Devi richiedere un mutuo alla banca per acquistare una casa ma non sai da dove iniziare e come muoverti? Hai già sottoscritto un mutuo ma non riesci a pagare le rate? Vuoi rinegoziare il tuo mutuo con la banca? Leggi le faq più diffuse.

Che cos'è un mutuo?

Il Codice Civile, all'art. 1813, ci dà la nozione esatta di mutuo: si tratta di un contratto con il quale una parte, detta mutuante, consegna una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili ad un'altra, detta mutuatario, che si assume l'obbligo di restituire, al momento della scadenza del termine, altrettante cose della stessa specie e quantità. Si tratta di un contratto generalmente oneroso, che presuppone il corrispettivo degli interessi, nella misura legale, prevista dall'art. 1284 Codice Civile, oppure in quella convenzionale, stabilita cioè su accordo delle parti. Il mutuo viene generalmente richiesto per acquistare o costruire un immobile, o per ristrutturarlo.

 

Chi concede i mutui?

I mutui sono concessi dalle banche, dagli istituti di credito e dalle società immobiliari in genere. Non fidatevi mai dei privati che non rendono nota la società per cui lavorano, ovvero, in casi dubbi, cercate di verificare l'esattezza della qualifica del soggetto con il quale trattate. I tempi per ottenere un mutuo si aggirano intorno ai 60 giorni.

 

Cos'è il tasso di interesse?

L'interesse è il prezzo dell'utilizzo del denaro ottenuto in prestito dalle banche. Misura dell'interesse è il tasso o saggio di interesse, che rappresenta l'interesse del capitale di 1 Euro (tasso percentuale), in un'unità di tempo (anno, trimestre, semestre). Il tasso di interesse viene indicato secondo misure percentuali, quali, ad esempio, 5, 6 o 7 %. Si ricorda che l'interesse, calcolato generalmente su base annua o semestrale, può essere semplice o composto: è semplice quando l'interesse maturato non si aggiunge al capitale per andare a produrre un ulteriore interesse. E', invece, composto, quando, alla fine di ogni periodo, si accumula al capitale, cioè si capitalizza diventando a sua volta fruttifero. In genere l'interesse semplice si utilizza nei finanziamenti di breve durata, mentre quello composto si usa nelle operazioni di lunga durata, come il mutuo.

 

Quali sono le spese accessorie?

Occorre esaminare con attenzione tutte le spese di un mutuo, che possono essere molto elevate e variare sensibilmente da banca a banca: chiedete, quindi, l'ammontare delle spese di perizia e di istruttoria, di assicurazione (sono le spese con le quali, di solito, la banca si garantisce contro il rischio di incendio, di esplosione ovvero di scoppio dell'immobile, oppure di morte del mutuatario). Il mutuo viene generalmente richiesto per acquistare o costruire un immobile, o per ristrutturarlo.

 

Cosa si intende per "Piano di rimborso?

E' la maniera in cui il mutuo deve essere restituito. Il piano più diffuso e quello c.d. ad "ammortamento alla francese" quando le quote sono crescenti per il capitale e decrescenti per l'interesse. In ogni caso, la banca può imporre sistemi propri ed autonomi, ed è bene, in ogni caso, accertarsi in anticipo delle modalità di rimborso, per evitare spiacevoli sorprese.

Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.