Il Ministero della Salute ancora al centro delle polemiche, dopo i primi effetti delle nuove decisioni sul risarcimento per danni da sangue ed emoderivati infetti; la nuova indicazione introduce un termine di prescrizione del reato in 5 anni ed esclude, di fatto chi, entro tale data, non avesse ancora fatto causa al Ministero. Diverse migliaia famiglie hanno già presentato la proposta di transazione, ma solo poche centinaia potranno accedervi, grazie al nuovo disposto. Leggi la notizia e approfondisci

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.