Trasporti

  • In viaggio, tra diritti, doveri e nuove forme di ospitalità

    Albergo
    Prima di scegliere l’albergo è bene verificare:

    • La classificazione (ovvero il numero di stelle attribuite, variabile da uno a cinque). Le stelle variano da Regione a Regione, sulla base di apposite leggi che elencano sia requisiti minimi(quindi obbligatori) che requisiti facoltativi. In caso di dubbio è perciò opportuno informarsi preventivamente su quale offerta ci si può attendere da parte di una struttura del livello prescelto.
    • Ricordati che se il bagno è ad  uso comune deve avere la finestra ed un rivestimento alle pareti per almeno due metri dal pavimento, mentre quello ad uso esclusivo può essere privo di areazione diretta.
    • I prezzi  devono essere esposti in luogo visibile nell’atrio dell’albergo ed in ogni stanza. Gli albergatori all’inizio di ogni stagione devono dichiarare alla Provincia, i prezzi minimi e massimi che intenderanno praticare, tali prezzi sono inderogabili tanto nel minimo quanto nel massimo, salva la possibilità di effettuare prezzi forfetari per gruppi o per soggiorni lunghi.

    Ricorda che se al momento della prenotazione viene chiesto un anticipo questo non può superare il  25%  del costo complessivo del soggiorno.

  • Navi e traghetti

    Per chi viaggia in nave o in traghetto quali sono le tutele? Una normativa europea  prevede anche per il trasporto marittimo il risarcimento per i ritardi, le cancellazioni e l'assistenza ai passeggeri disabili.
    Le imprese di trasporto marittimo in base al regolamento comunitario, devono così rimborsare ai passeggeri il prezzo del biglietto o fornire loro un mezzo di trasporto alternativo se la partenza del viaggio è ritardata per oltre 90 minuti, a meno che la società dimostri che il ritardo è stato causato da condizioni meteorologiche o da circostanze eccezionali indipendenti dalla propria volontà.  I passeggeri inoltre, dovrebbero anche ricevere cibo e bevande.

  • AGCM Vs Alitalia-Cai

    L’Istruttoria aperta dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sull’acquisizione di WindJet da parte di Alitalia-Cai, vuole verificare se tale operazione possa determinare, in particolar modo, una sovrapposizione fra le attività di Alitalia-CAI e WindJet su 9 rotte nazionali, con quote di mercato significative. I collegamenti in questione sono: Catania-Bologna; Catania-Milano Linate; Catania-Milano Malpensa; Catania-Pisa; Catania-Roma; Catania-Venezia; Palermo-Milano; Palermo-Roma;  Palermo-Torino. Sarà considerato dall’Autorità anche il valore concorrenziale dell’acquisizione da parte di Alitalia-Cai. Approfondisci

  • AGCM chiude procedimenti avviati verso 5 vettori aerei

    I procedimenti di inottemperanza avviati dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nei confronti di Alitalia, Blue Panorama, Easyjet, Ryanair e Wizzair, sono stati chiusi.
    Da ora in poi, pertanto, per i consumatori che comprano biglietti aerei online i prezzi saranno più trasparenti; infatti, entro il 1° dicembre 2012 tutte le compagnie aeree operanti in Italia riporteranno nelle proprie comunicazioni commerciali, e nei rispettivi sistemi di prenotazione e acquisto on line, il prezzo dei biglietti offerti comprensivo anche del costo per il pagamento con carta di credito/debito. Sarà così chiaro da subito ai consumatori il costo totale del biglietto acquistato. Approfondisci

  • "Su una cattiva strada"

    Se un utente della strada incappa in una buca riportando danni alle cose e/o alla persona come si può tutelare? Chi ne risponde? Scarica l'articolo

  • Al volante a 17 anni

    Dal 23 aprile, per la prima volta in Italia, per i minori che hanno compiuto 17 anni e già in possesso di patente A1 per i motocicli sarà possibile la “Guida Accompagnata”, che permetterà di guidare l'auto accompagnati da una persona designata, in modo da arrivare con maggiore esperienza al conseguimento della patente B. Approfondisci

  • Antitrust vs CAI

    La Compagnia Aerea Italiana (CAI) ha 90 giorni di tempo per rimuovere la posizione di monopolio presente sulla rotta aerea Milano Linate-Roma Fiumicino. E’ quanto richiesto dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato al termine dell’istruttoria avviata, nel novembre scorso. Cittadinanzattiva ha interpellato l’Antitrust su questa questione per far rimuovere la posizione di monopolio, in modo da agevolare la concorrenza a favore dei passeggeri. Secondo l’Autorità la pressione concorrenziale del treno ad alta velocità è insufficiente a limitare il potere di mercato di Alitalia-CAI soprattutto nei confronti dei passeggeri che hanno necessità di rientrare in giornata. Approfondisci

  • Cittadinanzattiva su monopolio Alitalia nella rotta Linate-Fiumicino

    Cittadinanzattiva su monopolio Alitalia nella rotta Linate-Fiumicino

    Soddisfazione per le decisioni dell'Antitrust

    Cittadinanzattiva esprime soddisfazione per l'odierna deliberazione dell'Antitrust che sollecita Alitalia a lasciare spazio alla concorrenza nella rotta Linate-Fiumicino.

  • Antitrust multa Vueling

    La pratica commerciale scorretta rilevata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato si riferisce ai costi aggiuntivi per le prenotazioni effettuate con carta di credito sul sito web della Vueling www.ticketes.vueling.com/IT/. In pratica la scorrettezza sta nel fatto che il vettore aereo non evidenzia in maniera chiara, completa e immediata il costo aggiuntivo che il consumatore deve sostenere prenotando il volo con carta di credito. Il consumatore non conosce da subito il prezzo totale del biglietto aereo offerto dalla compagnia, poichè la ”spesa carta di credito” viene comunicata solo al termine del processo di prenotazione on line. Approfondisci

  • Dossier Rifiuti

    In Italia la gestione dei rifiuti meno funziona e più la si paga, e le tariffe sono fuori controllo: negli ultimi 5 anni, aumenti record a Salerno (+97,7%), Reggio Calabria (+96,3%), Napoli (+79,5%), Roma (+53%), Imperia (+41,4%). E in altre 10 città gli incrementi superano il 30%.

    Nell’ultimo anno incrementi a due cifre a Foggia (+30,4%) e altre 10 città.

    Rifiuti a peso d’oro: a Napoli, la spesa annua per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani ammonta a 508€, record nazionale, il quadruplo rispetto alla città meno cara d’Italia, Isernia (122€). Tra i 10 capoluoghi con le tariffe più alte, solo tre non sono al Sud: Roma (378€), Carrara e Venezia (346€).

  • Accordo con Trenitalia sui risarcimenti

    Nuovi indennizzi per i passeggeri dei treni che hanno subito i ritardi più consistenti durante l’eccezionale nevicata dello scorso 1° febbraio. Ok di Cittadinanzattiva. Il comunicato

  • Accordo con Trenitalia sui risarcimenti

    Cittadinanzattiva: definito accordo con Trenitalia su risarcimenti disagi nevicate. Si inizia dalla tratta Cesena Forlì

    Raggiunto un accordo con Trenitalia per garantire un indennizzo ai cittadini "vittime" del blocco del trasporto ferroviario dovuto alle nevicate di febbraio 2012.
    A darne notizia è Cittadinanzattiva, una delle organizzazioni che ha partecipato al tavolo di trattativa con Trenitalia. Il primo accordo riguarda i cittadini che si trovavano a bordo di tre dei convogli, IC 915, Frecciabianca 9823 e 9829 (Forlì Cesena).

  • Alta velocità sulla pista ciclabile!

    I promotori della campagna #Salvaiciclisti, insieme ad alcuni dei senatori firmatari del disegno di legge per cambiare la mobilità urbana, muniti di autovelox hanno fatto un blitz a Roma sulla pista ciclabile del Colosseo e cosa hanno rilevato? Che nessuno rispetta il limite di velocità di 50 km orari!
    Guarda il video, Approfondisci, Approfondisci e Aderisci alla campagna

  • Il Dossier lo fanno gli utenti

    Sono tanti i pendolari che ogni giorno si recano sul posto di lavoro utilizzando i treni della tratta Roma-Lido di Ostia e altrettanti i disservizi che riscontrano. Pochi treni, affollati, sporchi e scomodi! E’ quanto emerge dal dossier sul trasporto pubblico locale effettuato nella tratta Roma-Ostia, dagli stessi utenti del servizio. Approfondisci. Rispondi al questionario

  • Maltempo, disagi e rimborsi

    In questi giorni di emergenza maltempo, i cittadini hanno subito innumerevoli disagi, dal distacco delle utenze domestiche (energia, acqua, telefono), ai ritardi nei trasporti (treni, aerei, autostrade chiuse).Ora chi li ripaga di tutti i disservizi subiti?

    Vedi l’intervista a "Geo & Geo" di Isabella Mori, responsabile PiT di Cittadinanzattiva e scarica i consigli utili per avere i rimborsi

  • Costa proroga tempi per i rimborsi

    Prorogato di 45 giorni il termine per accettare l’indennizzo previsto dall’accordo tra Astoi, Costa Crociere e le Associazioni dei consumatori. C’è tempo fino al 31 marzo 2012. Inoltre dall’8 febbraio è attivo il programma di assistenza psicologica a sostegno dei passeggeri della nave Concordia che ne fanno richiesta, come già concordato in precedenza con le Associazioni dei consumatori. Leggi il comunicato stampa

  • TRENI E NEVE

    Cittadinanzattiva su disagi trasporto ferroviario: da Trenitalia grave irresponsabilità nei confronti  dei passeggeri. Risarcimenti e non semplici rimborsi per ripagarli

    "Se ritardi e soppressioni sono inevitabili in simili situazioni meteo" dichiara Antonio Gaudioso, vicesegretario generale di Cittadinanzattiva, "non è al contrario tollerabile l'incapacità gestionale dell'azienda nel predisporre quanto necessario - anche solo a livello informativo -  per andare incontro alle difficoltà dei pendolari.

  • Accordo tra Costa e le Associazioni dei consumatori

    Previsti rimborsi per 3.000 euro e risarcimenti per 11.000 mila euro. Un importante risultato che permette di risolvere in tempi brevi e in fase extra-giudiziale una questione così rilevante in cui vengono riconosciuti non solo i rimborsi e non solo i danni patrimoniali, ma anche quelli per danno esistenziale. Leggi il comunicato stampa

  • Sei in partenza per un viaggio? Ecco alcuni piccoli accorgimenti da seguire

    Sei in partenza per un viaggio? Ecco alcuni piccoli accorgimenti da seguire.

    • Se viaggi all'interno dell'Unione Europea non hai bisogno di visti sul passaporto, è però sempre opportuno portare con sé un documento di riconoscimento in corso di validità; inoltre, per motivi di sicurezza in alcuni paesi ci potrebbero essere particolari restrizioni: è perciò opportuno verificare sempre prima di partire se ci sono particolari prescrizioni da seguire.
    • Trasporto aereo

      Tariffe

      Ad aprile 2007 è entrata in vigore la legge 40/2007, meglio conosciuta come legge Bersani, che ha introdotto importanti novità in materia di trasporto aereo, in particolare per i voli low cost. Le misure introdotte impongono alle compagnie aeree obblighi di maggiore trasparenza per quanto riguarda le informazioni che vengono fornite ai cittadini.

    • Trasporto pubblico locale

      Da anni, Cittadinanzattiva si occupa della qualità del trasporto pubblico locale (tpl), e l'ufficio stampa ha curato a lungo una rubrica fissa su un periodico di settore. Di seguito, alcuni esempi di monitoraggio della qualità del tpl realizzati dalle realtà territoriali di Cittadinanzattiva.

    • Trasporto ferroviario


      1. Cosa sapere prima di salire a bordo per evitare brutte sorprese. Se:

      • si sale a bordo senza biglietto, occorre pagare l'importo del biglietto più una multa di 25 euro;
      • si sale senza aver timbrato il biglietto e le macchine obliteratrici in stazione erano funzionanti, vanno pagati solo 25 euro;
      • Naufragio Costa Concordia

        Nave Costa: raggiunto l'accordo tra le Associazioni Nazionali dei consumatori e Costa Crociere. Rimborsi per 3000 euro e risarcimenti per 11.000 euro, per un totale di 14.000 euro

        Dopo una lunga e serrata trattativa si è conclusa stamane, con un accordo molto soddisfacente la fase della vertenza relativa ai rimborsi e risarcimenti per i passeggeri coinvolti. È un importante risultato che varrà e potrà coinvolgere, come noi auspichiamo i passeggeri con nazionalità di oltre sessanta paesi senza distinzione alcuna.

      • Costa Concordia: naufragano anche i diritti dei passeggeri?

        A più di dieci giorni dal naufragio, l’Astoi (Associazione Tour Operator Italiani), apre un tavolo con le Associazioni dei Consumatori, con l’obiettivo di recepire le istanze dei consumatori in merito alla vicenda della Costa Concordia. Approfondisci Per sapere come Costa Crociere ha gestito la situazione? www.teresapetrangolini.it. www.nanopress.it

      • Naufragio Giglio

        Comitato Naufraghi Costa Concordia

        25 gennaio 2012 – Ieri 24 gennaio a Milano si è riunito il COMITATO NAUFRAGHI CONCORDIA promosso dalle Associazioni dei Consumatori (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, CTCU, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori).

      • Caos nei trasporti

        Adoc, Cittadinanzattiva, Movimento Consumatori su caos nei trasporti: il Governo non ceda ai ricatti di categorie professionali, rendite e privilegi. Maggiori controlli per impedire speculazioni sui prezzi

         

        "Non è più tempo per alcuna categoria professionale di tenere in ostaggio un paese intero, né movimenti come quello dei Forconi possono rappresentare la soluzione alla crisi che tutti stiamo subendo. Simili atteggiamenti non fanno che aggravare la situazione di imprese e consumatori".

      • Naufragio Giglio

        Cittadinanzattiva su naufragio Giglio:

        Costa Crociere responsabile unitamente ai propri dipendenti

        "Siamo scandalizzati per la decisione di Costa Crociere di dichiarasi parte offesa nel procedimento contro il comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino. Le vere parti civili sono tutti i cittadini che direttamente e indirettamente sono stati colpiti dalla tragedia, unitamente alle Associazioni che ne tutelano i diritti".

      • Naufragio nave da crociera

        Comitato naufraghi Concordia

        (promosso dalle associazioni dei consumatori e degli utenti riconosciute dal Governo Italiano: Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Codici, Codacons, Confconsumatori, Lega consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori)

        Le associazioni dei consumatori aderenti al CNCU-Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti e promotrici del COMITATO NAUFRAGHI CONCORDIA manifestano il loro profondo cordoglio ai parenti delle vittime del naufragio e solidarietà a tutti coloro che ne sono stati colpiti direttamente e indirettamente.

      • Domanda di conciliazione Trenitalia

        Domanda di conciliazione Trenitalia
      • Conciliazione Trenitalia

        Come posso accedere alla procedura con Trenitalia?
        Trenitalia S.p.A. ha firmato il Protocollo d'Intesa che delinea la nuova procedura di conciliazione tra viaggiatori e Trenitalia.

        Se un reclamo non ha avuto una risposta soddisfacente o non ha ricevuto alcuna risposta entro sessanta giorni dalla presentazione, è possibile accedere alla conciliazione per il tramite di una delle Associazioni dei Consumatori firmatarie del Protocollo.

        Come funziona la conciliazione
        La domanda di conciliazione deve essere inviata:

        •  entro sessanta giorni decorrenti dalla data di ricevimento della risposta al reclamo
        •  in caso di mancata risposta, entro sessanta giorni dalla scadenza del termine di sessanta giorni decorrenti dalla data di presentazione del reclamo
        • compilando l'apposito modulo di richiesta da inoltrare (via fax o raccomandata AR):
        • o tramite le Associazioni firmatarie
        • o direttamente all' Ufficio di Conciliazione di Trenitalia-Piazza della Croce Rossa,1 00161-Roma o al fax 06 44103490

        Se non viene indicata l'Associazione che dovrà rappresentare il cliente nella conciliazione, Trenitalia provvederà ad assegnare la domanda ad una delle Associazioni dei Consumatori firmatarie del Protocollo in applicazione di un criterio turnario.

        La Commissione di Conciliazione, composta da Conciliatori designati da Trenitalia e dalle Associazioni dei Consumatori, esaminerà la domanda tenendo conto degli impegni contrattuali, della normativa di settore e delle norme di tutela dei consumatori e, secondo principi di equità, valuterà la possibilità di formulare una proposta di conciliazione soddisfacente per le parti, che comunque verrà sottoposta al cliente per l'eventuale accettazione.

        La procedura di conciliazione riguarderà reclami:

        •  presentati dal 1° gennaio 2009 fino al 1° gennaio 2010
        •  relativi a viaggi che hanno origine e destinazione Milano - Napoli e le stazioni intermedie, effettuati esclusivamente su treni: ES*, ES* Fast, ES* AV, ES* AV Fast, ES* City, IC, IC Plus
        •  che indichino uno scostamento tra un impegno puntuale di Trenitalia, assunto nei documenti ufficiali (Condizioni di trasporto, informazioni commerciali disponibili sul sito Trenitalia, Carta dei servizi) e quanto effettivamente usufruito dal cliente.

        Fino alla data di attivazione del nuovo contratto di pulizia, rimangono esclusi i reclami relativi alla pulizia dei treni.

        Per saperne di più: la procedura di conciliazione trenitalia

        (ultimo aggiornamento: gennaio 2012)

      • Incidente nave da crociera

        Adoc, Cittadinanzattiva e Movimento Consumatori su incidente nave da crociera: Cordoglio per le vittime. Serve immediata inchiesta ministeriale, al via raccolta sottoscrizioni per class action

        Le Associazioni dei Consumatori Adoc, Cittadinanzattiva e Movimento Consumatori esprimono vivo cordoglio alle famiglie delle vittime, e vicinanza nei confronti di tutti coloro che stanno vivendo ore di angoscia per le sorti dei propri cari che risultano dispersi o feriti.

      • Liberalizzazioni e taxi

        Cittadinanzattiva su sciopero taxi: inaccettabile, chiediamo intervento immediato Garante

        "Lo sciopero dei Taxi contro le ipotesi di liberalizzazione è inaccettabile, non si può tenere in ostaggio un Paese per gli interessi di una categoria", queste le dichiarazioni di Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva. "Soprattutto perché le modalità con cui si attuano non tengono in alcun modo conto dei diritti dei cittadini.

      • Trasporto Aereo e bagagli

        Adiconsum,  Adoc,   Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori. Rischio blocco nuovo sistema smistaggio bagagli Aeroporti di Roma: dopo opportuno intervento ENAC chiediamo intervento Ministro Passera per fare chiarezza

        Ringraziamo l'ENAC per l'intervento che ha scongiurato, per ora, il rischio di chiusura dal 1 gennaio, da parte di Aeroporti di Roma, del   nuovo sistema di smistamento bagagli N ET 600. L'intervento ha evitato che fossero i cittadini a pagare, in termini di inefficienze e ritardi, i risultati di uno scontro tra ADR e le compagnie aeree.

      • Parcheggio abusivo? Google Maps lo trova

        A Napoli, dove la creatività la fa da padrone, succede anche questo! Un cittadino mette sul motore di ricerca una cartina con tutte le zone della città dove parcheggiare illegalmente, e trova in tempo reale il parcheggio, tariffe comprese. L'iniziativa, in realtà, nasce per segnalare il fenomeno alle Autorità, ma a quanto pare la pagina web è strutturata così bene che sembra quasi invogliare ad usufruire del servizio. Approfondisci

      • …e se ci ripenso?

        Si avvicinano le vacanze di Natale e in molti trascorreranno le festività nelle mete più disparate, ma l'importante è avere sempre gli occhi aperti! Prima di prenotare fate attenzione alle condizioni contrattuali che andate a sottoscrivere...eviterete spiacevoli sorprese al rientro! Approfondisci

      • La bici intralcia e il vigile la multa

        Il Codice della strada parla chiaro: se il veicolo intralcia il passaggio va sanzionato. A Milano un vigile applica la legge, e multa una bici parcheggiata, legata ad un palo. Il trasgressore non è presente al momento della contestazione e la notifica viene lasciata sul mezzo. Approfondisci

      • Autovelox: doppia beffa per i cittadini

        Da oggi nessuna fotografia potrà salvarci dal dimostrare che no, non siamo stati noi a superare i limiti di velocità! La Cassazione ha infatti deciso che la multa è valida e bisogna pagare anche se manca lo scatto che certifichi l'infrazione. Le associazioni dei consumatori insorgono. Approfondisci

      • Smog e sprechi di calore: multe ai trasgressori

        A Milano l'emergenza polveri continua, e il Comune corre ai ripari promettendo controlli capillari e multe contro gli sprechi. A preoccupare non è solo l'inquinamento da smog, ma anche l'uso eccessivo dei riscaldamenti da parte di condomini e di negozi, che al loro interno mantengono temperature tropicali lasciando aperte le porte. Approfondisci

      • Arresti per appalti ferroviari truccati

        Cittadinanzattiva su inchiesta appalti Trenitalia: pieno sostegno alla Procura, pronti a costituirci parte civile. Ad un anno da uno scandalo simile, cosa ha fatto Trenitalia per prevenire illeciti?

        Ad un anno da uno scandalo simile scoperto dalla Procura di Napoli (luglio 2010), oggi la storia si ripete. Grazie ad una nuova inchiesta della Procura di Firenze si sono scoperti fatti gravissimi e inaccettabili relativi ad appalti truccati nel trasporto ferroviario.
        "Quello delle gare truccate sembra essere nel nostro Paese un binario fin troppo frequentato", ha dichiarato Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva "Il nostro Movimento è pronto a costituirsi parte civile nel processo che si avvierà".

      • Trenitalia: Si ai rimborsi per i disagi causati alla stazione Tiburtina

        Tutti i passeggeri Trenitalia che hanno subìto ritardi o non hanno potuto mettersi in viaggio nei giorni compresi tra il 24 ed il 28 luglio u.s. a causa del rogo sviluppatosi alla stazione Tiburtina, potranno richiedere il rimborso integrale del biglietto ferroviario non utilizzato.
        Il rimborso vale per tutti i treni del servizio nazionale interessanti il nodo di Roma. Termine ultimo per la richiesta è il 30 settembre 2011. Approfondisci

      • TPL - A Roma l'Atac annuncia un rincaro dei biglietti

        Da gennaio 2012 i biglietti di metro e bus potrebbero subire un rincaro del 50%. La novità, introdotta nel piano industriale dell'Atac, è stata approvata dal Cda, ma deve essere ancora varata dal Comune. I consumatori lamentano gli aumenti previsti, in assenza di un corrispondente aumento della qualità del servizio erogato. Approfondisci

      • L'Antitrust multa Ryanair per 500 mila euro

        Nel mirino dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato alcune pratiche commerciali scorrette messe in atto tra febbraio 2008 e settembre 2010. Ingannevolezza, scarsa trasparenza, inadeguatezza e, in alcuni casi, carenza di informazioni relative ai prezzi dei biglietti aerei: queste le anomalie riscontrate. Approfondisci

      • Trasporto aereo - Cosa fare in caso di ritardo dell’aereo

        Il passeggero ha diritto:

        1. all’assistenza (pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa; nel caso si rendano necessari uno o più pernottamenti, sistemazione in albergo e relativo trasporto; due chiamate telefoniche o due messaggi via telex, fax o posta elettronica) se il volo è ritardato di:qualora il volo abbia almeno 5 ore di ritardo, al rimborso del biglietto, se il volo è divenuto inutile, nonché ad un volo di ritorno al punto di partenza iniziale

          • 2 o più ore rispetto all’orario di partenza previsto per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500km
          • 3 o più ore per le tratte intracomunitarie superiori a 1500km per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km
          • 4 o più ore per tutte le altre tratte
        2. Il passeggero ha comunque il diritto di intentare ogni ulteriore ricorso dinanzi alle giurisdizioni competenti, in previsione di risarcimenti supplementari, eccetto nel caso in cui si sia offerto volontario per cedere la sua prenotazione in cambio di una compensazione.

        Obbligo d’informazione: la compagnia aerea ha l’obbligo di consegnare ai passeggeri, ai quali è stato negato l'imbarco, un modulo che illustri i loro diritti.

        Inoltre il vettore aereo deve fissare le regole che segue per l'imbarco dei passeggeri in caso di volo sovraprenotato e metterle a disposizione del pubblico presso le agenzie e presso i suoi banchi di accettazione.

        Per i viaggi “tutto compreso”: se il negato imbarco avviene nell'ambito di un viaggio "tutto compreso", il vettore aereo ha l'obbligo di compensare il tour-operator, perché è con quest’ultimo che il passeggero ha stipulato il contratto. In tal caso l'operatore è tenuto a versare a sua volta le somme percepite a tale riguardo ai propri clienti che hanno subito questo disguido.

        Indirizzi utili: Ente nazionale per l’aviazione civile( ENAC) sito internet www.enac-italia.it

        numero verde: 800.898.121


        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      • Trasporto aereo - Cosa fare in caso di overbooking

        In caso di overbooking, la compagnia aerea è tenuta a fare appello a persone che rinuncino volontariamente al volo in cambio di determinati benefici. Qualora il numero dei volontari non sia sufficiente e si debba negare l’imbarco a taluni passeggeri, questi possono fare valere le seguenti pretese.

        1. Rimborso del biglietto qualora il viaggio sia diventato inutile (nonché, ove necessario, ad un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale) ed un volo alternativo, non appena possibile, verso la destinazione finale
        2. Volo alternativo ad una data successiva di proprio gradimento
        3. Compensazione pecuniaria di:
          • 250 euro per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500km
          • 400 euro per tutte le tratte intracomunitarie superiori a 1500km e tutte le altre comprese tra 1500 e 3500km
          • 600 euro per tutte le altre tratte

            Tale indennità forfetaria può essere ridotta del 50%, qualora il passeggero si sia imbarcato su un volo alternativo che gli consenta di raggiungere la destinazione finale con un orario d’arrivo che non superi l’orario d’arrivo del volo originario prenotato rispettivamente di 2 ore sub 2a), 3 ore sub 2b) o 4 ore sub 2c)

        La compagnia aerea è inoltre tenuta a prestare assistenza, fornendo al passeggero, a titolo gratuito, pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa; nel caso si rendano necessari uno o più pernottamenti, sistemazione in albergo e relativo trasporto; due chiamate telefoniche o due messaggi via telex, fax o posta elettronica.


        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      • Trasporto aereo - Cosa fare in caso di cancellazione del volo?

        In caso di cancellazione del volo
        In caso di cancellazione del volo, la compagnia aerea è tenuta a:
        1. Dare il rimborso del biglietto entro sette giorni se il volo è diventato inutile, nonché senecessario, un volo di ritorno al punto di partenza iniziale
        2. Dare una compensazione pecuniaria di:
          • 250 euro per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500km
          • 400 euro per tutte le tratte intracomunitarie superiori a 1500km e tutte le altre comprese tra 1500 e 3500km
          • 600 euro per tutte le altre tratte

        Tale compensazione non è dovuta nel caso in cui il passeggero sia stato avvertito:

        • due settimane prima della partenza
        • tra due settimane e sette giorni prima della partenza se gli è stato proposto un volo in partenza al massimo 2 ore prima dell’orario di partenza previsto ovvero con un ritardo all’arrivo inferiore a 4 ore
        • meno di sette giorni prima della partenza e gli è stato offerto di partire con un volo alternativo che gli permette di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l’orario d’arrivo previsto
        • qualora la cancellazione del volo sia dipesa da cause di forza maggiore
        1. Fornire assistenza mediante pasti e bevande, sistemazione in albergo e trasporto, due telefonate o messaggi via telex, fax o posta elettronica..

        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
      • Enac: sempre più low cost in Italia

        È quanto emerge da uno studio dell'Ente nazionale per l'aviazione civile. Ma le offerte pubblicizzate sono davvero convenienti? Approfondisci. Il comunicato stampa dell'Enac
      • Disservizi Alitalia? Non "mandare per aria" i tuoi diritti

        Il volo è in ritardo o è stato cancellato? La compagnia aerea ha smarrito o danneggiato il bagaglio? Sono solo alcuni disservizi che un consumatore può subire. Non "mandare per aria" i tuoi diritti"! Rivolgiti a Cittadinanzattiva per attivare la Conciliazione paritetica Alitalia, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il regolamento di conciliazione

      • Sardegna quanto mi costi! L'Antitrust indaga sul caro traghetti

        Un aumento dei prezzi dei traghetti del 90-100% rispetto al 2010, questa la denuncia dell'Autorità Garante della concorrenza e del mercato. Al centro dell'istruttoria ci sono Moby, Snav, Grandi Navi Veloci e Forship (marchio 'Sardinia Ferries'). Approfondisci

      • Trasporto aereo - Che fare se il bagaglio viene smarrito o danneggiato?

        Che fare se il il mio bagaglio viene smarrito o danneggiato? Leggi i consigli di Cittadinanzattiva e scopri quanto ti spetta di risarcimento!

        Cosa fare se il bagaglio sparisce?

        1. Mi reco immediatamente presso l'Ufficio Lost and Found (Ufficio Oggetti smarriti) presente presso l'aeroporto per denunciare lo smarrimento; dovrò compilare un apposito modulo di reclamo (PIR, Property irregularity report); nella denuncia indico le caratteristiche del bagaglio (dimensioni, colore, marca, segni particolari di riconoscimento…) e posso decidere se ritirare personalmente il bagaglio oppure se preferisco mi venga riconsegnato tramite corriere; in ogni caso si verrà prima contattati. La denuncia all’Ufficio Lost and Found avvia le ricerche del bagaglio perso; nel caso la compagnia aerea lo preveda, verrà fornito un kit di prima necessità.
        2. Per avere informazioni aggiornate sullo stato della ricerca posso telefonare all’Ufficio Lost and Found (il cui numero è reperibile sulla copia del modulo di reclamo). Se la compagnia aerea con cui ho viaggiato utilizza il sistema di tracciamento del bagaglio World Tracer (lista su www.worldtracer.aero/members.html) potete avere informazioni collegandovi al sito dell’aeroporto o di quello della compagnia aerea (il codice “World Tracer” si trova sul modulo di reclamo). Alcuni Uffici Lost and Found (ad esempio quello dell’aeroporto di Venezia) mettono a disposizione un numero di cellulare a cui inviare un sms per ricevere notizie sulle ricerche. Consigliamo di informarsi delle possibilià offerte al momento della denuncia.
        3. Se il bagaglio non mi viene riconsegnato entro i 21 giorni successivi all’arrivo e se la compagnia non riconosce prima la perdita del bagaglio, quest’ultimo viene considerato ufficialmente perso. A questo punto posso far valere i miei diritti effettuando il reclamo in forma scritta (vi consigliamo sempre la raccomandata A.R. con ricevuta di ritorno per avere la prova della data). Nel reclamo si devono indicare i danni subiti e fornire le prove degli stessi (lista dettagliata del contenuto di ogni bagaglio non riconsegnato, copia del biglietto aereo e la ricevuta dell’eccedenza bagaglio qualora sia stata pagata, lo scontrino del bagaglio mancante, la copia originale del P.I.R. compilato all'arrivo.
        4. La compagnia aerea è responsabile del danno anche se il suo comportamento è esente da colpa.

        Cosa fare seil bagaglio è danneggiato?

        1. Mi reco immediatamente presso l'Ufficio Lost and Found (Ufficio Oggetti smarriti) presente presso l'aeroporto per denunciare il danneggiamento del bagaglio; mi verrà fatto compilare un apposito modulo di reclamo (PIR, Property irregularity report). Nella denuncia devo indicare i danni subiti.
        2. Entro 7 giorni dal mio arrivo, devo presentare reclamo per iscritto, sempre con raccomandata A.R, alla compagnia aerea, allegando la copia originale del P.I.R. compilato all’arrivo.
          Anche in questo caso la compagnia aerea è responsabile del danno anche se il suo comportamento è esente da colpa.

        Cosa fare seil bagaglio è arrivato in ritardo?
        La procedura è la stessa di quella per lo smarrimento, ma in questo caso fortunatamente il bagaglio è tornato in vostro possesso. Devo presentare per iscritto, tramite raccomandata A.R, il reclamo alla compagnia aerea entro 21 giorni dalla data di riconsegna, sempre allegando la copia originale del P.I.R..
        La compagnia aerea è responsabile del danno anche se il suo comportamento è esente da colpa.

        Quanto è Il risarcimento che ti spetta?
        Per il bagaglio imbarcato:

        1. Se viaggi con compagnie aeree comunitarie e altre che aderiscono alla convenzione di Montreal (la maggior parte): la responsabilità della compagnia per il danno derivante da perdita, manomissione, danneggiamento, ritardata consegna del bagaglio è prevista fino a circa 1.167 euro per ciascun bagaglio registrato e in relazione al danno effettivamente subito.
        2. Se viaggi con compagnie che non aderiscono alla convenzione di Montreal: la responsabilità della compagnia per smarrimento e danneggiamento del bagaglio è limitata a circa 20 euro per kg di bagaglio trasportato.
        3. In tutti i casi è possibile aumentare il livello del risarcimento mediante la cosiddetta “dichiarazione di valore”, da effettuarsi al momento del check-in, che consente di elevare il limite di responsabilità della compagnia, previo pagamento di un’apposita tariffa aggiuntiva da parte del passeggero.

        Per il bagaglio a mano:
        Nel caso in cui il bagaglio a mano subisce dei danni, viene perso o distrutto, la compagnia aerea è responsabile solo nel caso in cui il danno sia ad essa imputabile. Per le compagnie aeree comunitarie e le altre che aderiscono alla convenzione di Montreal, il risarcimento previsto è fino a circa 1.200 euro; per le compagnie che non aderiscono alla convenzione di Montreal, il risarcimento è fino a circa 388 euro.


        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      • Trasporto aereo

        Purtroppo a volte succede che le compagnie aeree, pur di sfruttare fino in fondo le capacità di trasporto, accettino prenotazioni in numero maggiore rispetto ai posti in aereo. Con il regolamento CE n. 261/2004 vengono notevolmente ampliati i diritti delle persone che rimangono vittima di questa prassi, nonché di coloro il cui volo viene annullato o subisce un notevole ritardo.

        Il viaggiatore può avvalersi del regolamento CE n. 261/2004 nei casi in cui:

        • se si tratta di un volo di linea o charter in partenza dall'Unione europea
        • se si tratta di un volo di linea o charter in arrivo da un Paese extracomunitario e il vettore è munito di una valida licenza rilasciata da un Paese membro
        • se si è in possesso di un biglietto valido sul quale è indicata una prenotazione confermata per il volo in causa
        • se ci si è presentati al banco di accettazione (check-in) per il volo in causa, entro l'ora limite di accettazione fissata dalla compagnia aerea

        La normativa non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile al pubblico.

      • Low cost: vola il risparmio o il costo?

        Compagnie aeree e agenzie online pubblicizzano tariffe stracciate sulla propria home page, ma di clic in clic, il prezzo finale per il consumatore aumenta! È quanto emerge dall'inchiesta condotta dal settimanale "Il Salvagente". Approfondisci

      • Intesa tra Consumatori e aziende del trasporto pubblico locale

        "Collaborazione e massima trasparenza". Questi i capisaldi su cui si è costruita l'intesa sottoscritta a Roma tra alcune associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva, ed ASSTRA, l'associazione delle aziende di trasporto pubblico locale. Un' intesa che ha come obiettivo il voler assicurare ai cittadini un servizio di qualità. Il protocollo sarà presentato alla stampa venerdì 18, ne daremo notizia nell'area dei comunicati stampa.

      • Enac e Alitalia presentano la Safety Briefing Card in Braille

        Realizzata in caratteri Braille, la Carta contiene tutte le informazioni di sicurezza per i passeggeri non vedenti e ipovedenti, che potranno così viaggiare in aereo con più facilità. Alitalia, la prima compagnia al mondo a rendere la Carta disponibile a bordo dei propri aeromobili, mette in atto un esempio di responsabilità sociale. Leggi il comunicato stampa dell'Enac

      • Il Tar annulla l'aumento dei pedaggi su autostrade e GRA

        Una sentenza del Tribunale amministrativo regionale del Lazio, annulla il decreto ministeriale che prevedeva l'aumento dei pedaggi sulle strade che si interconnettono con autostrade e raccordi autostradali in gestione diretta dell'Anas. Per i giudici del Tar, il decreto non prende in considerazione l'esistenza di persone che percorrono le strade di interconnessione senza entrare nelle autostrade.

      • TRASPORTI

        Cittadinanzattiva su disservizi nei trasporti: sanzioni esemplari per i concessionari

        "In un periodo di tante insicurezze, possiamo contare su una certezza, cioè la puntualità dei disservizi nei trasporti appena inizia l'inverno". Questo l'amaro commento di Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva, sui problemi registrati dai cittadini nei trasporti pubblici e privati nei giorni addietro.

      • Consumatori

        Cittadinanzattiva su pedaggi GRA e Salerno-Reggio Calabria: misura indiscriminata e ingiusta, primo passo per privatizzare?

        "Con l’introduzione di nuovi pedaggi stradali e autostradali, il Governo adotta la solita tattica di colpire in modo indiscriminato e ingiusto i consumi quotidiani dei cittadini per fare cassa. In assenza di una seria politica di potenziamento del trasporto pubblico, la decisione ha tutta l’aria di essere il primo passo per una futura privatizzazione: infrastrutture costruite con soldi pubblici per ricavi destinati a privati.

      • Trasporto marittimo

        Cittadinanzattiva su disagi Tirrenia al porto di Civitavecchia:immediato risarcimento danni per villeggianti lasciati a terra con biglietto pagato,senza informazione e assistenza

        Risarcire immediatamente i cittadini vittime dei gravi disservizi che si sono registrati sin dalle prime ore di oggi al porto di Civitavecchia: è quanto chiede Cittadinanzattiva a Tirrenia alla luce delle lamentele che ha registrato da parte di alcune delle migliaia di villeggianti in partenza per la Sardegna.
        Al guasto che ha impedito alla nave della Tirrenia si salpare per Cagliari ha fatto seguito sin da stamane un caos caratterizzato da totale disinformazione, mancanza assoluta di assistenza e violazione dei diritti:

      • Integrazione tariffaria

        Cosa si intende per integrazione tariffaria?
        In alcune aree metropolitane come ad esempio Roma, Genova, Napoli, Milano, grazie ad accordi tra le varie aziende del trasporto locale (autobus, metropolitane, tram), è possibile utilizzare un unico biglietto sui diversi mezzi di trasporto. Occorre informarsi in ogni città per sapere quali sono, in ogni città, le parti del territorio interessate a questi accordi. L'integrazione tariffaria rappresenta una buona pratica ed attiva un circolo virtuoso in quanto:

        • migliora la fruibilità e l'accessibilità economica ai vari mezzi pubblici;

        • riduce l'uso del mezzo privato;

        • migliora la viabilità delle strade;

        • contribuisce a ridurre l'inquinamento acustico e atmosferico.

      • Consumatori

        Cittadinanzattiva su disagi ferroviari Roma - Napoli. La nuova strategia di Trenitalia: convogli corti e ritardi lunghi

        Per i viaggiatori della tratta Roma - Napoli al danno si aggiunge la beffa: il nuovo orario ferroviario non solo ha stravolto negli orari alcune corse particolarmente utili per i pendolari, ma ha anche comportato "puntuali" ritardi e una riduzione di carrozze sui convogli dell'alta velocità, con comprensibili disagi per chi viaggia. Al riguardo, sono sempre più numerose le segnalazioni giunte a Cittadinanzattiva da parte sia di singoli cittadini che di associazioni di pendolari della tratta Roma - Napoli.

      • CONSUMATORI

         Cittadinanzattiva su Trenitalia: di fronte alla debacle, invece di annunciare il proprio stress, Moretti annunci le proprie scuse. Necessarie forme di indennizzo e veri investimenti per una rete vetusta

        Sentir parlare dello stress di un amministratore delegato come Moretti lascia a dir poco stupiti, a maggior ragione perché la gestione di eventi straordinari dovrebbe essere uno dei punti qualificanti di chi dirige una delle aziende di servizi più importanti del Paese. Viste dalla parte degli utenti, queste dichiarazioni suonano come una vera e propria beffa che si è aggiunta ai danni di questi giorni".

      • Trasporti

         Cittadinanzattiva su tragedia ferroviaria di Viareggio: accertare responsabilità senza permettere alcun scaricabarile

        "Allo stato attuale, un eventuale scaricabarile delle responsabilità equivarrebbe ad un atto di sciacallaggio nei confronti delle vittime, pertanto va accuratamente evitato accertando in modo rapido le eventuali responsabilità di Ferrovie dello Stato, Rete Ferroviaria Italiana, soggetti privati e Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria, ennesimo carrozzone privo di reali poteri".

        Nelle parole del vicesegretario generale Antonio Gaudioso, la posizione di Cittadinanzattiva sulla tragedia ferroviaria di Viareggio.

        "Sicuramente la tragedia getta l'ennesima ombra sull'attuale sistema interno di controllo, verifica degli standard di qualità e sanzione nel settore ferroviario - che non ha funzionato - oltre che sullo stato dei treni attualmente viaggianti nel nostro Paese. Non vorremmo che l'attenzione dedicata all'alta velocità abbia messo in secondo e terzo piano quella per il trasporto merci oltre che per il resto del trasporto passeggeri. Nel caso, andrebbe ripensata l'intera politica dei trasporti in Italia, senza per questo permettere che la tragedia possa essere presa a pretesto per indirizzare su gomma il trasporto merci".

        Ora è il momento del cordoglio e del dolore, pertanto Cittadinanzattiva, prima ancora di valutare una eventuale costituzione di parte civile in sede di processo, ha inteso mettere a disposizione della Protezione Civile le proprie sedi della Toscana, in particolare quella della Versilia, per aiutare coloro che sono in questo momento in grave difficoltà, e fornire loro immediata accoglienza.

      • Torniamo in treno

        Si tratta della campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione avviata da Cittadinanzattiva nel dicembre 2007 dalla stazione ferroviaria di Roma Termini per denunciare i disservizi ferroviari, in primis ritardi e scarsa igiene dei treni, ma anche il caro biglietti.

      • Caro tariffe nel trasporto ferroviario

        Cittadinanzattiva su caro tariffe nel trasporto ferroviario: il Tar per arginare l’arroganza del Piano Industriale delle Ferrovie

        "Un Piano arrogante al quale ci opporremo facendo ricorso al Tar se sarà necessario. È infatti troppo facile pensare di aumentare le tariffe senza accennare minimamente ad un adeguato innalzamento della qualità del servizio offerto, quando un cittadino su tre si lamenta per i ritardi e uno su cinque per le penose condizioni di viaggio".

      • Scioperi trasporti: oltre il limite di tolleranza. la Commissione intervenga in tempo

Condividi