Notizie

Il Centro di Ricerca Alimenti e Nutrizione del CREA presenta la nuova edizione di Linee Guida per una sana alimentazione. Sono stati coinvolti nel lavoro i Ministeri dell'Agricoltura, della Salute, dell'Istruzone e dell'Ambiente insieme a 100 esperti tra nutrizionisti, dietisti, biologi e associazioni consumatori. Le novità sono 3, una specifica sul consumo di frutta e verdura, una sull'impatto ambientale, economico e sociale sulle diverse scelte alimentari ed una sulla dietoterapia e sull'uso di integratori.

cambiare rotta contro le disuguaglianze scarica l e book gratuito

“Le disuguaglianze sono una scelta”. Sono il frutto della svolta a 180 gradi che cultura politica e politiche, di ogni parte, compiono fra anni Settanta e Ottanta. Della subalternità culturale alla forma mentis neoliberale. Certo che globalizzazione e tecnologia digitale hanno scosso il sistema. Ma anziché tentare di indirizzare questi processi, l’azione pubblica li ha abbandonati alle scelte di pochi. Si deve e si può cambiare rotta.

Fra i 10 e i 15 mila euro: tanto costa mantenere un figlio all'università, da fuorisede, per ogni anno scolastico. E le spese aumentano nelle grandi città del Nord e nella capitale.

Alcuni consigli utili su come risparmiare li mette a punto il Corriere della sera: da alcune app per risparmiare sulla spesa, a trucchetti per non sprecare nulla in casa, a stratagemmi per non cadere nelle trappole degli affitti senza tutele.

sicurezza e salute milano

Cittadinanzattiva Lombardia, il prossimo 9 di dicembre, nell'ambito nell’ambito del progetto “Sicurezza è Salute”, realizza l'evento su "Farmaci appropriati e sicuri". L'evento intende sensibilizzare i cittadini sui rischi legati al traffico di farmaci contraffatti e sui possibili pericoli legati all’assunzione di prodotti (farmaci e sostanze) “originali”, ma non rispondenti a indicazioni di appropriatezza terapeutica e di sicurezza.

La partecipazione all’evento è gratuita ma con iscrizione obbligatoria. Iscriviti ora oppure scrivi un email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

salute e ambiente

Il convegno “Patologie emergenti, ruolo dell’ambiente e ricerca delle cause”, organizzato dalla sede regionale di Cittadinanzattiva dell’Alto Adige il rpossimo 12 dicembre, intende proporre a cittadini ed operatori del settore, una panoramica informativa sulla problematiche ambientali ed in particolare un focus sulla patologia MCS sindrome da sensibilità chimica multipla, una problematica che investe in Alto Adige una ventina di pazienti.
Cittadinanzattiva Alto Adige ha costituito da oltre un anno un gruppo di lavoro con i pazienti, ed insieme a loro, ed in collaborazione all’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige, ha steso il protocollo per la gestione degli stessi all’interno delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, nei casi per esempio di accesso al PS e di ricovero in reparto per altre problematiche.
Saranno presenti l’Assessore Provinciale alla Salute Thomas Widmann ed il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige Florian Zerzer.

No alla violenza sulle donne copy
La Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera al riparto di 30 milioni di euro da destinare ai Centri antiviolenza e alle altre azioni previste dal Piano Strategico del Dipartimento Pari opportunità. A breve, dunque, il ministro procederà alla firma del decreto che destinerà alle Regioni i fondi per l’anno 2019. L’intesa fa seguito alla seconda riunione della Cabina di regia interministeriale sulla violenza maschile contro le donne, che si è svolta lo scorso 26 novembre. Ma quali sono le misure finanziate? La dotazione complessiva sarà così ripartita: 10 milioni di euro contribuiranno al finanziamento dei Centri Antiviolenza (Cav) pubblici e privati già esistenti in ogni Regione; 10 milioni di euro serviranno per le Case rifugio pubbliche e private già presenti in ogni Regione; 10 milioni di euro saranno ripartiti tra le Regioni e le Province autonome per gli interventi operativi di cui al Piano Strategico nazionale, sulla base dei criteri percentuali di riparto del Fondo nazionale per le politiche sociali.

premio cotturri

Si è svolto sabato 30 novembre il CILD Fest, l’evento realizzato dalla Coalizione Italiana Libertà e Diritti Civili con al centro il tema della tutela e della promozione dei diritti umani e delle libertà civili. Nel corso dell’iniziativa si è tenuta anche la quinta edizione del Premio CILD per le libertà civili: tra i premiati, persone che si sono distinte, nel corso dell’anno, per la promozione e protezione delle libertà civili, contribuendo a diffondere la cultura dei diritti umani nel nostro Paese. Un Paese ricco di storie, l’Italia, di impegno sociale e civico. Alla presenza del sottosegretario all’Istruzione, alcune di queste storie sono uscite dal cono d’ombra e sono state premiate. Storie di uomini, donne, ragazzi, che hanno meritato un premio: molti di loro vivono nel silenzio il loro essere testimoni di uguaglianza, solidarietà, libertà. Ecco le loro storie.

Giustizia contro la mafia

Storica sentenza della Corte di Cassazione chiamata a pronunciarsi sul clan Fasciani: i giudici della seconda sezione penale hanno respinto i ricorsi di nove dei dodici imputati ed hanno confermato la sussistenza nel territorio di Ostia di una associazione di stampo mafioso. È una sentenza storica che cristallizza la matrice mafiosa del clan Fasciani, confermando l’impianto accusatorio del secondo grado. Le accuse per gli imputati sono a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, droga, usura ed estorsioni. Con la sentenza di oggi diventano definitive condanne per circa 140 anni.

accoglienza immigrati copy copy

Ci sono voluti dieci anni per arrivare a questa decisione. E si tratta di una sentenza destinata a costituire un importante precedente quella emessa nei giorni scorsi dal Tribunale civile di Roma che, accogliendo un ricorso dell’Asgi e di Amnesty international Italia, ha deliberato che un gruppo di migranti soccorsi da una nave militare italiana nel 2009 e respinti hanno diritto al risarcimento del danno e all’ ingresso in territorio italiano per presentare domanda di asilo. I respingimenti sono dunque illegali e chi li subisce ha diritto a vedersi risarcire il danno, ma soprattutto a presentare domanda di protezione internazionale in quel Paese.

Vigneto a tendone in agro di Barletta

A Corleone e Monreale le terre confiscate alla mafia sono gestite da vent'anni da una cooperativa sociale. "Lavoro e non solo" ospita giovani da tutta Italia per lavorare la terra e diffondere la cultura della legalità. Gli esperti e gli anziani del luogo collaborano per produrre alimenti biologici che finanziano le attività.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.