“Non siamo nati per soffrire”: al via la campagna di informazione di Cittadinanzattiva sul dolore cronico. Tappa in 30 città il 20 settembre

Roma, 2 settembre 2008

Farà tappa in più di 30 città in tutta Italia (fra cui Torino, Roma, Napoli, Parma, Cagliari, Catanzaro) il prossimo 20 settembre “Non siamo nati per soffrire”, campagna di informazione sul dolore cronico promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato in partnership con Pfizer ed in collaborazione con AISD (Associazione italiana per lo studio del dolore), FIMMG (Federazione dei medici di medicina generale), SIAARTI (Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva) e SIMG (Società italiana di medicina generale).

Il gazebo di informazione sarà collocato nelle principali piazze della città (tutte le informazioni saranno online sul sito www.cittadinanzattiva.it) ed ai cittadini ed operatori interessati sarà distribuita una semplice guida per conoscere meglio il dolore cronico non associato al cancro ed offrire un valido aiuto sulla comunicazione medico-paziente: al cittadino, infatti, “spetta” saper comunicare il dolore avvertito, al medico saperlo valutare e trovare la giusta cura.

La campagna di informazione ha come obiettivi principali quelli di: - sensibilizzare i cittadini per conoscere meglio il dolore cronico non oncologico - contribuire ad eliminare i falsi miti sull’argomento - fornire strumenti comunicativi per facilitare il dialogo medico-paziente - favorire occasioni di incontro tra le diverse figure professionali coinvolte nel percorso di diagnosi e cura del dolore cronico non oncologico ed orientare il cittadino sull’esistenza di tale “rete” evitando pericolose autodiagnosi.

in
Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.