Il Consiglio dei Ministri di venerdì 14 marzo ha approvato un decreto-legge che disciplina da un lato la materia degli stupefacenti e, dall’altro,  l’impiego di medicinali meno onerosi da parte del Servizio Sanitario Nazionale. Per quanto riguarda le droghe leggere, il Governo è intervenuto soltanto per il ripristino delle tabelle riguardanti la disciplina amministrativa, mentre, per la parte penale, saranno necessarie delle ulteriori discussioni sia tra i Ministri sia in Parlamento. Continua a leggere

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.