Cittadinanzattiva su varo nuovi LEA: ora il Governo si impegni perché risorse siano sufficienti per garantirne applicazione.

Cittadinanzattiva esprime soddisfazione per il varo da parte del Ministero della Salute dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), in particolare per l'aggiornamento degli elenchi ministeriali delle patologie croniche e rare, e l'inserimento dell'epidurale tra le prestazioni da garantire su tutto il territorio nazionale.

"Ci auguriamo che questa volta i nuovi LEA vedano effettivamente la luce attraverso l'approvazione anche da parte del Ministero dell'Economia e della Conferenza Stato-Regioni", si legge nella nota dell'associazione che è attiva nel mondo della sanità con il Tribunale per i diritti del malato e il Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC), "come del resto già previsto dalla Legge di conversione del Decreto Balduzzi. Non vorremmo che si ripetesse quanto già successo nel 2008, quando per una "presunta" non copertura economica i nuovi LEA rimasero fermi nei cassetti dell'Economia. Se le risorse a disposizione non saranno effettivamente sufficienti, come dichiarato già dal Presidente Vasco Errani, anche alla luce del taglio di 1,6 miliardi di euro tra 2013 e 2014 apportato dalla Legge di stabilita' appena approvata, chiediamo che il Governo questa volta reperisca immediatamente le risorse necessarie per procedere con l'emanazione effettiva dei nuovi LEA. I cittadini hanno già atteso oltre dieci anni, e rinviare ancora sarebbe una vera e propria beffa; i LEA non possono essere oggetto in alcun modo di propaganda politica, ma solo di un impegno comune e concreto di tutte le forze istituzionali".
Alessandro Cossu
Classe '71, napoletano di nascita, mancato romano di adozione. Laureato in economia, ha passato molto tempo a collezionare master in diverse discipline, ed è a Cittadinanzattiva dal 1997. Appassionato di cucina e di tecnologia applicata, è responsabile dell'ufficio comunicazione e stampa, e membro della Direzione Nazionale.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.