Roma,24 luglio 2006

Cittadinanzattiva su indulto per reati di corruzione nella P.A:misura iniqua dal punto di vista etico ed economico

 

 

Cittadinanzattiva si dichiara contraria alla proposta di estendere l’indulto ai reati di corruzione nella Pubblica Amministrazione: “Sarebbe una misura iniqua dal punto di vista etico ed economico”, dice Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva. “La nostra classe politica darebbe un pericoloso messaggio in aiuto dei potenti, gli unici che stanno in carcere per reati di corruzione e non ci sarebbe giustizia per chi ha sottratto soldi alla sanità e per chi ha truffato un milione di risparmiatori. Ogni anno 70 miliardi di euro finiscono in tangenti, sottraendo soldi alla collettività e minando la fiducia dei cittadini nelle istituzioni

Per questo chiediamo al Parlamento di escludere tali reati dall’ipotesi di indulto, che riteniamo giusta come misura per restituire dignità alle nostre carceri e ai detenuti. Chiediamo inoltre al Parlamento di prendere in esame ed approvare in tempi brevi la nostra proposta di legge per il recupero e il riutilizzo sociale dei beni dei corrotti, presentata nei giorni scorsi al Senato”

 

 

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.