trasporti pubblici locali

ATAC: Cittadinanzattiva Lazio chiede intervento Prefetto per sicurezza viaggiatori e convoca parti ai sensi del comma 461della Finanziaria 2008.
“Chiediamo a tutti di segnalarci i disagi. Avvieremo azioni risarcitorie e segnalazioni formali all’Autorità di Regolazione dei Trasporti”
In merito ai gravi disservizi nel servizio di trasporto pubblico che si stanno registrando da parecchi giorni, Cittadinanzattiva Lazio chiede interventi immediati per la ripresa di un servizio accettabile per i cittadini così seriamente colpiti, l'identificazione dei responsabili ad ogni livello e l'applicazione delle sanzioni previste. Inoltre chiede quanto segue:

- l'intervento urgente del Prefetto, stante la situazione di affollamento straordinario delle banchine della metropolitana che costituisce un chiaro pericolo per gli utenti;
- la convocazione immediata del tavolo con ATAC previsto dal protocollo di intesa, siglato da molte associazioni di consumatori e utenti con Roma Capitale, per l'applicazione del comma 461 della legge finanziaria del 2008 a tutela proprio degli utenti;
- l'incontro immediato con l’Assessore Improta, vertici ATAC, AACC e associazioni di consumatori per chiarire cosa stia succedendo e quali provvedimenti si intendano intraprendere perché cessino subito i comportamenti che causano pericolo e disagi, anche alla luce della mancanza totale di informazioni riguardo al funzionamento e ai particolari disservizi del trasporto pubblico cittadino che in questi giorni colpiscono gli utenti. 
“Tutto questo in un quadro di trasporto pubblico già strutturalmente inadeguato”, ha dichiarato Roberto Crea, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio, “carente e di bassa qualità, con una elevata percentuale di automezzi fermi per mancanza di pezzi di ricambio e di autisti”.
Cittadinanzattiva Lazio informa infine che sono attivi un form online e una casella di posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per segnalare i disagi, e organizzare un'azione di risarcimento nei confronti di ATAC, con la quale gli utenti stipulano un contratto al momento dell'acquisto del biglietto o della sottoscrizione di un abbonamento. “Chi viola il contratto deve pagare, come accade agli utenti quando vengono sorpresi con il biglietto scaduto”, ha concluso Roberto Crea, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio. Il dossier elaborato sulla  base delle segnalazioni sarà inoltre ufficialmente inviato all’Autorità di Regolazione dei Trasporti.
A tal fine, si chiede di segnalare giorno, ora, mezzo di trasporto (numero della linea e possibilmente del mezzo) e di conservare il biglietto.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.