Intonaco armato in fibra di vetro

Il Centro Ricerche ENEA Casaccia ha ideato una soluzione concreta per contrastare le conseguenze, spesso tragiche, causate dai terremoti sulle abitazioni: un intonaco armato con rete in fibra di vetro. Per testare la tenuta dell’intonaco, una soluzione tutta made in Italy di facile applicazione e soprattutto a basso costo, sono stati effettuati dei test su alcune strutture tipiche dell’edilizia dei centri storici dell’Appennino, che hanno resistito a terremoti di intensità più che raddoppiata rispetto al sisma più violento che ha colpito il centro Italia nel 2016.

Le prove, che sono state condotte dall’Università degli Studi Roma Tre e dall’ENEA con il supporto dell’azienda Fibre Net, nell’ambito del progetto COBRA finanziato dalla Regione Lazio, sono state effettuate nello specifico su 3 pareti, di cui una centrale e due laterali, che già a novembre scorso erano state danneggiate dopo essere state sottoposte a scosse che riproducevano i terremoti a intensità crescenti di Nocera Umbra (1997), L’Aquila (2009), Emilia (2012) e Norcia (2016).

APPROFONDISCI

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.