Notizie

iscrizione anno 2019 2020

Il Miur ha presentato i dati relativi alle iscrizioni per il prossimo anno scolastico. Il dato che emerge in maniera evidente è che per la scuola primaria abbiamo circa 23 mila bambini in meno pari ad un calo del 4,6%, mentre per la scuola secondaria abbiamo 20 mila studenti in meno. Già da qualche anno si assiste ad un calo del numero delle iscrizioni ai primi anni degli ordini di studio , il dato coincide con il trend riscontrato dall'Istat che registra un calo dei 6enni nel nostro Paese. Nella scuola primaria calano le iscrizioni ma aumenta la richiesta del tempo pieno. Circa il 42% delle domande si orienta verso il tempo pieno, le regioni con la richiesta maggiore sono il Piemonte ed il Lazio. In Campania ed in Liguria si registra un maggiore incremento del dato, mentre in Molise ed in Puglia il 95% sceglie ancora il tempo ordinario.

Sovraffollamento carcerario torna lemergenza

Il numero dei detenuti continua a crescere: quasi 61 mila le persone ristrette negli istituti penitenziari; 10 mila le presenze in più rispetto alla capienza regolamentare. Di fronte a questa emergenza, il Ministero della Giustizia ha cominciato così ad acquisire i primi immobili da trasformare per contrastare il fenomeno in continua crescita, puntando sull’edilizia penitenziari, anche attraverso la riconversione di ex caserme dismesse. È dunque cominciata l'acquisizione di un primo gruppo di strutture, ma i tempi non si prospettano brevi: si tratta, infatti, di immobili abbandonati da anni, che devono essere completamente ripensati per rispondere alle caratteristiche e ai requisiti di sicurezza richiesti dagli edifici penitenziari. La progettazione va ancora avviata o è in fase preliminare, dopodiché andranno affidati gli appalti e realizzati i lavori.

Ergastolo ostativo per la CEDU la dignità umana prima di tutto

La Corte europea dei diritti dell'uomo per la prima volta nella storia italiana ha affrontato la questione del c.d. ergastolo ostativo riconoscendo la violazione dell'articolo 3 della Convenzione, che vieta trattamenti inumani e degradanti come la tortura. L’ergastolo ostativo, conosciuto come “fine pena mai", si applica a soggetti accusati di reati di particolare gravità, come quelli di mafia o terrorismo ed è destinato a coincidere, nella sua durata, con l'intera vita del condannato. In questi casi, in assenza di una collaborazione, all'ergastolano ostativo possono essere preclusi benefici o misure alternative: per tali motivi, la pena viene considerata da molti incostituzionale perché contrasta con il principio della rieducazione, sottraendo ogni possibile orizzonte di “ritorno alla vita” per il detenuto. La recente sentenza della CEDU, dunque, rappresenta una svolta importante perché il caso, che sta aprendo una profonda riflessione sul diritto penale e penitenziario, arriva dal ricorso di un detenuto rinchiuso in carcere ininterrottamente dal 1992. “Si tratta di una decisione importante, soprattutto perché deve far riflettere sulla pena e sulla sua finalità” - come ha dichiarato il Garante nazionale dei diritti dei detenuti, Mauro Palma - “Anche nei casi in cui si utilizzano regimi forti la finalità non deve essere mai persa, così come deve essere sempre tenuta presente la possibilità che quelle persone nel tempo possano mutare”.

Sea Watch 3 libera Carola Rackete

Dopo una lunga attesa, è arrivato il verdetto del Gip di Agrigento: Carola Rackete, la comandante della Sea-Watch 3, torna libera dopo quattro giorni trascorsi agli arresti domiciliari. Il Gip non ha convalidato l'arresto, ritenendo che il reato di resistenza a pubblico ufficiale sia stato giustificato da una "scriminante" legata all'avere agito "all'adempimento di un dovere", quello di salvare vite umane in mare e che la scelta del porto di Lampedusa sia stata obbligatoria perché i porti della Libia e della Tunisia non possono essere considerati porti sicuri. La vicenda della Sea Watch 3 e del suo comandante apre profonde riflessioni sul tema del soccorso in mare e, oggi più che mai, serve conoscere per capire. L’obbligo di salvare la vita in mare costituisce un preciso obbligo degli Stati e prevale su tutte le norme e gli accordi bilaterali finalizzati al contrasto dell’immigrazione irregolare.

CA aderito appello scioglimento casapound

Cittadinanzattiva sostiene e aderisce all’iniziativa promossa da Anpi - Associazione Nazionale Partigiani d’Italia - per lo scioglimento di Casapound e di tutte le formazioni neofasciste, a cui hanno aderito tantissime Associazioni, sindacati e partiti. Di fronte ai recenti fatti di violenza avvenuti a Roma ai danni dei ragazzi del Cinema America ed alla inconsistente risposta del Governo, Cittadinanzattiva, da sempre impegnata contro discriminazioni, intolleranza politica, razzismo e sul terreno della diffusione della cultura della democrazia, della legalità costituzionale e della solidarietà, condivide la richiesta di un intervento necessario della Magistratura nei confronti di formazioni che si collocano al di fuori dal contesto democratico e si richiamano espressamente al fascismo. "E’ doveroso supportare e rilanciare questa iniziativa, nella convinzione che le pericolose derive antidemocratiche cui oggi assistiamo debbano trovare la reazione ferma e coesa della società civile e di tutte le organizzazioni che, come la nostra, si riconoscono nei valori della Costituzione dell'antifascismo": queste le parole di Laura Liberto, Coordinatrice nazionale della Rete Giustizia per i Diritti di Cittadinanzattiva.

Dal primo luglio con il Decreto Crescita la cessione del credito al venditore

Con la pubblicazione sul S.O. n. 26/L alla Gazzetta ufficiale n. 151 del 29 giugno 2019 della Legge 28 giugno 2019, n. 58 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi” (c.d. Decreto Crescita) sono state apportate interessanti modifiche alla disciplina degli incentivi per gli interventi di efficienza energetica.
A partire dal primo luglio infatti si potrà effettuare la cessione del credito al venditore.

nasce la giornata nazionale per la salute e il benessere nelle città

Il prossimo 2 Luglio a Treviso dalle ore 17.00 si terrà la seconda giornata italiana per la salute e il benessere della città.
Insieme con Cittadinanzattiva e rappresentanti dell'ambito sanitario e delle associazioni per parlare della nostra salute e del sociale. Sarà un momento di approfondimento e informazione.

enel bollette

L'Arera - l'Autorità di Regolazione del mercato dell’energia - comunica che per i prossimi tre mesi ci sarà una flessione del costo per il gas naturale per la famiglia tipo, con una variazione della spesa complessiva del -6,90% rispetto al trimestre precedente. Al contempo, è previsto un aumento sempre per i prossimi tre mesi, del costo dell'energia elettrica per la famiglia tipo, con una variazione della spesa complessiva del +1,9% rispetto al trimestre precedente.
Ricordiamo che per famiglia tipo si intendono consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui.

dove mi curo

Il portale www.doveecomemicuro.it ha realizzato una mappa delle strutture italiane che si occupano di malattie rare.
«Questi dati, come tutti quelli che riguardano le malattie rare, sottoposte a un lavoro di standardizzazione, derivano da diverse fonti assolutamente affidabili: l'Istituto superiore di sanità - Centro nazionale malattie rare, il ministero della Salute, Orpha.net, Orphadata, i portali delle strutture sanitarie, i siti web delle Reti europee di riferimento (ERN) e la Federazione italiana malattie rare Uniamo» ricorda Walter Ricciardi, professore di Igiene e medicina preventiva all’Università Cattolica di Roma e coordinatore del comitato scientifico di Dove e Come Mi Curo.

liste d attesa campania

Cittadinanzattiva Campania, il 27 giugno a Nola, organizza un evento di approfondimento e informazione sulle liste d'attesa nella regione Campania. Sono previsti momenti di commento da parte di rappresentanti istituzionali e delle associazioni presenti all'incontro, analizzando in particolare lo stato di attuazione del Piano Nazionale di Governo delle Liste d'Attesa (PNGLA 2019/2021). 

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.