Italia Programmi.... la truffa continua. E Cittadinanzattiva chiede un nuovo intervento dell'Antitrust

Nonostante la sanzione di un milione e mezzo di euro comminata dall'Antitrust, la società Estesa Limited, che gestisce il sito di Italia-programmi.net, continua a truffare i consumatori mettendo in atto pratiche commerciali scorrette. Numerose le segnalazioni di indebite richieste di pagamento aventi come oggetto "Convocazione presso Tribunale Regionale giudiziario" che arrivano via email ai consumatori costretti a pagare 96 euro per un servizio di programmi software che sembrava gratuito.

Per questo Cittadinanzattiva ha inviato oggi una lettera all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per chiedere una ferma vigilanza in merito all'effettiva applicazione della sanzione, mettendo in atto tutte le misure necessarie perché la società non danneggi più i consumatori.

Ecco i consigli di Cittadinanzattiva per chi è incappato nella truffa di Italia-Programmi.net.
Innanzitutto, non rispondere alla e-mail e inviare subito una diffida a mezzo raccomandata a/r alla società Estesa Limited che gestisce il sito di Italia-Programmi.net e denunciare la pratica commerciale scorretta messa in atto da Estesa Limited, all'Antitrust (Autorità Garante della Concorrenza e del mercato) e in copia conoscenza anche a Cittadinanzattiva.

Sul sito www.cittadinanzattiva.it dettagli ed indirizzo per effettuare la diffida.

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.