Cittadinanzattiva su Finanziaria nella scuola: no ai tagli indiscriminati, sì a razionalizzazione delle spese ed eliminazione degli sprechi.

“Non siamo contrari ad una razionalizzazione del personale al fine di ridurre sprechi, inefficienze e privilegi, ma chiediamo che tale razionalizzazione sia basata su piani predisposti con le regioni e le scuole e non su calcoli algebrici e puri automatismi”.

E’ quanto ha dichiarato oggi Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva durante la conferenza stampa di presentazione del Rapporto nazionale sulla sicurezza degli edifici scolastici. “Applicare, ad esempio, senza differenziazione parametri numerici relativi al rapporto insegnanti/ studenti, insegnanti di sostegno e studenti con disabilità, o ridurre il numero del personale A.T.A. significherebbe creare delle disparità enormi tra scuole sovraffollate e scuole spopolate o tra studenti con disabilità e insegnanti di sostegno, senza avere ancora rivisto i criteri di assegnazione degli stessi. Per questo – conclude la Petrangolini - chiediamo l’impegno del Ministro e del governo a mettere in prima linea la questione della sicurezza degli edifici e a rilanciare il sistema scuola con il coinvolgimento di tutti gli attori, dei cittadini e delle loro organizzazioni”.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.