Giustizia

Dopo il trasferimento di cinque magistrati in servizio presso il tribunale di Agrigento, i legali lanciano l'allarme. Il rischio è la paralisi delle udienze. Approfondisci

Con la sentenza n. 22100 del 1° giugno, la Corte di Cassazione ha stabilito che non possono essere espulsi gli immigrati che sono sposati con un cittadino italiano, anche se hanno precedenti penali ed a condizione che sia provata l'effettiva convivenza. Approfondisci

"Mediazione: fra efficienza e competitività": questo il leitmotiv del Convegno svoltosi a Roma il 25 maggio incentrato sulla mediaconciliazione obbligatoria a due mesi dall'entrata in vigore della riforma. Presente Mimma Modica Alberti, coordinatore nazionale di Giustizia per i Diritti di Cittadinanzattiva. I dati del Ministero. La posizione critica dell'OUA

Il 25 maggio il Gup del Tribunale dell'Aquila ha rinviato a giudizio i 7 componenti della commissione Grandi Rischi con l'accusa di omicidio colposo plurimo e lesioni in riferimento al tragico terremoto del 6 Aprile 2009. Approfondisci

Con la circolare del 26 maggio il Viminale sospende la procedura di regolarizzazione per gli stranieri che non hanno obbedito ad un precedente ordine di espulsione. La decisione contrasta con la recente sentenza del Consiglio di Stato. Approfondisci

Il quarto quesito referendario del 12 e 13 giugno è sul legittimo impedimento, una legge che ha subìto un iter legislativo complesso. Il disegno di legge, approvato nei primi mesi del 2010 prima dalla Camera e poi, grazie a due voti di fiducia, anche dal Senato riguarda le "disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza" per il presidente del Consiglio e i ministri nei processi che li vedono imputati. Approfondisci

Il decreto legge sull'emergenza degli arretrati civili è all'esame del Governo. Si tratta del ddl n. 2612 che prevede il reclutamento di seicento magistrati in pensione di età inferiore ai settantacinque anni e ben diecimila avvocati. Approfondisci

Un pastore sardo è sotto processo da ben cinquant'anni per aver rubato sessantanove pecore ad un allevatore. Approfondisci

Il proprietario del veicolo non ha l'obbligo di comunicare i dati del conducente se la notifica della contestazione è avvenuta tardivamente: è quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 11185 del 2011. Approfondisci. La sentenza

La Corte di Cassazione (sentenza n. 10929) ha disposto che il condominio non può prevedere penali a carico dei condomini in ritardo con i pagamenti. Approfondisci

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.