multa wind

600 mila euro. A tanto ammonta la sanzione che il Garante per la protezione dei dati personali ha comminato nei confronti di Wind Tre. 
A giudizio delle indagini, la società italiana del gruppo CK Hutchison operante nel settore della telefonia, avrebbe contattato gli utenti, direttamente o tramite la propria rete di vendita, seppure questi si fossero opposti a trattamenti per finalità commerciali. 
Il Garante ha quindi ritenuto illecito il trattamento dei dati dei clienti effettuato dalla società telefonica per fini di marketing.
L’entità della sanzione stabilità dall’Autorità, ha tenuto conto della gravità delle violazioni contestate come il fatto che siano stati impiegati differenti canali di contatto (telefonate ed sms) con esponenziale aumento dell’invasività delle campagne promozionali.

Approfondisci

Classe '86, nato a Roma, studi universitari a Parigi che culminano con la laurea in legge. Si definisce "feliciclista" urbano, ha incontrato Cittadinanzattiva lungo la sua strada percorrendola...per aspera ad astra!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.