Scuola

crollo scuol 20185 02 19

Crollo intonaco nella scuola materna
nel giorno dell'insediamento al Miur dell'Osservatorio edilizia

Legambiente e Cittadinanzattiva:
"Aprire il tavolo alle associazioni con competenze specifiche sul tema"

"Mentre plaudiamo al riavvio dello strumento dell'osservatorio per l'edilizia scolastica - che ci auguriamo contribuisca a risolvere la mancanza di coordinamento fra le politiche di programmazione nazionale e territoriale e auspichiamo riesca finalmente a rendere possibile la pubblicazione dei dati dell'Anagrafe dell'edilizia scolastica - crolla un controsoffitto in una scuola materna in provincia di Milano. Questo ci pone nuovamente di fronte all'assoluta necessità di interventi puntuali e di monitoraggi costanti per scuole più sicure ed efficienti".
Così Legambiente e Cittadinanzattiva sono intervenute sul tema dell'edilizia scolastica e gli incidenti che possono mettere a rischio alunni e studenti.

 

scuole belle sicure 2015 02 11

XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole: a Roma il Children mob per #scuolebelleesicure.  Su sicurezza e gestione dei rischi naturali le istituzioni non deroghino alle proprie responsabilità

“Scuole belle e sicure”, questo lo slogan scelto dagli studenti di cinque istituti scolastici romani (I.C. Largo Oriani, I.C. Piazza Gola, Scuola Media Massimo Gizio, I.C. Rosmini, Istituto Paritario Santa Teresa di Gesù) e cinque reatini, che hanno stamattina animato il Children Mob in Piazza del Campidoglio a Roma in occasione della XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole promossa da Cittadinanzattiva in 5mila istituti in tutta Italia.
I giovani studenti sono stati poi nominati, alla presenza del MIUR, del Dipartimento nazionale della Protezione civile, dell’Assessorato alla Scuola del Comune di Roma e dell’Inail, Responsabili Studenti per la Sicurezza come altri 660 coetanei di Umbria, Piemonte e Basilicata.
“La XII Giornata coincide con due importanti anniversari: il sesto anniversario (22 novembre 2008) del crollo al Liceo Darwin di Rivoli, dove perse la vita il diciassettenne Vito Scafidi, ed il 25° anniversario dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (20 novembre 1989): il diritto alla sicurezza dei più piccoli, il diritto ad ospitare i nostri figli in edifici scolastici sicuri, attrezzati e belli è ancora un miraggio per molti” afferma Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva. “Nonostante questo, vogliamo far passare ai bambini ed ai ragazzi un messaggio di speranza e di possibilità di cambiare le cose diventando cittadini attivi. La Giornata della sicurezza è nata per contribuire a far crescere la conoscenza rispetto ai rischi naturali ed alla sicurezza a scuola ma anche ad insegnare ad auto proteggersi e a richiamare le istituzioni perché non deroghino alle proprie responsabilità”.

 

Domani la XII Giorscuola sicura 2015 02 13nata nazionale della sicurezza nelle scuole in 5mila istituti. A Roma il Children Mob sulla sicurezza.
Prove di evacuazione e di primo soccorso, rischio alluvione e Piani comunali di emergenza al centro di numerosi eventi

Cinquemila scuole partecipano da domani 21 novembre alla XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole, promossa da Cittadinanzattiva in programma in tutta Italia, per affrontare i temi della sicurezza a scuola, della gestione delle emergenze naturali e dello spreco alimentare. Negli istituti sarà distribuito materiali su questi temi per studenti, insegnanti e famiglie, disponibile anche online sul sito www.cittadinanzattiva.it.

scuola studio 2015 02 15

Cittadinanzattiva su La Buona Scuola: bene il dibattito aperto. Ecco le nostre sei proposte civiche

Aver sollecitato un ampio dibattito pubblico che ha coinvolto non solo le scuole ma gran parte del Paese, aver affrontato il piano docenti non solo dal punto di vista dell’assunzione dei precari, ma anche dell’intero percorso formativo di un insegnante, aver tematizzato in modo esplicito la valutazione dei Dirigenti e del personale della scuola. Sono questi i tre principali elementi positivi nella valutazione espressa da Citadinanzattiva alla consultazione su “La Buona Scuola” del Governo.

aulascuola

21 e 22 novembre, XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole promossa da Cittadinanzattiva.
A Roma in programma il Children mob per la sicurezza

Il 21 e il 22 novembre si celebrerà la XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole con eventi in programma in diverse città. Al centro della Giornata i temi della sicurezza a scuola, della gestione delle emergenze naturali e dello spreco alimentare. In 6 città (Torino, Policoro, Roma, Napoli, Perugia, Avola) inoltre si allestiranno corner informativi sul corretto uso dei farmaci di automedicazione, all'interno delle scuole secondarie che hanno partecipato al progetto "La salute vien clicc@ndo?".

 

sicurezza scuola

Cittadinanzattiva su edilizia scolastica: approvare due emendamenti alla legge di stabilità fondamentali per la sicurezza delle scuole. Il Ministero dell'Istruzione rompa il muro del silenzio sull'Anagrafe.

"Appoggiamo i due emendamenti importanti alla legge di stabilità nella speranza che superino il vaglio della Commissione Bilancio e possano contribuire all'aumento di risorse per l'edilizia scolastica. E dal Ministero ci aspettiamo che attui la Buona Scuola, rompendo il muro del silenzio sull'Anagrafe" a dirlo Adriana Bizzarri, responsabile Scuola di Cittadinanzattiva che oggi ha partecipato alla presentazione del XV Rapporto Ecosistema scuola di Legambiente.
L'emendamento 44.156 sull'8x1000 (primo firmatario l'onorevole Giuseppe Brescia M5S) propone di consentire ai contribuenti di scegliere espressamente il settore di destinazione quando la scelta è effettuata a beneficio dello Stato (art. 44, comma 40bis); il secondo emendamento 37.40 (primo firmatario l'onorevole Maria Coscia del PD) esclude dal patto di stabilità le spese sostenute da Province e città metropolitane per interventi di edilizia scolastica.

 

crollo scuol 20185 02 19 copy

Cittadinanzattiva su crolli contro soffitti in scuole di Padova, Roma, Napoli: la scuola italiana unita dall'emergenza. Il Governo renda nota l'Anagrafe dell'edilizia e riveda il Piano scuole.

In poche ore si sono verificati tre episodi di crolli in aule dell'Istituto Artistico Selvatico di Padova, del Liceo Peano di Roma e del Liceo Umberto I di Napoli, che solo per pura casualità non hanno provocato feriti ma solo danni. Questi tre gravi episodi hanno alcuni punti in comune: si tratta di tre licei, tre istituti superiori con un alto numero di studenti; i crolli riguardano parti di controsoffittature, elementi, cioè, non strutturali ma egualmente pericolosi e riconducibili all'assente o inadeguata manutenzione degli edifici; rappresentano l'intero nostro Paese, Nord, Centro e Sud.

 

scuolaamica 2015 02 15

21 e 22 novembre - XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole: gestione delle emergenze naturali, spreco alimentare, salute e benessere i temi al centro degli eventi.
Iscrizioni fino al 31 ottobre

Sarà dedicata all'emergenza per i rischi alluvione e sismico e allo spreco alimentare, la XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole, promossa da Cittadinanzattiva ed in programma il 21 e 22 novembre in tutte le scuole che aderiranno all'iniziativa.
Da oggi e fino al 31 ottobre, gli istituti scolastici, di ogni ordine e grado, potranno registrarsi sul sito di Cittadinanzattiva (sezione scuola, link diretto http://j.mp/XIIGiornatascuola) per ricevere gratuitamente il materiale da distribuire in occasione della Giornata.

scuolesicure 2015 02 18

XII Rapporto su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola di Cittadinanzattiva:
troppi ritardi sulla sicurezza. Non basta un Piano per uscire dalla emergenza

Lo stato di sicurezza di tante scuole nel nostro Paese è grave: quattro edifici su dieci hanno una manutenzione carente, oltre il 70% presenta lesioni strutturali, in un caso su tre gli interventi strutturali non vengono effettuati, più della metà delle scuole si trova in zona a rischio sismico e una su quattro in zona a rischio idrogeologico.

 

Cittadinanzattiva su Piano scuola: tropanagrafe 2015 2 16pi interventi di facciata al Sud. E senza Anagrafe dell’edilizia scolastica, non si stabiliscono priorità realistiche

Le regioni del Nord hanno la meglio su #scuolesicure e #scuolenuove, per impegno economico e numero di interventi, Campania, Sicilia, Puglia e Calabria invece occupano i primi posti per interventi e finanziamenti di #scuolebelle. “Questa situazione se da un lato è giustificata dal fatto che siano proprio le regioni del Nord ad avere accantonato fondi oggi disponibili grazie allo sblocco del patto di stabilità, dall’altro comporta che, almeno in questa fase, si investa di meno nelle regioni del Sud e nelle Isole dove è maggiore il numero di scuole con deficit strutturali pesanti. Inoltre, sono proprio Sicilia, Campania e Calabria le regioni con maggior numero di scuole in zone a rischio sismico: rispettivamente 4.894, 4.872 e 3.199. Su queste occorrerebbero interventi ben più pesanti dal punto di vista strutturale e non certo solo di abbellimento e decoro”, dichiara Adriana Bizzarri, coordinatrice della Scuola di Cittadinanzattiva che oggi ha presentato una analisi del Piano Renzi per la scuola.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.