sistemi sanitari accessibili

La Commissione ha recentemente pubblicato le sue proposte di raccomandazioni del Consiglio agli Stati membri per quanto riguarda i loro programmi nazionali di riforma e i programmi di stabilità o di convergenza per il 2017. Queste raccomandazioni specifiche per paese, che comprendono anche quelle in campo sanitario, vengono formulate ogni anno nel quadro del ciclo di coordinamento delle politiche economiche dell’UE, il cosiddetto "semestre europeo".

Quest’anno vari Stati membri hanno ricevuto raccomandazioni affinché riformino i loro sistemi sanitari per adeguarsi alle priorità stabilite dalla Commissione europea. Nel settore della sanità, infatti, le politiche dovrebbero garantire l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità, nonché sostenere e rafforzare le reti di sicurezza sociale attraverso politiche di prevenzione, di cura e di riabilitazione.

Pertanto, gli Stati membri devono continuare a riformare i loro sistemi sanitari per garantire un accesso universale a servizi sanitari efficienti sotto il profilo dei costi e proteggere la popolazione dalla povertà o dall'esclusione sociale provocate da un cattivo stato di salute e dalle relative spese.Gli Stati membri dovrebbero sfruttare appieno le opportunità offerte loro dall'Unione Europea per accelerare l’attuazione delle riforme fondamentali evidenziate nelle raccomandazioni attraverso gli strumenti disponibili, come, ad esempio, i Fondi strutturali e di investimento europei, il Programma di sostegno alle riforme strutturali e il piano di investimenti per l’Europa. Per saperne di più

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.