L’Autorità Garante della concorrenza e del mercato contesta alla società Private Outlet di aver “diffuso, attraverso il proprio sito internet, contenuti idonei ad indurre in errore i consumatori in merito alla disponibilità dei prodotti offerti in vendita” .
In molti casi la società non avrebbe consegnato ai consumatori la merce acquistata on-line o nei casi di avvenuta consegna, non avrebbe rispettato i termini indicati al consumatore dopo l’acquisto o avrebbe consegnato merce diversa da quella ordinata.
Questi i motivi che hanno spinto l’Autorità, in collaborazione con il Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza, a bloccare, in via cautelare, l’accesso al sito web privateoutlet.com in base alle denunce di diversi consumatori. Approfondisci

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.