Dopo tanti "Dialoghi sulla crisi", a Spoleto  Cittadinanzattiva sta invitando in questi mesi estivi i cittadini e gli operatori economici della città di Spoleto ad usare lo Scec. Per ora si raccolgono pre adesioni, al fine di poter avviare l’esperimento con un numero significativo di utenti. Lo Scec è un buono sconto incondizionato, che assume forma cartacea oppure elettronica e svolge una funzione simile a quella di una moneta complementare, che si affianca all’Euro. E’ già usato da anni in molte altre città italiane (vedi il sito di Arcipelago Scec: http://scecservice.org/site/index.htm ) e sta vivendo in questi ultimi mesi una nuova giovinezza, in risposta all’aggravarsi della crisi economica.
Lo sconto (nella misura massima del 30%, decisa da ogni esercente) viene praticato da: negozianti, artigiani, professionisti, produttori locali, nella misura indicata da ognuno. La particolarità è che gli operatori economici che lo ricevono, possono usarlo a loro volta all’interno del circuito, favorendo l’aumento degli scambi e la ripresa dell’economia territoriale. L’obiettivo, infatti, è duplice :
- aumentare il potere di spesa dei cittadini
- concentrare la spesa nel circuito economico locale, per evitare che si impoverisca.
Per informazioni

in
Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.