poi coadiuvare gli inquirenti andando all’incontro munito di microtelecamera.

  • Protocollo MIUR-ANM, studenti a lezione di legalità

    Per la prima volta in Italia, duecento magistrati si occuperanno di spiegare a più di ottocento studenti liceali del Lazio il vero significato della parola “legalità”. Si tratta del primo protocollo, con durata triennale, siglato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’ Associazione Nazionale Magistrati, volto ad avviare un intenso dibattito sul tema attraverso confronti, percorsi tematici, tavole rotonde, spettacoli e proiezioni cinematografiche.

  • Il Senato approva il disegno di legge anti-corruzione

    Dopo rimandi, attese, critiche sui tempi eccessivamente dilatati nonché su un Parlamento apparso poco convinto nel voler affrontare fino in fondo una seria lotta alla corruzione, è arrivato finalmente l’ok del Senato sul disegno di legge, che prosegue ora il suo iter alla Camera per la successiva approvazione.

  • Centri immigrati, nasce la Commissione parlamentare d’inchiesta

    immigrati

    Istituita dalla Camera dei Deputati con delibera del 17 novembre 2014, finalmente parte in maniera ufficiale il lavoro della Commissione parlamentare d’inchiesta sui centri di identificazione ed espulsione per gli immigrati (CIE) e sui centri di accoglienza per i richiedenti asilo (CARA). La prima riunione della Commissione si è svolta giovedì 26 marzo, dopo un iter travagliato, in attesa che ogni partito provvedesse alla nomina di un proprio componente.

  • Parlamentari: scopri chi guadagna di più!

    Sul sito del Parlamento sono state pubblicate le dichiarazioni patrimoniali dei parlamentari e dei membri del Governo sui redditi riferiti al 2013, come da prassi iniziata nel 2012 con il Governo Monti.
    Ne viene fuori che i ministri con il reddito imponibile più basso sono le Ministre Maria Elena Boschi e Marianna Madia che hanno dichiarato, rispettivamente, 94.000 euro circa e per questo si collocano nelle posizioni più basse.

     

  • Centro immigrati di Gradisca: vogliamo legalità e trasparenza

    giustizia

    Cittadinanzattiva, l'associazione Tenda per la Pace e i Diritti e la campagna LasciteCIEntrare hanno presentato una istanza di accesso agli atti alla Prefettura di Gorizia inerente la convenzione vigente dal 10 gennaio scorso tra questa e il consorzio Connecting People per la gestione degli spazi dell'ex CIE (Centro di Identificazione e Espulsione).

  • Vitalizi regionali: Diffida al Ragioniere dello Stato

    Prosegue la campagna di Cittadinanzattiva per abolizione vitalizi dei consiglieri regionali: inviata diffida al Ragioniere Generale dello Stato. 

    Con l’adozione, a fine 2014, di ben due ordini del giorno in sede di approvazione della legge di stabilità, Cittadinanzattiva ha fatto assumere al Governo un impegno preciso per la reale abolizione dei vitalizi dei consiglieri regionali attraverso il passaggio, già statuito dalla legge nazionale, al sistema previdenziale contributivo per tutti i consiglieri regionali, ivi compresi quelli rieletti e quelli cessati dal mandato ed al recupero delle somme finora illegittimamente erogate dalle regioni.

  • Quanto ci costa il Senato della Repubblica?

    senato

    Le cifre che emergono dal bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015 parlano chiaro: mantenere il "morituro" Senato della Repubblica costerà agli italiani 540 milioni 500 mila euro, di cui 434 milioni circa verranno spesi solo per pagare indennità e vitalizi ai senatori in carica e cessati dal mandato, oltre alle retribuzioni del personale in servizio. Continua a leggere nel dettaglio le altre voci di spesa

  • La società civile presenta la legge sull’accesso ai dati #FOIA4Italy

    foiaforitaly 2015 02 20

    Oltre 30 organizzazioni della società civile riunite nel progetto Foia4Italy hanno redatto una proposta di legge, presentata ai parlamentari di tutti gli schieramenti in un incontro alla Camera. Leggi tutto

  • Vitalizi regionali: su La Repubblica la denuncia di Cittadinanzattiva

    La denuncia di Cittadinanzattiva contro i vitalizi dei consiglieri regionali, privilegio illegittimo della casta dei politici locali, è stata rilanciata nell'editoriale di Mario Pirani sul quotidiano La Repubblica

  • Cittadinanzattiva fa arrestare funzionario regionale per tentata corruzione

    arresto

    Negli scorsi giorni Roberto Crea, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio, è stati protagonista di un tentativo di corruzione: un funzionario della Regione Lazio ha chiesto il pagamento di una tangente legata ad un progetto svolto dalla nostra organizzazione. La risposta: immediata denuncia alla GdF e collaborazione per l'arresto del funzionario. Per saperne di più, puoi leggere il nostro comunicato, la notizia pubblicata da diversi quotidiani e presente nella nostra rassegna stampa, una intervista a Crea realizzata da Il Fatto Quotidiano TV  o guardare la sua partecipazione a "Agorà" su Raitre del 20 gennaio (dal minuto 50).

  • Apriamo i cassetti: FOIA.IT chiede alla Presidenza del Consiglio di accedere al "dossier Cottarelli"

    spesaedenaro

    Tasse e tagli alla spesa sono temi cronicamente all’ordine del giorno. Il Commissario straordinario alla spending review, Carlo Cottarelli, si è dimesso ormai da mesi, non senza polemiche. E da mesi si attendono i documenti, 25 per l’esattezza, che il suo gruppo di lavoro ha elaborato durante questo controverso anno di attività. Documenti prima annunciati come salvifici, ora declassati a semplici slide - tuttavia gelosamente riposti in qualche cassetto di Palazzo Chigi. Non conoscibili. Inaccessibili. Leggi tutto

  • Università: una firma contro l'illegalità e la corruzione

    finanza soldi 2015 02 13 copy

    Clientelismi, corruzione, baronato, raccomandazioni: quando qualcuno nel mondo dell’istruzione approfitta del suo ruolo per guadagnare un vantaggio personale distrugge molto più di quello che pensa. Per questo le associazioni promotrici della campagna Riparte il futuro, fra cui Cittadinanzattiva, chiedono ai cittadini di firmare la petizione rivolta ai rettori delle 66 università italiane affinché favoriscano la segnalazione di pratiche illegali al proprio interno e proteggano chi denuncia episodi d’illegalità. Firma anche tu!

  • Italia, siamo primi in Europa....in corruzione

    Presentato l'annuale Rapporto di Transparency International sul livello di corruzione: Italia ultima in classifica fra i paesi europei, insieme a Grecia e Bulgaria che hanno però migliorato il loro indice rispetto all'anno precedente. Leggi il comunicato stampa. Al link il nostro Vademecum per i cittadini per valutare la trasparenza di una pubblica amministrazione.

  • Vademecum per i cittadini per una amministrazione trasparente

     

    L'opuscolo, rivolto a tutti i cittadini, ha l'obiettivo di fornire informazioni di base sul tema della trasparenza amministrativa e sugli obblighi di trasparenza che gravano su tutte le pubbliche amministrazioni. Negli ultimi anni sono intervenuti diversi provvedimenti legislativi che di fatto hanno prodotto un cambiamento di prospettiva nel rapporto Pubblica amministrazione cittadini. In Italia, il ruolo che i cittadini hanno avuto sino ad ora nei confronti della pubblica amministrazione è stato condizionato da una forte squilibrio tra le parti.

  • OGP: aperte le consultazioni pubbliche

    La Pubblica Amministrazione italiana promuove il processo di apertura verso i cittadini e di trasparenza verso le imprese e la società civile. A tal fine partecipa all’Open Government Partnership (OGP), un’iniziativa internazionale multilaterale che sostiene lo sviluppo dei tre assi portanti dell'Open Government: trasparenza della Pubblica Amministrazione; lotta alla corruzione; democrazia partecipata. Per partecipare

  • Contro le mafie l’arma della trasparenza e il ruolo attivo dei cittadini

    silenzio mafia trasparenza

    Dal 23 al 26 ottobre a Roma si sono svolti gli Stati generali dell’antimafia, Libera ha chiamato a raccolta i cittadini, le associazioni e i movimenti, le realtà della cooperazione e del sociale, i rappresentanti del mondo della scuola e dell’università, i rappresentanti della politiche e delle istituzioni per fare il punto sullo stato della lotta alla corruzione e alle mafie nel nostro Paese.

    Contromafie, questo il nome simbolico dell’iniziativa, ha rappresentato un luogo di incontro, di scambio di esperienze e di costruzione  da parte di tutti coloro che in modi  e con ruoli diversi si impegnano quotidianamente nel contrastare le mafie, di qualunque tipo esse siano e qualunque sia la “faccia” di chi le mette in atto.

  • Il caso Genova e la valutazione dei servizi pubblici

    genova trasparenza

    La “Legge Brunetta” del 2009 si proponeva di aprire porte e finestre: scommetteva su organismi di valutazione (davvero) indipendenti e lanciava la sfida della “trasparenza totale”. Sembrava proprio la chiave di volta. Misurazione e valutazione sarebbero dovute diventare “cose vere”, rompendo finalmente il cerchio dell’autoreferenzialità, “sciorinando” in piazza, dinanzi agli occhi indiscreti e impertinenti dei cittadini tutto il quotidiano operare dell’Amministrazione.
    Le cronache dei giornali sia locali che nazionali si sono sempre più soffermati all’inizio del 2013 sulle notizie che riguardavano i servizi erogati da Comuni Province, Regioni , ASL e  Aziende di trasporto pubblico.

  • Cittadini e sicurezza: il dialogo e la collaborazione servono più della forza

    legalita sicurezza 2015 02 13

    Nel novembre del 2011 un senzatetto fu trovato morto in un accampamento di dimostranti, improvvisato presso il Pioneer Park di Salt Lake City (USA). La morte fu causata da un mix di droghe e monossido di carbonio, le cui esalazioni provenivano da una stufa portatile; l’incidente rese evidente alle forze dell’ordine che non era più sicuro per i dimostranti rimanere nel parco durante la notte.
    Chris Charles Burbank, capo della Polizia di Salt Lake City dal 2006, incaricato dello sgombero, decise di utilizzare metodi completamente diversi da quelli adottati in casi simili, dove l’uso della forza sembra essere la miglior garanzia possibile di un risultato certo.

  • Campagna 005: la lettera appello al futuro Governo

    economia padoan petizione 2015 02 13

    Egregio Presidente Renzi, Egregio Ministro dell'Economia che verrai,
    essendo ad un punto di svolta importante nel negoziato europeo volto all'introduzione di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie (TTF) e consapevoli dell'impegno dell'Italia per far avanzare il processo tra gli 11 Paesi Membri aderenti alla cooperazione rafforzata, vogliamo qui richiamare la vostra attenzione su alcuni aspetti che la nostra Campagna, in piena sintonia con le altre campagne europee da molti anni attive su questi temi, considera elementi imprescindibili per definire un efficace disegno per la TTF europea. Il testo su cui vi invitiamo a convergere è dato dalla proposta di direttiva presentata dalla Commissione UE lo scorso febbraio.

  • Conflitto di interesse e pubbliche virtù

    mastrapasquaf 2015 02 13

    Il “caso Mastrapasqua” così come è salito agli “orrori” delle cronache mostra diversi aspetti interessanti della nostra vita pubblica. In questi giorni si sono scatenati i “professionisti del senno di poi”, tutti coloro i quali ora ne dicono di tutti i colori sul, fortunatamente, ex presidente dell’Inps dicendo che invariabilmente lo dicono da tempi non sospetti.
    C’è poi una piccola, almeno ora, ma combattiva parte di commentatori che dice che Mastrapasqua in questi anni è stato una specie di salvatore dell’Inps rimettendo in sesto le casse dell’istituto.
    E’ possibile che non si riesca mai a ragionare nel merito delle cose e si parli sempre di altro?

     

  • Immobili abbandonati? Ecco la lista

    Quanti immobili abbandonati ci sono nelle nostre città, nelle nostre campagne, in qualsiasi parte del nostro paese. Sono decine (o addirittura centinaia) di migliaia: edifici antichi abbandonati oppure edifici di recente costruzione ma poi mai completati. Leggi tutto

  • Mastrapasqua: noi su twitter suggeriamo #mastrapasquainpensione

    mastrapasqua 2015 02 13

    Dopo gli accertamenti giudiziari che lo hanno visto protagonista negli scorsi giorni, e il quadro di cariche pubbliche e private ricoperte dal Presidente Inps, Cittadinanzattiva ha chiesto le dimissioni e avviato una campagna su twitter con l'hashtag #mastrapasquainpensione. Sostienici con un tweet, approfondisci  e leggi il nostro comunicato.

     

  • Lotta alla corruzione? Anche la Sanità rimane indietro

    Piani triennali anti corruzione presenti solo nel 20,7% dei casi, e nomina di un responsabile anticorruzione effettuata solamente nel 56% delle Aziende Sanitarie. A un anno dall’entrata in vigore della legge n.190 del 2012, e a pochi mesi dalla emanazione del decreto legislativo n.33 del 2013, la Sanità italiana risulta ampiamente inadempiente. Questo il quadro generale presentato da Libera e Gruppo Abele nell’ambito della campagna “Riparte il futuro”. Approfondisci

  • Mentre si chiacchiera di riduzione dei costi pubblici, non si attuano gli strumenti già approvati per controllarli

    Dal primo gennaio 2014, la legge 243 del 2012, in attuazione della legge costituzionale che ha cambiato l’articolo 81 della nostra Costituzione per il “pareggio di bilancio” a livello Unione Europea, prevede che sia operativo l’Ufficio parlamentare per il bilancio (Upb). Ma, così, molto probabilmente, non sarà! Scarica il comunicato stampa

  • Il 24 giugno il Premio Ambrosoli sulla responsabilità sociale

    Un appuntamento importante sulla responsabilità sociale di imprese ed istituzioni, promosso da Transparency International Italia in collaborazione con la famiglia Ambrosoli ed in programma a Milano il 24 giugno. Il Premio assegna riconoscimenti a persone,o gruppi di persone - in particolare della pubblica amministrazione e delle imprese - che su tutto il territorio nazionale si siano contraddistinti per la difesa dello stato di diritto tramite la pratica dell’integrità, della responsabilità e della professionalità, pur in condizioni avverse a causa di “contesti ambientali”, o di situazioni specifiche, che generavano pressioni verso condotte illegali. Approfondisci su www.premiogiorgioambrosoli.it e scarica l'invito

  • A Lamezia il Festival dei libri sulle mafie

    E' in corso fino a domenica 23 giugno a Lamezia Terme il Festival dei libri sulle mafie: dibattiti, incontri, spettacoli e laboratori mettendo a confronto i principali protagonisti della lotta alle mafie. Nella significativa cornice della cittadina calabrese che alcuni fa ospito anchè il Congresso di Cittadinanzattiva dal titolo "Casa nostra".Il sito ufficiale

  • Forum PA e Cittadinanzattiva

    Dal 28 al 30 maggio si tiene come ogni anno il Forum PA. Cittadinanzattiva è presente in diverse sessioni. Premiati per l'impegno sulla trasparenza. Approfondisci. Leggi il comunicato

  • Un posto in Parlamento per il Terzo Settore

    Nei prossimi giorni sarà resa ufficiale la nascita dell'Intergruppo parlamentare per il Terzo Settore, animato da alcuni parlamentari provenienti proprio dalla società civile. Si tratta di un soggetto parlamentare parallelo e autonomo rispetto all'Intergruppo per la sussidiarietà, e si occuperà di rispondere alle istanze provenienti dalle realtà di Terzo Settore. Approfondisci

  • “Tre leggi per la giustizia e i diritti. Tortura, carceri, droghe”: si firma!

    Cittadinanzattiva è fra le associazioni del comitato promotore della Campagna pubblica per la raccolta delle firme per le tre proposte di legge di iniziativa popolare contro la tortura, contro la legge sulle droghe e per la legalità nelle carceri. Il 9 aprile si firma davanti ai Tribunali di tutta Italia. Leggi il comunicato stampa

  • 3leggi di iniziativa popolare

    Cittadinanzattiva aderisce alla campagna per la raccolta di firme a favore di tre leggi di iniziativa popolare, su introduzione del reato di tortura nel codice penale, per la legalità e il rispetto della Costituzione nelle carceri e modifiche alla legge sulle droghe: depenalizzazione del consumo e riduzione dell’impatto penale. Clicca qui per saperne di più www.3leggi.it

  • Un appello di Transparency International ai candidati alle elezioni 2013

    L'11 febbraio scorso Transparency International Italia insieme ad alcune organizzazioni, tra le quali Cittadinanzattiva, ha presentato pubblicamente quattro raccomandazioni in ambito di trasparenza, integrità e rendicontazione, indirizzate ai candidati alle prossime elezioni parlamentari e regionali. I temi toccati dalle raccomandazioni riguardano: pubblicità dei redditi e dei curriculum dei candidati; obbligo di gratuità per eventuali consulenze; inibizione per i parenti a trattare con PA; cumulo di incarichi. All'iniziativa, svoltasi presso la Sala del refettorio della Camera dei Deputati, è intervenuto per Cittadinanzattiva Vittorino Ferla, responsabile trasparenza e legalità dell'Associazione. Leggi le raccomandazioni

  • Elezioni: la verifica delle promesse elettorali

    "Fact checking", questo il nome con cui, in questi anni, si è diffusa soprattutto negli USA, la verifica di quanto dichiarato da politici e esponenti pubblici da parte dei cittadini. Insomma, una vera e propria forma di partecipazione digitale e civica, per non lasciare che le dichiarazioni non avessero poi un riscontro nella realtà. Anche in Italia il fenomeno inizia a decollare, e l'occasione delle elezioni politiche farà sicuramente da volano. Noi intanto vi presentiamo alcune iniziative Fact Checking della Fondazione. I siti nati in occasione delle elezioni www.promessepubbliche.com e www.pagellapolitica.it

  • Report on the transparency in government

    Investigatory Project made in 2012 by Cittadinanzattiva in partnership with Fondazione Etica.  In Italy, while corruption spreads, public administrations are still stuck on the issue of transparency. And it is not a contrast of phenomena, the two are closely linked and interdependent indeed, as demonstrated by the data contained in the Report on the transparency in government presented by Cittadinanzattiva and Fondazione Etica in Rome on December 18, 2012.

  • Rapporto sulla Trasparenza nelle Amministrazioni Pubbliche

    English version flag eng

     

    Inchiesta-denuncia per porre all'attenzione generale la perversa correlazione tra corruzione dilagante, scarsa trasparenza delle pubbliche amministrazioni e crisi del Welfare nel nostro Paese.
    L'attività, promossa e realizzata da Cittadinanzattiva e Fondazione Etica, ha portato nel dicembre 2012 alla redazione del Rapporto sulla trasparenza nelle amministrazioni pubbliche. Per scaricarlo, clicca qui.

  • Trasparenza, il rating al ribasso della pubblica amministrazione italiana

    English version flag eng

    In Italia, mentre la corruzione dilaga, le pubbliche amministrazioni sono ferme al palo sul tema della trasparenza. E non si tratta di una contrapposizione di fenomeni, anzi i due sono strettamente legati ed interdipendenti.

  • Transparency, the downward rating of Italian public administration

    In Italy, while corruption spreads, public administrations are still stuck on the issue of transparency. And it is not a contrast of phenomena, the two are closely linked and interdependent indeed, as demonstrated by the data contained in the Report on the transparency in government Presented in Rome on December 18, 2012 by Cittadinanzattiva and Fondazione Etica.

  • Protocollo Cittadinanzattiva - ANCI: i primi risultati

    E' finalmente on-line il protocollo d'intesa siglato a giugno 2012 tra Cittadinanzattiva e ANCI per promuovere la trasparenza, sostenere la diffusione della valutazione civica per il miglioramento di qualità, efficacia e accessibilità dei servizi resi dalle amministrazioni pubbliche locali, diffondere la cultura della legalità nelle istituzioni locali e nella società civile e adottare iniziative per la prevenzione del fenomeno della corruzione. Sulla base di questo accordo quadro, per la prima volta un'assemblea territoriale di Cittadinanzattiva, quella di Ascoli Piceno, ha firmato uno specifico protocollo con il Comune di riferimento. Leggi i due documenti

  • Istituzioni e cittadini per la trasparenza delle P.A.

    Si è svolto il 18 dicembre l'evento dal titolo “Crisi Italia, non è solo un problema di soldi. Arginare la corruzione per favorire l’efficienza nelle P.A.”, promosso da Cittadinanzattiva e Fondazione Etica. L'intento dell'iniziativa è stato riflettere sulla trasparenza nell'operato delle Pubbliche Amministrazioni, come fattore per efficientare il sistema, arginare la corruzione e recuperare risorse a beneficio della collettività. Leggi il Comunicato stampa e il Rapporto presentato nel corso dell'evento

  • Rapporto sulla trasparenza nelle amministrazioni pubbliche

    Rapporto sulla Trasparenza nelle amministrazioni pubbliche di Cittadinanzattiva e Fondazione Etica: mentre la corruzione dilaga, le P.A. sono ferme al palo sul versante della trasparenza.
    Nel pomeriggio il convegno alla Camera dei Deputati

    Che la corruzione in Italia continui a crescere, lo dicono ogni anno le classifiche di Transparency International, nelle quali l'Italia continua a retrocedere (adesso è 72a), e i sondaggi di Eurobarometro, sempre più allarmanti: nel 2008, per esempio, 17 cittadini italiani intervistati su cento hanno denunciato la pratica diffusa delle tangenti (rispetto a una media europea del 9 per cento). Nel 2009, l'83% degli italiani pensava che la corruzione fosse un problema rilevante. Sappiamo pure che l'azione di contrasto delle istituzioni pubbliche è modesta: il Rapporto sulla corruzione in Italia del Ministero per la Pubblica Amministrazione, presentato il 22 ottobre 2012, conferma che i delitti di corruzione e concussione scoperti e perseguiti sono sempre meno (311 nel 2009, 223 nel 2010) e, di conseguenza, diminuiscono i soggetti denunciati per tali reati (1821 nel 2009, 1226 nel 2010).
    A fronte di tutto questo, le Pubbliche amministrazioni sono ferme al palo in tema di trasparenza, come dimostrano i dati contenuti nel Rapporto sulla trasparenza nelle amministrazioni pubbliche, promosso da Cittadinanzattiva in partnership con Fondazione Etica, che sarà presentato oggi pomeriggio a Roma nell'ambito dell'evento "Crisi Italia, non è solo un problema di soldi. Arginare la corruzione per favorire l'efficienza della P.A." (Sala della Mercede, Camera dei Deputati, ore 15.30-19.30).

  • Istituzioni e cittadini per la trasparenza delle P.A.

    Cittadinanzattiva e Fondazione Etica promuovono il Convegno dal titolo “Crisi Italia, non è solo un problema di soldi. Arginare la corruzione per favorire l’efficienza nelle P.A.”, che si terrà il 18 dicembre presso la Sala della Mercede – Camera dei Deputati, dalle ore 15,00 alle ore 20,00. Con questa iniziativa intendiamo aprire una riflessione sulle cause della crisi in cui versa il nostro Paese. Accanto alla consueta matrice economico - finanziaria, approfondiremo da un punto di vista civico aspetti forse meno visibili, ma altrettanto dannosi, legati alle numerose aree di inefficienza delle Pubbliche Amministrazioni che determinano un grave spreco di risorse a danno della collettività. Leggi il programma dei lavori

  • Un convegno sull'Open Government

    Il 10 dicembre si è tenuto a Roma il terzo meeting europeo dell'Open Government Partnership - OGP, dedicato a "Trasparenza, partecipazione e collaborazione: la PA si apre al dialogo". In rappresentanza di Cittadinanzattiva è intervenuto Vittorino Ferla, componente della direzione nazionale e responsabile trasparenza e legalità. Approfondisci e ascolta gli interventi

  • Ridateceli!

    Prosegue la campagna di Cittadinanzattiva contro la corruzione e gli sprechi della politica e delle burocrazie, per la restituzione e l'uso sociale di beni  e risorse indebitamente sottratti alla collettività.Approfondisci

  • Istituzioni e cittadini per la trasparenza delle P.A.

    Cittadinanzattiva e Fondazione Etica promuovono il Convegno dal titolo “Crisi Italia, non è solo un problema di soldi. Arginare la corruzione per favorire l’efficienza nelle P.A.”, che si terrà il 18 dicembre 2012 a Roma presso la Sala della Mercede – Camera dei Deputati, dalle ore 15,30 alle ore 20,00. L'iniziativa intende approfondire da un punto di vista civico quell'aspetto dell'attuale crisi economico-finanziaria Paese legato alle numerose aree di inefficienza delle Pubbliche Amministrazioni. Hanno già assicurato la loro presenza Fabrizio Barca, Ministro per la Coesione Territoriale; Franco Bassanini, Presidente Cassa Depositi e Prestiti; Ivanhoe Lo Bello, Vice Presidente di Cnofindustria per l'Education; Alessandro Natalini, Commissario CIVIT. A breve sarà disponibile un programma dei lavori.

  • Istituzioni e cittadini per la trasparenza delle P.A.

    Cittadinanzattiva e Fondazione Etica promuovono il Convegno dal titolo “Crisi Italia, non è solo un problema di soldi. Arginare la corruzione per favorire l’efficienza nelle P.A.”, che si terrà il 18 dicembre 2012 presso la Sala della Mercede – Camera dei Deputati, dalle ore 15,30 alle ore 20,00.
    Con questa iniziativa intendiamo aprire una riflessione sulle cause della crisi in cui versa il nostro Paese. Accanto alla consueta matrice economico - finanziaria, approfondiremo da un punto di vista civico aspetti forse meno visibili, ma altrettanto dannosi, legati alle numerose aree di inefficienza delle Pubbliche Amministrazioni che determinano un grave spreco di risorse a danno della collettività. A breve sarà disponibile un programma dei lavori.

  • Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e Piano della performance

    Dal 2 ottobre al 30 novembre 2012 è aperta una consultazione pubblica sul Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e sul Piano della performance 2012-2014 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Per informazioni www.lavoro.gov.it

  • Nella terra di Gomorra il sindaco rinuncia allo stipendio per coprire la spesa sociale

    Singolare scelta quella del Sindaco di Piedimonte Matese in provincia di Caserta. Infatti dal 2007 Vincenzo Cappello, assieme alla Giunta e ai consiglieri, di maggioranza e di opposizione, ha deciso di rinunciare sia allo stipendio che ai rimborsi per le trasferte. In 16 persone sono riuscite a risparmiare 100.000 euro l’anno, utilizzati per assegnare borse di studio a ragazzi meno abbienti, per l’assistenza ai disabili, per farmaci costosi, per la vigilanza davanti alle scuole ed altre iniziative di carattere sociale. Cappello ci tiene a sottolineare che la decisione è stata presa molto prima dello scandalo relativo ai costi della politica e che quindi non è stato il risultato di pressioni  di una opinione pubblica disgustata dall’avidità dei politici.
    I 16 hanno semplicemente deciso di fare così per rimpinguare le magre casse del Comune, avendo ognuno di loro un altro lavoro con il quale campare. Si tratta di un Comune di 11.000 anime che non richiede probabilmente un lavoro a tempo pieno. E quindi chi faceva l’avvocato o il commercialista continua a svolgere la professione facendo politica per passione. Una volta hanno subito una fregatura: chi aveva ricevuto un aiuto in denaro se l’è andato a giocare ai video poker! Dichiara il sindaco che poi sono stati presi i dovuti provvedimenti.
    Due considerazioni. Siamo nella provincia di Gomorra, terra violenta e massacrata dal malaffare. Ma non tutto è così e c’è chi considera normale essere onesto, trasparente e interessato a dare qualcosa per la gente della sua terra. In secondo luogo, che non si debba partire dal Piedimonte Matese per fare la riforma della politica, senza parlare, dichiarare o promettere, ma facendo, operando, dando il buon esempio? Approfondisci

  • Un Rapporto sulla corruzione

    L'Italia è uno dei paesi più corrotti in Europa. Lo conferma il Rapporto sulla corruzione nella Pubblica Amministrazione realizzato dalla Commissione istituita dal Ministro Patroni Griffi. Nel contrasto al fenomeno corruttivo, servono non solo rimedi di tipo repressivo, ma anche strumenti di prevenzione capaci di incidere sulle occasioni e sui fattori che favoriscono la diffusione della corruzione, compresi gli episodi di cattiva amministrazione. In questi mesi Cittadinanzattiva, promotrice della campagna Ridateceli! è intervenuta più volte per chiedere il miglioramento del Ddl anticorruzione, le cui misure appaiono ancora troppo blande. Scarica il Rapporto della Commissione. Leggi cosa ne pensiamo

  • Libro bianco Governo su corruzione

    Cittadinanzattiva su dati Governo corruzione: più che pubblicare rapporti, trovare soluzioni urgenti e efficaci, come adozione confisca obbligatoria e uso sociale beni amministratori corrotti

    "Sulla corruzione il Governo non deve fare rapporti ma trovare soluzioni. Si rischia il ridicolo: da un lato, se non ci fosse la mobilitazione di migliaia di cittadini non si riuscirebbe nemmeno a fare approvare una legge anticorruzione che è soltanto un pannicello caldo; dall'altro, il governo si mette a produrre rapporti mantenendo in piedi l'ennesima commissione per lo studio della corruzione". A parlare è Vittorio Ferla, responsabile di Cittadinanzattiva per la Trasparenza e la Legalità.

  • Commissione Anti-corruzione

    Cittadinanzattiva su Commissione Anticorruzione: solo se nominata dal Presidente della Repubblica e con poteri più forti

    "La Civit, la commissione che dovrebbe garantire trasparenza e integrità nelle PPAA italiane, è del tutto priva di strumenti per far rispettare le leggi. Per questo motivo, ci pare condivisibile la proposta Catricalà di attribuire poteri ispettivi alla Civit, organo che nell'ambito del ddl anticorruzione attualmente in discussione al Senato, è destinata ad assumere il ruolo di 'supercommissario' per la lotta alla corruzione". Lo sostiene Vittorio Ferla, responsabile Trasparenza e Legalità di Cittadinanzattiva.

     

  • La Bussola della trasparenza

    Un sito internet dedicato: questo lo strumento approntato dal Governo per consentire ai cittadini di conoscere il grado di trasparenza e la capacità di comunicazione di tutti i siti web della Pubblica Amministrazione. Da una prima ricognizione, molte sono le PP.AA che soddisfano solo in minima parte i parametri predisposti per la valutazione. Approfondisci e visita il sito web

  • Arriva il Commissario Anticorruzione

    La Legge di stabilità approvata nella notte tra il 9 e il 10 ottobre prevede l’istituzione di un Commissario anticorruzione, di nomina governativa, che presiederà la Commissione per la valutazione, la trasparenza e l'integrità delle amministrazioni pubbliche. Nell’attesa di valutare l’efficacia concreta di tale figura, prosegue l’impegno di Cittadinanzattiva nella lotta alla corruzione tramite la campagna “Ridateceli!” e la petizione dedicata. Approfondisci e firma l'appello di Cittadinanzattiva

  • Corruzione: l’inchiesta di Report

    Il disegno di legge anti corruzione è appena approdato al Senato dopo il via libera della Camera dei Deputati e il dibattito sulla sua reale efficacia in caso di approvazione definitiva è quanto mai acceso. Lo scorso 30 settembre Report ha dedicato un’inchiesta proprio al tema della corruzione nella Pubblica Amministrazione. Quanti e quali sono i parlamentari con un rinvio a giudizio, o condanna di primo grado, o condanna definitiva per reati contro la Pubblica Amministrazione: queste e altre le questioni approfondite nel corso della puntata. Nel frattempo prosegue la campagna di Cittadinanzattiva "Ridateceli!" contro la corruzione e gli sprechi della politica. Visita il blog dedicato e guarda la puntata di Report

  • Caso peculato Tributi Italia

    Cittadinanzattiva su peculato Tributi Italia: soldi sottratti siano restituiti per sostenere l'accesso agli asili nido comunali. Al vaglio la costituzione di parte civile nel processo

    "I 100 milioni di tasse degli italiani sottratti da Tributi Italia Spa a centinaia di amministrazioni locali siano immediatamente restituiti e riutilizzati a fini sociali, per esempio destinandoli ad un programma di sostegno agli asili nido locali per aumentare le capacità di accoglienza dei bambini delle famiglie italiane". A parlare è Vittorio Ferla, della Direzione nazionale di Cittadinanzattiva, responsabile Trasparenza e Legalità.

  • Caso Fiorito e legge corruzione

    Confisca e uso sociale dei beni dei corrotti: applicarla anche a Fiorito
    Dai soldi dei corrotti risorse per aumentare i servizi per i cittadini.


    "Cittadinanzattiva apprezza e incoraggia la posizione di Franco Frattini che questa mattina su Avvenire rilancia la confisca e l'uso sociale dei beni dei corrotti e propone di inserirla nel ddl anticorruzione".
    A sostenerlo è Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, organizzazione che promuove "Ridateceli!", campagna contro la corruzione e gli sprechi della politica e delle burocrazie, per la restituzione e l'uso sociale di beni e risorse sottratti ai cittadini, a cui ha anche dedicato il blog http://ridateceli.tumblr.com.

  • ISTITUZIONI E INCHIESTE

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato: "Cardinale si dimetta: possiamo fare a meno di un sottosegretario sospettato di simili reati. Ancora di più in tempi di spending review"

     "I fatti imputati al sottosegretario alla Salute Cardinale ci lasciano stupefatti e, per il rispetto delle Istituzioni e dei cittadini che ci aspettiamo da chi ha ruoli di governo, richiedono immediate dimissioni, in attesa che si faccia chiarezza in modo definitivo in sede giudiziaria".

  • Spending review e non profit

    Il terzo settore lancia l’allarme sulle misure previste dall’art. 12 del provvedimento sulla spendig review che prevedono la cancellazione di fondamentali spazi di confronto tra società civile e istituzioni e che, per giunta, gravano in modo marginale sul bilancio dello Stato. Nelle prossime settimane verranno aboliti infatti l’Osservatorio Nazionale per il Volontariato, l’Osservatorio per la Promozione sociale, il Comitato per i minori stranieri, l’Osservatorio nazionale per l’infanzia, la Consulta per i problemi degli stranieri immigrati e delle loro famiglie e la Commissione d’indagine sull’esclusione sociale. Approfondisci

  • Attivati! Diventa anche tu una sentinella civica

    Prendi parte anche tu alla campagna "Ridateceli", promossa da Cittadinanzattiva contro la corruzione e gli sprechi della politica e delle burocrazie.

    Unisciti anche tu alle sentinelle civiche e denuncia:

    • i possibili casi di corruzione nella tua città e nella tua regione
    • gli sprechi della politica e delle burocrazie nei comuni e nelle asl
    • le zone grigie dell’evasione fiscale nel tuo territorio e nel paese
    • le risorse pubbliche da recuperare per la tutela dei diritti e dei beni comuni

    Scheda di segnalazione

  • Corruzione: approvato il ddl alla Camera

    Cittadinanzattiva su ddl anticorruzione: nessun passo indietro.
    Approvarlo anche al Senato con le necessarie migliorie

    "Non ci provate a tornare indietro! Il ddl anticorruzione deve essere approvato e migliorato al Senato", è questo il messaggio che oggi Cittadinanzattiva lancia ai partiti in merito al disegno di legge sulla corruzione appena approvato alla Camera.
  • Approvazione ddl anticorruzione

     

    Cittadinanzattiva su approvazione ddl anticorruzione: primo passo importante, merito anche della pressione dei cittadini

    "L'accordo di oggi tra le forze politiche in Parlamento sulla legge anticorruzione è un piccolo passo in avanti per l'affermazione della legalità nella politica e nelle amministrazioni pubbliche", afferma Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva.
    "Siamo particolarmente lieti perché su questo accordo hanno certamente influito i voti, le proteste e le pressioni dei cittadini i quali, stanchi delle ruberie, chiedono più responsabilità nel rispetto e nella cura dei beni comuni.

  • Cittadinanzattiva su ddl anticorruzione

     

    Cittadinanzattiva su ddl anticorruzione: approvarlo subito, per evitare di tornare al disegno Alfano.

    I cittadini facciano sentire la loro voce. Per aderire alla mobilitazione è attivo il blog http://ridateceli.tumblr.com/


    "Temiamo che l'ostruzionismo di questi giorni sul ddl anticorruzione riporti in auge il disegno di legge Alfano depotenziando, di fatto, gli strumenti per la lotta alla corruzione nel nostro Paese", spiega Vittorio Ferla, responsabile Cittadinanzattiva per la Trasparenza e la Legalità.

  • Ridateceli! I soldi della corruzione al servizio dei cittadini

     

    Campagna di sensibilizzazione dei cittadini sui costi della corruzione flag eng
    Vai al blog 

    È la campagna lanciata da Cittadinanzattiva nel marzo del 2012. L'obiettivo è far sì che nella coscienza comune sia sempre più chiaro il legame esistente fra il dilagare della corruzione e la decrescita del Welfare.
  • Give them back to us! Money from the corruption at citizens’ service

     

    The engagement of Cittadinanzattiva in the fight against corruption

    Visit the blogof the campaign

    “Give them back to us! Money from the corruption at citizens’ service” is a campaign to raise public awareness on the costs of corruption, launched by Cittadinanzattiva in 2012 with the aim of spreading in the common consciousness the link between the spread of corruption and the decline of Welfare.

  • DDL anticorruzione: emendamenti Cittadinanzattiva

     

    Ddl Anticorruzione: Confiscare e restituire ai cittadini i beni dei corrotti anche in caso di prescrizione del reato.
    Le richieste di Cittadinanzattiva al Parlamento

     

    "Chiediamo al Presidente della Camera, Gianfranco Fini, e ai deputati di approvare gli emendamenti suggeriti nelle settimane scorse da Cittadinanzattiva, ad integrazione del ddl anticorruzione da oggi in discussione: in primo luogo, introdurre la confisca e l'uso sociale dei beni dei corrotti, come nei reati di mafia e come già previsto nel codice antimafia; affidare, poi, all'Agenzia Nazionale l'amministrazione dei beni sequestrati e la destinazione dei beni confiscati per reati contro la pubblica amministrazione; infine, proseguire il procedimento penale, anche in caso di prescrizione del reato, ai soli fini del recupero di beni e risorse".

  • BENI CONFISCATI

     

    Cittadinanzattiva a Monti: che fine hanno fatto i 1114 beni confiscati ai corrotti e che sarebbero dovuti essere destinati a fini sociali se fosse stata applicata la legge?

     

    "Caro Presidente del Consiglio, che fine hanno fatto i 1114 beni confiscati sino ad oggi nel corso di 21 procedimenti ai corrotti?
    Quanti milioni di euro che potrebbero essere destinati a fini sociali sono ancora in attesa di destinazione?".
    A chiederlo è Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva, che ha continuato: "chiediamo che il governo concluda rapidamente il monitoraggio sull'attuazione della norma".
  • Corruzione e trasparenza nei partiti

    Cittadinanzattiva: estendere anche ai partiti le norme sulla trasparenza della legge Brunetta

    "Per salvaguardare la democrazia e la legalità nel nostro paese - e il ruolo ancora cruciale che i partiti vi svolgono - serve una nuova disciplina che impedisca ai partiti di trasformarsi in parassiti della cosa pubblica e che li renda responsabili in quanto detentori di funzioni di interesse generale". Queste le dichiarazioni di Vittorio Ferla, responsabile di Cittadinanzattiva per la Trasparenza e la legalità .

  • Corruzione nei partiti: i casi della Margherita e della Lega

    Cittadinanzattiva su corruzione nei partiti:

    "La villa di Lusi e l'automobile di Renzo Bossi siano restituite all'Agenzia nazionale dei beni confiscati alla mafia"

    "Politici come mafiosi? E allora chiediamo che restituiscano tutti i beni mobili e immobili acquisiti impropriamente o illegalmente (come gli appartamenti di Lusi, la villa di Gemonio ristrutturata di Umberto Bossi, l'automobile di Renzo Bossi) e che gli stessi siano confiscati e attribuiti all'Agenzia nazionale dei beni confiscati". A proporlo è Vittorio Ferla, responsabile di Cittadinanzattiva per la Trasparenza e la Legalità.

  • Convegno Corruzione vs Welfare

    Ridateceli!: i soldi della corruzione al servizio dei cittadini.

    Dal convegno di Cittadinanzattiva "Corruzione vs Welfare" il via ad una campagna di sensibilizzazione dei cittadini sui costi della corruzione.

    Il ddl anticorruzione è strumento parziale

    La corruzione nella percezione cresce, nelle denunce cala. Esiste una strana dicotomia in Italia, per cui se da una parte i cittadini percepiscono come sempre più elevato il livello di corruzione nel nostro Paese, dall'altra parte diminuiscono negli anni le denunce e il numero di persone coinvolte in reati di corruzione e concussione.

  • Invito stampa convegno corruzione

    "Corruzione vs Welfare. Recuperare risorse pubbliche per tutelare i beni comuni".

    Il 20 marzo al Senato il convegno di Cittadinanzattiva.
    In apertura dei lavori il Ministro Patroni Griffi

    Cittadinanzattiva è lieta di invitarla al convegno "Corruzione vs Welfare. Recuperare risorse pubbliche per tutelare i beni comuni", che si svolgerà martedì 20 marzo a Roma, presso la Sala Conferenze Ex Hotel Bologna (Via di Santa Chiara, 4), dalle ore 8.30 alle ore 13.30.

  • CORRUZIONE E MALAFFARE

    Cittadinanzattiva su corruzione e malaffare pubblico: riutilizzare a fini sociali i soldi sottratti ai corrotti come segnale di discontinuità da tangentopoli

    "L'unico modo per dare un senso a questo triste anniversario di Mani Pulite è attuare senza indugi la normativa sulla confisca e l'uso sociale dei beni dei corrotti, oltre ad una ripresa dell'iter parlamentare del ddl anticorruzione. Su questo punto chiediamo in particolare un preciso impegno da parte dei ministeri competenti".

  • CORRUZIONE IN LOMBARDIA

    Cittadinanzattiva su ondata di corruzione in Lombardia

    Accertamento rapido delle responsabilità e riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati ai corrotti

    "Il nuovo caso di corruzione, concussione e peculato che sta toccando in questi giorni una importante porzione di ceto politico della Regione Lombardia deve diventare un'occasione per un nuovo impegno comune di tutti nella lotta per la trasparenza.

  • Corruzione

    Cittadinanzattiva su convocazione giocatore del Gubbio in Nazionale: importante esempio di trasparenza nella lotta alla illegalità.

    "Le amministrazioni pubbliche e il mondo della politica dovrebbero imparare dal gesto del Ct della nazionale Prandelli. La convocazione di Simone Farina, il difensore del Gubbio che rifiutò 200 mila euro e denunciò la combine, è una importante dimostrazione del fatto che la legalità e la correttezza pagano".

  • Cittadinanzattiva su Corruzione

    Il Governo dia una segnale di priorità per la lotta a questo fenomeno, e faccia proprio il decreto anticorruzione fermo in Commissione Affari Costituzionali

    “Diminuire i costi della politica e dell'amministrazione, dare nuovo impulso all'iniziativa giudiziaria con l'allungamento dei termini per i processi anticorruzione, recuperare e riutilizzare i beni sottratti alla comunità dai corrotti".

  • La corruzione in Italia e nel mondo: un po’ di dati

    "Troppa corruzione in Italia, penultima nell'Eurozona". Così intitolava Il Sole 24 Ore del 2 dicembre 2011 a corredo dei dati sulla corruzione che annualmente vengono diffusi dall'Ong Transaperncy Internacional.

  • Non con i miei soldi

    E' il titolo della Campagna lanciata per denunciare l'egemonia della finanza sull'economia reale e sollecitare i governi europei a mettere un punto allo stato di dipendenza dai mercati finanziari, le cui dinamiche speculative stanno mettendo in ginocchio l'economia globale. L'iniziativa mira a proporre strumenti e una regolamentazione rigorosa che consenta di superare l'attuale crisi finanziaria, sociale ed economica. Si chiede, al contempo, che i cittadini non si rendano complici del sistema investendo il proprio denaro in prodotti finanziari di cui non conoscono i termini di fruizione da parte degli istituti bancari. Approfondisci

  • Modernising the Public Administration. A Study on Italy

    Scarica il documento "Modernising the Public Administration. A Study on Italy" redatto da OECD nel 2010, nel quale si cita l'attività pilota avviata in Italia da Cittadinanzattiva in tema di valutazione civica della P.A.

  • Servizi pubblici locali

    Cittadinanzattiva su riforma servizi pubblici locali:meno clientele, più buongoverno e potere agli utenti

  • CONSUMATORI

    Cittadinanzattiva su ddl “made in Italy”: importante passo in avanti per garantire trasparenza e tracciabilità

  • LEGALITA'

    Beni confiscati alle mafie: Cittadinanzattiva si appella ai Parlamentari per la abrogazione della norma che li mette all'asta e per la creazione di una Agenzia nazionale

    "Manifestiamo grande preoccupazione per l'avvenuta approvazione, il 13 novembre al Senato, nell'ambito della nuova legge Finanziaria, della norma che prevede la possibilità di vendere all'asta i beni confiscati per reati mafiosi. Questo provvedimento, infatti, se confermato anche dalla Camera dei Deputati, indebolirà sensibilmente l'azione di contrasto alle mafie, sia sul versante repressivo che preventivo.

  • I cittadini e la trasparenza delle PA

    Leggi il Report "I cittadini e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche" realizzato nel 2009 da Cittadinanzattiva con il sostegno del SAET nell'ambito del Protocollo d'intesa siglato con il Dipartimento

  • Osservatorio civico sul Parlamento Italiano

    Iniziativa pilota frutto della collaborazione di tre organizzazioni: Openpolis, Controllo Cittadino e Cittadinanzattiva.

  • I cittadini e la trasparenza del SSN

    Leggi il Report "I cittadini e la trasparenza del Servizio Sanitario Nazionale" realizzato nel 2009 da Cittadinanzattiva nell'ambito del Protocollo d'intesa

  • Impatto delle organizzazioni civiche sulla trasparenza delle PA

    In tema di trasparenza, Cittadinanzattiva ha realizzato nel 2009 uno studio sull'impatto delle organizzazioni civiche sulla trasparenza delle amministrazione pubbliche. Lo studio, condotto in collaborazione con Fondaca (all'interno del Civil Society Index), ha voluto focalizzare la propria attenzione sull'impatto che le organizzazioni della società civile1 hanno nei confronti della pubblica amministrazione nell'ottenimento di politiche di trasparenza.

  • Studio sull'impatto delle organizzazioni civiche

    Leggi il Report "Studio sull'impatto delle organizzazioni civiche sulla trasparenza delle amministrazioni pubbliche" realizzato nel 2009 da Cittadinanzattiva in collaborazione con Fondaca (all'interno del Civil Society Index)

  • Protocollo d'intesa sulla trasparenza

    Scarica il Protocollo d'intesa sottoscritto in data 12 marzo 2009 tra il Dipartimento della Funzione Pubblica e Cittadinanzattiva su trasparenza,

  • Rapporto sulle attività dei parlamentari nel I° anno della XVI Legislatura (2008-09)

    Scarica "Camere Aperte", il Rapporto realizzato nell'ambito dell'iniziativa Osservatorio civico sul Parlamento Italiano (2009)

  • Legge anti-corruzione

    Corruzione come mafia: il D.Lg. di Cittadinanzattiva è stato approvato in finanziaria. "Un importante passo verso un sistema che colpisca chi lucra sui beni comuni"

    Dopo due anni di pressione da parte di Cittadinanzattiva, il Parlamento ha approvato in Finanziaria una norma che estende, ai reati di corruzione nella pubblica amministrazione, il sequestro e la confisca preventiva dei beni e il loro riutilizzo sociale (come già avviene con la legge antimafia 109/1996).

    Grande soddisfazione per il nostro Movimento che ha promosso (dal 2004) un disegno di legge sostenuto anche da Libera, Transparency International e Avviso Pubblico, e che già nella passata legislatura aveva ricevuto l'appoggio trasversale di Deputati e Senatori dei due schieramenti.

  • Best practices in tema di legalità e prevenzione cardiovascolare

  • "Casa Nostra! Il ruolo dei cittadini nella lotta per la legalità". Il Congresso di Cittadinanzattiva

    Invito stampa 11 ottobre 2006 “Casa Nostra! Il ruolo dei cittadini nella lotta per la legalità”. A Roccella Jonica, dal 25 al 28 ottobre, il Congresso di metà mandato di Cittadinanzattiva

    Si terrà a Roccella Jonica (RC), a partire dal prossimo 25 ottobre sino al 28, il Congresso di metà mandato di Cittadinanzattiva dal titolo “Casa Nostra! Il ruolo dei cittadini nella lotta per la legalità”.

    La scelta del titolo e del luogo, oltre ad essere fortemente allusiva, è legata ai recenti fatti (in primo luogo, l’assassinio di Francesco Fortugno a Locri) e si iscrive nella tradizione di Cittadinanzattiva, legata a slogan storici come “Non più ospiti ma padroni di casa della Repubblica”. Ciò proprio per sottolineare la necessità che i cittadini si sentano sempre di più padroni in casa propria, quando accedono ai servizi, interagiscono con le istituzioni, si mobilitano per la qualificazione del proprio territorio.

    Cittadinanzattiva inoltre, in collaborazione con Libera e Transparency International, si è fatta promotrice di una proposta di legge sulla lotta alla corruzione, che prevede di estendere ai reati economici contro la pubblica amministrazione la possibilità di confisca e di assegnazione alla comunità, già previste dalle leggi per i reati di mafia.

    La giornata inaugurale, il 25 ottobre, sarà dedicata esclusivamente al tema della legalità: in mattinata si terrà una cerimonia a Locri, con la deposizione di una corona per Francesco Fortugno; mentre nel pomeriggio a Roccella Jonica sarà realizzato il Convegno nazionale.

    All’evento, moderato da Toni Mira, giornalista di “Avvenire”, parteciperanno, oltre agli esponenti di Cittadinanzattiva: il Prefetto di Reggio Calabria, Luigi De Sena; Luigi Soreca, Direzione Generale Libertà, sicurezza e giustizia della Commissione UE; Mons. Giancarlo Bregantini, Vescovo di Gerace e Locri; esponenti di Transparency e Libera; Giampiero Scanu, sottosegretario del Ministero della Funzione Pubblica; Vincenzo Macrì, sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia; Raul Delgado, sindaco di Pasto (Colombia); Franco Femia, Presidente di Confindustria di Reggio Calabria; Giuseppe Bianco, Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria; Claudio Giardullo, segretario generale della Silp-Cgil; Maria Teresa Marano, Confindustria Calabria; Gabriella Guerini, Direttivo Confesercenti Catania; Flavio Talarico, Presidente del Credito Cooperativo Calabria; Dorina Bianchi, Commissione Affari Sociali della camera.

    Gli altri tre giorni saranno dedicati al Congresso in quanto tale, con la presentazione e la discussione dei risultati delle politiche realizzate negli ultimi due anni alla presenza e con il contributo di ospiti istituzionali e del mondo associativo.

    Nel corso dei tre giorni è inoltre prevista la partecipazione di: Livia Turco, Ministro Della Salute; Francesco Ferrante, Commissione Ambiente della Camera; Cristina De Luca, Sottosegretario al Welfare; Nuccio Iovene, Commissione salute del Senato; Maria Grazia Laganà Fortugno, Commissione Affari Sociali della Camera; Erminia Mazzoni, Commissione Giustizia della Camera; Jole Santelli, Forza Italia, già sottosegretario Ministero della Giustizia; Serafino Zucchelli, sottosegretario Ministero della Salute; Emerenzio Barbieri, UDC; Pier Virgilio Dastoli, Direttore Rappresentanza in Italia della Commissione UE; Juan Patrone, Magistratura Democratica.

  • Il ruolo dei cittadini per la legalità

    Leggi il discorso di apertura del Congresso Nazionale di Cittadinanzattiva celebrato a Roccella Jonica dal 25 al 28 ottobre del 2006 "Il ruolo dei cittadini per la legalità" di Antonio Gaudioso,

Condividi