Scuola

crollo scuol 20185 02 19 copy

Cittadinanzattiva su crolli contro soffitti in scuole di Padova, Roma, Napoli: la scuola italiana unita dall'emergenza. Il Governo renda nota l'Anagrafe dell'edilizia e riveda il Piano scuole.

In poche ore si sono verificati tre episodi di crolli in aule dell'Istituto Artistico Selvatico di Padova, del Liceo Peano di Roma e del Liceo Umberto I di Napoli, che solo per pura casualità non hanno provocato feriti ma solo danni. Questi tre gravi episodi hanno alcuni punti in comune: si tratta di tre licei, tre istituti superiori con un alto numero di studenti; i crolli riguardano parti di controsoffittature, elementi, cioè, non strutturali ma egualmente pericolosi e riconducibili all'assente o inadeguata manutenzione degli edifici; rappresentano l'intero nostro Paese, Nord, Centro e Sud.

 

scuolaamica 2015 02 15

21 e 22 novembre - XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole: gestione delle emergenze naturali, spreco alimentare, salute e benessere i temi al centro degli eventi.
Iscrizioni fino al 31 ottobre

Sarà dedicata all'emergenza per i rischi alluvione e sismico e allo spreco alimentare, la XII Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole, promossa da Cittadinanzattiva ed in programma il 21 e 22 novembre in tutte le scuole che aderiranno all'iniziativa.
Da oggi e fino al 31 ottobre, gli istituti scolastici, di ogni ordine e grado, potranno registrarsi sul sito di Cittadinanzattiva (sezione scuola, link diretto http://j.mp/XIIGiornatascuola) per ricevere gratuitamente il materiale da distribuire in occasione della Giornata.

scuolesicure 2015 02 18

XII Rapporto su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola di Cittadinanzattiva:
troppi ritardi sulla sicurezza. Non basta un Piano per uscire dalla emergenza

Lo stato di sicurezza di tante scuole nel nostro Paese è grave: quattro edifici su dieci hanno una manutenzione carente, oltre il 70% presenta lesioni strutturali, in un caso su tre gli interventi strutturali non vengono effettuati, più della metà delle scuole si trova in zona a rischio sismico e una su quattro in zona a rischio idrogeologico.

 

Cittadinanzattiva su Piano scuola: tropanagrafe 2015 2 16pi interventi di facciata al Sud. E senza Anagrafe dell’edilizia scolastica, non si stabiliscono priorità realistiche

Le regioni del Nord hanno la meglio su #scuolesicure e #scuolenuove, per impegno economico e numero di interventi, Campania, Sicilia, Puglia e Calabria invece occupano i primi posti per interventi e finanziamenti di #scuolebelle. “Questa situazione se da un lato è giustificata dal fatto che siano proprio le regioni del Nord ad avere accantonato fondi oggi disponibili grazie allo sblocco del patto di stabilità, dall’altro comporta che, almeno in questa fase, si investa di meno nelle regioni del Sud e nelle Isole dove è maggiore il numero di scuole con deficit strutturali pesanti. Inoltre, sono proprio Sicilia, Campania e Calabria le regioni con maggior numero di scuole in zone a rischio sismico: rispettivamente 4.894, 4.872 e 3.199. Su queste occorrerebbero interventi ben più pesanti dal punto di vista strutturale e non certo solo di abbellimento e decoro”, dichiara Adriana Bizzarri, coordinatrice della Scuola di Cittadinanzattiva che oggi ha presentato una analisi del Piano Renzi per la scuola.

 

scuolesicure 2015 02 18Sicurezza, qualità, accessibilità a scuola: il 18 settembre a Roma la presentazione del XII Rapporto nazionale di Cittadinanzattiva

Si terrà il prossimo 18 settembre a Roma, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini (Via Poli 19), dalle ore 9:30 alle ore 14:00, la presentazione del XII Rapporto di Cittadinanzattiva su "Sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola".

Come ogni anno, il Rapporto fotografa lo stato dell'edilizia scolastica del nostro Paese, attraverso il monitoraggio di un numero significativo di scuole (quest'anno sono oltre 200) situate in tutta Italia, e tramite un elevato numero di indicatori che mettono in evidenza: stato della manutenzione degli edifici scolastici, distacchi di intonaco e crolli, possesso delle ceritificazioni di sicurezza (agibilità statica, antisimica, prevenzione incendi), condizioni di aule, palestre e cortili, barriere architettoniche, e quest'anno, un'analisi approfondita delle mense e del tipo di alimentazione servito. Il Rapporto 2014 fornisce anche l'analisi di Cittadinanzattiva di dati ufficiali e del cosiddetto Piano Renzi per la scuola.

 

anagrafe scolastica 2015 02 20

Anagrafe edilizia scolastica: Il Consiglio di Stato "boccia" il Miur e promuove la richiesta di pubblicazione da parte di Cittadinanzattiva

Con l'Ordinanza del 1 agosto scorso, il Consiglio di Stato ha rigettato la domanda di sospensione presentata dal Ministero dell'Istruzione in merito all'obbligo di pubblicazione dei dati relativi all'Anagrafe dell'Edilizia scolastica, come previsto dalla sentenza di I grado del Tar Lazio (la n. 03014/2014 dello scorso marzo).

8xmille scuola 2015 02 20

Risorse 8 per mille per edilizia scuola – via libera dal Consiglio dei ministri al decreto presidenziale. Plauso delle associazioni Benvenuti in Italia, Cittadinanzattiva, Libera e Legambiente.

"Un importante passo avanti per costituire una continuità di risorse finanziare a favore del patrimonio edilizio scolastico"

"Plaudiamo al via libera che il Consiglio dei Ministri ha dato ieri al decreto presidenziale, che prevede l'utilizzo dei fondi dell'8 per mille per il miglioramento qualitativo e la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Un passo in avanti che come associazioni abbiamo sempre caldeggiato nella convinzione che questa opportunità possa costituire una continuità di risorse finanziare per la manutenzione del nostro patrimonio edilizio scolastico, nell'ottica di superare l'approccio emergenziale in favore di una programmazione di fondi ed interventi di lungo respiro". Così si esprimono Benvenuti in Italia, Cittadinanzattiva, Libera e Legambiente, le associazioni che da tempo sostengono la necessità di far rientrare l'edilizia scolastica fra i beneficiari del fondi dell'8 per mille Irpef a gestione statale.

 

"Riconoscere l'importanza dell' educazione prescolare, dalla nascita fino ai sei anni, e del diritto delle bambine e dei bambini alle pari opportunità di apprendimento e di inclusione sociale". E' questo l'obiettivo del ddl 1260 presentato il 10 luglio al Senato che contiene i livelli delle prestazioni, un nuovo piano straordinario per l'estensione dell'offerta e il progressivo riequilibrio territoriale, fino a dar risposta ad almeno il 33 per cento dei bambini sotto i tre anni e alla totalità dei bambini tra i tre e i sei anni. Approfondisci su Tecnica della scuola. Ecco il testo del disegno di legge

Dal MIUR doppio stop su Anagrafe edilizia scolastica e interventi per la sicurezza delle scuole. Chiediamo al Governo di fare chiarezza

Il Ministero dell'Istruzione ha presentato ricorso al Consiglio di Stato per l'annullamento della sentenza del Tar del Lazio (la n. 03014/2014 dello scorso marzo) che ha riconosciuto il diritto di Cittadinanzattiva ad accedere ai dati dell'Anagrafe e della Mappatura degli edifici scolastici italiani e ha ribadito la responsabilità del MIUR circa il suo aggiornamento periodico in collaborazione con gli enti interessati.
"A questa opposizione si aggiunge il mancato completamento dell'Anagrafe che il sottosegretario Reggi aveva assicurato per il 1 luglio, nonché una scarsa chiarezza sulla lista degli interventi finanziati dal Governo Renzi per la messa in sicurezza e la sistemazione di circa 10 mila scuole", spiega Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della scuola di Cittadinanzattiva.

VIII Premio Buone pratiche nella scuola “Vito Scafidi”.
Da Torino a Napoli a Reggio Calabria, le buone pratiche vincenti. E con “La scuola che vorrei…” 2014, 10 buone pratiche da attuare a livello istituzionale

La primavera delle buone pratiche fiorisce a scuola. Da Torino a Reggio Calabria, passando per Napoli, Termoli, Salerno, Perugia, Roma, Milano, Crotone, Bologna, Cittadinanzattiva ha oggi premiato tre scuole, con l’ottava edizione del Premio  Buone pratiche “Vito Scafidi”, e attribuito menzioni speciali ad altre otto che hanno realizzato progetti innovativi sui temi della sicurezza a scuola e sul territorio, dell’educazione al benessere, e dell’educazione alla cittadinanza attiva.
114 i progetti concorrenti in questa edizione del Premio che dal 2006-2007 ha visto partecipare 1435 scuole sparse in tutta Italia.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.