Cittadinanzattiva su disagi ferroviari Roma - Napoli. La nuova strategia di Trenitalia: convogli corti e ritardi lunghi

Per i viaggiatori della tratta Roma - Napoli al danno si aggiunge la beffa: il nuovo orario ferroviario non solo ha stravolto negli orari alcune corse particolarmente utili per i pendolari, ma ha anche comportato "puntuali" ritardi e una riduzione di carrozze sui convogli dell'alta velocità, con comprensibili disagi per chi viaggia. Al riguardo, sono sempre più numerose le segnalazioni giunte a Cittadinanzattiva da parte sia di singoli cittadini che di associazioni di pendolari della tratta Roma - Napoli. In particolare, sembrerebbe che la determinazione dei tempi di percorrenza dichiarati sia stata erroneamente fatta utilizzando un locomotore e otto carrozze, laddove invece il treno normalmente ne porta dodici. Nella realtà quotidiana quindi i treni raggiungono la velocità di punta più tardi del previsto e ciò genera problemi nel far rispettare i tempi dichiarati. Per rimediare, ora si pensa a diminuire il numero delle carrozze.
"Si sfiora il paradosso tutto italiano" commenta Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva "tale per cui la puntualità dei treni la si può ottenere solo lasciando a terra parte dei viaggiatori. Chiariamo pertanto all'Amministrazione Delegato di Trenitalia, Ing. Moretti, di fare chiarezza".
Nel frattempo, per venire incontro alle esigenze di tutela dei cittadini, Cittadinanzattiva mette a disposizione dei pendolari il proprio servizio di informazione e assistenza, raggiungibile al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.