L’istituto, introdotto con la Legge n. 54 del 2006 per la tutela della prole, non può essere negoziato dai coniugi in sede di separazione. Anche se c’è accordo tra le parti, il minore non può essere affidato esclusivamente ad uno dei genitori, in mancanza di valide ragioni, perché sarebbe contrario alla ratio della norma. Leggi qui

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.