Sei mesi di tempo per corrispondere ai richiedenti l’indennità integrativa speciale, compresa di rivalutazione, prevista dalla legge n.210/92 ma mai erogata di fatto; la sentenza arriva dopo l’abolizione tentata dallo Stato nel 2010, e nonostante la Corte Costituzionale si sia pronunciata a favore dell’erogazione l’anno successivo. Circa 60.000 sono i cittadini interessati. La sentenza permetterà di aggiungere un centinaio di euro alla contribuzione già erogata. Leggi la notizia, approfondisci e leggi il comunicato stampa

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.