"Di fronte alla crisi economica non si può non partire dalle scuole", lo ha detto il neopremier Renzi nel suo discorso programmatico al Senato. E come prima mossa, occorre partire dall'edilizia scolastica: l'impegno che Renzi si è preso è lavorare ad un piano straordinario per mettere in sicurezza subito 2.300 scuole dopo la chiusura estiva per riconsegnarle sistemate all'inizio del nuovo anno. Leggi il nostro comunicato

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.