Comunicati

Cittadinanzattiva su Giornata mondiale dell’acqua: a secco l’informazione su usi responsabili. On line un vademecum e un cruciverba per sensibilizzare i più giovani

Superare la logica del "non mi riguarda" partendo dall’adozione di piccoli gesti quotidiani: su www.cittadinanzattiva.it un vademecum e un cruciverba per avvicinare giovani e meno giovani al tema dell’uso responsabile e razionale delle risorse idriche.

Con le "Giornate del sole" luce sul risparmio energetico e sull'energia solare

• Domenica 25 marzo, parte da Roma l’iniziativa delle "Giornate del Sole" che toccherà 25 città sparse su tutto il territorio nazionale.

• E’ la prima campagna che vede insieme ambientalisti, consumatori ed Enel per promuovere la cultura dell’efficienza energetica e l’uso delle fonti rinnovabili.

X Rapporto Pit salute del Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanzattiva
La presentazione a Roma, il 17 aprile

Si terrà a Roma, il prossimo 17 aprile, presso l’Auditorium del Ministero della Salute (Roma, Lungotevere Ripa 1), dalle ore 10:00, la presentazione del 10° Rapporto Pit Salute, la "fotografia" della sanità italiana realizzata dal Tribunale per I diritti del malato-Cittadinanzattiva.

Nei prossimi giorni il programma dei lavori e delle prime anticipazioni relative ai principali dati.

Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato su intramoenia: più trasparenza ed equità tra il canale istituzionale e quello intramurario

 Trasparenza, controllo e vigilanza; maggiore eguaglianza tra le modalità di accesso al Servizio sanitario nazionale.
Queste, in estrema sintesi, le richieste del Tribunale per o diritti del malato - Cittadinanzattiva sulla riforma delle attività intramurarie, avanzate in occasione del riavvio della discussione in Parlamento.

Cittadinanzattiva su processo di liberalizzazioni in Italia: da sostenere, ma anche da accompagnare con maggiori tutele a favore dei cittadini

"Il processo di liberalizzazione va sostenuto con decisione perché spezza consolidati interessi corporativi e valorizza la figura del cittadino consumatore, ma al tempo stesso è necessario armonizzarlo con altre indispensabili riforme e, soprattutto, accompagnarlo con l’introduzione di maggiori tutele per i diritti dei cittadini.

I servizi pubblici in Italia? Appesi ad un filo. Dalla telefonia record di lamentele, dalle liberalizzazioni la possibile svolta.

Dall’annuale relazione Pit Servizi - Cittadinanzattiva, l’Italia vista dai cittadini consumatori, settore per settore

 "Il telefono? La tua croce": dalla telefonia il maggior numero di lamentele da parte dei consumatori alle prese con i servizi pubblici in Italia. Su 100 reclami, infatti, 47 riguardano le tlc, nel 2003 erano 14. Se la telefonia chiama, le banche rispondono: al secondo posto nella lista nera, i servizi bancari sommano il 12% delle segnalazioni, -15% rispetto al 2005, a testimonianza di come si stia attenuando l’onda lunga della crisi del risparmio.

I servizi pubblici alla prova del quotidiano. VII Rapporto Cittadinanzattiva: "Cittadini consumatori tra concorrenza e tutela dei diritti"

Si terrà venerdì 16 marzo a Roma, presso la sede di Unioncamere, Piazza Sallustio n° 21 (orario 9.30 - 13.30, sala Danilo Longhi) la presentazione del settimo Rapporto Pit Servizi-Cittadinanzattiva, dal titolo: "Cittadini consumatori tra concorrenza e tutela dei diritti".

Cittadinanzattiva - ACN : "importante riconoscimento verso un sistema di tutela comune e l’adozione della Carta europea dei diritti del malato"

Il Parlamento Europeo "ritiene che sia necessario inserire nel futuro quadro europeo una carta comune dei diritti dei pazienti, onde garantire l’esercizio pratico dei detti diritti nel paese d’origine e in ambito transnazionale".

Rimborsi Irpef lumaca: nel 70% dei casi l’attesa non è mai inferiore ai 6 anni, nel 24% supera i 10. Dossier Cittadinanzattiva sul rapporto tra cittadini e P.A.

Migliora la relazione tra i cittadini e le tante facce della Pubblica Amministrazione, testimonianza dei primi risultati del processo di innovazione ed ammodernamento avviato da anni all’interno degli uffici pubblici, ma si accentua il danno economico dovuto alle note lungaggini della P.A. in merito a tre questioni aperte:

Primarie obbligatorie per la scelta dei candidati e referendum elettorale. Al via i Comitati Liberalitalia in tutto il Paese

Una proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare per introdurre le primarie come strumento obbligatorio per la scelta dei candidati. Introdurre il Collegio uninominale per togliere dalle mani dei partiti la scelta degli eletti. Rinnovare la politica attraverso la partecipazione diretta dei cittadini per liberarla dal monopolio dei partiti. Avviare la creazione di Comitati locali di Liberalitalia in tutto il Paese.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.