Liberalizzazioni. Consumatori: "Chiediamo una Class Action a portata dei cittadini"

"Siamo contrari all'eventuale decisione di lasciare al Tribunale delle imprese la competenza a trattare le richieste di class action. Una eventualità che diventerebbe un ostacolo per l'accesso alla giustizia da parte dei consumatori". Le associazioni Adoc, Adiconsum, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori chiedono che venga abbandonata questa linea che si sta adottando in Commissione Senato, dove si sta correndo il rischio di dare il via a un percorso che renderebbe ancora più difficoltoso l'accesso alla giustizia da parte dei cittadini. Le associazioni denunciano che tutto ciò rappresenterebbe un ulteriore disincentivo all'utilizzo di questo strumento di tutela collettiva per i consumatori che finora è risultato impraticabile a causa delle limitazioni introdotte dal Governo Berlusconi nel 2009. " Abbiamo bisogno che si renda più semplice l'adesione alle azioni di classe da parte dei singoli cittadini, dando anche la possibilità alle parti di trovare anche prima un accordo sotto la vigilanza del giudice sulla liquidazione del danno" - sostengono le associazioni.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.