Conclusa la tappa di Terni del tour itinerante “Sono malato anch'io" del Tribunale  per i Diritti del Malato-Cittadinanzattiva
Adozione della Carta dei diritti al Pronto Soccorso; conferenza regionale sulla sanità affinché i  cittadini e le  associazioni dei pazienti possano esprimere le proprie opinioni, soprattutto ora che è in corso il riordino dell'offerta dei servizi e che finalmente, dopo anni, c'è un Assessore alla Sanità; maggiore attenzione ai bambini nei servizi di emergenza-urgenza.Queste le principali richieste illustrate dalla segretaria regionale di Cittadinanzativa- Tribunale per i diritti del malato durante la tappa di Terni della campagna itinerante ”Sono malato anch’io, la mia salute è un bene di tutti”.

 “La principale emergenza riguarda l’impossibilità di offrire al paziente un tempestivo intervento di pronto soccorso in tutte le fasce orarie. L’ elisoccorso deve essere attivo tutte le ore, anche la notte e deve essere in grado di raggiungere anche le zone impervie e difficilmente raggiungibili. Da un anno è attivo l'accordo con la regione Marche per l'elisoccorso, che però non vola di notte e in condizioni atmosferiche sfavorevoli”, afferma Tonino Aceti, Coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva.

“I pazienti si sentono parcheggiati nella sala d’attesa; è necessari maggiore attenzione all'aspetto umano e alle relazioni tra professionisti e malati; maggiore disponibilità di informazione nelle lunghe ore di attesa, per scongiurare asimmetria informativa tra medico e paziente. Questo ad oggi non viene assolutamente garantito”.
Nella visita all’Ospedale “Santa Maria” è emerso l’assenza nel pronto soccorso di specialisti, che vengono chiamati dai reparti solo quando necessario. Nel Pronto  soccorso di Terni ad esempio è presente l'ortopedico ma non il cardiologo. 

 

Con la campagna itinerante “Sono malato anch’io – La mia salute è un bene di tutti”, il Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva, in occasione del trentacinquennale dalla sua fondazione, attraverserà tutto il nostro Paese, facendo tappa in 23 diverse città, a partire dal 18 aprile 2015 e fino alla fine del mese di ottobre. La stessa è realizzata con il sostegno non condizionato di ABBVIE, e ha come partner anche il portale di crowdfunding “EPPELA”. 
La campagna è rappresentata nelle principali piazze per due giorni da una “mostra fotografica” sui diritti dei cittadini, ispirata ai 14 diritti contenuti nella Carta Europea dei Diritti del Malato promossa da  Cittadinanzattiva nel 2002, e un grande gazebo personalizzato. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.sonomalatoanchio.org.

Ufficio Stampa
Ufficio stampa e comunicazione di Cittadinanzattiva, e se no di chi? Scriviamo, parliamo, twittiamo e ci divertiamo. Se esageriamo, ditecelo!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.