Cittadinanzattiva chiede intesa Stato Regioni su rischio clinico e trasparenza nella nomina dei direttori generali. Due questioni cruciali sulle quali i cittadini non possono attendere un nuovo governo

Roma, 8 febbraio 2008

Cittadinanzattiva esprime grande apprezzamento per la volontà espressa dal ministro Turco di promuovere un’intesa Stato-Regioni per l’introduzione delle unità di gestione del rischio in tutte le strutture sanitarie.

“Sarebbe un grande passo per la sicurezza delle cure e la tutela dei diritti dei cittadini”, dice Francesca Moccia, coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. “Chiediamo che lo stesso percorso preferenziale sia seguito anche per le norme sulla trasparenza nelle nomine dei Direttori Generali delle ASL e dei Responsabili di Unità complesse, contenute anche esse nel Ddl sull’ammodernamento del servizio sanitario nazionale. I ripetuti casi di decesso all’interno delle strutture sanitarie pubbliche italiane, in particolar modo in quelle calabresi, sono dovuti, infatti, sia alle singole responsabilità professionali degli operatori sanitari, sia ad una cattiva gestione organizzativa amministrativa da parte dei Direttori Generali. Per questo crediamo che sicurezza delle cure e trasparenza delle nomine dei direttori generali siano due questioni fondamentali su cui i cittadini attendono risposte urgenti, al di là della crisi politica e delle caduta del governo”.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi