Notizie

acn copy

Siamo consapevoli che la pandemia di COVID-19 sta avendo un impatto sulla vita di tutti. In questo sondaggio a livello europeo, l'Alleanza Europea del Dolore, Pain Alliance Europe, di cui ACN è membro del board, ti chiederà eventuali difficoltà che stai incontrando per ottenere un trattamento per la tua condizione di dolore e come la pandemia ti sta influenzando socialmente ed emotivamente e se la tecnologia ti sta aiutando.

le agricole

Continua il racconto di alcune delle realtà che operano nel campo dell’economia solidale circolare incontrate e conosciute attraverso le attività messe in campo dal progetto ESC, promosso dal CNCA-Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza in partnership con Cittadinanzattiva e CICA-Coordinamento Italiano Case Alloggio per persone con HIV/AIDS. La storia che vogliamo raccontare è quella della Cooperativa sociale Le Agricole di Lamezia Terme (CZ) che dal 2008 produce biologico coltivando il sociale. Da un progetto al femminile di inclusione sociale a realtà imprenditoriale autonoma. Le dinamiche virtuose dell’agricoltura biosociale coinvolgono nel ciclo produttivo donne, che si sono formate e inserite in un contesto di cooperazione e lavoro, insieme ad altre persone ritenute svantaggiate. Una pratica che ha saputo integrare il Seminare Biologico, Produrre tipico e Coltivare sociale.

partecipazione 800x450 OK copy copy copy copy copy

Prosegue il percorso che Cittadinanzattiva ha avviato con il contributo di 100 stakeholders della salute, realizzando una “Matrice per la qualità delle pratiche partecipative in sanità”. Uno strumento utile alle Istituzioni a individuare gli elementi di qualità della democrazia partecipativa e a gestire i rischi di una partecipazione formale, inefficace o priva di valore aggiunto che trova riscontro nel nuovo Patto per la Salute 2019-2021, alla Scheda 14 “Strumenti di accesso partecipato e personalizzato del cittadino ai servizi sanitari”, con un esplicito riferimento all’importanza di un coinvolgimento qualificato dei cittadini.

SaluteèComunità STD

ISCRIVITI ALL'EVENTO 

Quale relazione c’è tra Salute e Comunità?  E quale ruolo può avere la comunità nella promozione e nella presa in carico della salute dei cittadini?In un momento storico nel quale la sanità territoriale torna con forza al centro dell’attenzione è importante approfondire il paradigma che sta dietro l’organizzazione dei servizi, il ruolo che possono avere le diverse figure professionali e il valore che in tutto questo può assumere il protagonismo delle comunità, in particolare se ci si occupa di cura delle fragilità e di servizi per la salute nelle aree interne.

Al 31 ottobre ci sono stati 64.980 casi nella popolazione scolastica di elementari, medie e superiori. Si tratta di studenti e di lavoratori della scuola che sono risultati positivi al nuovo coronavirus.  Sono i dati che la rivista Wired ha elaborato sulla base dei dati ottenuti dal Ministero dell'Istruzione che ha risposto al Foia, l’istanza di accesso generalizzato, presentato dalla stessa rivista lo scorso  30 ottobre. Grazie a questi numeri, Wired ha potuto costruire una mappa che mostra l’incidenza dei contagi su base provinciale e ha di fatto costruito un indicatore, mettendo in rapporto l’incidenza all’interno delle scuole con quella che si registra nella popolazione generale. 

consumatori digitali consumatori consapevoli copy

Accrescere le competenze del capitale umano del Paese grazie a nuove iniziative di divulgazione digitale realizzate in collaborazione con istituzioni, imprese, associazioni e rivolte a tutti: Cittadini, Scuola, Imprese e Pubblica Amministrazione. Con questo obiettivo prosegue la rimonta digitale del Paese grazie a “Operazione Risorgimento Digitale”, che si rinnova nei format con piattaforme, webinar gratuiti e livelli di apprendimento certificati per assicurare su scala nazionale la massima diffusione delle conoscenze per l’uso degli strumenti digitali.
Questo grazie a nuovi percorsi formativi, tra i quali Consumatori digitali, consapevoli e sicuri  avviato in collaborazione con le Associazioni Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Codacons, Federconsumatori e U.Di.Con., con webinar e contenuti gratuiti rivolti a cittadini e consumatori.

emicrania

Cittadinanzattiva -Tribunale per i diritti del malato organizza per venerdì 4 dicembre 2020 dalle ore 10:00 alle 11:30 il Web Meeting “Colpo di testa. I tuoi diritti su emicrania e cefalea”, realizzato con il contributo non condizionante di Teva.

Con la Legge 81/20, la cefalea primaria cronica è riconosciuta patologia socialmente invalidante. Il Web Meeting è finalizzato a ripercorrere le tappe del percorso di riconoscimento, con una attenzione particolare al tema del dolore e all’impatto dell’emicrania sulla vita e sul benessere dei pazienti e di chi sta loro vicino.

Un importante risultato è stato raggiunto, ma c'è ancora molto da fare: migliorare l’informazione e l'orientamento ai servizi (Centri cefalea accreditati); adeguata e tempestiva presa in carico dei pazienti, per giungere a una diagnosi precoce; accesso alle terapie più innovative, in grado non solo di intervenire sui sintomi ma anche di prevenirli. Ed ancora sul fronte dei diritti, far sì che siano realmente esigibili (es. attribuzione del codice esenzione per patologia e invalidità).

Tamponi coronavirus copy

Dalle informazioni sulle condizioni di alto e basso rischio, alle indicazioni per i soggetti asintomatici, comprese le disposizioni sull'utilizzo del saturimetro per chi si trova in isolamento domiciliare: sono i contenuti della circolare diramata dal Ministero della Salute il 30 novembre. Nel documento il Ministero precisa anche che "Non esistono, ad oggi, evidenze solide e incontrovertibili (ovvero derivanti da studi clinici controllati) di efficacia di supplementi vitaminici e integratori alimentari (ad esempio vitamine, inclusa vitamina D, lattoferrina, quercitina), il cui utilizzo per questa indicazione non è, quindi, raccomandato".

partecipazione 800x450 OK copy copy copy copy

Per Cittadinanzattiva la partecipazione civica è una componente strategica che deve entrare nella governance delle aziende e dei servizi ma perché ciò avvenga è altrettanto necessario che sia di qualità. Per questo, da circa due anni, Cittadinanzattiva ha avviato un percorso che, con il contributo di 100 stakeholders della salute, ha realizzato una “Matrice per la qualità delle pratiche partecipative in sanità. Uno strumento utile alle Istituzioni a individuare gli elementi di qualità della democrazia partecipativa e a gestire i rischi di una partecipazione formale, inefficace o priva di valore aggiunto che trova riscontro nel nuovo Patto per la Salute 2019-2021, alla Scheda 14 “Strumenti di accesso partecipato e personalizzato del cittadino ai servizi sanitari”, con un esplicito riferimento all’importanza di un coinvolgimento qualificato dei cittadini. Un risultato questo che ha fatto da apripista alla seconda edizione del progetto di Cittadinanzattiva sulla partecipazione, reso possibile grazie al contributo non condizionante di Novartis, con l’obiettivo di consolidare un Osservatorio sulla partecipazione in sanità avviando due percorsi paralleli - nelle regioni Piemonte e Sicilia -, di formazione e sperimentazione della Matrice sulla partecipazione, coordinati dalla Scuola civica di alta formazione di Cittadinanzattiva.

migranti efakenews

È quanto emerso dalla ricerca condotta da Euricse e da un pool di organizzazioni locali che analizza l’impatto del sistema di accoglienza trentino da un punto di vista sociale ed economico e valuta i cambiamenti introdotti dal Decreto “Sicurezza e immigrazione” del 2018. La provincia sta rinunciando a quanto costruito negli ultimi 10 anni in tema di accoglienza, compreso l'effetto "moltiplicatore" di ogni euro speso per i migranti. Cambiamenti che riguardano, tra gli altri aspetti, la cancellazione dei servizi di integrazione per i richiedenti asilo, accompagnati da un taglio delle risorse dedicate all’accoglienza.

Condividi