Cittadinanzattiva al Ministro della Salute: impegno urgente per un piano nazionale e vincolante sulle malattie croniche e rare

“Chiediamo al Ministero della Salute un impegno specifico a realizzare nel più beve tempo possibile, coinvolgendo le Organizzazioni civiche un piano nazionale di azione sulle patologie croniche e sulle malattie rare”, queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici di Cittadinanzattiva, a commento dell’annnuncio di un piano integrato sul diabete da parte del Ministro Balduzzi.

“Solo attuando politiche di programmazione degli interventi socio-sanitarie a favore dei malati cronici e  rari, in particolare attraverso la definizione di Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali  per patologie (PDTA), vincolanti per le Regioni,  saremo in grado di  garantire una migliore qualità della vita, tempestività della diagnosi, appropriatezza delle prestazioni e quindi minori costi per il SSN”, ha aggiunto Aceti.  “C’è la evidente  necessità di rimettere in campo vere politiche socio sanitare in favore dei pazienti affetti da patologie croniche e rare, lasciate al palo per troppo tempo da logiche esclusivamente economiche che hanno portato a tagli lineari”.  

Alessandro Cossu
Classe '71, napoletano di nascita, mancato romano di adozione. Laureato in economia, ha passato molto tempo a collezionare master in diverse discipline, ed è a Cittadinanzattiva dal 1997. Appassionato di cucina e di tecnologia applicata, è responsabile dell'ufficio comunicazione e stampa, e membro della Direzione Nazionale.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.