I nemici dei nostri polmoni sono tanti: oltre al fumo anche il gas radon, l’amianto e altri inquinanti atmosferici, seppure con incidenza minore, sono fattori di rischio per l’insorgenza del tumore del polmone, che causa un decesso ogni 30 secondi nel mondo e 40.000 morti ogni anno nel nostro paese.

 

La carenza di informazione nell’area oncologica è fortemente sentita dai cittadini, non solo per quanto riguarda l’accesso alle cure e alla qualità dell’assistenza, ma anche per ciò che attiene la prevenzione. Convinti che l’informazione rappresenti una delle strade da percorrere e privilegiare per rendere i cittadini sempre più capaci di difendere il proprio diritto alla salute, abbiamo deciso di impegnarci in questa campagna di informazione in tema di prevenzione del cancro al polmone "Attenti a quei due".
Questa e molte altre informazioni sono contenute nel libretto informativo della campagna.


La campagna

La campagna fa parte delle iniziative sostenute in ambito internazionale dal Global Lung Cancer Coalition, voce a livello internazionale di associazioni di pazienti colpiti da tumore del polmone, appartenenti a numerose nazioni, in occasione del mese dedicato alla prevenzione di questa malattia. Si tratta di un progetto promosso dal Tribunale per i diritti del Malato - Cittadinanzattiva, in collaborazione con Assofarm, FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale), il patrocinio dell’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) e grazie al sostegno di AstraZeneca. Il libretto informativo, principale strumento dell’iniziativa, oltre ad essere disponibile su internet, è stato distribuito gratuitamente presso le farmacie comunali aderenti all’Assofarm, gli studi oncologici e le 300 sezioni locali del Tribunale per i diritti del malato, che hanno provveduto a diffonderlo negli ospedali e negli studi di medicina generale. Nel libretto ci sono alcuni consigli utili per il cittadino, che riguardano la tutela della propria salute da mettere in pratica sia assumendo un corretto stile di vita, sia verificando che il proprio ambiente di lavoro sia conforme alle norme di sicurezza vigenti.

Nella sezione Guide Utili puoi scaricare la versione in inglese della guida "Watch out for those two!"


Prevenzione: un diritto e un dovere

Assumere un atteggiamento responsabile riguardo alla propria salute e al proprio ambiente può permettere di evitare l'insorgenza di molte patologie. La prevenzione si può distinguere in:

  • prevenzione primaria: è la prevenzione per antonomasia e consiste nell'eliminazione dei fattori nocivi che possono favorire l'insorgenza della malattia;

  • prevenzione secondaria: si identifica con la diagnosi e la terapia precoce che consentono, spesso, una guarigione definitiva;

  • prevenzione terziaria: consiste essenzialmente in programmi terapeutici miranti a evitare un peggioramento o il manifestarsi di più gravi complicanze.

Il cancro al polmone è una malattia grave e spesso mortale, che si previene adottando stili di vita sani ed eliminando i possibili fattori di rischio. Per questo tipo di patologia, infatti, non sono ancora disponibili programmi di screening in grado di effettuare su tutta la popolazione potenzialmente esposta indagini per la diagnosi precoce della malattia (come già avviene per forme di cancro a carico di altri organi quali la prostata o la mammella). Fortunatamente, risultati promettenti su questo fronte emergono da alcune recenti ricerche.

Anno di realizzazione: 2003

Per saperne di più in tema di politiche sanitarie visita la relativa Area di interesse.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi