Mi chiamo Paolo, ho 25 anni, e fino a qualche mese fa avevo una deviazione del setto nasale. Ho fatto una visita presso una clinica privata dove mi è stato detto che, oltre ad effettuare un intervento di rinoplastica, sarebbero intervenuti sul naso per migliorarlo. Sono passati ormai un po’ di mesi dall’intervento e, non solo il mio problema di salute non è migliorato, ma a questo si è aggiunto anche che l’intervento di plastica al naso non mi ha soddisfatto… ora ho un naso più brutto di prima! Il problema è che non ho fatture relative all’ intervento. Ho richiesto, inoltre tutta la documentazione, ma mi è stata data soltanto la cartella clinica e non le foto. L’avvocato mi ha detto che senza prove non si può avviare una causa per risarcimento. Cosa posso fare?

Risponde il PiT
L’avvocato ha ragione. E’ stato sicuramente provocato un danno alla persona e, per gli interventi di chirurgia plastica, per richiedere un risarcimento del danno vale il conseguimento del risultato concordato. Nel caso in cui non si è soddisfatti del risultato ottenuto secondo quanto concordato tramite contratto, in chirurgia estetica è possibile intraprendere una causa per richiedere un risarcimento del danno. Sono indispensabili delle prove che attestino l’avvenuto intervento e gli obiettivi concordati, per questo motivo sono indispensabili non solo le cartelle cliniche, ma soprattutto le foto che attestino il “prima” dell’operazione con i segni dei cambiamenti estetici pattuiti con il medico da effettuare. Paolo quindi, può chiedere, tramite formale richiesta, che gli vengano ridate le foto ma ,senza di esse e senza fatture, risulta pressoché impossibile avere le prove per avviare una azione legale.

 

(ultimo aggiornamento: gennaio 2012)

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.