Roma, 26 giugno 2006

 

Cittadini ed imprese in Europa: il 30 giugno e 1 luglio a Frascati il VI Seminario internazionale sulla responsabilità sociale delle imprese. “Ostacoli, buone pratiche, strategie vincenti”

 

Quale è il rapporto tra cittadini ed aziende in Europa in un’ottica di responsabilità sociale?

Quali sono le esperienze già realizzate in questo ambito?

Come costruire solide partnership tra cittadini ed imprese in termini di CSR?.

A tutto questo cercherà di dare una risposta il VI Seminario internazionale sulla responsabilità sociale delle imprese, “Citizens as CSR partners: Obstacles, Good practices, Winning Strategies”, promosso da Cittadinanzattiva, Fondazione per la cittadinanza attiva (FONDACA) e “Gruppo di Frascati per la responsabilità sociale delle imprese”, in programma a Frascati i prossimi 30 giugno e 1 luglio (Gran Hotel Villa Tuscolana, Via del Tuscolo Km 1.500, Frascati – RM).

L’evento sarà aperto dalla presentazione della ricerca europea sulle esperienze di collaborazione tra le organizzazioni dei cittadini e le imprese in europa.

Alle due giornate parteciperanno rappresentanti di imprese, organizzazioni civiche ed istituzioni pubbliche provenienti da 30 paesi dell’Unione europea (Stati membri e paesi candidati).

Il Seminario si divide in tre sessioni che si svolgeranno tra il 30 giugno e la mattina del 1 luglio. La prima sessione sarà dedicata alle esperienze di partnership tra organizzazioni civiche e imprese in Europa e si concluderà con la presentazione di un Rapporto su circa 50 esperienze di questo tipo raccolte in 9 paesi dell’Unione europea.

Nella seconda sessione, che si terrà nel pomeriggio del 30 giugno, saranno presentate e discusse le linee guida sulla costruzione di partnership per valutare buone cattive pratiche di CSR in Europa.

La terza ed ultima sessione, della mattina del 1 luglio, sarà dedicata ad un focus sulla CSR in ambito finanziario. In particolare saranno affrontati tre aspetti: l’impatto sui cittadini dei recenti scandali finanziari in Europa, il livello di fiducia e trasparenza richiesto dai cittadini alle aziende che gestiscono i loro risparmi, il ruolo innovativo che i cittadini possono svolgere in questo settore.

 

Ai lavori parteciperanno: Franco Tumino, presidente di Ancst-Legacoop; Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva; Franca Donaggio, sottosegretario alla Solidarietà sociale; Giovanni Moro, Presidente della Fondazione per la cittadinanza attiva; Charles Derber, professore di sociologia del Boston College; Agata Stafiej-Bartosik, Danone Polonia; Neil Makin, direttore Corporate Affairs della Schweppes; Marco Frey, Scuola Superiore S.Anna di Pisa; Sergio Arzeni, capo del programma LEED dell’OCSE; Genevieve Besse, responsabile CSR Commissione Europea; Jette Steen Knudsen, direttore del Copenhagen Centre; Pierluigi Orati, Enel; Riccardo Zezza, Nokia; Cristina De Luca, sottosegretario alle Politiche sociali; Sandra Waddock, Carrolo School of Management and Senior Research Yellow, Boston University; Antonio Calabrò, direttore APCOM; Vittorio Borelli, giornalista autore di “Banca padrona”; Antonio catricalà, presidente Autorità Antitrust; Edgardo Maria Iozia, vice presidente di Uni-Europa; Giovanni Carosio, Direttore del controllo finanziario e del credito della Banca d’Italia; Giustino Trincia, vice segretario generale di Cittadinanzattiva; Roberto Nicastro, UnicreditBanca; Paolo Vagnone, Ras-Allianz; Nicola Rossi, membro della Commissione Finanze della Camera dei Deputati; teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva.

 

Il programma completo è disponibile su www.cittadinanzattiva.it

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.