mense bio copia

E' quello che accadrà nella scuola media Maffei di Vicenza dove due anni fa i genitori si sono attivati per risolvere il problema di una mensa scolastica non idonea e poco gradita ai propri figli. Gli studenti, infatti, al cibo servito in mensa preferivano di gran lunga acquistare prodotti al bar. Un gruppo di genitori si è così mobilitato per creare un servizio mensa con cibi sani e gustosi, biologici e a chilometri zero, tenendo conto del valore aggiunto ed educativo del mangiare insieme e dell'attenzione agli sprechi e all'ambiente.

L'anno scorso il Comitato di genitori ha deciso di avviare un percorso didattico sperimentale sull'educazione alimentare dedicato agli studenti con l'obiettivo di far comprendere l'importanza di una corretta alimentazione, far capire cosa significa scegliere i nutrimenti e dare la possibilità ai ragazzi di vivere quotidianamente: un esempio pratico di alimentazione corretta con i cibi serviti nella propria mensa scolastica. L'esperienza sarà replicata anche per il prossimo anno scolastico e sarà presentata il prossimo luglio al Festival della partecipazione a L'Aquila, iniziativa organizzata da ActionAid, Cittadinzanttiva e SlowFood.

Leggi l'articolo.

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.