L’analisi fa emergere vizi e virtù di 29 strutture laziali e romane, attraverso la presa in esame di circa 200 indicatori per le seguenti aree: emergenza, degenza, accesso, cure e assistenza. “Lo sforzo c’è da parte di tutti gli operatori sanitari - dice Francesca Diamanti, vice segretario di Cittadinanzattiva Lazio - continua però ad esserci una cattiva organizzazione, un modello che fa acqua. I cittadini si sentono spaesati, abbandonati dal sistema”. Leggi la notizia e approfondisci dalla pagina del progetto.

in
Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.