Annualmente, molte delle segnalazioni che riceve il PiT Servizi in tema di Pubblica Amministrazione hanno ad oggetto aree di competenza del Garante del Contribuente (su tutte, i solleciti per i mancati rimborsi Irpef). Questo dato di fatto ha suggerito alla rete dei Procuratori dei Cittadini di Cittadinanzattiva di realizzare la I° Raccolta di dati e d'informazioni civiche sull'Istituto del Garante del Contribuente, istituito in tutte le Regioni nel 2000 ma ancora poco conosciuto ai cittadini.

Per chi non lo conoscesse

Il Garante del contribuente, previsto dall'art. 13 della legge 212/2000, c.d. Statuto del contribuente, è stato istituito in tutte le regioni d'Italia.
Il Garante ha il compito di verificare, attraverso accessi agli uffici e esame della documentazione, le irregolarità, le scorrettezze e le disfunzioni dell'attività fiscale segnalate dai contribuenti.
In particolare il Garante, nell'assicurare la concreta attuazione dei diritti del contribuente sanciti nello Statuto:

  • sollecita gli uffici a esercitare il potere di autotutela per l'annullamento e la rettifica dei provvedimenti fiscali di accertamento e di riscossione;

  • vigila sul corretto svolgimento delle verifiche fiscali;

  • verifica che sia assicurata la chiara e tempestiva conoscibilità dei provvedimenti fiscali, dei modelli per gli adempimenti e delle relative istruzioni;

  • accerta la qualità dei servizi di assistenza ed informazione, verificando, ad esempio, l'agibilità dei locali aperti al pubblico.

Il senso dell'iniziativa
L'oggetto specifico dell'indagine conoscitiva sul Garante del contribuente, con il conseguente monitoraggio, è stato quello di valutare la messa a regime del citato istituto, valutandone punti di forza ed aree di criticità, cercando di coinvolgere, nella fase di raccolta di informazioni, sia i componenti dei collegi del Garante che i cittadini.
Come auspicato da Cittadinanzattiva, i risultati della stessa indagine sono stati la premessa per uno specifico momento di confronto e di approfondimento, realizzato a Roma in data 25 giugno 2003 con il convegno  "Statuto del contribuente: dai principi alla tutela", al fine di definire un eventuale e possibile rapporto di partnership tra l'istituto del Garante del contribuente nelle sue dislocazioni regionali, un movimento d'impegno civico e di tutela dei diritti dei cittadini e l'Agenzia delle Entrate-Ministero dell'Economia e delle Finanze. Anche alla luce di questa finalità di carattere generale, i risultati finali emersi a conclusione dell'attività di monitoraggio sono stati resi pubblici da Cittadinanzattiva, scatenando numerosi reazioni, anche perché questi uffici che dovrebbero tutelare gli interessi dei contribuenti sono risultati essere poco efficienti e dotati di scarsi strumenti.

Nella sezione Approfondimenti, è possibile scaricare il Report conclusivo ed una serie di documenti tecnici e di settore che ci hanno citato come fonte di informazione, ad iniziare da una interrogazione parlamentare.

Per consultare la rassegna stampa dell'iniziativa, clicca qui.

Per avere maggiori informazioni contatta Mariano Votta: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Anno di realizzazione: 2003

Se vuoi saperne di più in tema di Pubblica Amministrazione visita la relativa Area di interesse.

Mariano Votta
Mariano Votta, nettunese classe '72, con fiere origini lucane. Laurea in scienze politiche, 2 master, iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti.Responsabile delle politiche europee di Cittadinanzattiva e coordinatore di Active Citizenship Network. Componente della Direzione Nazionale.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.