Trasporti

  • pit servizi

    Anche quest'anno Cittadinanzattiva ha presentato il consueto Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), giunto ormai alla XVI edizione. Il 27 e 28 ottobre scorso, infatti, si è svolta una due giorni di lavori, con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • Anche quest'anno Cittadinanzattiva presenta il consueto Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), giunto ormai alla XVI edizione. Prevista per il 27 e 28 ottobre una due giorni di lavori, con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • invito rapporto PiT Servizi 2015

    "Sulla strada del consumattore: da spettatore a protagonista",  questo il titolo del XV Rapporto PiT servizi che si svolgerà a Roma nei prossimi 28 e 29 ottobre. La presentazione del rapporto PiT costituisce un appuntamento fisso da ben 15 anni e rappresenta per Cittadinanzattiva un fondamentale momento di incontro e interlocuzione con i principali attori coinvolti in tutti i settori per i quali il nostro servizio di tutela fornisce gratuitamente ai cittadini informazioni, assistenza e consulenza.

  • trenitalia 2015 02 19

    flag eng

     

    Sempre meno soddisfatti del trasporto pubblico locale. E scesi dall’aereo la prima preoccupazione è…ritrovare il bagaglio
    Presentato il XIV Rapporto PIT Servizi di Cittadinanzattiva,focus Trasporti

    Ritardi, soppressione di corse, precarie condizioni igieniche e di sicurezza dei mezzi, soprattutto nel trasporto ferroviario e locale, perdita del bagaglio nei viaggi aerei: sono queste le principali lamentale segnalate dai cittadini nel  settore dei trasporti.
    È quanto emerge dal XIV Rapporto PIT Servizi “Consumatori, servizi e utenze: l’era dello scont(r)o” presentato oggi a Roma da Cittadinanzattiva, sulla base di 9.583 segnalazioni riferite ai seguenti ambiti: energia e ambiente, telecomunicazioni e servizi postali, servizi bancari e servizi assicurativi, mobilità e trasporti, pubblica amministrazione e beni e contratti.

  • A seguito di confronto tra le Regioni, Trenitalia, le Associazioni e Comitati di pendolari è stato modificato, dal 1 ottobre 2017, l’algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali su base proporzionale rispetto ai Km percorsi in ogni regione attraversata e che comporterà una riduzione dei prezzi degli abbonamenti.

    L'algoritmo aveva generato una distorsione tariffaria con maggiori esborsi per alcune  tratte sovraregionali rispetto a quelle regionali. 

  • 000ebad3 800

    L’Autorità Garante della concorrenza e del Mercato ha deliberato in data 29 novembre l’avvio di un procedimento di inottemperanza nei confronti di Ryanair per non aver dato seguito a quanto prescritto nel provvedimento cautelare adottato lo scorso 25 ottobre 2017 con la quale l’Autorità ha imposto al vettore irlandese, a seguito delle cancellazioni dei voli operate negli scorsi mesi di settembre e ottobre - in larga misura riconducibili a ragioni organizzative e gestionali del vettore - l’adozione di specifiche misure volte a fornire informazioni chiare, trasparenti e immediatamente accessibili sui diritti dei consumatori italiani ai sensi del Regolamento CE n. 261/2004.

  • Cittadinanzattiva su volo Ryanair per e da Kos del 27 luglio: non sufficiente offerta rimborso delle sole spese alberghiere. Nei prossimi giorni al via azione risarcitoria. Richiesto tavolo di lavoro con Assolowcost

    Cittadinanzattiva ha chiesto oggi a Ryanair, Assolowcost e ENAC  un tavolo di lavoro per ipotizzare insieme misure risarcitorie collettive  a tutela dei passeggeri, oltre ad una tempistica certa per i risarcimenti e eventuali forme di indennizzo automatico.

  • Bus

    In arrivo per i pendolari napoletani che percorrono la tratta Napoli - Pozzuoli nuovi bus pensati per sollevare le sorti dei viaggiatori, ma il fatto strano è che i nuovi pullman pensati per il potenziamento dei servizi napoletani, nuovi non lo sono affatto.

  • 2gipsyqueens spreko16

    Continua la consultazione civica sulla mobilità sostenibile e i nuovi modelli di mobilità lanciata da Cittadinanzattiva in vista della Settimana europea della mobilità 2016, di cui l'associazione è associated partner per la quarta edizione.

  • 730 2015 03 04

    Con l'arrivo della stagione invernale anche le regole cambiano, e così gli automobilisti dovranno attenersi a delle procedure ben precise in tema di circolazione stradale. In particolare, dal 15 novembre scorso e fino ad aprile prossimo, la maggior parte degli automobilisti italiani potrà circolare solo con gomme termiche o con catene a bordo.

  • Tutti i passeggeri Trenitalia che hanno subìto ritardi o non hanno potuto mettersi in viaggio nei giorni compresi tra il 24 ed il 28 luglio u.s. a causa del rogo sviluppatosi alla stazione Tiburtina, potranno richiedere il rimborso integrale del biglietto ferroviario non utilizzato.
    Il rimborso vale per tutti i treni del servizio nazionale interessanti il nodo di Roma. Termine ultimo per la richiesta è il 30 settembre 2011. Approfondisci

  • trenitalia

    Nessuna sanzione fino al 31 agosto 2015 per i pendolari dell'Alta Velocità che viaggeranno senza prenotazione sui treni AV di Trenitalia. Lo afferma l'azienda in un comunicato stampa con cui specifica che questa ulteriore proroga consentirà a Trenitalia di monitorare in modo ordinato le novità introdotte e di sviluppare nuove funzionalità che vengano incontro alle richieste dei pendolari dell'alta velocità.

  • 5x1000 dichiarazione dei redditi

    La società del trasporto ferroviario decide di ridurre da 3 giorni a 24 ore i tempi per richiedere il bonus o l’indennizzo per ritardo e il bonus per mancato funzionamento dell’impianto di climatizzazione. La novità introdotta da Trenitalia vale per i clienti dei servizi nazionali, Frecce e Intercity, che da ora in poi potranno verificare se hanno diritto all’indennizzo o al bonus e richiederne l’emissione, a distanza di 24 ore dal viaggio. Per ciò che attiene alla quantità degli indennizzi in termini di percentuale di bonus cui si ha diritto, continuano a valere le modalità previste finora, in relazione ai minuti di ritardo accumulati dai vettori.

  • trenitalia 2015 02 19

    "Dopo un lungo e puntuale confronto, il Coordinamento delle Regioni ha accolto la richiesta delle associazioni dei consumatori e dei comitati pendolari di modificare, dal 1 ottobre 2017, l'algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali su base proporzionale rispetto ai Km percorsi in ogni regione attraversata e che comporterà una riduzione dei prezzi degli abbonamenti, anche notevoli, per oltre il 90% dei passeggeri (vedi esempi riportati nella tabella allegata di alcune importanti relazioni)."

  • Cittadinanzattiva su disagi trasporto ferroviario: da Trenitalia grave irresponsabilità nei confronti  dei passeggeri. Risarcimenti e non semplici rimborsi per ripagarli

    "Se ritardi e soppressioni sono inevitabili in simili situazioni meteo" dichiara Antonio Gaudioso, vicesegretario generale di Cittadinanzattiva, "non è al contrario tollerabile l'incapacità gestionale dell'azienda nel predisporre quanto necessario - anche solo a livello informativo -  per andare incontro alle difficoltà dei pendolari.

  • SCENA 05 0.00.00.23

    Sono troppi 90 giorni di attesa prima di poter inoltrare un reclamo all'azienda del trasporto su gomma, per un disservizio subìto. A sostenerlo è Cittadinanzattiva che ha inoltrato una nota con delle osservazioni specifiche all'ART, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti.
    Secondo l'associazione infatti, “dover aspettare almeno 90 giorni, senza aver ricevuto risposta, dalla data di invio di reclamo all’azienda di trasporto prima di poter inoltrare il reclamo all’ Autorità di settore è un tempo eccessivo che rischia di vanificare la validità e l’importanza dello strumento di reclamo e di edulcorare il potere sanzionatorio dell’Autorità stessa in merito a questa criticità”. E' quanto  afferma Tina Napoli, responsabile delle politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva, che ha così inviato una lettera all’Autorità di regolazione dei Trasporti per chiedere una revisione del Regolamento sul procedimento sanzionatorio per le violazioni delle disposizioni del regolamento (UE) n. 181/2011 relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus.

  • A Napoli ogni mattina la metà degli autobus non esce dai depositi perché guasto o in attesa di manutenzione. E al nord non va meglio, tanto che a Genova e a Bologna i problemi sono gli stessi. A Roma, il trasporto pubblico urbano è al collasso e Intere aree della città, densamente popolate, sono servite a singhiozzo o non lo sono affatto. E' quanto emerge dalla inchiesta condotta da Presa Diretta nella puntata di domenica 21 settembre 2014. Guarda la puntata

  • La mobilità urbana è considerata un importante fattore propulsivo della crescita e dell’occupazione, oltre ad essere un elemento fondamentale per lo sviluppo sostenibile delle nostre città, e non può essere definita a prescindere dalle reali esigenze e aspettative dei cittadini. Partecipa alla consultazione pubblica. Guarda il video

  • La mobilità urbana è considerata un importante fattore propulsivo della crescita e dell’occupazione, oltre ad essere un elemento fondamentale per lo sviluppo sostenibile delle nostre città, e non può essere definita a prescindere dalle reali esigenze e aspettative dei cittadini. Partecipa alla consultazione pubblica. Guarda il video

  • Da anni, Cittadinanzattiva si occupa della qualità del trasporto pubblico locale (tpl), e l'ufficio stampa ha curato a lungo una rubrica fissa su un periodico di settore. Di seguito, alcuni esempi di monitoraggio della qualità del tpl realizzati dalle realtà territoriali di Cittadinanzattiva.

  • Cittadinanzattiva su disagi Tirrenia al porto di Civitavecchia:immediato risarcimento danni per villeggianti lasciati a terra con biglietto pagato,senza informazione e assistenza

    Risarcire immediatamente i cittadini vittime dei gravi disservizi che si sono registrati sin dalle prime ore di oggi al porto di Civitavecchia: è quanto chiede Cittadinanzattiva a Tirrenia alla luce delle lamentele che ha registrato da parte di alcune delle migliaia di villeggianti in partenza per la Sardegna.
    Al guasto che ha impedito alla nave della Tirrenia si salpare per Cagliari ha fatto seguito sin da stamane un caos caratterizzato da totale disinformazione, mancanza assoluta di assistenza e violazione dei diritti:


  • 1. Cosa sapere prima di salire a bordo per evitare brutte sorprese. Se:

    • si sale a bordo senza biglietto, occorre pagare l'importo del biglietto più una multa di 25 euro;
    • si sale senza aver timbrato il biglietto e le macchine obliteratrici in stazione erano funzionanti, vanno pagati solo 25 euro;
    • Adiconsum,  Adoc,   Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori. Rischio blocco nuovo sistema smistaggio bagagli Aeroporti di Roma: dopo opportuno intervento ENAC chiediamo intervento Ministro Passera per fare chiarezza

      Ringraziamo l'ENAC per l'intervento che ha scongiurato, per ora, il rischio di chiusura dal 1 gennaio, da parte di Aeroporti di Roma, del   nuovo sistema di smistamento bagagli N ET 600. L'intervento ha evitato che fossero i cittadini a pagare, in termini di inefficienze e ritardi, i risultati di uno scontro tra ADR e le compagnie aeree.

    • Il passeggero ha diritto:

      1. all’assistenza (pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa; nel caso si rendano necessari uno o più pernottamenti, sistemazione in albergo e relativo trasporto; due chiamate telefoniche o due messaggi via telex, fax o posta elettronica) se il volo è ritardato di:qualora il volo abbia almeno 5 ore di ritardo, al rimborso del biglietto, se il volo è divenuto inutile, nonché ad un volo di ritorno al punto di partenza iniziale

        • 2 o più ore rispetto all’orario di partenza previsto per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500km
        • 3 o più ore per le tratte intracomunitarie superiori a 1500km per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km
        • 4 o più ore per tutte le altre tratte
      2. Il passeggero ha comunque il diritto di intentare ogni ulteriore ricorso dinanzi alle giurisdizioni competenti, in previsione di risarcimenti supplementari, eccetto nel caso in cui si sia offerto volontario per cedere la sua prenotazione in cambio di una compensazione.

      Obbligo d’informazione: la compagnia aerea ha l’obbligo di consegnare ai passeggeri, ai quali è stato negato l'imbarco, un modulo che illustri i loro diritti.

      Inoltre il vettore aereo deve fissare le regole che segue per l'imbarco dei passeggeri in caso di volo sovraprenotato e metterle a disposizione del pubblico presso le agenzie e presso i suoi banchi di accettazione.

      Per i viaggi “tutto compreso”: se il negato imbarco avviene nell'ambito di un viaggio "tutto compreso", il vettore aereo ha l'obbligo di compensare il tour-operator, perché è con quest’ultimo che il passeggero ha stipulato il contratto. In tal caso l'operatore è tenuto a versare a sua volta le somme percepite a tale riguardo ai propri clienti che hanno subito questo disguido.

      Indirizzi utili: Ente nazionale per l’aviazione civile( ENAC) sito internet www.enac-italia.it

      numero verde: 800.898.121


      Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • In caso di overbooking, la compagnia aerea è tenuta a fare appello a persone che rinuncino volontariamente al volo in cambio di determinati benefici. Qualora il numero dei volontari non sia sufficiente e si debba negare l’imbarco a taluni passeggeri, questi possono fare valere le seguenti pretese.

      1. Rimborso del biglietto qualora il viaggio sia diventato inutile (nonché, ove necessario, ad un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale) ed un volo alternativo, non appena possibile, verso la destinazione finale
      2. Volo alternativo ad una data successiva di proprio gradimento
      3. Compensazione pecuniaria di:
        • 250 euro per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500km
        • 400 euro per tutte le tratte intracomunitarie superiori a 1500km e tutte le altre comprese tra 1500 e 3500km
        • 600 euro per tutte le altre tratte

          Tale indennità forfetaria può essere ridotta del 50%, qualora il passeggero si sia imbarcato su un volo alternativo che gli consenta di raggiungere la destinazione finale con un orario d’arrivo che non superi l’orario d’arrivo del volo originario prenotato rispettivamente di 2 ore sub 2a), 3 ore sub 2b) o 4 ore sub 2c)

      La compagnia aerea è inoltre tenuta a prestare assistenza, fornendo al passeggero, a titolo gratuito, pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa; nel caso si rendano necessari uno o più pernottamenti, sistemazione in albergo e relativo trasporto; due chiamate telefoniche o due messaggi via telex, fax o posta elettronica.


      Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • In caso di cancellazione del volo
      In caso di cancellazione del volo, la compagnia aerea è tenuta a:
      1. Dare il rimborso del biglietto entro sette giorni se il volo è diventato inutile, nonché senecessario, un volo di ritorno al punto di partenza iniziale
      2. Dare una compensazione pecuniaria di:
        • 250 euro per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500km
        • 400 euro per tutte le tratte intracomunitarie superiori a 1500km e tutte le altre comprese tra 1500 e 3500km
        • 600 euro per tutte le altre tratte

      Tale compensazione non è dovuta nel caso in cui il passeggero sia stato avvertito:

      • due settimane prima della partenza
      • tra due settimane e sette giorni prima della partenza se gli è stato proposto un volo in partenza al massimo 2 ore prima dell’orario di partenza previsto ovvero con un ritardo all’arrivo inferiore a 4 ore
      • meno di sette giorni prima della partenza e gli è stato offerto di partire con un volo alternativo che gli permette di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l’orario d’arrivo previsto
      • qualora la cancellazione del volo sia dipesa da cause di forza maggiore
      1. Fornire assistenza mediante pasti e bevande, sistemazione in albergo e trasporto, due telefonate o messaggi via telex, fax o posta elettronica..

      Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Che fare se il il mio bagaglio viene smarrito o danneggiato? Leggi i consigli di Cittadinanzattiva e scopri quanto ti spetta di risarcimento!

      Cosa fare se il bagaglio sparisce?

      1. Mi reco immediatamente presso l'Ufficio Lost and Found (Ufficio Oggetti smarriti) presente presso l'aeroporto per denunciare lo smarrimento; dovrò compilare un apposito modulo di reclamo (PIR, Property irregularity report); nella denuncia indico le caratteristiche del bagaglio (dimensioni, colore, marca, segni particolari di riconoscimento…) e posso decidere se ritirare personalmente il bagaglio oppure se preferisco mi venga riconsegnato tramite corriere; in ogni caso si verrà prima contattati. La denuncia all’Ufficio Lost and Found avvia le ricerche del bagaglio perso; nel caso la compagnia aerea lo preveda, verrà fornito un kit di prima necessità.
      2. Per avere informazioni aggiornate sullo stato della ricerca posso telefonare all’Ufficio Lost and Found (il cui numero è reperibile sulla copia del modulo di reclamo). Se la compagnia aerea con cui ho viaggiato utilizza il sistema di tracciamento del bagaglio World Tracer (lista su www.worldtracer.aero/members.html) potete avere informazioni collegandovi al sito dell’aeroporto o di quello della compagnia aerea (il codice “World Tracer” si trova sul modulo di reclamo). Alcuni Uffici Lost and Found (ad esempio quello dell’aeroporto di Venezia) mettono a disposizione un numero di cellulare a cui inviare un sms per ricevere notizie sulle ricerche. Consigliamo di informarsi delle possibilià offerte al momento della denuncia.
      3. Se il bagaglio non mi viene riconsegnato entro i 21 giorni successivi all’arrivo e se la compagnia non riconosce prima la perdita del bagaglio, quest’ultimo viene considerato ufficialmente perso. A questo punto posso far valere i miei diritti effettuando il reclamo in forma scritta (vi consigliamo sempre la raccomandata A.R. con ricevuta di ritorno per avere la prova della data). Nel reclamo si devono indicare i danni subiti e fornire le prove degli stessi (lista dettagliata del contenuto di ogni bagaglio non riconsegnato, copia del biglietto aereo e la ricevuta dell’eccedenza bagaglio qualora sia stata pagata, lo scontrino del bagaglio mancante, la copia originale del P.I.R. compilato all'arrivo.
      4. La compagnia aerea è responsabile del danno anche se il suo comportamento è esente da colpa.

      Cosa fare seil bagaglio è danneggiato?

      1. Mi reco immediatamente presso l'Ufficio Lost and Found (Ufficio Oggetti smarriti) presente presso l'aeroporto per denunciare il danneggiamento del bagaglio; mi verrà fatto compilare un apposito modulo di reclamo (PIR, Property irregularity report). Nella denuncia devo indicare i danni subiti.
      2. Entro 7 giorni dal mio arrivo, devo presentare reclamo per iscritto, sempre con raccomandata A.R, alla compagnia aerea, allegando la copia originale del P.I.R. compilato all’arrivo.
        Anche in questo caso la compagnia aerea è responsabile del danno anche se il suo comportamento è esente da colpa.

      Cosa fare seil bagaglio è arrivato in ritardo?
      La procedura è la stessa di quella per lo smarrimento, ma in questo caso fortunatamente il bagaglio è tornato in vostro possesso. Devo presentare per iscritto, tramite raccomandata A.R, il reclamo alla compagnia aerea entro 21 giorni dalla data di riconsegna, sempre allegando la copia originale del P.I.R..
      La compagnia aerea è responsabile del danno anche se il suo comportamento è esente da colpa.

      Quanto è Il risarcimento che ti spetta?
      Per il bagaglio imbarcato:

      1. Se viaggi con compagnie aeree comunitarie e altre che aderiscono alla convenzione di Montreal (la maggior parte): la responsabilità della compagnia per il danno derivante da perdita, manomissione, danneggiamento, ritardata consegna del bagaglio è prevista fino a circa 1.167 euro per ciascun bagaglio registrato e in relazione al danno effettivamente subito.
      2. Se viaggi con compagnie che non aderiscono alla convenzione di Montreal: la responsabilità della compagnia per smarrimento e danneggiamento del bagaglio è limitata a circa 20 euro per kg di bagaglio trasportato.
      3. In tutti i casi è possibile aumentare il livello del risarcimento mediante la cosiddetta “dichiarazione di valore”, da effettuarsi al momento del check-in, che consente di elevare il limite di responsabilità della compagnia, previo pagamento di un’apposita tariffa aggiuntiva da parte del passeggero.

      Per il bagaglio a mano:
      Nel caso in cui il bagaglio a mano subisce dei danni, viene perso o distrutto, la compagnia aerea è responsabile solo nel caso in cui il danno sia ad essa imputabile. Per le compagnie aeree comunitarie e le altre che aderiscono alla convenzione di Montreal, il risarcimento previsto è fino a circa 1.200 euro; per le compagnie che non aderiscono alla convenzione di Montreal, il risarcimento è fino a circa 388 euro.


      Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • Purtroppo a volte succede che le compagnie aeree, pur di sfruttare fino in fondo le capacità di trasporto, accettino prenotazioni in numero maggiore rispetto ai posti in aereo. Con il regolamento CE n. 261/2004 vengono notevolmente ampliati i diritti delle persone che rimangono vittima di questa prassi, nonché di coloro il cui volo viene annullato o subisce un notevole ritardo.

      Il viaggiatore può avvalersi del regolamento CE n. 261/2004 nei casi in cui:

      • se si tratta di un volo di linea o charter in partenza dall'Unione europea
      • se si tratta di un volo di linea o charter in arrivo da un Paese extracomunitario e il vettore è munito di una valida licenza rilasciata da un Paese membro
      • se si è in possesso di un biglietto valido sul quale è indicata una prenotazione confermata per il volo in causa
      • se ci si è presentati al banco di accettazione (check-in) per il volo in causa, entro l'ora limite di accettazione fissata dalla compagnia aerea

      La normativa non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile al pubblico.

    • Tariffe

      Ad aprile 2007 è entrata in vigore la legge 40/2007, meglio conosciuta come legge Bersani, che ha introdotto importanti novità in materia di trasporto aereo, in particolare per i voli low cost. Le misure introdotte impongono alle compagnie aeree obblighi di maggiore trasparenza per quanto riguarda le informazioni che vengono fornite ai cittadini.

    • Windjet: Cittadinanzattiva, dare priorità alla tutela dei passeggeri.

      Cittadinanzattiva chiede all’Enac, che ha tra i propri obiettivi la garanzia della qualita' dei servizi resi all'utente e la tutela dei diritti dell’utente, di vigilare e monitorare la compagnia sul rispetto dei regolamenti comunitari che tutelano i diritti del passeggero.

    • trasportiurbani

      E' di qualche giorno fa la pubblicazione, da parte della Commissione europea, della seconda edizione dello EU Transport Scoreboard, il quadro di valutazione dei trasporti dei paesi membri risultante dall'analisi di 29 categorie raggruppate in quattro dimensioni (mercato interno, investimenti e infrastrutture, unione dell'energia e innovazione, persone). Nell'edizione 2015 i Paesi Bassi registrano i risultati migliori, con punteggi elevati in 16 categorie, seguiti da Svezia, Finlandia, Regno Unito e Danimarca.

    •  Cittadinanzattiva su tragedia ferroviaria di Viareggio: accertare responsabilità senza permettere alcun scaricabarile

      "Allo stato attuale, un eventuale scaricabarile delle responsabilità equivarrebbe ad un atto di sciacallaggio nei confronti delle vittime, pertanto va accuratamente evitato accertando in modo rapido le eventuali responsabilità di Ferrovie dello Stato, Rete Ferroviaria Italiana, soggetti privati e Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria, ennesimo carrozzone privo di reali poteri".

      Nelle parole del vicesegretario generale Antonio Gaudioso, la posizione di Cittadinanzattiva sulla tragedia ferroviaria di Viareggio.

      "Sicuramente la tragedia getta l'ennesima ombra sull'attuale sistema interno di controllo, verifica degli standard di qualità e sanzione nel settore ferroviario - che non ha funzionato - oltre che sullo stato dei treni attualmente viaggianti nel nostro Paese. Non vorremmo che l'attenzione dedicata all'alta velocità abbia messo in secondo e terzo piano quella per il trasporto merci oltre che per il resto del trasporto passeggeri. Nel caso, andrebbe ripensata l'intera politica dei trasporti in Italia, senza per questo permettere che la tragedia possa essere presa a pretesto per indirizzare su gomma il trasporto merci".

      Ora è il momento del cordoglio e del dolore, pertanto Cittadinanzattiva, prima ancora di valutare una eventuale costituzione di parte civile in sede di processo, ha inteso mettere a disposizione della Protezione Civile le proprie sedi della Toscana, in particolare quella della Versilia, per aiutare coloro che sono in questo momento in grave difficoltà, e fornire loro immediata accoglienza.

    • Cittadinanzattiva su disservizi nei trasporti: sanzioni esemplari per i concessionari

      "In un periodo di tante insicurezze, possiamo contare su una certezza, cioè la puntualità dei disservizi nei trasporti appena inizia l'inverno". Questo l'amaro commento di Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva, sui problemi registrati dai cittadini nei trasporti pubblici e privati nei giorni addietro.

    • scuolabussicuro

      Il percorso che compi ogni giorno con i tuoi bambini per raggiungere la scuola può riservare imprevisti e brutte sorprese. Strade trafficate, scarsa visibilità dovuta alle auto parcheggiate ai bordi del marciapiedi, alberi, lavori in corso e la mancanza di strisce pedonali possono creare situazioni pericolose per i più piccoli. Rispetto agli adulti, i bambini percepiscono l'ambiente che li circonda in modo differente e spesso valutano in modo scorretto le situazioni in cui si trovano. Basti ricordare che nel 2016 sono stati 16 i bambini che in Italia hanno perso la vita mentre si trovavano per strada a piedi.

    • Da gennaio 2012 i biglietti di metro e bus potrebbero subire un rincaro del 50%. La novità, introdotta nel piano industriale dell'Atac, è stata approvata dal Cda, ma deve essere ancora varata dal Comune. I consumatori lamentano gli aumenti previsti, in assenza di un corrispondente aumento della qualità del servizio erogato. Approfondisci

    • Si tratta della campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione avviata da Cittadinanzattiva nel dicembre 2007 dalla stazione ferroviaria di Roma Termini per denunciare i disservizi ferroviari, in primis ritardi e scarsa igiene dei treni, ma anche il caro biglietti.

    • PITServiziCONSUMATORI std 01

      Cittadinanzattiva è lieta d’invitarLa alla presentazione della XVII Relazione Pit Servizi, frutto del lavoro svolto dal servizio di tutela dei consumatori e degli utenti promosso e animato dall'associazione.
      Giunto alla sua XVII edizione, è la sintesi delle segnalazioni che provengono a Cittadinanzattiva tramite il proprio servizio Pit durante tutto l’anno. Il Rapporto rappresenta una fotografia di quelli che sono stati i disservizi più frequentemente segnalati da parte dei cittadini nel corso dell’ultimo anno e al contempo anche un quadro di quelle che sono state le attività messe in campo dall’associazione nei diversi settori di riferimento per contrastare comportamenti scorretti, la violazione di diritti o semplicemente per promuovere un migliore dialogo e accorciare le distanze tra consumatori, aziende e pubblica amministrazione.

    • Among consumer policies promoted by Cittadinanzattiva, the transport sector is a historic area of intervention.

    • quarta copertina tav chi si

      Un ebook con più di 400 schede e collegamenti per approfondire fonti e informazioni. E' questo "TAV CHI SI", ma anche molto di più. L'inchiesta, curata da un collettivo di giornalisti "Junius I" in collaborazione con Il Fatto Quotidiano, ripercorre le principali tappe di sviluppo dell'Alta Velocità ferroviaria nel nostro Paese, e cerca di andare oltre la solita contrapposizione tra i si e i no fornendo ampi approfondimenti, classici del giornalismo investigativo, anche per invitarci a riflettere sull'uso del nostro suolo e dei fondi pubblici, nonché del percorso con cui si finanziano e realizzano le grandi infrastrutture.

    • Tariffe ferroviarie

      Dal 1 luglio 2017 è in vigore un nuovo algoritmo che calcolerà le tariffe ferroviarie sovraregionali in modo nuovo, tanto che sono stimati dei risparmi che potrebbero arrivare fino a 300 euro l’anno.

    • easyjet 2015 03 04

      Con una multa di 170.000 euro, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato la compagnia aerea Easyjet con sede nel Regno Unito, specializzata in voli “low cost”, per una pratica commerciale scorretta. Continua a leggere. Scarica il provvedimento dell'Antitrust

    • TAR del Lazio accoglie ricorso di Ryanair 1

      Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso della compagnia low cost irlandese che contestava il provvedimento Antitrust in quanto sospendeva la scelta di Ryanair per la nuova policy del bagaglio a mano pronta a partire dal 1 novembre 2018. L’Autorità infatti, con i provvedimenti del 31 ottobre e 7 novembre, aveva sospeso la politica tariffaria della compagnia aerea relativa al trasporto dei bagagli ritenendo che la richiesta di un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisse una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e viziasse il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore.

    • mobilitaanuova

      Il 15 e 16 settembre prossimi a Pesaro si svolgerà l’iniziativa Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova dal titolo “Muovere le idee per muovere le persone”, promossa da numerose associazioni, tra cui anche Cittadinanzattiva, che agiscono su questi temi. 
      L'evento - che segue gli Stati Generali della Mobilità Nuova a Bologna - si aprirà con un dibattito su ciclabilità urbana e ciclovie lungo i percorsi della Bicipolitana di Pesaro. Nell'arco della due giornate verranno affrontati i temi della qualità dello spazio pubblico e dei Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile.

    • A Milano l'emergenza polveri continua, e il Comune corre ai ripari promettendo controlli capillari e multe contro gli sprechi. A preoccupare non è solo l'inquinamento da smog, ma anche l'uso eccessivo dei riscaldamenti da parte di condomini e di negozi, che al loro interno mantengono temperature tropicali lasciando aperte le porte. Approfondisci

    • trasporti pubblici locali

      ATAC: Cittadinanzattiva Lazio chiede intervento Prefetto per sicurezza viaggiatori e convoca parti ai sensi del comma 461della Finanziaria 2008.
      “Chiediamo a tutti di segnalarci i disagi. Avvieremo azioni risarcitorie e segnalazioni formali all’Autorità di Regolazione dei Trasporti”
      In merito ai gravi disservizi nel servizio di trasporto pubblico che si stanno registrando da parecchi giorni, Cittadinanzattiva Lazio chiede interventi immediati per la ripresa di un servizio accettabile per i cittadini così seriamente colpiti, l'identificazione dei responsabili ad ogni livello e l'applicazione delle sanzioni previste. Inoltre chiede quanto segue:

    • trasporti 2015 02 19

      Settimana Europea della Mobilità: dal 16 al 22 settembre Cittadinanzattiva mobilita 24 città per informare i cittadini sul Trasporto pubblico locale e raccogliere informazioni dirette sulle criticità.

      Sono 40 gli appuntamenti promossi da Cittadinanzattiva, e previsti in 24 città tra il 16 e il 22 settembre, in occasione della Settimana Europea della mobilità. Gli incontri saranno una occasione per avere materiale informativo (disponibile gratuitamente anche sulla home page www.cittadinanzattiva.it), partecipare alla consultazione civica e confrontarsi con i volontari di Cittadinanzattiva sui trasporti pubblici locali: funzionamento, costi, diritti e tutele per gli utenti.

       

    • settimanaeuropea della mobilitajpg

      Settimana europea della mobilità sostenibile: con “Choose, change, combine”, Cittadinanzattiva consulta i cittadini sulle nuove  forme di mobilità.
      Anche quest’anno Cittadinanzattiva, partner associato della European mobility week, si fa promotrice di una serie di iniziative di informazione e sensibilizzazione in tema di mobilità sostenibile. Oltre 40 gli appuntamenti organizzati: attività di monitoraggio del trasporto pubblico, distribuzione di materiali informativi, passeggiate a piedi, car free day, momenti di confronto con le amministrazioni comunali che, dal 16 settembre, si susseguiranno in diverse città a partire da Catania, Taranto, Palermo, Potenza, e altre ancora.

    • 22 settembre invito

      La settimana europea della mobilità sta per concludersi e Cittadinanzattiva, dopo il grande successo del Gioco dell’oca a Piazza Testaccio lo scorso sabato, le numerose proposte di sensibilizzazione e divulgazione in molte città italiane (consulta l’agenda appuntamenti) e le iniziative di piazza sparse su tutto il territorio nazionale, invita tutti a partecipare all’ultimo evento.    

    • Settimana Europea della Mobilità. Scopri con il quiz online di Cittadinanzattiva  che tipo di viaggiatore sei, e scopri le nostre iniziative nei diversi Paesi europei.

       

      In aereo e in treno, quando ho diritto al rimborso del biglietto? E se viaggio in autobus per spostamenti di lunga percorrenza? Cosa si intende per mobilità multimodale? E per car pooling? E ancora, entro quando verranno eliminate le autovetture alimentate con carburanti tradizionali? E le vecchie patenti di guida?  Ciascuno di noi quanto ne sa in tema di mobilità sostenibile?

    • stazione

      È di pochi giorni fa lo schema dell’atto di regolazione sul contenuto minimo degli specifici diritti che i passeggeri “abbonati” possono esigere nei confronti dei gestori dei servizi ferroviari ad Alta Velocità.

      L’emanazione di questo provvedimento (in consultazione fino al 29 aprile) potrebbe rappresentare il triste epilogo di una situazione esplosa a partire da giugno 2015: è da allora infatti che per l’unico segmento a libero mercato, quello dell’alta velocità, si è acceso un faro sulla necessità di una riflessione circa i confini del diritto al profitto, da parte di un’azienda che opera seguendo logiche di libero mercato, e il diritto alla mobilità di cittadini che, grazie al progresso della tecnica, reso possibile anche dal contributo pubblico (si pensi alla dotazione infrastrutturale), ha aperto nuove prospettive di vita e lavoro.

    • Sei in partenza per un viaggio? Ecco alcuni piccoli accorgimenti da seguire.

      • Se viaggi all'interno dell'Unione Europea non hai bisogno di visti sul passaporto, è però sempre opportuno portare con sé un documento di riconoscimento in corso di validità; inoltre, per motivi di sicurezza in alcuni paesi ci potrebbero essere particolari restrizioni: è perciò opportuno verificare sempre prima di partire se ci sono particolari prescrizioni da seguire.
      • Dal 1 marzo 2015 i passeggeri di tutti i treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca di Trenitalia, in caso di ritardo del treno compreso fra 30 minuti e 59 minuti, avranno diritto a un bonus pari al 25% del prezzo del biglietto. Il passeggero che ha subito il disservizio potrà richiedere il bonus, trascorsi 3 giorni dalla data del viaggio e fino a 12 mesi successivi.

      • home trasporti

        Continuano gli scioperi dei trasporti pubblici che paralizzano le città. Il prossimo 21 ottobre molte le sigle coinvolte nello sciopero generale indetto per l’intera giornata. Un blocco per gli addetti  ai trasporti ferroviari, aerei, marittimi e del trasporto pubblico locale.

        Ma quali sono i diritti dei passeggeri in caso di sciopero? E quali gli strumenti di tutela a disposizione dei viaggiatori?

      • Un aumento dei prezzi dei traghetti del 90-100% rispetto al 2010, questa la denuncia dell'Autorità Garante della concorrenza e del mercato. Al centro dell'istruttoria ci sono Moby, Snav, Grandi Navi Veloci e Forship (marchio 'Sardinia Ferries'). Approfondisci

      • Ryanair bagaglio a mano

        Ryanair, cambia tutto: da lunedì 15 gennaio, infatti, entrano in vigore le nuove regole per il bagaglio a mano. Per portare a bordo una borsetta da donna, un portacomputer o uno zaino (di 35x20x20 cm) e il trolley o la valigia (55x40x20 cm) come accade finora bisognerà infatti acquistare un pacchetto Premium (a 5 euro se preso insieme al biglietto, a 6 in seguito). In caso contrario si potrà portare in cabina soltanto una borsa più piccola, mentre quella più grande verrà imbarcata in stiva gratuitamente dopo averlo registrato al gate. All'arrivo potrà essere ritirato al nastro trasportatore .

      • Una scelta di Ryanair rimette il vettore low-cost irlandese al centro delle polemiche e delle ironie del web: dal prossimo 13 giugno, sarà tagliata a 48 ore la finestra a disposizione dei viaggiatori che non hanno acquistato dei posti riservati a bordo per effettuare il check-in senza incorrere in sovraprezzo. Nella vecchia versione, i giorni a disposizione erano quattro. Per guadagnare un po' di respiro in più ci sarà sempre una soluzione: pagare. L'aggiornamento dei termini e delle condizioni per volare con Ryanair, prevede che coloro che abbiano pagato per prenotare dei posti a sedere assegnati abbiano più tempo a disposizione per il check-in: sono autorizzati a farlo già da 60 giorni prima del volo, fino alle due ore antecedenti la partenza.

      • ryanair wizzair

        Nonostante il provvedimento dell'Autorità della Concorrenza che dispone in via cautelare la sospensione della nuova policy dei bagagli a mano delle due compagnie low-cost Ryanair e Wizzair, finora sembra non ci sia stato nessun adeguamento alle nuove regole introdotte dal 1 novembre scorso. I vettori fanno sapere che faranno appello alla decisione dell'Antitrust ritenendo di aver agito nei limiti di una policy trasparente.

      • Risparmio vulnerabilità 800x450

        "Più informati, più protetti”, Cittadinanzattiva lancia in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio il progetto su risparmio e vulnerabilità, primo passo della campagna informativa.

        In occasione della Giornata Mondiale ad esso dedicata, Cittadinanzattiva lancia una consultazione civica rivolta ai cittadini interessati al tema del risparmio ed alla sua crescente vulnerabilità, con il triplice scopo di rilevare le criticità riguardanti aspetti quali l’uso consapevole del denaro, le difficoltà quotidiane legate alle possibilità di risparmio (sempre più in erosione, come denuncia la Consob) e all’adozione di strategie per gestire i rischi a sua tutela.

      • Cittadinanzattiva su rientro volo EasyJet: Enac convochi al più presto tavolo di lavoro sulle compagnie low cost

        Cittadinanzattiva invita l'Enac, Ente Nazionale dell'Aviazione Civile, a non indugiare oltre per convocare un tavolo di lavoro con tutte le parti in causa, a iniziare da AssoLowcost: "il rischio è che i voli low cost diventino sinonimi di voli a bassa tutela dei passeggeri, e che la crepa si apra nella fiducia di chi vola" dichiara Tina Napoli, responsabile politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva.

         

      • toyota officina

        Dopo il caso Volkswagen anche Toyota annuncia il maxi richiamo di 6,5 milioni di auto a livello globale per un difetto rilevato all’alzacristalli elettrico,  il cui interruttore sembrerebbe essere a rischio di cortocircuito e di possibile incendio. Dopo aver effettuato il richiamo delle vetture coinvolte da problemi legati all’airbag, l’ulteriore richiamo da parte di Toyota riguarda i modelli degli autoveicoli Yaris, Corolla, Camry e RAV4 prodotti tra il 2005 e il 2010.

      • 01 AUTOSTRADE SICILIANE DEL CAS

        Cittadinanzattiva Messina si rivolge al Prefetto, Cas e Regione. "Urge eliminare i gravi rischi per gli utenti in caso di incendi
        Prima dell'arrivo dei possenti venti di scirocco e dei consueti incendi dolosi,  del mese di luglio e agosto, Cittadinanzattiva di Messina si rivolge al Prefetto, all'Assessore alle infrastrutture e Mobilità della Regione Sicilia e ai responsabili del Cas, perché si provveda a rendere sicure le uniche Autostrade a pagamento del Sud Italia.

        I due sensi di marcia  delle Autostrade A18 e A20, assieme ad alcuni svincoli, sono oscurati da una folta vegetazione di alto fusto, eucalyptus,  pini domestici e Sambuco i cui rami in alcuni tratti abbracciano le carreggiate, che si sommano ai grovigli di rovi, fichi d'india e sterpaglie.

      • Domenica 11 novembre si vota a Roma per il referendum su ATAC promosso dai Radicali. Ben pochi lo sanno, anche perché pare che il silenzio politico attorno allo stesso non sia casuale.
        Il nostro invito, e sotto vi spieghiamo perché, è invece quello di informarsi e di andare a votare.

        Partiamo da alcune considerazioni e da una realtà che è sotto gli occhi di tutti.
        ATAC è in crisi, è un'azienda che ha un debito di 1.300 milioni di Euro; è passata da 123 milioni di km di corse fatte nei primi anni 2000 agli 86 di questo anno.
        I romani la giudicano giustamente un'azienda "fallita", inefficiente e senza speranze di rinascita.
        Il TPL delle periferie è gestito da diverso tempo da soggetti privati ma il servizio anche lì non brilla. Anzi.
        Anche l'ultimo report dell'Agenzia per la Qualità dei servizi rimarca le deficienze e carenze di ATAC.
        Ritardi, corse saltate, bus rotti, scarsa manutenzione, autobus che vanno a fuoco...insomma un disastro.
        Inoltre a dicembre i creditori di ATAC decideranno se aderire o meno al concordato attivato dal Comune di Roma per recuperare i crediti vantati dall’azienda dei trasporti. Ricordiamo che il concordato è un accordo per rientrare da una situazione debitoria e che se questo dovesse saltare ATAC dovrebbe chiudere per fallimento. Inoltre il Comune di Roma creditore di ATAC per 484.748.000,00 dovrà mettere a Bilancio tale somma e il suo effettivo recupero potrà avvenire o con maggiori tasse sui cittadini o con il conferimento di risorse aggiuntive da Stato e/o Regione.

      • alitalia

        In questi giorni abbiamo più volte ascoltato paragoni tra la situazione di Alitalia e l’Ilva: paragoni che consideriamo assurdi e vergognosi. Anzitutto perché l’Ilva riguardava l’economia di un territorio e un tessuto sociale che avevano già subito enormi danni in questi anni. In secondo luogo, paragonare un lavoratore di una acciaieria che guadagna 1500 euro al mese con un pilota che ne guadagna anche 6 volte di più suona davvero come una beffa. Un paragone oltretutto improprio visti i numerosi interventi a favore di Alitalia che abbiamo già visto in questi anni”. Questo il commento di Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, sul futuro della compagnia aerea Alitalia dopo la bocciatura dei lavoratori del pre-accordo.

      • Trasporto Aereo

        Trasporto Ferroviario 

         

         

      • Un pilota Ryanair denuncia come funzionerebbero i contratti con la famosa lowcost irlandese: molti sarebbero assunti da agenzie interinali e costretti ad aprire Srl in giro per l'Europa. Quindi in Italia non pagano le tasse e adesso il fisco contesta. Approfondisci

      • flag eng

        commissione europeae 2015 02 15

        Dal processo di consultazione avviato durante il 2013 nell’ambito del progetto europeo “Mobility, a paradigm of European citizenship", realizzato grazie al contributo della Commissione Europea e promosso da Active Citizenship Network in 8 Paesi, appare chiaro quale sia l’orientamento dei cittadini europei in merito alle proprie esigenze di mobilità, e di conseguenza cosa chiedono alle istituzioni ai diversi livelli di responsabilità, e ai vari stakeholder.

        • Puntano le proprie attenzioni innanzitutto su un miglioramento - dal comfort alla sicurezza a bordo - del trasporto pubblico locale, oltre che ad un maggior utilizzo della bicicletta in città.
        • Quanto ne sappiamo in tema di mobilità sostenibile? Mettiamoci alla prova con un breve quiz per scoprire se siamo in grado di tutelare al meglio i nostri diritti di passeggeri, fino a che punto le nostre scelte quotidiane di mobilità sono effettivamente "sostenibili", quanto è importante il settore dei trasporti in una dimensione europea e, conseguentemente, quali iniziative l'Unione europea sta realizzando. Compila il quiz

        • quando pagare il bollo auto

          In questi giorni migliaia di automobilisti stanno ricevendo le notifiche di ingiunzioni di pagamento delle tasse automobilistiche regionali, anno 2012, da parte della Regione Campania. Attenzione però, perché secondo l’avvocato Carlo Claps, presidente di Aidacon Consumatori (www.aidacon.it). tali richieste di pagamento non sono legittime.

          «L’Ente impositore, nel caso di specie la Regione, può riscuotere l’imposta sulla circolazione delle auto entro tre anni – ha spiegato l’avvocato Claps - che decorrono dall’anno successivo a quello in cui è dovuto il pagamento.

        • Se fallisce la compagnia aerea o il tour operator il consumatore è tutelato? A quanto pare non del tutto, se si considera l'inefficacia dell'attuale Fondo di Garanzia previsto dal Codice del Turismo. Le associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva, propongono al Ministero degli Affari Regionali, del Turismo e dello Sport la costituzione di un nuovo Fondo che tuteli i viaggiatori in caso di fallimento del tour operator o della compagnia aerea. Leggi il comunicato stampa

        • processo strage di viareggio cittadinanzattiva finalmente responsabilita chiare

          Primo importante riconoscimento per familiari delle vittime. Cittadinanzattiva parte civile.

          Si è concluso oggi, a distanza di più di sette anni , il processo di  primo grado per la strage di Viareggio, in cui Cittadinanzattiva, rappresentata dall’avv. Stefano Maccioni, è stata presente come parte civile accanto ai familiari delle vittime.

          “La  sentenza appena emessa dal Tribunale di Lucca, è una pronuncia importante perché riconosce che all’origine del disastro, che provocò 32 vittime,  vi fu  la violazione delle normative sulla sicurezza ferroviaria”, ha dichiarato Laura Liberto, coordinatrice dei Giustizia per i diritti-Cittadinanzattiva, “e perché attribuisce in modo chiaro le responsabilità a carico degli ex vertici di RFI, Ferrovie e Trenitalia di una strage che poteva essere evitata, accogliendo sotto questo profilo gli argomenti della pubblica accusa e da Cittadinanzattiva come parte civile.

        • pit trasporti

          Viaggiatori  tra ritardi , cancellazioni e smarrimento dei bagagli negli aeroporti  e un servizio pubblico locale tra disservizi cronici e nuove opportunità.
          Presentato il XV Rapporto PIT Servizi di Cittadinanzattiva, focus Mobilità e Trasporti

          Ritardi, soppressione di corse, precarie condizioni igieniche e di sicurezza dei mezzi, perdita del bagaglio nei viaggi aerei: sono queste le principali lamentale segnalate dai cittadini nel  settore dei trasporti

        • primo piano pit servizi copy

          Bollette esose e poco chiare, tanto per l’energia che per la telefonia, difficoltà nell’accedere al credito al consumo, mutui insostenibili, ritardi nei trasporti pubblici. Sono queste fra le principali criticità segnalate dai cittadini che  emergono dal XV rapporto PiT Servizi “Sulla strada del consumattore: da spettatore a protagonista”presentato a Roma da Cittadinanzattiva il 28 e 29 ottobre.

        • EUROPEAN COMMISSION Europe on the move

          La Commissione europea ha presentato il terzo ed ultimo pacchetto “L’Europa in movimento” (i primi due risalgono rispettivamente a maggio e novembre 2017), che ha l’obiettivo di ridurre i pericoli legati al traffico e all’inquinamento dei veicoli orientandosi verso soluzioni tecnologiche avanzate continuando a sostenere la competitività dell’industria UE.
          La terza serie di misure va a concludere l’agenda europea per la modernizzazione della mobilità e comprende:
          - misure di sicurezza per veicoli e infrastrutture
          - norme in materia di emissioni di CO2 per veicoli pesanti;
          - piano di azione strategico per lo sviluppo e la produzione di batterie in Europa;
          - strategia sulla mobilità connessa e automatizzata.

        • mobilita sostenibile 2016 copia

          Favorire lo smart working e la mobilità a due ruote, promuovere il car sharing, stimolare l’utilizzo del trasporto pubblico e l’eliminazione dei vecchi veicoli, favorire l’adozione di combustibili alternativi. Queste sono alcune delle proposte emerse nell'ambito della presentazione della road map per una mobilità sostenibile presentate a Roma lo scorso 30 maggio.
          Da tempo Cittadinanzattiva sottolinea la necessità di rendere il sistema dei trasporti e della mobilità sostenibile da diversi punti di vista:

          • sociale, contemplando modalità di spostamento che si dimostrano accessibili e praticabili da parte delle persone diversamente abili o a mobilità ridotta, prevedendo scelte alternative per la mobilità e contribuendo a risolvere la congestione del traffico, nonché a migliorare la tutela di chi viaggia;
          • ambientale, riducendo emissioni inquinanti e rumore. In proposito ricorda l’obiettivo fissato dalla Commissione europea di ridurre per il 2050 i livelli di emissione di CO2 del 60% rispetto al 1990 solo per il comparto dei trasporti;
          • economico, in termini di costi e tariffe da dover sostenere da parte dei cittadini.
        • MOBILITIME 800x450 01 copia

          Il nostro progetto#​Mobilitime: È tempo di muoversi​ è stato selezionato, tra quasi trecento progetti,  come particolarmente meritevole e inserito quindi nei “100 progetti” del suo ambito.

          Ritirato il diploma nell'ambito del convegno “Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile”, svoltosi il 23 maggio nel contesto del Forum PA 2018, presso l'Arena Convention Center “La Nuvola".

        • petition mille treni per i pendolari

          Ache Cittadinanzattiva tra i sostenitore della campagna social di Progressi per raccogliere foto e video dei disservizi ferroviari
          L'emergenza inquinamento degli ultimi mesi ha messo in luce le grandi lacune del trasporto pubblico locale, soprattutto per i tre milioni di persone che ogni giorno usano i treni regionali.
          I pendolari sono costretti a usare sempre di più la propria auto perché i convogli sono spesso insufficienti, affollati, vecchi e sporchi, come denunciano da tempo le associazioni ambientaliste, quelle dei consumatori e i tanti comitati locali.

        • Aumentano i passeggeri e i disservizi, diminuiscono i convogli. Toscana e Veneto attaccano direttamente Trenitalia. Ma in tre anni le Regioni hanno tagliato 700 milioni per i trasporti. Una emergenza che colpisce milioni di italiani ogni giorno, e di cui sembra che a davvero pochi interessi. Leggi la sintesi dell'inchiesta de l'Espresso

        • Pendolari e viaggiatori di tutta Italia, dite la vostra! Cittadinanzattiva avvia in Italia una consultazione sulle esigenze di mobilità dei cittadini, per raccogliere informazioni su accessibilità dei trasporti, sostenibilità ambientale e diritti dei passeggeri. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto europeo Mobilità: un paradigma per la cittadinanza europea  che Active Citizenship Network, la rete europea di Cittadinanzattiva sta gestendo in 8 Stati. Compila anche tu il questionario anonimo online entro il 26 luglio.

        • Dal 3 novembre, chi guida per più di 30 giorni un'auto non sua deve cambiare il nome della carta di circolazione, pena una multa di 705 euro. Ma la regola non vale per i familiari conviventi: interesserà soprattutto le società di autonoleggio. Continua a leggere

        • Si è appena conclusa la settimana europea della mobilità che quest'anno con il titolo “Choose, change, combine - scegli, cambia, combina”, ha trattato il tema della sostenibilità con un vero e proprio invito all’intermodalità e alla multi-modalità, cioè ad associare l’utilizzo di più mezzi differenti nei propri spostamenti quotidiani, così da contribuire a ridurre la circolazione di veicoli privati o meglio per favorire la loro integrazione con altri mezzi di trasporto.

        • mobilitime video contest

          Sai che i trasporti stradali producono più di ¼ del totale delle emissioni inquinanti; in Italia l’86,4% degli spostamenti motorizzati urbani avviene con mobilità individuale e solo il 13,6% con mezzi collettivi - percentuali ben più alte rispetto a quelle delle altre metropoli europee; nel nostro Paese ci sono 62 auto ogni 100 abitanti, molto più della media europea; nel 2015 si sono verificati complessivamente 174.539 incidenti stradali con ben 3.428 vittime e 246.920 feriti; le aree urbane sono sempre più degradate per l’occupazione massiva delle automobili, a discapito dei pedoni e dei ciclisti.

        • A Napoli, dove la creatività la fa da padrone, succede anche questo! Un cittadino mette sul motore di ricerca una cartina con tutte le zone della città dove parcheggiare illegalmente, e trova in tempo reale il parcheggio, tariffe comprese. L'iniziativa, in realtà, nasce per segnalare il fenomeno alle Autorità, ma a quanto pare la pagina web è strutturata così bene che sembra quasi invogliare ad usufruire del servizio. Approfondisci

        • A distanza di quattro anni dall’entrata in vigore, l’Italia completa l’attuazione del regolamento comunitario sul trasporto ferroviario: a vigilare sull’applicazione delle norme Ue, la cui violazione è punita con multe severe, sarà la nuova Authority dei trasporti. Biciclette sempre ammesse sul treno e biglietti vendibili anche in carrozza. Leggi tutto

        • Dal 31 gennaio 2014, il nuovo Regolamento Comunitario n. 246/2013 del 19 marzo 2013, ha introdotto, sul territorio dell'Unione Europea (inclusi gli scali di Norvegia, Islanda e Svizzera) nuove regole per il trasporto dei liquidi in cabina. Approfondisci

        • Ritardi Treno

          "La nevicata del 26 febbraio manda in tilt il trasporto ferroviario: da Italo a Trenitalia treni bloccati per ore con forti disagi per i passeggeri. Le avverse condizioni metereologiche che si sono abbattute nel nostro Paese nelle ultime ore non possono ritenersi degli eventi straordinari dovuti a causa di forza maggiore, ma al contrario delle situazioni indennizzabili a causa dei disagi provocati. Se il tuo treno è stato soppresso o ha subito un ritardo puoi chiedere un rimborso alla azienda di trasporto ferroviario.

        • Per chi viaggia in nave o in traghetto quali sono le tutele? Una normativa europea  prevede anche per il trasporto marittimo il risarcimento per i ritardi, le cancellazioni e l'assistenza ai passeggeri disabili.
          Le imprese di trasporto marittimo in base al regolamento comunitario, devono così rimborsare ai passeggeri il prezzo del biglietto o fornire loro un mezzo di trasporto alternativo se la partenza del viaggio è ritardata per oltre 90 minuti, a meno che la società dimostri che il ritardo è stato causato da condizioni meteorologiche o da circostanze eccezionali indipendenti dalla propria volontà.  I passeggeri inoltre, dovrebbero anche ricevere cibo e bevande.

        • Comitato naufraghi Concordia

          (promosso dalle associazioni dei consumatori e degli utenti riconosciute dal Governo Italiano: Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Codici, Codacons, Confconsumatori, Lega consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori)

          Le associazioni dei consumatori aderenti al CNCU-Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti e promotrici del COMITATO NAUFRAGHI CONCORDIA manifestano il loro profondo cordoglio ai parenti delle vittime del naufragio e solidarietà a tutti coloro che ne sono stati colpiti direttamente e indirettamente.

        • Cittadinanzattiva su naufragio Giglio:

          Costa Crociere responsabile unitamente ai propri dipendenti

          "Siamo scandalizzati per la decisione di Costa Crociere di dichiarasi parte offesa nel procedimento contro il comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino. Le vere parti civili sono tutti i cittadini che direttamente e indirettamente sono stati colpiti dalla tragedia, unitamente alle Associazioni che ne tutelano i diritti".

        • Comitato Naufraghi Costa Concordia

          25 gennaio 2012 – Ieri 24 gennaio a Milano si è riunito il COMITATO NAUFRAGHI CONCORDIA promosso dalle Associazioni dei Consumatori (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, CTCU, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori).

        • Nave Costa: raggiunto l'accordo tra le Associazioni Nazionali dei consumatori e Costa Crociere. Rimborsi per 3000 euro e risarcimenti per 11.000 euro, per un totale di 14.000 euro

          Dopo una lunga e serrata trattativa si è conclusa stamane, con un accordo molto soddisfacente la fase della vertenza relativa ai rimborsi e risarcimenti per i passeggeri coinvolti. È un importante risultato che varrà e potrà coinvolgere, come noi auspichiamo i passeggeri con nazionalità di oltre sessanta paesi senza distinzione alcuna.

        • natale tempi di viaggio

          Da giorni si respira aria di Natale, le vetrine sono addobbate a festa, le strade illuminate, i supermercati pieni di panettoni e torroni, i negozi riservano sconti speciali per le strenne natalizie, le agenzie di viaggi offrono le mete più varie per chi vorrà approfittare di queste vacanze per partire. Perchè non farsi contagiare dalla voglia di evadere e staccare dalla routine del quotidiano? Tra Natale, Capodanno e l’Epifania c’è solo l’imbarazzo della scelta, resta solo decidere dove andare.

        • ryanair 2015 03 04jpg

          Sanzione amministrativa per complessivi 550.000 euro a Ryanair, la compagnia aerea irlandese di voli low cost, per pratiche commerciali scorrette. Sotto accusa, in particolare, le modalità di assistenza fornite ai passeggeri attraverso un servizio di call center raggiungibile esclusivamente tramite numerazioni a sovrapprezzo. Continua a leggere

        • MOBILITIME 800x450 01 copia copia copia copia copia

          Per tutta la settimana in corso la sede di Macerata sarà aperta, dalle 9.30 alle 13.30, per distribuire materiali e fornire informazioni sulla mobilità ai cittadini. Anche a Milano la segreteria regionale di Via Rivoli, per l’intero mese di novembre, sarà un punto di riferimento per chiunque voglia acquisire informazioni utili su nuovi modelli di mobilità più sostenibili e responsabili o per avanzare criticità e proposte.

           

          Clicca qui per scoprire gli appuntamentisul territorio.

        • Continuano gli appuntamenti di Mobilitime. Domenica 29 ottobre, a Mantova, in piazza Erba dalle 10 alle 19, nell'ambito dell'iniziativa "il grande cuore di mantovani", i volontari di Cittadinanzattiva saranno a disposizione della cittadinanza per distribuire materiali e fornire info per una mobilità più sostenibile.

        • sharing mobility

          Trasporto pubblico locale e sharing: noto e apprezzato, ma molto da fare sul fronte delle tutele e della privacy. I risultati della indagine online di Cittadinanzattiva

          Bike sharing, car sharing, car pooling: sempre meno gli italiani che non li conoscono. E’ quanto emerge dalla indagine online condotta da Cittadinanzattiva su 473 cittadini e l’uso delle nuove modalità di condivisione dei mezzi di trasporto. Il profilo che ne emerge è di persone che sono costrette ad utilizzare il trasporto pubblico locale pur considerandolo negativamente, e che fa spesso ricorso allo sharing proprio per sostituire il proprio mezzo privato e aggirare le inadeguatezze del TPL.

          L’89% dei cittadini del campione usa infatti regolarmente i mezzi del Trasporto pubblico locale, che giudica in stragrande maggioranza negativamente (65%), ma sarebbe disponibile, attraverso l’uso delle nuove tecnologie, a monitorare il servizio per contribuire al suo effettivo miglioramento (79%) se fosse possibile.

        • Congestione del traffico, livello di incidentalità, emissioni inquinanti, trasporto pubblico non rispondente alle esigenze dei cittadini, degrado delle aree urbane e consumo di territorio: sono i tanti problemi che abbassano la qualità e la sostenibilità della vita nei centri urbani e un ruolo centrale lo rivestono le amministrazioni locali e i cittadini-consumatori.

          Di questo si è parlato  nell’evento conclusivo promosso da Cittadinanzattiva per la Settimana Europea della Mobilità, in programma oggi dalle 18 a Roma presso il Teatro de’ Servi (il programma). Il tema scelto quest’anno dall’Europa è “Smart Mobility. Strong Economy”. A seguire è andata in scena la commedia teatrale (con ingresso gratuito) “Vita da cittadino (un viaggio nel cuore dei servizi pubblici locali)”.

        • Un cittadino attento ai temi ambientali e alla salute, desideroso di riappropriarsi del proprio tempo e del proprio spazio, orientato verso servizi di mobilità integrata. Questo il profilo che emerge dalla terza edizione della consultazione civica di Cittadinanzattiva in tema di mobilità sostenibile, presentata oggi a Roma, in occasione della consegna del premio per il contest fotografico #mobilitime sul tema. Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e Cities Changing Diabetes. Con il supporto tecnico di Bierò.

        • Mobilità sostenibile: cresce l’attenzione ambientale e la richiesta di mobilità integrata. Consegnato oggi a Roma il premio #mobilitime realizzato da Cittadinanzattiva

          Un cittadino attento ai temi ambientali e alla salute, desideroso di riappropriarsi del proprio tempo e del proprio spazio, orientato verso servizi di mobilità integrata. Questo il profilo che emerge dalla terza edizione della consultazione civica di Cittadinanzattiva in tema di mobilità sostenibile, presentata oggi a Roma, in occasione della consegna del premio per il contest fotografico #mobilitime sul tema. Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e Cities Changing Diabetes.Con il supporto tecnico di Bierò.

        • A pochi giorni dal via libera delle Commissioni Ambiente e Lavori Pubblici del Senato allo schema di decreto attuativo sulla mobilità sostenibile, Cittadinanzattiva lancia una consultazione civica sul tema, per raccogliere punti di vista e proposte dei cittadini per promuovere l’adozione di un nuovo modello di mobilità più sostenibile per le nostre società.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.